Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • bambini-techeNato da un’idea di Maria Pia Ammirati e prodotto da Rai Teche e Rai Cinema il film documentario, diretto da Roberto Faenza e Filippo Macelloni, racconta l’Italia dagli anni ’50 ai giorni nostri con gli occhi dei bambini, attraverso momenti catturati e conservati negli archivi Rai. Testimonianze preziose, tasselli di un grande mosaico che si compone strada facendo mostrando l’Italia attraverso uno sguardo sorprendente, preciso e leggero: quello dei bambini.

    >> GUARDA LE CLIP DI “BAMBINI DEL TEMPO”

    Un racconto corale, in cui mettiamo a confronto bambini che si trovano di fronte alle stesse domande, o alle stesse situazioni, paure, emozioni, scelte, in momenti diversi della storia del nostro paese.
    Il mondo (e l’Italia) che cambia. I bambini lavoratori delle campagne del Lazio o del Veneto degli anni 50 (ma ancora nel 1974 bambini pastori sulle montagne della Valtellina o ambulanti in periferia di Roma), le vacanze in colonia degli anni 60, le scuole sperimentali degli anni 70, gli spazi per giocare che si modificano nelle città in trasformazione, la sicurezza e la rigidità della vita in una famiglia tradizionale in Lombardia nel 1965 e quella imprevedibile in una famiglia allargata a Napoli nel 1983, la povertà mostrata senza pudore in un paese sull’appennino emiliano nel 1959 e quella nascosta della periferia di Torino a metà degli anni 90, l’impatto epocale della tecnologia digitale, le aspirazioni e i sogni che riflettono la società che si evolve (e che a volte nei bambini rimangono gli stessi).

    >> GUARDA IL PROMO

    Il film  documentario, realizzato con solo materiale storico e di repertorio dell’Archivio Teche della Rai, è digitalizzato e restaurato a cura del polo tecnologico di Teche Torino, avrà anche una versione interattiva, fruibile attraverso web/tablet/smart TV che consentirà un coinvolgimento degli spettatori e li guiderà nell’approfondimento dei materiali utilizzati (visione di alcuni filmati nella loro versione integrale, articoli di giornali e riviste, interviste ecc.).

  • carielettori336Mercoledì 23 settembre alle ore 17,00 inaugurazione della mostra “Cari elettori, care elettrici. Le immagini della Prima Repubblica nelle Tribune della Rai 1960-1994″ alla presenza della Presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini, e del Presidente della Rai, Monica Maggioni.

    In occasione della mostra  i visitatori potranno accedere con un codice a 100 video on demand esclusivi attraverso il sito www.teche.rai.it.

    La mostra presenta 150 immagini che raccontano la “scena” e il “fuori scena” delle Tribune Politiche, accompagnate da filmati del programma e una selezione di programmi d’informazione e di satira politica d’archivio. Nata per iniziativa della Direzione Rai Teche e Direzione Comunicazione e Relazioni Esterne in collaborazione con la Camera dei deputati, è il risultato della digitalizzazione del fondo fotografico dell’Archivio Rai.

    La mostra “Cari elettori, care elettrici. Le immagini della Prima Repubblica nelle Tribune della Rai 1960-1994″, è organizzata per sezioni cronologiche e tematiche  che ripercorrono l’evolversi nel tempo del programma, delle forme e delle modalità del confronto pubblico in Italia e, non ultimo, delle caratteristiche della leadership politica: gli esordi, i politici, i giornalisti, i moderatori della Rai, gli  allestimenti e le formule che si sono succedute nel tempo, lo spettacolo, l’epilogo.

    Il catalogo della mostra pubblicato dalla Nuova Eri contiene testi di Maria Pia Ammirati, Laura Boldrini, Pietrangelo Buttafuoco, Filippo Ceccarelli, Guido Crainz, Nuccio Fava, Dario Franceschini, Monica Maggioni, Barbara Palombelli, Leone Piccioni, Barbara Scaramucci, Marcello Sorgi, Giovanni Valentini.

    I curatori della mostra sono Stefano Nespolesi, responsabile della Biblioteca e della Fototeca Rai, e e Edoardo Novelli, professore di Comunicazione Politica a Roma Tre.

    La mostra è allestita nella Sala della Regina di Palazzo Montecitorio e resterà aperta al pubblico dal 24 settembre all’8 ottobre.
    Entrata visitatori dall’ingresso di Palazzo Montecitorio in piazza Montecitorio.
    Orari della mostra: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso 17.30). Sabato chiuso. Domenica 4 ottobre, previa prenotazione, sarà possibile visitare la mostra all’interno dell’iniziativa Montecitorio a porte aperte, dalle 10.00 alle 16.00 (ultimo ingresso 15.30).

    >> Vai al sito delle Teche Rai


  • Con il concorso RAINVENTARAI, Rai Fiction intende aprire le porte alla creatività dei giovani talenti – scrittori, sceneggiatori, registi e filmaker – offrendo loro l’opportunità di inventare e produrre una serie web, cimentandosi  con i preziosi materiali delle Teche Rai per sperimentare, attraverso l’uso delle tecnologie digitali, la creazione di un nuovo racconto seriale.

    Partendo da una library del repertorio RaiTeche selezionata e suddivisa nei generi fiction, intrattenimento, eventi storici, i partecipanti potranno inventare la loro serie web lavorando attraverso la fusione dei materiali di archivio con quelli nuovi che verranno prodotti, dando vita ad un inedito racconto. Una stimolante commistione tra vecchio e nuovo per realizzare una fiction seriale pensata per il web.

