Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 28/5/2015 ore 1:23

    The Voice of Italy: rivivi la finale

    Commenti 0

    blog_TVOI1blind2Ci siamo! Dopo un cammino lungo mesi che è cominciato il 25 febbraio con le Blind Audition, proseguito con le Battle e i Knockout, finalmente siamo arrivati alla finale dei Live Show di The Voice of Italy. I quattro finalisti: Thomas Cheval, per il #TeamNoemiRoberta Carrese, per il #TeamPelùCarola Campagna per il #TeamJAxFabio Curto per il #TeamFach si giocano stasera la possibilità di ottenere un contratto discografico dal valore di diverse centinaia di migliaia di euro con una major discografica per trasformarsi da semplici cantanti in star della musica, come è accaduto ai vincitori delle precedenti edizioni italiane del format, Suor Cristina Scuccia diventata famosa in tutto il mondo ed Elhaida Dani che ha pochi giorni fa calcato il palco dell’Eurovision Song Contest rappresentando la sua nazione, l’Albania.

    La puntata comincia subito con i fuochi d’artificio, la giovane pop-star Ariana Grande, reduce dalle milioni di copie di dischi venduti negli Stati Uniti e nel resto del mondo, accompagna i quattro talenti finalisti di The Voice nella prima esibizione della finale. I quattro cantanti, infatti, rompono il ghiaccio esibendosi insieme alla Grande in un medley dei suoi pezzi più famosi Problem, Love me harder e Break Free

    – Guarda l’esibizione di Ariana Grande con i finalisti di The Voice>>

    La serata prevede che i quattro finalisti si esibiscano in quattro round: prima canteranno una cover scelta dai coach, poi duetteranno con il proprio coach, quindi canteranno il loro inedito e infine riproporranno il “cavallo di battaglia” portato alle Blind Auditions.

    Ad aprire la puntata è Thomas Cheval, del #TeamNoemi, il diciottenne italo-francese sceglie di cantare You Give me Something di James Morrison. Il ragazzo mostra veramente una grande sicurezza, come sottolinea Piero Pelù, derivante anche dal lavoro con il suo coach. Noemi dichiara il suo amore per la voce del cantante ed il fatto di aver coniugato il suo essere così giovane con una voce consumata, da “crooner”

    – Guarda l’esibizione di Thomas Cheval, You Give me Something>>

    Secondo talento ad esibirsi è Roberta Carrese che, nella sua cover, si misura con una prova molto complessa, Almeno tu nell’universo portata al successo dall’indimenticata Mia Martini. Per Federico Russo sono brividi, J-Ax definisce l’esibizione grandiosa che ha pagato una scelta molto rischiosa. Piero sottolinea ancora la difficoltà della prova magnificando il modo in cui la cantante ha fatto sua la canzone

    – Guarda l’esibizione di Roberta Carrese, Almeno tu nell’universo>>

    Fabio Curto

    Fabio Curto

    Segue un’altra giovanissima, Carola Campagna del #TeamJAx. Per lei la cover è I Want You Back tra i maggiori successi del quintetto dei Jackson’s Five. Per Roby Carola ha avuto una crescita impressionante, soprattutto per quanto riguarda la padronanza del palco, anche Francesco approva, sottolineando come la sua voce abbia ricordato quella del grande Michael Jackson. Per J-Ax Carola è stata bravissima proprio perché è riuscita a toccare le stesse note del “King of pop” da bambino

    – Guarda l’esibizione di Carola Campagna, I Want You Back>>

    Ultimo finalista a salire sul palco per questo round è Fabio Curto per il #TeamFach. Roby e Francesco hanno scelto per il cantante di origine calabrese il capolavoro di Cat Stevens Father and son alla presenza del suo papà che è nel pubblico. Molto suggestiva la scenografia che ha mostrato, sullo schermo, alcune foto del cantante da piccolo. Roby confessa di essersi commosso oltre che per le parole del brano, anche per le capacità del ragazzo di suscitare emozioni con la sua voce. E ne approfitta per abbracciare suo figlio Francesco

    – Guarda l’esibizione di Fabio Curto, Father and son>>

    Il secondo round, quello dei duetti con il coach comincia con Noemi e il suo Thomas Cheval che al piano cantano uno dei brani più amati dell’inglese Robbie Williams, Angel. J-Ax sottolinea la bellezza della messinscena e della coreografia che hanno sottolineato la romanticità dell’esibizione. Noemi dice di essersi sentita “completa” nel cantare con Thomas di cui loda la professionalità

    – Guarda l’esibizione di Thomas Cheval e Noemi, Angel>>

    Segue Piero Pelù che accompagna la sua finalista Roberta Carrese nell’interpretazione di uno dei classiconi targati U2, Pride (In the Name of Love). Grande emozione per i due, Roby sottolinea come insieme le due voci si siano fuse alla perfezione, mentre Piero dice di aver scelto questa canzone per sfidare proprio il “si di petto” di Facchinetti senior

    – Guarda l’esibizione di Roberta Carrese e Piero Pelù, Pride (In the Name of Love)>>

    Terzi a salire sul palco sono Carola Campagna e il suo coach J-Ax che duettano sulle note de L’isola che non c’è successo di Edoardo Bennato. Piero sottolinea come, anche in questa prova, Carola abbia dimostrato di essere una cantante già estremamente “strutturata”. Per Noemi il duetto ha sottolineato il rapporto tra i due, con Ax nel ruolo di un eterno Peter Pan

    – Guarda l’esibizione di Carola Campagna e J-Ax, L’isola che non c’è>>

    Roberta Carrese

    Roberta Carrese

    Chiude il round dei duetti Fabio Curto che, accompagnato da Roby e Francesco Facchinetti, canta Il mondo, evergreen di Jimmy Fontana. Il risultato è molto suggestivo, Roby dice che, ancora una volta, la prova ha messo in mostra la grande vocalità di Fabio (oltre che la sua). Per Noemi i tre sono la “nuova boyband di The Voice” mentre Piero sottolinea la mise e le doti di Facchientti senior

    – Guarda l’esibizione di Fabio Curto con Roby e Francesco Facchinetti, Il mondo>>

    Arriva il momento degli inediti scritti per ognuno dei cantanti partendo dalle storie di vita dei finalisti. Primo ad esibirsi è Thomas Cheval del #TeamNoemi con la sua Allons Danser. Per J-Ax si tratta di una canzone molto orecchiabile, “meglio di molte altre cose che passano in giro”, per Noemi Thomas sta dimostrando ancora una volta la sua crescita, sia nella voce che nella padronanza del palco anche se, nella sua visione, è solo la punta dell’iceberg delle sue capacità

    – Ascolta l’inedito di Thomas Cheval, Allons Danser>>

    Segue Roberta Carrese, finalista del #TeamPelù che si esibisce con la rockeggiante La mia conquista, brano che vede nella scrittura la complicità del suo coach. Per Piero Roberta sta dimostrando sempre più di essere un personaggio che può cantare canzoni romantiche ma anche una vera e propria “guerriera”

    – Ascolta l’inedito di Roberta Carrese, La mia conquista>>

    Terza a salire sul palco è Carola Campagna del #TeamJAx con il suo inedito, Se solo. La canzone è stata già scelta dalla Disney per la colonna sonora italiana del prossimo film di animazione che uscirà nelle sale. Per il coach quella di Carola è una voce che manca nel panorama della musica italiana capace di ogni tipo di interpretazione e con una personalità molto umile

    – Ascolta l’inedito di Carola Campagna, Se solo>>

    Chiude il #TeamFach con Fabio Curto e la sua L’ultimo esame. Per Roby la voce particolare di Fabio è figlia anche della sua storia umana molto importante, Francesco invece sottolinea come fin dalle Blind Audition abbia creduto in lui e abbia avuto la volontà di portarlo in finale. Per Noemi, il cantante è un avversario molto duro, lo definisce un “grande musicista con un grande cuore calabro”

    – Ascolta l’inedito di Fabio Curto, L’ultimo esame>>

    Arriva ora uno dei momenti più attesi della serata: Tiziano Ferro duetta con i quattro finalisti riproponendo due dei suoi successi più apprezzati, Ti scatterò una foto e Rosso relativo. Il cantautore di Latina racconta di essersi divertito molto con i quattro ragazzi e che loro hanno dimostrato una grande bravura nell’armonizzare sulle sue canzoni

    – Guarda l’esibizione di Tiziano Ferro con i finalisti di The Voice>>

    Carola Campagna

    Carola Campagna

    Siamo alle prime eliminazioni della serata. Il televoto è stato aperto per tutta la settimana e ora è il momento di sapere chi saranno i tre talenti che si accomoderanno sul podio di questa edizione di The Voice. Passano il turno Fabio Curto #TeamFach, Carola Campagna #TeamJAx e Roberta Carrese #TeamPelù. Per Thomas Cheval, del #TeamNoemi l’avventura si conclude ad un passo dal podio. Il ragazzo si commuove mentre Noemi sottolinea la sua crescita e le sue qualità, tra cui la classe e la correttezza.

    – Rivedi il momento del verdetto>>

    La serata continua con un ultimo round in cui i talenti rimasti in gara ripropongono le canzoni che hanno convinto i coach a girarsi durante le Blind Audition. Comincia Roberta Carrese del #TeamPelù, la cantante interpreta Pensiero stupendo di Patty Pravo. La ragazza dice che in questi mesi The Voice è stato un “acceleratore della crescita” facendola maturare come se avesse anni di esperienza sulle spalle. I coach Facchinetti ribadiscono la grande forza della cantante e lodano la scelta di Piero Pelù che l’ha aiutata nel percorso canoro. Per “El Diablo” Roberta ha mostrato una grande forza ed una sicurezza che è cresciuta di momento in momento grazie al lavoro fatto insieme

    – Guarda l’esibizione di Roberta Carrese, Pensiero stupendo>>

    Seconda ad esibirsi è Carola Campagna per il #TeamJAx. La giovanisima ripropone The A-Team, pezzo di Ed Sheeran cantato durante le Blind che fece girare tutte e quattro le poltrone dei coach. Per coach J-Ax è stato emozionante riascoltare la ragazza e ricorda che nemmeno lui, quando ha premuto il pulsante per girarsi, era in grado di comprendere il potenziale della ragazza. Noemi si dice molto sorpresa dal percorso di Carola perché è riuscita a tirare fuori una grande personalità, a discapito della giovane età

    – Guarda l’esibizione di Carola Campagna,The A-Team>>

    Chiude il trio Fabio Curto che riporta sul palco Take me to Church di Hoizer. Roby, dopo l’ascolto, dice di aver capito subito le grandi possibilità vocali del ragazzo e che non ha resistito alla voglia di far partire uno dei suoi acuti mentre lo ascoltava e conclude dicendo “non ho bisogno di venderti, la tua musica si vende benissimo da sola”

    – Guarda l’esibizione di Fabio Curto, Take me to Church>>

    Torna sul palco Ariana Grande. La giovanissima pop-star presenta in Italia per la prima volta il nuovo singolo One Last Time

    – Guarda l’esibizione di Ariana Grande>>

    Thomas Cheval

    Thomas Cheval

    E’ di nuovo momento di verdetti. In un clima tesissimo scopriamo che a giocarsi la vittoria finale sono Roberta Carrese (#TeamPelù) e Fabio Curto (#TeamFach). I Facchinetti, alla prima apparizione vanno in finale mentre per Carola Campagna e J-Ax il gioco finisce qui. Carola dice comunque di essersi divertita e di essere cresciuta molto, il suo coach le promette che non la abbandonerà e che continuerà a lavorare con lei

    – Rivedi il momento del verdetto>>

    Entriamo così nel rush finale della serata. I due finalisti sono invitati a cantare il loro “pezzo forte”, quello che hanno performato al meglio durante le scorse puntate. A cominciare è Roberta Carrese del #TeamPelù con Amore che vieni, amore che vai di Fabrizio De André. La cantante, dopo l’esibizione, ammette di essere sorpresa di essere arrivata fino a questo punto mentre il commento di coach Pelù è uno solo “pelle d’oca”. Attestati di stima arrivano anche da Noemi e J-Ax, con “Lo Zio” che dice che Roberta resta sé stessa anche cantando canzoni totalmente diverse

    – Guarda l’esibizione di Roberta Carrese, Amore che vieni, amore che vai>>

    Per Fabio Curto finalista del #TeamFach la scelta ricade sull’antemica Hallelujah di Leonard Cohen. Si tratta dell’ultima esibizione di questa esibizione e l’emozione è nell’aria. Piero sottolinea come entrambi i finalisti siano del Sud, per i Facchinetti la scelta del brano è stata “naturale” e ha messo in luce tutte le qualità del ragazzo

    – Guarda l’esibizione di Fabio Curto, Hallelujah>>

    In attesa del verdetto finale torna sul palco Tiziano Ferro che presenta per la prima volta in Tv il nuovo singolo tratto dal suo Best of che si chiama Lo stadio

    – Guarda l’esibizione di Tiziano Ferro>>

    Dopo una breve pausa è il momento di un altro ospite canoro internazionale, si tratta dei Years & Years nuovissima band inglese che porta sul palco di The Voice il singolo King che sta spopolando in radio

    – Guarda l’esibizione dei Years & Years>>

    Siamo al momento più atteso, arriva la busta col verdetto finale. Tra Roberta Carrese e Fabio Curto a vincere The Voice of Italy e ad aggiudicarsi il contratto discografico in palio è Fabio Curto. Primo successo per i Facchinetti alla prima partecipazione come coach al talent. Roby e Francesco si commuovono abbracciando il ragazzo, originario di un paesino della Calabria, che prima di approdare al talent di Rai2 suonava in giro per le strade con la sua inseparabile chitarra. Le prime parole del ragazzo, dopo la vittoria, sono i ringraziamenti agli “occhi di mia madre” e alle persone che hanno sempre creduto in lui e che gli hanno insegnato a “prendere tanti schiaffi”. In conclusione Fabio, vincitore di questa edizione, canta di nuovo, nell’emozione generale, il suo inedito, L’ultimo esame

    – Guarda la proclamazione del vincitore>>

     

  • 30/4/2015 ore 1:19

    The Voice of Italy: rivivi il primo live

    Commenti 0

    blog_TVOI1blindCi siamo. Dopo un lungo cammino attraverso Blind Auditions, Battle e Knockout questa sera si è finalmente alzato il sipario sui Live Show della terza edizione di The Voice of Italy. Le quattro squadre, capitanate dai coach Noemi, Pelù, J-Ax e Facchinetti, consolidatesi attraverso le fasi precedenti del talent, sono arrivate al momento decsivo: i cantanti si giocheranno il tutto per tutto in diretta cercando di convincere il pubblico da casa a portarli avanti. La formula della serata prevede che, per ogni team, siano quattro i cantanti promossi al secondo Live Show: i tre più televotati e un quarto scelto dal coach tra i due meno votati.

     

    Ad aprire la serata sono i talenti del #TeamNoemi. Primo a salire sul palco è Anrdrea Orchi, il cantante, noto per la sua indole e timida e schiva che però si trasforma quando è il momento di esibirsi, canta, accompagnandosi al piano, la versione di Chris Cornell di Billie Jean, intramontabile successo di Michael Jackson. J-Ax trova l’esibizione del ragazzo da perfetto “loser”, coniugando timidezza e potenza vocale; Noemi dice di essere stata colpita dall’atmosfera creata da Andrea, per “la Rossa” sembrava di essere in un locale di New Orleans

    – Guarda Billie Jean, l’esibizione di Andrea Orchi>>

    Seconda ad esibirsi è Marianè talento dalla voce molto potente. La cantante si presenta con l’intramontabile brano di Don Backy L’immensità eseguito in un arrangiamento molto rock. Piero Pelù sembra molto colpito dall’esibizione, rimpiangendo quasi di essersi fatto “scippare” la ragazza durante le Battle; Roby elogia la grandissima voce di Marianè e la scelta del brano fatta dal coach che ha evidenziato i miglioramenti fatti dalla cantante nel suo percorso

    – Guarda L’immensità , l’esibizione di Marianè>>

    Arriva il momento di Keeniatta, talento dalla grandissima voce e dalla sicura presenza scenica che ha saputo distinguersi nelle fasi precedenti del programma. Per questo live, la cantante decide di esibisrsi in You’ll follow me down degli Skunk Anansie. Piero Pelù la definisce un “diamante nero”, per il “Toro Loco” ha stupito tutti con la sua esibizione; Noemi si definisce estasiata sia dall’interpretazione che dalla messinscena

    – Guarda You’ll follow me down, l’esibizione di Keeniatta>>

    Dany Petrarulo

    Dany Petrarulo (Foto LaPresse)

    Tocca ora a Dany Petrarulo, nato Daniela. Dany ha commosso tutti con la delicata storia del transito della sua identità sessuale. Sul palco del primo Live Dany intrerpreta una canzone che riguarda da vicino la sua vita: Guerriero di Marco Mengoni. J-Ax, che da sempre ha apprezzato il coraggio di Dany, definisce la sua esibizione fantastica e “credibilissima”

    – Guarda Guerriero, l’esibizione di Dany Petrarulo>>

    Ultimo della squadra di Noemi a cantare è Thomas Cheval. Il giovanissimo cantante di origine francese cerca questa sera di dimostrare al pubblico di essere forte e pronto per affrontare il palcoscenico e per farlo canta Addicted to You di Avicii. La performance ha fatto ballare i giudici tra cui papà e figlio Facchinetti che sembrano aver particolarmente apprezzato il fatto che il ragazzo, dopo aver suonato, sia salito sul pianoforte e abbia concluso lì la sua esibizione

    – Guarda Addicted to You, l’esibizione di Thomas Cheval>>

    A passare il turno, dopo il verdetto del televoto sono Andrea Orchi, Thomas Cheval e Keeniatta. A coach Noemi tocca l’arduo compito di scegliere chi salvare tra Dany e Marianè. La Rossa dice che Petrarulo è stato più debole nella parte acustica del suo pezzo mentre Marianè è stata una vera extraterrestre, che è riuscita a trovare una dimensione nonostante il percorso tortuoso intrapreso nel talent. E’ per questo che Noemi decide di salvare Marianè

    – Guarda il momento del verdetto per il #TeamNoemi>>

    E’ il momento dei talenti del #TeamFach. Ad aprire le danze è la più giovane del gruppo, Alessia Labate ragazza dalla grande tenacia che ha una grande voglia di essere compresa ed apprezzata. Per lei la canzone scelta è Dimentico tutto di Emma, in una arrangiamento che la vede protagonista con la sua chitarra. Secondo Francesco la ragazza è riuscita a mostrare una grande sicurezza e rilassatezza sul palco, Roby è orgoglioso di essere riuscito a farla cantare bene in italiano

    – Guarda Dimentico tutto, l’esibizione di Alessia Labate>>

    Secondo cantante a salire sul palco è Fabio Curto, cantante di strada con la voce molto calda che cerca il grande consenso di un pubblico maggiore rispetto a quello che normalmente lo ascolta. Fabio canta, accompagnandosi alla chitarra acustica, The Scientist dei Coldplay. Per Francesco si tratta di una delle esibizioni più belle mai sentite durante il programma, Roby si dichiara emozionato dalla voce e dal modo in cui il cantante ha affrontato la canzone

    – Guarda The Scientist, l’esibizione di Fabio Curto>>

    Sarah Jane Olog (Foto LaPresse)

    Sarah Jane Olog (Foto LaPresse)

    Sale sul palco Sarah Jane Olog, già nota nel mondo della musica per il suo lavoro di corista e che adesso tenta di dimostrare a tutti di essere un’artista completa. La canzone scelta per lei è Love runs out dei One Republic. Francesco dichiara di essere colpito dalla voce e dal carisma mostrato dalla ragazza, secondo Facchinetti Junior la cantante ha dimostrato di essere una vera e propria artista, non solo una brava professionista; per Roby Sarah ha “travolto veramente tutto”

    – Guarda Love runs out, l’esibizione di Sarah Jane Olog>>

    E’ il momento di Chiara Dello Iacovo, cantantautrice dalla personalità eclettica che riesce a dare una sua peculiare interpretazione a tutti i pezzi che le vengono sottoposti. Questa sera Chiara canta Giudizi universali, tra i successi di Samuele Bersani. L’esibizione risulta tamente intensa che il pubblico e i coach le tributano una standing ovation. Per Francesco la ragazza è stata unica, per Roby si tratta di un talento vero che riesce a dare ad ogni parola che canta il giusto peso e la giusta interpretazione

    – Guarda Giudizi universali, l’esibizione di Chiara Dello Iacovo>>

    Ultimo ad esibirsi per il team, questa sera, è AJ Summers, rapper e cantante che si ispira alle ultime tendenze internazionali che vorrebbe importare nella scena musicale italiana. Il talento si esibisce in Take a look Around degli americani Limp Bizkit, canzone che arricchisce con qualche verso in italiano di sua invenzione. L’esibizione è molto adrenalinica, per Francesco si è trattato di una scelta coraggiosa che ha mostrato la dimensione internazionale di AJ

    – GuardaTake a look Around, l’esibizione di AJ Summers>>

    Dopo il televoto, il pubblico decide di far avanzare alla prossima puntata Sarah Jane Olog, Chiara Dello Iacovo e Fabio Curto. A Roby e Francesco tocca l’arduo compito di scegliere chi promuovere tra Alessia e AJ. Papà e figlio decidono di portare avanti il cantante che, a loro avviso, è stato maggiormente apprezzato dal pubblico in sala e, per questo, scelgono AJ Summers

    – Guarda il momento del verdetto per il #TeamFach>>

    Terzo team ad esibirsi stasera è il #TeamJAx. La prima dei “loser” come sono stati definiti dal coach, è Tekla che ambisce ad entrare nel panorama “diversamente rap” della musica italiana e per questo canta Magnifico di Fedez. Per J-Ax la cantante ha fatto al meglio sia la parte rap che quella melodica senza farsi intimorire da nessuna delle due

    – Guarda Magnifico, l’esibizione di Tekla>>

    Segue Lele giovanissimo interprete che nella visione del suo coach deve poter rappresentare le tendenze più attuali del pop. Per questo gli viene affidata Hold Back the River di James Bay. Secondo coach J-Ax il pezzo sembra fatto apposta per il cantante che si è riscattato da una performance non proprio perfetta tenuta durante i KnockOut della scorsa settimana

    – Guarda Hold Back the River, l’esibizione di Lele>>

    Carola Campagna (Foto LaPresse)

    Carola Campagna (Foto LaPresse)

    Terza ad esibirsi è Carola Campagna, giovanissima cantante in cerca di conferme che si presenta al primo live con All’alba sorgerò dalla colonna sonora del film Frozen. La ragazza è diventata maggiorenne solo lunedì e ha festeggiato cantando in maniera esplosiva, come sottolinea il coach J-Ax. Per “Lo Zio” Carola è molto umile e ogni volta che prende il microfono in mano riesce sempre a fare qualcosa di buono

    – Guarda All’alba sorgerò, l’esibizione di Carola Campagna>>

    E’ il momento di Maurizio Di Cesare, cantante dal carattere determinato pronto a divorare tutti quelli che ha intorno. Per il primo live Maurizio canta Animals dei Maroon5. Per coach J-Ax è stato un divertimento mettere alla prova il ragazzo con un pezzo vocalmente molto impegnativo perché è solo così che Maurizio mostra “l’arcobaleno” che ha dentro

    – Guarda Animals, l’esibizione di Maurizio Di Cesare>>

    Chiude il treno Sara Vita Felline raffinata interprete che è stata oggetto di diversi litigi in fase di steal nelle puntate precedenti della trasmissione. Questa sera Sara canta Kobra classico di Rettore. Pet J-Ax la cantante è andata alla grande, dimostrando di avere una personalità bella, forte, chiara e sua svelandosi anche con una grande sensualità

    – Guarda Kobra, l’esibizione di Sara Vita Felline>>

    Dopo il televoto, il pubblico decide di portare al secondo live show Carola Campagna, Maurizio Di Cesare e Sara Vita Felline. A coach J-Ax la difficile scelta tra Lele e Tekla, due pezzi grossi del team. Lo Zio si dice molto sorpreso da questo esito e, dopo, qualche istante di riflessione, decide di salvare Lele

    – Guarda il momento del verdetto per il #TeamJAx>>

    La serata riprende con le esibizioni dell’ultimo team rimasto, il #TeamPelù detto anche il “Team del Diablo”. Apre le esibizioni Roberta Carrese, tra le più coccolate dal coach. Per lei c’è uno dei capolavori di Fabrizio De Andrè, Amore che vieni, amore che vai. Per coach Pelù questa sera Roberta ha rivelato di essere una grandissima artista prendendo questa canzone così delicata e facendola sua, sintomo di grande personalità

    – Guarda Amore che vieni, amore che vai, l’esibizione di Roberta Carrese>>

    Sale sul palco Ira Green, una delle voci più rock dell’intera rosa di cantanti del talent. Questa sera Ira canta Lithium dei Nirvana, pezzo che parla di follia e disagio mentale. La performance è molto adrenalinica e il pubblico proprompe in un grande applauso. Piero Pelù dichiara di avere la pelle d’oca ogni volta che sente la ragazza e ribadisce che quello che si vede sul palco non è nemmeno la metà di quello che è in grado di fare

    – Guarda Lithium, l’esibizione di Ira Green>>

    E’ il momento di Tommaso Gregianin, considerato dal suo coach una delle più grandi rivelazioni di questa edizione di The Voice. Il ragazzo si presenta questa sera con il pezzo più celebre di Chris Isaac, Wicked Game. Per Piero Pelù si è trattato di una esibizione dall’alto contenuto testoteronico che rivela come Tommaso possa essere anche un grandissimo cantante rock

    – Guarda Wicked Game, l’esibizione di Tommaso Gregianin>>

    Alessandra Salerno (Foto LaPresse)

    Alessandra Salerno (Foto LaPresse)

    Si esibisce adesso Alessandra Salerno, ragazza dal carattere molto fragile che però sul palco riesce a trasformarsi e ad imporre la sua voce. Questa sera canta Diamante, grande successo di Zucchero accompagnata dal suo immancabile Auto-Harp. Per coach Pelù si è trattato di una esibizione magica ed incredibile espressione del mondo interiore della cantante

    – Guarda Diamante, l’esibizione di Alessandra Salerno>>

    Chiude le esibizioni di questa serata Marco De Vincentiis, giovane cantante che proprio in queste settimane sta cercando e trovando la propria dimensione musicale e che è maturato molto di puntata in puntata. La scelta fatta per lui ha un valore importante, si tratta di Monnalisa – Gioconda pezzo originariamente scritto da Ivan Graziani e poi riadattato dai Litfiba, storica band di cui Pelù è stato leader. Dopo l’esibizione Marco riceve proprio i complimenti del suo coach che sottoliena ancora la sua crescita vocale

    – Guarda Monnalisa – Gioconda, l’esibizione di Marco De Vincentiis>>

    Arrivano anche gli ultimi verdetti della serata. Il pubblico decide di riportare sul palco la prossima settimana Marco De Vincentiis, Ira Green, Roberta Carrese. Anche questo è un verdetto inaspettato per boach Pelù che deve scegliere tra due suoi pupilli. Per “El Diablo” merita di andare avanti la voce che ha dimostrato più personalità, più sfumature e più peculiarità, per questo sceglie di promuovere Alessandra Salerno

    – Guarda il momento del verdetto per il #TeamPelù>>

    La prima serata dei Live Show di The Voice of Italy 2015 si conclude qui. Appuntamento a mercoledì prossimo alle 21:10 su Rai2 per scoprire come continuerà il cammino dei cantanti in gara

  • 16/4/2015 ore 0:39

    The Voice of Italy: rivivi il primo Knockout

    Commenti 0

    blog_TVOI1blind2La marcia di The Voice of Italy continua. Questa sera si è aperta la terza fase del talent canoro targato Rai2: i Knockout, due puntate che decideranno la rosa di voci che approderanno ai live show, momento finale della trasmissione, dove sarà decretato il vincitore del contratto discografico in palio. Anche in questa manche, come nelle Battle delle settimane precedenti, si sfideranno due cantanti appartenenti allo stesso team. In questo caso, però, saranno i cantanti a scegliere i loro “cavalli di battaglia” da portare sul palco mentre ai coach Pelù, Noemi, J-Ax, e Facchinetti spetterà, ovviamente, l’inappellabile decisione: dentro o fuori.

     

    Prima sfida della serata riguarda il #TeamNoemi ed è quella tra Amelia Villano e Keeniatta. Il percorso di Amelia fino ad ora è stato segnato dall’incertezza della ragazza. Il suo coach, Noemi, ha cercato di farla crescere dandole fiducia e spronandola ad essere sé stessa. Keeniatta è, invece, una cantante già formata e la “Rossa” sta facendo di tutto per aiutare la sua consacrazione sulla scena musicale. Per la sfida di stasera, Amelia si esibisce con Senza Pietà di Anna Oxa, canzone vincitrice di Sanremo 1999. Keeniatta invece va sul classico e decide di cantare I have Nothing di Whitney Houston, tratta dal film The Bodyguard strappando una vera ovazione da parte del pubblico. J-Ax trova entrambe le esibizioni molto sensuali, Piero trova entrambe le cantanti allo stesso livello, sottolineeando come la carica di Amelia sia arrivata ad eguagliare l’esperienza di Keeniatta, Roby Facchinetti, invece, loda la prestazione di Keeniatta. Per Noemi la decisione è difficile: per lei Keeniatta rappresenta la classica voce da “diva” soul mentre Amalia potrebbe essere una grande voce italiana. Dopo un’attenta riflessione la coach sceglie di premiare la cantante che ha mostrato più carattere, portando ai live Keeniatta. Amelia abbandona il palco tra le lacrime ma ha la riconoscenza di Noemi.

    – Guarda il Knockout Amelia Villano vs. Keeniatta>>

    Tocca ora ai ragazzi del #TeamPelù, a fronteggiarsi sono Alessandra Salerno e Luca Gagliano. Alessandra ha trovato la sua strada presentandosi con l’immancabile Auto-Harp mentre Luca ritiene di essere più genuino della sua rivale. Per il loro coach Piero Pelù si tratta di due tra i cantanti con più personalità della sua squadra. Luca si esibisce in uno dei grandi successi di Prince, Purple Rain. Alessandra, invece, sceglie l’evergreen La Bambola di Patty Pravo, ovviamente accompagnandosi con l’inseparabile Auto-Harp. Roby sembra apprezzare entrambe le performance, lodando particolarmente quella di Alessandra e l’atmosfera che è riuscita a creare. Per Noemi Luca è riuscito a fare immaginare la canzone mentre per Ax entrambi sono stati bravissimi. E’ il momento della decisione: Piero è rimasto soddisfatto da Luca ma probabilmente il ragazzo deve ancora provare a cercare la sua strada, mentre Alessandra sembra avere una personalità già strutturata, da “fata Morgana”. E’ per questo che El Toro Loco decide di premiare Alessandra, per lei si aprono le porte dei live show

    – Guarda il Knockout Alessandra Salerno vs. Luca Gagliano>>

    Federico Russo conduce The Voice of Italy

    Federico Russo conduce The Voice of Italy

    Ecco la prima sfida per il #TeamJAx si tratta di Nathalie Coppola contro Sarah Vita Felline. Le due cantanti non si aspettavano di incrociarsi visto le loro differenze, ma il coach sembra sapere il fatto suo. Sarah Vita arriva da uno steal che “Lo Zio” ha portato a termine durante le battle mentre Nathalie è una delle anime reggae del “Team Loser”. Comincia a cantare Nathalie che ha deciso di esibirsi in I’m yours di Jason Mraz, Sarah risponde con un grande classico, Albachiara di Vasco Rossi che il pubblico sembra gradire molto. Noemi dichiara di amare la voce di Nathalie mentre ricorda i suoi tempi “da talent” con l’esibizione di Sarah. Francesco cerca di spronare Sarah a trovare il suo stile allontanandosi dalle somiglianze vocali con Gianna Nannini mentre Piero loda entrambe le cantanti anche se sembra apprezzare maggiormente la voce reggae di Nathalie. La decisione, ovviamente, spetta a J-Ax che sembra essere molto combattuto: Nathalie per lui è formata e convinta dei suoi mezzi mentre Sarah per lui è ancora una scommessa, una giovane cantante in cui pochi hanno creduto e che può ancora dare molto. Per questo decide di promuovere proprio Sarah che per lui ha fatto l’esibizione più credibile

    – Guarda il Knockout Nathalie Coppola vs. Sarah Vita Felline>>

    Siamo al quarto scontro, il primo per il #TeamFach, Alessia Labate si misura con Alex Ceccotti in uno scontro tra talenti “opposti”, tra una cantante più d’impulso ed un cantante più tecnico, tra una cantante più legata alla modernità ed un cantante che ama i classici della musica italiana. Alessia si presenta sul palco con la sua chitarra cantando Locked out of Heaven successo di Bruno Mars, Alex risponde con il superclassico Perdere l’amore di Massimo Ranieri e il pubblico va in delirio. Noemi si complimenta con Alessia per il modo in cui ha fatto suo il pezzo, J-Ax invece si dice stupito da come Alex abbia “spaccato tutto” preferendo, in un Paese dove tutti i ragazzi fanno gli alternativi, un grande classico. Per Roby e Francesco la scelta è difficile, talmente tanto che Facchinetti Junior decide di passare la palla al papà il quale ha trovato fantastica l’interpretazione di Alex mentre si complimenta con Alessia per la professionalità mostrata nonostante la giovane età. Dopo una lunga riflessione la prescelta è Alessia anche se il pubblico in sala sembra non essere del tutto d’accordo, e anche Noemi

    – Guarda il Knockout Alessia Labate vs. Alex Ceccotti>>

    Adesso tocca al #TeamNoemi con Roberto Pignataro e Marianè. Per Roberto arrivare a “The Voice” e passare i vari step è ancora una sorpresa, anche perché ha un carattere molto molto timido, Marianè, che proviene dal TeamPelù ed arriva nel team grazie ad uno steal, invece ha grinta da vendere e sa dominare il palco. Roberto si presenta a questa prova con Wherever you will go dei The Calling, una delle canzoni dell’estate 2002, Marianè risponde con Dedicato di Loredana Bertè su testo di Ivano Fossati. Anche questa sfida sembra mettere contro due opposti, per J-Ax Marianè ha “spaccato”, per Piero Roberto ha una grande voce mentre per i Facchinetti la ragazza ha fatto una interpretazione molto personale. Arriva il momento della scelta per Noemi, la coach si dice molto contenta di entrambi le esibizioni. Nella sua visione Mariané deve imparare però a non esagerare e a capire che la musica è fatta di silenzi mentre Roberto pur essendo stato estremamente preciso e misurato deve imparare ad essere meno timido e a dominare il palco. Ed è proprio questo motivo che porta “la Rossa” a preferire Marianè

    – Guarda il Knockout Roberto Pignataro vs. Marianè>>

    I Facchinetti all'opera

    I Facchinetti all’opera

    Arriva il momento di una nuova sfida per il #TeamJAx si tratta di Luca Boccadamo salentino pieno di energia si confronta con Maurizio Di Cesare cantante molto tecnico che spazia con la sua voce dalle note più basse a quelle più alte. Luca si presenta con Ahi Maria di Rino Gaetano con l’aggiunta di una parte rap scritta da lui. Maurizio risponde con La la la di Naughty Boy ft. Sam Smith. Il coach vorrebbe farli passare entrambi, per Roby è come se Luca avesse una rana in bocca mentre di Luca pensa che ha una voce che gli consenta di fare quasi tutto mentre Francesco gli consiglia di pensare meno alla perfezione vocale e di lasciarsi andare di più. Per Piero, invece, Luca è un perfetto cantante di raggamuffin anche se può e deve ancora migliorare. Arriva il momento della scelta di J-Ax, il coach dopo essersi complimentato con entrambi i ragazzi preferisce portare avanti Maurizio che, però, ha un attacco di panico e scoppia in lacrime dietro le quinte mentre Luca si dice comunque orgoglioso del suo percorso

    – Guarda il Knockout Luca Boccadamo vs. Maurizio Di Cesare>>

    E’ il turno dei ragazzi del #TeamPelù. Silvia De Santis, che il suo coach definisce “una macchina da guerra anche se ancorata ad un modo antico di cantare” si sfida con Ira Green grintosa rocker che ha conquistato tutti con la sua energia. Silvia decide di affrontare questa prova cantando Se Telefonando classico senza tempo di Mina e riscuotendo un caloroso applauso da parte del pubblico. Ira risponde con Paranoid dei Black Sabbath altro grande classico, questa volta del rock molto caro a Pelù. La sfida è veramente adrenalinica e anche i coach sono estasiati, tra loro particolarmente J-Ax che sembra molto colpito da Ira e dalla sua potenza. Anche Francesco si complimenta con Ira per la scelta del pezzo e per l’energia mentre trova che Silvia sia stata veramente al top. La parola passa ora a Piero che ha un compito molto difficile: da una parte Silvia ha dimostrato di essere una pantera mentre Ira è stata un uragano, anche se secondo lui ha ancora molte potenzialità vocali da esplorare. Ed è proprio per questo motivo che Pelù sceglie di portare avanti Ira

    – Guarda il Knockout Silvia De Santis vs. Ira Green>>

    La settima sfida della serata è per il #TeamFach, Sarah Jane Olog che ha ben figurato in tutti gli step precedenti del talent deve vedersela nientepopodimeno che con Chiara Iezzi. Sarah Jane decide di esibirsi con Stay with me di Sam Smith, Chiara, invece, sceglie il sempreverde La voce del silenzio di Mina. Il pubblico applaude entrambe le performance, anche per Noemi le due cantanti sono state bravissime mentre J-Ax supporta Chiara essendo stata “rubata” dal suo team dai Facchinetti durante le Battle. Per Piero padre e figlio, decidendo questo scontro, si sono andati a mettere in un ginepraio perché se Chiara ha dato un’interpretazione perfetta figlia della sua grande esperienza dall’altra parte Sarah ha dato prova di avere una grande grinta. Ora tocca a papà e figlio Facchinetti decidere e ancora una volta Francesco cede la parola a Roby, sentendosi in colpa per non averlo consultato al momento dello steal per Chiara. Secondo papà Facchinetti Sarah ha una voce fantastica mentre Chiara è da apprezzare per il voler ricominciare propio da The Voice. Dopo una sofferta decisione Roby decide di premiare la grinta e la personalità di Sarah aprendo alla cantante le porte dei live show. Chiara accetta sportivamente il verdetto e si prende i complimenti e l’ammirazione di papà Facchinetti

    – Guarda il Knockout Sarah Jane Olog vs. Chiara Iezzi>>

    I preziosi consigli di Noemi

    I preziosi consigli di Noemi

    Tocca ora ai ragazzi del #TeamNoemi. A salire sul palco sono Thomas Cheval giovanissimo italo-francese che “la Rossa” sta spronando ad avere una presenza scenica maggiore e Gregorio Rega cantante campano dalla grande grinta. Thomas affronta la sfida cantando uno dei recenti successi del belga Stromae Papaoutai facendo ballare perfino Roby con la gamba malata, Gregorio risponde con Geronimo recente chart-burster degli Shepperd. I coach si complimentano con entrambi i cantanti, Piero resta colpito da Gregorio perché sembra essersi liberato dall’etichetta di “Jamiroquai” di The Voice. Arriva il momento della scelta, Noemi sembra avere le idee chiare, per lei Thomas può ancora crescere sotto la sua guida e mostrare un talento ancor più cristallino ai live. Gregorio accetta la sconfitta e dichiara di non volersi fermare e di voler continuare a vivere di musica

    – Guarda il Knockout Thomas Cheval vs. Gregorio Rega>>

    E’ il momento del #TeamPelù. La sfida è tra Martina Liscaio interprete che dichiara di essere cresciuta molto in queste settimane ma che, secondo Piero, può ancora lavorare sul suo timbro, e Marco De Vincentiis che, pur essendo molto bravo, manca ancora di personalità. Martina si presenta con Ma il cielo è sempre più blu di Rino Gaetano mentre Marco sceglie un classicone dei Depeche Mode Enjoy the Silence riarrangiato da coach Pelù in chiave rock. Francesco trova che entrambi i cantanti abbiano “strafatto” andando oltre le loro possibilità restituendo un esibizione inaspettata, mentre Roby sembra propendere per Marco. Noemi si dice molto divertita dalla sfida, trova Marco super-dark, J-Ax, invece, sembra non convinto dell’arrangiamento del pezzo di Martina mentre ha apprezzato molto il modo in cui Marco ha trasformato i Depeche Mode. Tocca ora a Piero Pelù decidere: preferirà l’energia di Martina o il magnetismo di Marco? Il ragionamento del Coach riguarda solo l’equilibrio di voci nel team, non la bravura, perché i due talenti, a detta di Piero, si equivalgono. Per questo motivo il “Toro Loco” sceglie di promuovere Marco. Alla sua seconda partecipazione a “The Voice”, Martina finisce qui il suo percorso

    – Guarda il Knockout Martina Liscaio vs. Marco De Vincentiis>>

  • 12/3/2015 ore 0:30

    The Voice: rivivi la terza Blind Audition

    Commenti 1

    TVOI_coach_blogSi è appena concluso su Rai2 il terzo appuntamento con le Blind Auditions di questa edizione di The Voice of Italy. Anche in questa serata sono sfilati davanti agli occhi dei coach Noemi, Piero Pelù, J-Ax e Roby e Francesco Facchinetti diversi talenti che aspirano a prendere parte alla gara per la ricerca della “voce” italiana e aggiudicarsi un contratto discografico.

    Primo talento a sottoporsi alle Blind Auditions di stasera è Fatima Diallo ventisettenne di Rimini che cerca una rivincita contro chi non ha creduto in lei e un modo per rivalersi su un padre assente. Sul palco Fatima si esibisce in “Déja Vu” di Beyonce e la sua energia contagia tutti e quattro i coach, anche se Roby Facchinetti le contesta di voler un po’ assomigliare alla cantante americana. Dopo una sofferta decisione, la cantante decide di entrare nel team dello “zio” J-Ax

    – Guarda la presentazione di Fatima Diallo>>
    – Guarda l’esibizione Dèja Vu>>

     

    Secondo è Emanuele Fornaro, diciannovenne che si sottopone al meccanismo della Blind Blind che prevede che la sua esibizione avvenga coperta da una tenda in modo che il pubblico non possa vederlo. Nonostante un’intensa interpretazione di Back to Black di Amy Winehouse i coach non sono convinti e non si girano

    – Guarda la presentazione di Emanuele Fornaro>>

    – Guarda l’esibizione Back to Black>>

     

    Tocca ora a Marco De Vincentiis, ventisettenne cantautore di origini capresi che ha il sogno di arrivare ad interpretare i suoi inediti. Nell’audizione interpeta con la sua voce graffiante “Come Together” dei Beatles e tutti e quattro i coach si girano. Secondo Francesco Facchinetti Marco è un “mostro sacro”, J-Ax, invece, è colpito dalla sua maglietta mentre Noemi ravvisa un pizzico di sensualità nella sua voce. Il cantante sceglie però il team di Pero Pelù perche è “nato rock e cresciuto rock”

    – Guarda la presentazione di Marco De Vincentiis>>

    – Guarda l’esibizione Come Together>>

     

    tvoi_studio

    Lo studio

    E’ il turno di Roberto Pignataro, timido cantante pugliese che vede nella musica la sua ragione di vita e in The Voice il modo di cercare conferme al suo talento. Sul palco interpreta il classico di Joe CockerYou are so beautiful“, prima a girarsi è Noemi, seguita da Ax e Pelù ed è proprio la Rossa a cercare più strenuamente di convincerlo a scegliere il suo team. L’opera di convincimento va a buon fine e Roberto si unisce al team di Noemi

    – Guarda la presentazione di Roberto Pignataro>>

    – Guarda l’esibizione You are so beautiful>>

     

    Quinto talento è Cristiano Turrini che viene da Roma, fa il doppiatore e insegna canto. Riuscirà a sfondare? Sul palco si esibisce in “Spiderman” canzone tratta dal celebre tema dei telefilm dell’Uomo-Ragno. Ma non riesce a convincere i coach

    – Guarda la presentazione di Cristiano Turrini >>

    – Guarda l’esibizione Spiderman>>

     

    Tocca adesso a Chiara Dello Iacovo, per la giovane cantante, che è anche scrittrice, la musica è una via di evasione. Sul palco di The Voice canta, accompagnandosi al pianoforte, “Le cose in comune” di Daniele Silvestri. A girarsi sono i Facchinetti, J-Ax e Noemi. Lo “Zio” le dice che se la sceglierà le farà fare la stessa cosa con i pezzi di Fedez e Club Dogo ma, dopo una sofferta decisione, la diciannovenne decide di entrare nel #TeamFach

    – Guarda la presentazione di Chiara Dello Iacovo >>

    – Guarda l’esibizione Le cose in comune>>

     

    E’ il momento di Luca Gagliano, ventisettenne della provincia di Pistoia che arriva da una famiglia di musicisti. Sul palco si esibisce in “Three Little Birds” di Bob Marley convincendo J-Ax, Pelù e i Facchinetti. Secondo Francesco Facchinetti Luca ricorda Jovanotti e intravede per lui un percorso di evoluzione, per Piero Pelù il cantante è riuscito a “fare suo” Marley e J-Ax fa di tutto per averlo in squadra ma la scelta ricade sul Toro Loco

    – Guarda la presentazione di Luca Gagliano>>

    – Guarda l’esibizione Three Little Birds>>

     

    Denise e i suoi accomopagnatori

    Denise e i suoi accomopagnatori

    Arriva sul palco Denise Cannas, trentenne triestina appassionata di musica celtica. Vestita con abiti ispirati a quella cultura Denise canta con delicatezza il classico inglese “Scarborough Fair” e riesce a far girare Noemi e Piero Pelù. Secondo Noemi è una delle cose più belle viste a The Voice ma l’entusiasmo arriva al massimo quando entrano in scena gli accompagnatori di Denise, tutti vestiti in abiti celtici come lei. Nonostante un accorato appello di Noemi, la triestina sceglie di entrare in squadra con Piero Pelù

    – Guarda la presentazione di Denise Cannas>>

    – Guarda l’esibizione Scarborough Fair>>

     

    Nona ad esibirsi è Lavinia Viscuso, cantante-rapper sardache canta con il ricordo del padre scomparso nel cuore. Sul palco di The Voice interpreta Bongo Bong del francese Manu Chao aggiungendo un pezzo rap scritto da lei in italiano e in inglese. Tutti i coach si girano, secondo J-Ax Lavinia è una diversamente rapper e questo convince la cantante che si affida proprio a lui

    – Guarda la presentazione di Lavinia Viscuso>>

    – Guarda l’esibizione Bongo Bong>>

     

    tvoi_coach

    I coach si consultano

    E’ il momento di Dario Giorgio giovane bergamasco che per vivere di musica ha accettato di lavorare in una sala Bingo. Interpreta Bette Davis Eyes ma l’emozione lo tradisce e i coach non si girano

    – Guarda la presentazione di Dario Giorgio>>

    – Guarda l’esibizione Bette Davis Eyes >>

     

    Tocca a Valerio Miglietta, primo “fratello d’arte” di The Voice. Il cantante, infatti è il fratello di Mietta ed è a The Voice per mostrare il suo talento. Sul palco si esibisce in Insieme a te sto bene di Lucio Battisti e convince Piero Pelù a girarsi. Appena sentito il cognome, il rocker fiorentino scopre la parentela e annuncia “una versione death metal di Trottolino Amoroso

    – Guarda la presentazione di Valerio Miglietta>>

    – Guarda l’esibizione Insieme a te sto bene >>

     

    Arriva il momento di Alessandra Chiodini, ventenne milanese che sogna di esibirsi sui più grandi palchi del mondo e di cominciare a costruire il suo sogno proprio da The Voice. La cantante si cimenta nel classico di Etta James Something’s got a Hold on me ma non riesce a convincere i coach nonostante un’esibizione energica

    – Guarda la presentazione di Alessandra Chiodini>>

    – Guarda l’esibizione Something’s got a Hold on me>>

     

    Tredicesimo talento in gara è Virginia Cristaldi, figlia d’arte, si esibisce con un quartetto Jazz insieme al padre. Sul palco di The Voice si presenta con la celeberrima “Hit the Road Jack” suonando lei il basso. Riesce a convincere Ax, Noemi e Pelù. Lo Zio la apostrofa “delicata come Jessica Rabbit”, Noemi le attribuisce una grande originalità ma la scelta ricade proprio su J-Ax

    – Guarda la presentazione di Virginia Cristaldi>>

    – Guarda l’esibizione Hit the Road Jack>>

     

    tvoi 11

    La band

    E’ il momento di Benny Pierri, seconda Blind Blind della serata. Il giovane è stato un bracciante agricolo ma ora vuole affermarsi con la sua voce. A The Voice interpreta Budapest, la canzone che ha lanciato George Ezra e convince Noemi

    – Guarda la presentazione di Benny Pierri>>

    – Guarda l’esibizione Budapest>>

     

    Arriva il turno di Sarah Jane Olog. La cantante lavora a Radio2 nello show di Max Giusti e viene da una famiglia di musicisti ma cerca a The Voice l’affermazione definitiva. Sul palco interpreta “When I was your Man” di Bruno Mars si girano Noemi e i Facchinetti ma è J-Ax il primo a riconoscerla avendo cantato con lei da poco. Noemi rivela, inoltre, che Sarah Jane è stata sua corista ed è fiera della sua esibizione, ma nonostante questo legame, la cantante sceglie i Facchinetti

    – Guarda la presentazione di Sarah Jane Olog>>

    – Guarda l’esibizione When I was your Man>>

     

    Penultimo talento di questa serata è Sofia Mancino che presenta una versione estremamente personale di “E la luna bussò” di Loredana Berté. La cantante di Piombino riesce a convincere in extremis i Facchinetti che ritengono la sua voce e il suo vibrato molto particolare

    – Guarda l’esibizione E la luna bussò>>

     

    Ultima audizione della terza Blind è Viola Laurenzi che si presenta con “Stay” di Rihanna. Viola è molto legata alla madre e vorrebbe dimostrare ai coach tutto il suo talento, oltre che dare ai genitori una grande gioia. A girarsi sono Noemi e J-Ax. La Rossa la trova classica e moderna al tempo stesso, anche lo Zio le riconosce un “doppio taglio” con un killer instinct nascosto dietro il volto angelico. La scelta di Viola va, però, su Noemi

    – Guarda la presentazione di Viola Laurenzi>>

    – Guarda l’esibizione Stay>>

     

    Appuntamento a mercoledì 18 alle 21:10 per continuare a scoprire come si comporranno le quattro squadre dei coach di The Voice of Italy nella quarta puntata delle Blind Auditions

  • TVOI2Mercoledì 21 maggio alle 21:05 Federico Russo conduce il terzo appuntamento con i Live di The Voice of Italy. Ospiti della puntata la boy band britannica indie pop The Vamps con il brano “The last night” e il giovane cantautore inglese Ed Sheeran.

    The Voice of Italy si avvicina dunque al traguardo. Le 12 Voci ancora in gara saranno protagoniste del terzo Live, accompagnate come sempre dal vivo dalla band composta da 12 elementi e dal corpo di ballo diretto da Timor Steffens, che supporterà il coreografo Laccio.

    Nei team dei coach Raffaella Carrà, J-axNoemi e Piero Pelù sono rimaste le 3 Voci che hanno dimostrato nel corso delle puntate maggior talento e crescita vocale:

    Team PelùDaria Biancardi di Palermo, Esther Oluloro di Cologne (Brescia), Giacomo Voli di Correggio (Reggio Emilia);
    Team CarràFederica Buda di Siracusa, Tommaso Pini di Firenze, Giuseppe Maggioni di Brembate di Sopra (Bergamo);
    Team J-AxDylan Magon di Voghera (Pavia), Suor Cristina Scuccia di Comiso (Ragusa), Valerio Jovine di Napoli;
    Team Noemi: Stefano Corona di Castell’Alfero (Asti), Gianmarco Dottori di Roma, Giorgia Pino di Casarano (Lecce)

    Al termine delle 3 esibizioni per ogni squadra, sarà il pubblico da casa, attraverso il televoto (894.001 da numero fisso, 475.475.1 con sms), a determinare la voce che accederà direttamente alla semifinale,  in onda mercoledì 28 maggio. Il Coach dovrà salvare una delle due Voci rimaste della propria squadra.

    Valentina Correani, la V-Reporter di “The Voice of Italy“, sarà come sempre la padrona di casa della #webroom nel backstage in diretta streaming. In esclusiva web su www.thevoiceofitaly.rai.it ci sarà un vero e proprio programma nel programma: la conduttrice ospiterà i cantanti subito dopo le esibizioni e interagirà in diretta con il pubblico attraverso il sito ufficiale, il profilo twitter @thevoice_italy con hashtag ufficiale #tvoi e la pagina Facebook www.facebook.com/Thevoiceufficiale.

    – Rivedi il Live Backstage del 2° Live di The Voice of Italy >>

    – Rivedi gli highlights delle puntate precedenti >>