    I progetti migliori verranno premiati e avranno la possibilità di realizzare un episodio pilota di presentazione e potranno accedere al laboratorio di sviluppo  del Premio Solinas. Il vincitore inoltre avrà la possibilità di realizzare, con il supporto della Rai , la sua serie web in 5 puntate da 8 minuti.

    rainventarai

    SVOLGIMENTO DEL CONCORSO

    Prima fase: Partendo dal materiale di repertorio online (che sarà  visibile sul sito  www.rainventa.rai.it dal 26/02/2014 e che dovrà essere utilizzato nella misura di un minimo di 2’ ad un massimo di 4’ per puntata da 8) i partecipanti dovranno inviare tramite il sito i loro Progetti (articolati in una sceneggiatura per la puntata Pilota più una presentazione del progetto seriale e 4 soggetti per episodi da 8’) tenendo conto dell’intreccio del materiale di repertorio con il nuovo entro il 23 aprile 2014. I progetti saranno valutati da un comitato di esperti scelti dalla Direzione Raifiction, Raiteche, Rainet, che selezionerà, entro il 15 maggio 2014, i 10 Progetti finalisti, che vinceranno un premio di 1.500 euro ciascuno e avranno diritto di accesso alla fase successiva del Concorso.

    Seconda fase:  I 10 finalisti avranno la possibilità di effettuare il download del repertorio da utilizzare per realizzare un breve Pilota della durata minima di 2’ e massima di  3’, di cui un minimo di 30’’ ed un massimo di 1’30’’ di materiale di repertorio. Il Pilota dovrà essere caricato sul sito entro il 20 giugno 2014.

    Terza fase: I 10 Piloti inviati saranno visibili on line sul sito dedicato al concorso (www.rainventa.rai.it). I videoclip saranno valutati da una giuria popolare che voterà direttamente sul sito fino al 15 luglio 2014 e il più votato dalla giuria popolare, passerà di diritto tra i cinque progetti finalisti. I restanti 4 progetti saranno selezionati da una giuria di esperti.

    Quarta fase: I 5 piloti finalisti saranno seguiti nel Percorso di Sviluppo da professionisti selezionati dal Premio Solinas (registi, montatori, sceneggiatori ed esperti di effetti speciali e digitali) e da un comitato scientifico composto da membri interni Rai (appartenenti alle Direzioni Raifiction, Rainet e Raiteche), che affiancheranno gli Autori nella stesura delle altre 4 Sceneggiature e nella messa a punto del Progetto seriale.

    Quinta fase: La Giuria del Concorso  proclamerà il progetto vincitore, scelto tra i cinque finalisti, entro il 30 novembre 2014. Il Vincitore avrà diritto ad un premio in denaro, pari ad euro  3.500,00 ed a realizzare presso un Centro di Produzione della Rai l’intera serie web in 5 puntate da 8’ ciascuna, con un budget complessivo di 25.000,00 euro.

  • Lunedì 9 luglio, 24.00, Rai3. Fausto Paravidino ci accompagna in un viaggio di dieci puntate alla ricerca del benessere degli italiani.

    Fil – felicità interna lorda è il racconto del nostro paese attraverso gli archivi storici della Rai. Dagli anni della ricostruzione e del boom economico al rischio default dei giorni nostri: come eravamo e come siamo diventati.

    – Guarda il promo di “Fil” >>

     

    Dieci puntate per dieci temi: l’ambiente e il paesaggio, la salute, il benessere economico, la pubblica istruzione, il lavoro, la nostra vita sociale. E ancora: la politica e la partecipazione, la sicurezza e le nostre paure, i servizi pubblici, la ricerca della felicità.

    Nella prima puntata si parla di ambiente e in particolare di come il nostro paesaggio sia cambiato negli ultimi sessant’anni.
    In studio Fausto Paravidino affronta il tema della distruzione del nostro patrimonio paesaggistico avvenuta in nome del progresso economico e di un’idea della crescita e dello sviluppo che non tiene conto della bellezza dei luoghi che ci circondano.

  • 2/7/2012 ore 18:14

    Al via TecheTecheTè – Il Nuovo che fu

    Commenti 1

    TecheTecheTé dal 2 luglio in prima serata su Rai1 il nuovo show quotidiano con i protagonisti dello spettacolo, della politica, della poesia, del giornalismo, della scienza e dello sport, tutti insieme nella più spavalda, sfacciata e sfaccettata rivista di immagini.

    Una quarantina di minuti nei quali si possono rivedere i personaggi di punta dello spettacolo italiano, ma non solo. Nelle 63 puntate che andranno in onda dal 2 luglio al 2 settembre l’intento è «mostrare tutte le facce che sono passate per la tv italiana dal 1954 a oggi.

    Il sogno è arrivare a diecimila facce» spiega il curatore Michele Bovi, capostruttura di Rai1. Tra un sogno e l’altro Bovi ha ideato, insieme con Elisabetta Barduagni, la nuova versione di quello che nelle estati passate si chiamava «Da Da Da» e registrava una media di 4-5 milioni di spettatori a sera. Quest’anno con «TecheTecheTé» l’idea è di dedicare ogni puntata a tre personaggi chiave.

    Le ricerche sono state lunghe e approfondite: un anno di «setacciamento» negli archivi Rai, l’ingegno di 6 autori, la bravura dei montatori che in questo gioco di incastri diventano autori pure loro, la scelta delle musiche.

    La prima puntata si intitola “Roberto, La Ride-Maxima e Mister Pongo” e ha come protagonisti principali Roberto Benigni, Sabina Guzzanti e Henri Salvador.


    Guarda in streaming ‘TecheTecheTé’,  dal 2 luglio al 2 settembre,  Rai1 , ore 20:30 >>
    Riguarda ‘TecheTecheTé’ dopo la messa in onda su Rai Replay >>

    Tags: