Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 21/1/2015 ore 12:12

    La Rai per il Giorno della Memoria 2015

    Commenti 5

    La Rai per il Giorno della Memoria 2015Il 27 gennaio, nel giorno in cui 70 anni fa furono abbattuti i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz, si celebrerà per la 15^ volta il Giorno della Memoria, istituito con la legge del 20 luglio 2000 al fine di “ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati”.

    In occasione della ricorrenza, anche quest’anno le Reti Rai saranno protagoniste di un’ideale staffetta che nella settimana dal 21 al 27 gennaio attraverserà le reti televisive generaliste e specializzate, la radio ed il web con dirette, servizi giornalistici, testimonianze, documenti, approfondimenti, film e fiction sull’argomento.
    Per non dimenticare.

    – La Rai per il Giorno della Memoria. Vai al sito >>

    – La videogallery di Rai.tv. Guarda i video on demand >>


    Di seguito alcuni dei principali appuntamenti in programma:

    Un’ampia copertura informativa degli eventi legati al “Giorno della Memoria” sarà assicurata da Rainews24, da Tg1,Tg2, Tg3, dai Tgr e dai Grr

    La giornata del 27 gennaio sarà interamente dedicata alla ricorrenza, a cominciare dalla celebrazione del Giorno della Memoria in diretta dall’Aula di Montecitorio. La cerimonia sarà trasmessa a cura di Rai Parlamento dalle 11:00 alle 11:55 su Rai3, e a seguire su Rai2 fino alle 12:30.


    Rai1

    Sabato 24 gennaio, alle 00:40, Rai1 trasmette il film “Hotel Meina” (2007) di Carlo Lizzani all’interno di “Sabato Club”.

    Domenica 25 gennaio  “Domenica In” (in onda dalle alle 16:35) ospita all’interno della puntata uno spazio dedicato al ricordo della Shoah.

    Lunedì 26 gennaio Rai1 trasmette in prima serata “Max e Hélène”, un film per la tv diretto da Giacomo Battiato e liberamente ispirato al romanzo omonimo di Simon Wiesenthal, che racconta la storia realmente accaduta di un amore assoluto per quanto martoriato: quello tra Max, un promettente studente ebreo ed Hélène, la giovane figlia di un convinto antisemita. Ma è anche la storia di una caccia serrata ad un sadico criminale nazista. Nel cast, tra gli altri, Carolina Crescentini, Alessandro Averone ed Ennio Fantastichini. Guarda il promo >>

    Domenica 25 e lunedì 26 andranno inoltre in onda a tarda notte, per il Ciclo Omaggio a Primo Levi, gli sceneggiati “Il versificatore”, “La bella addormentata nel frigo” (domenica dalle 03:15), “Procacciatori d’affari” e “Il sesto giorno” (lunedì dalle 02:30), diretti negli anni ’70 da Massimo Scaglione e tratte dai racconti fantastici dello scrittore piemontese.

    Martedì 27, infine, “Uno Mattina” (in onda dalle 06:45) dedicherà un approfondimento al Giorno della Memoria.


    Rai2

    Venerdì 23 gennaio alle 23:45, Rai2 trasmette il film “Süskind – Le ali dell’innocenza” (di R. Van den Berg, 2012).

    Sabato 24 saranno dedicati al tema “Tg2 Dossier” (23:50) e “TG2 Storie” (00:35). “Tg2 Dossier” presenterà “I figli della Shoah”, un documentario  di Israel  Moscati che descrive e analizza le conseguenze della Shoah sui  figli e i nipoti dei sopravvissuti. La tragedia dell’Olocausto lascia ancora oggi  ferite e segni profondi nelle famiglie che ha colpito, in coloro che per tutta la vita hanno convissuto con il trauma e, ancora peggio, con il silenzio dei deportati nei lager ritornati a casa.

    Lunedì 26 gennaio, sempre in seconda serata,  “Arpad Weisz, dallo scudetto ad Auschwitz“, con Ubaldo PantaniIl programma narra la storia di Arpad Weisz (documentata in un libro di Matteo Marani), che dopo aver vinto tre scudetti in Serie A come allenatore, nel 1938 lasciò l’Italia a causa delle leggi razziali varate dal governo fascista. Nel 1940, fu deportato ed ucciso ad Auschwitz con la moglie ed i figli.

     

    Rai3

    Giovedì 22 gennaio, alle 21:05, “La Grande storia” presenta il documentario “In nome della razza. Auschwitz, Mengele, SS“. Partendo dalle sconvolgenti immagini della liberazione di Auschwitz, girate dai cineoperatori dell’Armata rossa, si cercherà di capire con l’aiuto di Paolo Mieli come fu possibile sprofondare nell’abisso della Shoah.
    A seguire, alle 22:50, il film “Night Will Fall“, per la regia di André Singer. Basato su materiale interamente inedito, il film raccoglie le prime testimonianze visive degli orrori filmati dai cineoperatori all’interno dei campi di concentramento (in particolare, dal campo tedesco di Bergen-Belsen) all’indomani della loro liberazione. Leggi i dettagli e guarda il promo >>

    “Il tempo e la Storia” presenta due puntate dedicate all’argomento: la prima, in onda venerdì 23 alle 13:10 dal titolo “Leggi razziali” e la seconda, martedì 27 gennaio alla stessa ora, su “La Shoah e gli italiani“.

    Sempre martedì 27, dalle 10:30 alle 11:55, diretta dalla Camera dei Deputati della Celebrazione del Giorno della Memoria, a cura di Rai Parlamento. La linea passerà poi su Rai2 fino alla conclusione dell’evento, alle 12:30.
    Anche “Pane quotidiano”, alle 12:45,  ricorderà l’anniversario attraverso un libro dedicato alla Shoah della scrittrice Manuela Dviri. In studio, con Concita de Gregorio, il giornalista Gad Lerner.

    Giovedì 29, in 1° serata, appuntamento infine con il film in 1^ Visione RAI “Hannah Arendt” (2014), diretto da Margarethe Von Trotta, che narra la vita della filosofa e teorica politica ebraico-tedesca Hannah Arendt (Barbara Sukowa).

     

    RAI CULTURA tra il 21 e il 30 gennaio proporrà programmi e approfondimenti nei suoi tre Canali (Rai StoriaRai Scuola e Rai 5), offrendo prime serate di qualità, con eventi e dirette. Un palinsesto articolato sulle tre Reti nel corso dei dieci giorni di programmazione dedicata. Di seguito gli appuntamenti principali di Rai5:


    Rai5

    La “settimana della memoria” che Rai Cultura presenta su Rai5 si apre venerdì 23 gennaio con un doppio appuntamento serale: alle 21:15 il film Doc “La pianista bambina“, di Flaminia Lubin con Matilde Ferri. Zhanna e Frina sono due sorelle ucraine che mostrano di saper suonare molto bene il pianoforte. Nel 1941 i tedeschi invadono l’Ucraina: le piccole pianiste scopriranno gli orrori della guerra, ma sopravviveranno grazie alla musica. – Guarda il promo >>

    A seguire, alle 22:30, “In scena” presenta “Se questo è un uomo”.

    Sabato 24 alle 21:15 (e in replica domenica 25 alle 16.00 e giovedì 29 alle 10:00), Rai5 trasmette lo spettacolo teatrale “Canto del Popolo Ebraico massacrato”. Liberamente tratto dal poema di Yitzhak Katzenelson e andato in scena al Binario 21 della stazione di Milano, sede della Fondazione Memoriale della Shoah, lo spettacolo è proposto nel suo adattamento televisivo da Moni Ovadia che ricorda, con la forza della poesia, del canto e della testimonianza diretta, lo sterminio del popolo ebraico e di tutti coloro che hanno subito la deportazione, la prigionia e la morte perché ebrei, zingari, omosessuali, handicappati o perché si opponevano al regime e al folle progetto di purificazione della razza ariana.  Guarda il promo >>

    Lunedì 26 gennaio alle 21:15, in diretta dall’Auditorium Parco della Musica di Roma, Rai Cultura trasmette il concerto “Tutto ciò che mi resta”, una serata-evento dedicata al miracolo della musica composta nei lager che vedrà la partecipazione straordinaria della grande cantante e attrice tedesca Ute Lemper e la voce narrante di Marco Baliani. Il concerto verrà replicato sempre su Rai5 il 31 gennaio alle 16:00.

    Leggi tutti i dettagli e guarda il promo >>

    Guarda l’intervista esclusiva al pianista e musicologo Francesco Lotoro >>

    Martedì 27 gennaio
    alle 21:15 appuntamento con il film di Michael Haneke “Il nastro bianco” (2009), vincitore della Palma d’oro al 62° festiva di Cannes. La vita monotona e regolare degli abitanti di un piccolo villaggio della Germania degli inizi del secolo scorso viene turbata da alcuni piccoli e grandi incidenti. Il tutto sotto lo sguardo un po’ inquietante dei bambini del villaggio.

    Infine, sabato 31 alle 18.45, “Primo Levi: Il Volto e la Voce”. Il viaggio e l’arrivo a Auschwitz, I “sommersi” e i “salvati”, I tedeschi e la “banalità del male”, il dovere della memoria e l’importanza vitale di raccontare nell’opera, il veleno del lager e il futuro dell’umanità nel volto e nella voce di Primo Levi.

     

    RaiMovie

    Domenica 25 gennaio alle 01:30 RaiMovie trasmette il documentario “Ebrei a Roma” di Gianfranco Pannone.
    Martedì 27 gennaio, alle 23:30, il film Good: L’indifferenza del bene” di Vicente Amorim (2008) con Viggo Mortensen, Jason Isaacs, Mark Strong.

     


    Radio1

    Dalle 8.30 alle 11.30 del 27 gennaio, Radio1 trasmetterà lo speciale del Giornale Radio Rai dal titolo “70 ANNI FA AUSCHWITZ” dedicato alla liberazione del campo di sterminio diventato il simbolo stesso dell’Olocausto. Le voci dei testimoni, degli storici, della comunità ebraica, dei rom, delle istituzioni italiane e europee, collegamenti in diretta da Auschwitz, dalla Risiera di San Saba di Trieste, dal ghetto di Roma e da Milano, da Venezia, da Praga e dalle principali capitali europee. E una serie di rari documenti sonori d’epoca con le voci originali dei protagonisti, che Radio1 conserverà sul suo sito, per ricordare e riflettere su una delle pagine più nere della storia umana.
    Leggi i dettagli >>

     

    Radio3

    Tra gli appuntamenti principali che verranno trasmessi su Radio3, martedì 27, dalle 20.30, la serata in diretta dal Teatro delle Muse di Ancona con la proposta del melologo “Sopravvissuti” tratto da “I Cannibali” di George Tabori con musiche originali di Claudio Restelli e voce recitante Elio De Capitani; la partecipazione di Gilberto Salmoni, deportato a Buchenwald, i racconti e le testimonianze di molti rappresentanti della Comunità ebraica anconetana.
    Ma l’intera settimana, a partire dal 21 gennaio e fino al 27, vedrà ospitati all’interno dei programmi di Radio3 interventi dedicati alla ricorrenza.
    Tutti gli appuntamenti di Radio3 >>


    Rai Junior

    Per parlare ai più piccoli dell’Olocausto e stimolare una riflessione sul Giorno della Memoria e sul suo significato vi presentiamo anche un sito ad hoc: www.giornodellamemoria.ragazzi.rai.it. Contributi video, schede di libri e film, spiegazioni su alcune parole chiave, interviste ad esperti, studiosi e scrittori: un sito destinato ai più giovani, ma anche a genitori e insegnanti, che vi possono trovare spunti per avviare un dialogo sul tema con i loro figli e i loro studenti.

    Vorrei che i giovani si interessassero a questa storia per pensare, oltre a quello che è successo, a quello che potrebbe succedere, e sapere opporsi a violenze del genere” (Giorgio Perlasca)

  • 24/1/2014 ore 18:46

    La Rai per il 14^ Giorno della Memoria

    Commenti 0

    La Rai per il Giorno della Memoria

    Lunedì 27 gennaio, a 69 anni dalla liberazione di Auschwitz da parte dei soldati dell’Armata Rossa, si celebra per la 14^ volta il Giorno della Memoria, istituito con la legge del 20 luglio 2000 al fine di
    ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati“.

    – La Rai per il Giorno della Memoria. Vai al sito >>

    Il grande scrittore piemontese Primo Levi, deportato ad Auschwitz, ha scritto:
    E’ avvenuto contro ogni previsione, è avvenuto in Europa (…). E’ avvenuto, quindi può accadere di nuovo: questo è il nocciolo di quanto abbiamo da dire

    Lo scopo di questa data simbolica è quello di conservare la memoria affinché simili eventi non possano mai più accadere, né tantomeno venire negati.
    E’ con questo obiettivo che Rai.tv vi propone una scelta di documenti video che, attraverso immagini e filmati d’archivio, nonché grazie alla preziosa testimonianza dei sopravvissuti, raccontano l’orrore del nazismo.

    – Vai allo speciale di Rai.tv >>


    A seguire, i principali appuntamenti che le reti Rai dedicheranno alla ricorrenza del Giorno della Memoria
    :

    Un’ampia copertura informativa degli eventi legati al “Giorno della Memoria” sarà assicurata da Rainews24, da Tg1, Tg2, Tg3, dai Tgr e dai Grr.

    – Vai allo speciale di RaiNews  >>


    Rai1

    Lunedì 27 gennaio UnoMattina, La Vita in Diretta e Porta a Porta dedicheranno spazi particolari al ricordo della Shoah. Alle 14:10 “Il viaggio più lungo: Rodi – Auschwitz“, un documentario sulla deportazione  deportazione degli ebrei dell’isola di Rodi.
    Alle 02:00 Rai Educational presenta Terza Pagina “Ricordando la Shoah”.
    A seguire, la replica della miniserie in due puntate interpretata da Flavio Insinna “La buona battaglia di Don Pietro Pappagallo“, che narra la storia vera del sacerdote pugliese che portò in salvo un gran numero di persone ricercate dal nazi-fascismo.

    Rai2
    Sabato 25 gennaio alle 24:30 la rubrica Tg2 Storie – I racconti della settimana, con Maria Concetta Mattei, tratterà di giornata della memoria e altri racconti.
    Lunedì 27 gennaio alle 08:00 la seconda rete ripropone il film tv con Luca Zingaretti “Perlasca – Un eroe italiano“, diretto da Alberto Negrin e sceneggiato da Stefano Rulli e Sandro Petraglia con la collaborazione di Enrico Deaglio. La vera storia di Giorgio Perlasca (1910 -1992), il quale, nei giorni tragici della Budapest del 1944 riuscì, spacciandosi per il console spagnolo, a salvare migliaia di ebrei dalla violenza nazista. Alle 11:00 “I fatti vostri” aprirà la puntata con un’intervista al signor Enrico Vanzini, che durante la seconda guerra mondiale fu prigioniero nel campo tedesco di Dachau.
    Alle 00:55 Sorgente di vita “I giovani ricordano la Shoah”. Studenti e insegnanti delle scuole italiane in un viaggio della memoria ad Auschwitz-Birkenau insieme ad alcuni testimoni, al ministro Carrozza ed al presidente del Senato Grasso.

    Rai3
    Domenica 26 gennaio tra gli altri ospiti di Che tempo che fa, in onda alle 20:10, ci saranno direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli e la Presidente della Fondazione del Memoriale Vera Vigevani Jarack, mentre Massimo Gramellini sarà in collegamento dal Binario 21 della Stazione Centrale di Milano, unico luogo della deportazione rimasto intatto negli anni e da cui, tra il 1943 e il 1945, centinaia di persone furono caricate sui carri merci verso i campi di concentramento
    Lunedì 27 gennaio alle 11:00 Speciale TG3 segue in diretta da Roma, Palazzo del Quirinale, la celebrazione del ”giorno della memoria” alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
    Anche Agorà, Pane quotidiano e Geo dedicheranno spazi particolari al tema. Alle 13:10 (e in replica alle 20:30 su Rai Storia) Il Tempo e la Storia, il programma di Rai Educational  condotto da Massimo Bernardini, propone “In viaggio verso i lager” con Carlo Greppi.
    Alle 23:15 Correva l’anno presenta “I medici del Reich” di Vanessa Roghi: il racconto degli atroci esperimenti effettuati su cavie umane e del raffinarsi delle tecniche di sterminio di massa.

    Rai5
    La “settimana della memoria” di Rai5 si apre venerdì 24 gennaio alle 21:15 con “La strada di Levi“, un documentario di Davide Ferrario e Marco Belpoliti che ripercorre al presente il lunghissimo tragitto compiuto da Primo Levi per tornare in Italia dopo la sua liberazione dal campo di concentramento di Auschwitz nel 1945.
    Sabato 25 gennaio alle 21:15 si prosegue con un’inedita produzione televisiva dello spettacolo “Ladro di razza“, con Massimo Dapporto, Susanna Marcomeni e Blas Rovìca Rey, tratto da un testo di Gianni Clementi, con la regia di Marco Mattolini. Lo spettacolo si ispira alla grande tradizione del cinema neorealista, indagando un particolare momento della nostra storia, quello della Seconda Guerra Mondiale, con una Roma ridotta allo stremo, ma ancora capace di un sussulto di orgoglio.
    La mattina di domenica 26 sono in programma i docu-film “La pianista bambina” (ore 6:45), storia di due piccole pianiste ucraine che con l’invasione dei tedeschi scopriranno gli orrori della guerra, e “Segni di pace ad Auschwitz in un giorno di sole” (ore 7:55), un viaggio nelle grandi religioni mondiali dentro i campi di sterminio di Auschwitz – Birkenau.
    Lunedì 27 gennaio alle 20:00 la diretta de “I violini della speranza“, un’iniziativa che vuole ricordare la Shoah, le leggi razziali ma anche coloro che hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. Un evento di grande portata simbolica, organizzato dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane insieme all’Università Ebraica di Gerusalemme e all’Associazione BrainCircleItalia, sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che vedrà insieme sul palco dell’Auditorium di Roma dodici violini e un violoncello sopravvissuti alla Shoah, ciascuno con la sua storia drammatica, ritrovati e restaurati dal liutaio israeliano Amnon Weinstein. Guarda il promo >>
    Dopo il concerto, la serata prosegue con il film-documentario “Suoni dal silenzio” di Roberto Olla. Un racconto che parte dal ritrovamento negli archivi militari e inglesi delle pellicole originali girate dai cineoperatori Alleati durante la liberazione dei lager nazisti. Si chiude alle 23:00 con la replica de “La pianista bambina“.
    La “settimana della memoria” di Rai5 si chiude infine mercoledì 29 gennaio alle 21:15 con “Ascoltami bene”, spettacolo teatrale liberamente tratto dalle lettere e dai diari di Etty Hillesum, giovane olandese nata da una famiglia della borghesia intellettuale ebraica e morta ad Auschwitz nel novembre del 1943.

    Rai Educational
    Rai Educational dedica l’intero palinsesto di Rai Storia e Rai Scuola al Giorno della Memoria con approfondimenti e documentari in ricordo delle vittime della Shoah.
    Su RaiStoria il 27 gennaio alle alle 15:30 andrà in onda “Mille papaveri rossi” importante testimonianza filmata rilasciata al regista Daniele Segre da Giuliana Fiorentino Tedeschi, deportata nel lager nazista di Auschwitz/Birkenau. Alle 17:00 uno speciale dedicato alle vittime della Shoah con interviste a Lia Levi, Elio Toaff, Pietro Tarracina, Nedo Fiano e Romeo Rubino Salmoni, tratte dalle Teche Rai. Alle 20:30 la replica de “Il Tempo e la storia” con “Viaggio verso i lager”. Alle 21:15 il documentario “I bambini di Bullenhuser Damm“. Alle 22:15 il film “La Tregua” di Francesco Rosi, tratto dall’omonimo romanzo di Primo Levi del 1963.

    Anche i canali specializzati Rai Premium e Rai Movie il 27 gennaio si occuperanno della ricorrenza, rispettivamente alle ore 21:00 con il film “Mi ricordo di Anna Frank” e alle 23:00 con “Adam resurrected”.

    Radio3
    Come ogni anno Radio3, in occasione del Giorno della Memoria, propone una diretta da una città italiana (per il 2014 Firenze) in cui la presenza ebraica è stata particolarmente significativa. Quest’anno sarà il Teatro Goldoni della capitale toscana a ospitare la diretta di Radio3, dalle 20:30 alle 23:00, condotta da Guido Barbieri e Marino Sinibaldi. “Il viaggio della Memoria” è il titolo di una serata ricca di musica, testimonianze e riflessioni.
    Ma l’intera settimana, a partire dal 21 gennaio e fino al 27, vedrà ospitati all’interno dei programmi di Radio3 interventi dedicati alla ricorrenza. Tutti gli appuntamenti di Radio3 >>

    Rai Junior
    Per parlare ai più piccoli dell’Olocausto e stimolare una riflessione sul Giorno della Memoria e sul suo significato vi presentiamo anche un sito ad hoc: www.giornodellamemoria.ragazzi.rai.it: contributi video, schede di libri e film, spiegazioni su alcune parole chiave, più una intervista alla scrittrice e autrice televisiva Luisa Mattia!
    Un sito destinato ai più giovani, ma anche a genitori e insegnanti, che vi possono trovare spunti per avviare un dialogo sul tema con i loro figli e i loro studenti.

    – Segui le dirette in streaming su Rai.tv >>

  • 13/1/2014 ore 12:13

    Anita B.

    Commenti 0

    anitab_blogIl 16 gennaio esce nelle sale italiane il nuovo e atteso film di Roberto Faenza, “Anita B.“, liberamente ispirato al romanzo di Edith Bruck “Quanta stella c’è nel cielo”.

    Protagonisti Eline Powell, Robert Sheehan, Andrea Osvart, Antonio Cupo, Nico Mirallegro e con Moni Ovadia e Jane Alexander.

    Guarda le interviste al regista e ai protagonisti>>

    Anita, un’adolescente di origini ungheresi sopravvissuta ad Auschwitz, è accolta dall’unica parente rimasta viva: Monika, sorella di suo padre, che non vuole essere chiamata zia e vive l’arrivo della nipote come un peso.
    A Zvikovez, tra le montagne della Cecoslovacchia non lontane da Praga, Monika vive con il marito Aron, il figlioletto Roby e il fratello di Aron, il giovane e attraente Eli, la cui filosofia è spiccia: “gli uomini tirano giù i calzoni, mentre le donne pensano all’amore”.
    In quel villaggio dei Sudeti, territori in precedenza occupati dai tedeschi, i nazisti vengono rimpatriati a forza e gli scampati trasferiti nelle loro abitazioni, in una situazione di crescente tensione con l’avvento del comunismo.
    Attorno ad Anita, uomini e donne vogliono dare un calcio al passato, ballare, divertirsi, ascoltare di nascosto le canzoni americane trasmesse oltre cortina dalla Voice of America. Anita sogna come tutti, ma a differenza degli altri non nasconde l’anima.

    Guarda il trailer>>
    loc_blog

    La ragazza è combattiva e piena di entusiasmo. La sua forza viene dal ricordo dei genitori persi nel lager. Ma nella nuova casa si trova ad affrontare una realtà inaspettata: nessuno, neppure Eli, con cui scoprirà l’amore, vuole ricordare il passato. E il più grande tabù è proprio l’esperienza del campo, quasi fosse qualcosa di cui vergognarsi.

    Quando Anita tenta di smontare quella difesa collettiva si trova davanti un muro di silenzi. Così, se vuole parlare di ciò che ha passato, può farlo solo con il piccolo Roby, che ha appena un anno e non può capire.
    Nella mescolanza di popoli e lingue che confluiscono attorno a Praga, Anita si confronta con personaggi indimenticabili: il vulcanico zio Jacob, coscienza critica della comunità ebraica ed estroso musicista nella festa del Purim; Sarah, la dinamica “traghettatrice” armata di pistola, che organizza l’esodo verso la Palestina; il giovane David, rimasto orfano per la tragica scelta dei genitori, con cui inizia una toccante amicizia.
    Improvvisamente, Anita si trova catapultata in una situazione imprevista, che la pone di fronte a una decisione che richiede coraggio. E il film si chiude con un inatteso colpo di scena.

    Guarda la fotogallery>>

    “Quanti film sono stati realizzati sulla Shoah? Tanti.” – dice il regista – “Qualcuno dice forse addirittura troppi. Io stesso ne ho realizzato uno. Ma pochissimi sono stati prodotti sul dopo, cioè affrontando la vita dopo la morte.
    Anita B. si sforza di coprire questo dopo e lo fa con l’intenzione di colmare un vuoto dovuto a molte cause. Tra queste, in primo luogo il bisogno di dimenticare. […]
    Considero Anita B. il mio film più controcorrente, persino in maggiore misura del pluri-censurato Forza Italia! In un periodo in cui il cinema sempre più si affida a un mondo irreale fatto di universi inesistenti e roboanti effetti speciali, questa storia guarda ai suoi protagonisti con pudore e discrezione, quasi in punta di piedi. […]”

    Il film ha ricevuto il patrocinio di Roma Capitale – Assessorato alla Scuola, Infanzia, Giovani e Pari Opportunità e il patrocinio dell’ANP (Associazione Nazionale Dirigenti e Alte Professionalità della Scuola), l’associazione nazionale dei presidi.
    È già possibile organizzare matinées per le scuole nei cinema di tutta Italia fino al termine dell’anno scolastico 2013/2014. A disposizione degli studenti biglietto a prezzo ridotto, ingresso gratuito per i docenti accompagnatori e i ragazzi diversamente abili.

    L’anteprima nazionale che si svolgerà a Roma il 14 gennaio ha inoltre ottenuto il patrocinio del Comitato di Coordinamento per le Celebrazioni in Ricordo della Shoah.

    Il 27 gennaio, per la Giornata della Memoria, al Museo Yad Vashem di Gerusalemme, dopo la cerimonia di commemorazione, si svolgerà una proiezione alla presenza di Roberto Faenza e a seguire una tavola rotonda dal titolo “Ricordare, come ricordare”.
    Il 29 e 30 gennaio si svolgeranno proiezioni e incontri anche ad Haifa e a Tel Aviv.

    Il film è prodotto dalla Jean Vigo Italia e da Cinemaundici in collaborazione con Rai Cinema e distribuito da Good Films.

    Vai a Rai Cinema Channel>>
    Vai al sito di Rai Cinema>>

  • 11/4/2012 ore 0:10

    Radio3 ricorda Primo Levi

    Commenti 0

    primoleviA venticinque anni dalla scomparsa di Primo Levi, morto a Torino l’11 aprile 1987, il terzo canale della radio Rai propone una programmazione dedicata allo scrittore torinese.

    “Memoradio” ricorda il grande scrittore torinese riproponendo una conversazione di Dina Luce con Levi, un autoritratto dello scrittore rilasciato ad Alberto Gozzi, un’intervista su “I sommersi e i salvati” rilasciata a Milva Spadi nel 1986, la riduzione radiofonica di “Se questo e’ un uomo”, un breve estratto da “La tregua”, interviste varie dal repertorio del giornale radio su vari libri (“La ricerca delle radici”, “Il sistema periodico”, “Se non ora, quando?”) e sul teatro e alcune produzioni esclusive di Levi per la radio, radiodrammi e piece radiofoniche ambientate nel futuro: “La bella addormentata nel frigo”, “Alcune applicazioni del mimete”, “Versamina”, “Trattamento di quiescenza”. Vai al sito

    Da lunedì 2 aprile e per tutto il mese “Ad alta voce” propone “La tregua”, la lettura è affidata all’attrice Valentina Carnelutti che nel 2004 aveva già letto “Se questo è un uomo”. Segui la diretta dal lunedì al venerdì ore 17.00

    “Tre soldi” il 9 – 11 e 12 aprile alle ore 19.45 ci presenterà il docu-radio “Se questi sono uomini” di Gianfranco Rossi: le testimonianze di sopravvissuti, di storici, di persone che hanno conosciuto Primo Levi per comprendere ciò di cui l’uomo è stato e può ancora essere capace. Vai al sito del programma

    “Wikiradio” ci racconta Primo Levi attraverso la voce di Massimo Raffaeli l’11 aprile, segui al diretta dal sito alle ore 14:00

    E sul sito di Radio3 non perdete il cofanetto sonoro: “Io sono un centauro il ciclo” di Marco Belpoliti dedicato alla vita e alle opere di Primo Levi. Per scaricarlo www.radio3.rai.it

    Anche Rai.tv dedica uno speciale video a Primo Levi con interviste al grande scrittore torinese tratte dall’archivio di Rai Teche. Primo Levi racconta la sua trasformazione in scrittore in seguito all’esperienza del lager e illustra la genesi delle sue principali opere, da “Se questo è un uomo” a “La chiave a stella”,  da “Vizio di forma” a “le storie naturali”.

    Vai allo speciale

  • 25/1/2012 ore 17:33

    La Rai per la giornata della Memoria

    Commenti 2

    La Giornata della Memoria, che il 27 gennaio 2012 sarà celebrata per la dodicesima volta, è stata istituita per non dimenticare l’Olocausto e tutte le vittime dei crimini nazisti.

    Per conservare la memoria di uno dei periodi più tragici della nostra storia la Rai ricorderà quei terribili giorni con una copertura informativa capillare all’interno dei Tg e Gr con inchieste e approfondimenti, speciali, documentari, film e fiction. Una ideale ‘staffetta’ che vedrà impegnate testate, reti e siti web.

     

    Rai.tv

    offre il suo contributo al ricordo della Shoah con uno speciale che raccoglie e propone informazioni e contenuti video con preziosi documenti d’archivio

    Guarda lo speciale di Rai.tv il Giorno della Memoria >>

    e per i più piccoli

    Guarda lo speciale Junior Giornata della Memoria>>

     

    Rai 1

    Giovedì 26 gennaio, in seconda serata, ‘Porta a Porta‘ dedicherà al Giorno della Memoria l’intera puntata. Tra gli ospiti in studio il ministro Andrea Riccardi, Sami Modiano, Edith Bruch, Riccardo Pacifici, Roberto Olla.

    Alle 02.40 sarà, poi, proposto il documentario ‘Memoria. I sopravvissuti raccontano‘, regia di Ruggero Gabbai. Le testimonianze dei deportati ebrei italiani ad Auschwitz, con la selezione delle interviste fatte agli ultimi 90 sopravvissuti della deportazione, gli unici ancora in vita dei circa 800 liberati.

    Guarda in diretta web ‘Porta a Porta’, giovedì 26 gennaio, 23:23>>

    Guarda in diretta web ‘Memoria. I sopravvissuti raccontano’, giovedì 26 gennaio, 02:40>>

    Venerdì 27 gennaio:
    Alle ore 23:25, sempre su Rai1, andrà in onda film documentario in 3D realizzato ad Auschwitz LE NON PERSONE di Roberto Olla. Attraverso il viaggio di un’ora all’interno dei campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau, il film-documentario racconterà insieme ai sopravvissuti, con la potenza di uno sguardo tridimensionale che accede e introduce ad ambienti e luoghi del lager, l’orrore della deportazione. Un modo per ricordare le vittime e per rievocare il 27 gennaio 1945, giorno in cui il campo di sterminio fu liberato dall’esercito Alleato.
    Il documentario è possibile anche vederlo in 3D su Rai HD (canale 501 del Digitale Terrestre) e su Rai Storia arricchito dalle monografie di ogni testimone
    Guarda in diretta web LE NON PERSONE, Venerdì 27 gennaio, 23:25>>

     

    Rai2

    La prima serata di venerdì 27 sarà dedicata allo speciale ‘La Storia Siamo Noi – Auschwitz: i nazisti e la Soluzione Finale‘, un film documentario della BBC, un doloroso viaggio nella storia del più grande campo di sterminio mai esistito.
    Guarda in diretta web Auschwitz: i nazisti e la Soluzione Finale, Venerdì 27 gennaio, 21:05>>

     

    Rai3

    Alle ore 11:00 Speciale TG3: dal Palazzo del Quirinale in dirette la celebrazione del Giorno della Memoria alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

    Guarda la diretta web della celebrazione del Giorno della Memoria, 11:00>>

    Alle 12:45 a ‘Le Storie- Diario Italiano‘ saranno ricordate le tragiche vicende del nazifascismo e le vittime dell’Olocausto con un filmato d’epoca e la discussione in studio tra Corrado Augias e il direttore dell’Espresso Bruno Manfellotto.

    In prima serata, alle 21:05, sarà trasmesso il film ‘The Reader – A voce alta

    Guarda in diretta web il film ‘The Reader – A voce alta’, Venerdì 27 gennaio, 21:05>>

     

     

    Rai Storia

    Affida a Paolo Mieli la programmazione del canale nel Giorno della Memoria Venerdì 27 gennaio (dalle 17:00 alle 21:00 e dalle 23:00 alle 03:00). Mieli proporrà ai telespettatori il documentario del Tg2 dossier ‘Auschwitz la lunga ombra‘; lo speciale di Correva l’anno ‘Il fascismo e gli ebrei‘; l’inchiesta di Sergio Zavoli del 1963, che rievoca il rastrellamento del 16 ottobre 1943 nel Ghetto di Roma; la testimonianza dello scrittore Primo Levi, in ‘Sorgente di vita – Primo Levi ritorno ad Auschwitz‘; l’inchiesta di RaiNews ‘Bombardare Auschwitz‘ e le 5 interviste esclusive agli ultimi testimoni della Shoah realizzate dal giornalista del Tg1 Roberto Olla per il film documentario ‘Le non persone’ che sara’ poi trasmesso da ‘TV7’, il settimanale del Tg1, su Rai1 alle 23.25.

    Guarda in diretta web Rai Storia, Venerdì 27 gennaio, dalle 17:00>>

     

    Rai Premium

    Venerdì 27 gennaio sarà riproposta, alle 21:00 la prima parte della fiction ‘Le ragazze dello Swing(la seconda e ultima parte sabato 28 gennaio, alle 21.00) . E’ la storia del Trio Lescano, le tre sorelle olandesi, Alexandra, Judith e Kitty Leschan che nonostante il grande successo, a causa dell’origine ebraica della madre, vengono cancellate da ogni programma radiofonico, liquidate dall’Eiar, e infine arrestate e rinchiuse nel carcere di Marassi.

    Guarda in diretta web ‘Le ragazze dello Swing’, Venerdì 27 gennaio, 21:00>>

     

    Rai Movie

    Venerdì 27 gennaio proporrà due film: il primo, alle 22:45, dal titolo ‘Amen‘, regia di Costa Gravas. Durante la Seconda Guerra Mondiale, il chimico Kurt Gersten cerca di denunciare la macchina di sterminio nazista al Vaticano. A seguire, alle 01.35, la seconda pellicola ‘Arrivederci Ragazzi‘, film drammatico di Louis Malle ambientato in un collegio francese amministrato da religiosi. Vincitore del Leone D’Oro a Venezia nell’87, racconta la storia di tre ragazzi ebrei clandestinamente ospitati nel collegio. Prelevati dalla Gestapo, in seguito ad una spiata, intraprenderanno un viaggio senza ritorno che si concluderà in un lager.

    Guarda in diretta web ‘Amen’ e’Arrivederci Ragazzi’, Venerdì 27 gennaio, dalle 22:45>>

     

    Rai Gulp

    Venerdì 27 gennaio, ore 16:25 il ‘Gt Ragazzi‘ spiegherà il perché della giornata attraverso servizi sulla ricostruzione storica dei tragici avvenimenti con approfondimenti in studio.
    Noi Gulp‘:(dalle 8.45 alle 22.30), con i quesiti posti da ragazzi ad altri ragazzi sui diversi aspetti delle persecuzioni. Lo scopo e’ quello di far comprendere e diffondere tra i giovani la sempre necessaria battaglia contro la discriminazione razziale.

    Guarda in diretta web Rai Gulp, Venerdì 27 gennaio>>

     

    Rai Educazione

    Presenta ‘Memoria di un viaggio‘, un programma di Stefano Ribaldi, regia di Giancarlo Russo e Giancarlo Ronchi, in onda mercoledì 25, giovedì 26 e venerdì 27 gennaio alle 14.00, 18.00 e 22.00 su Rai Scuola – Digitale Terrestre e Tivù Sat. Il programma nasce da un’ iniziativa del Ministero Istruzione, Università e Ricerca che ha bandito un concorso nelle scuole per rappresentare con diverse forme artistiche la Shoah. A questo scopo ha organizzato un viaggio nel comprensorio lager di Auschwitz – Birkenau, simbolo della tortura nazista, scegliendo 5 studenti per ogni regione italiana, accompagnati da 2 testimoni sopravvissuti al campo: Sami Modiano e Tatiana Bucci. Il programma realizzato da Rai Educational è il frutto di questa esperienza e si basa sugli appunti di viaggio, le impressioni dal vivo dei ragazzi, l’emozione di tutti i presenti.

     

    Radio1

    Umberto Broccoli aprirà la puntata di “Con Parole mie”, in onda giovedì 26 gennaio alle 14.08 con un brano tratto dalle Confessioni di Sant’Agostino sulla memoria. A seguire, un brano di “Tristia” di Ovidio sul ricordo. Poi, Indro Montanelli ricorda la morte del suo amico Dino Buzzati avvenuta il 28 gennaio 1972. Infine, una lettera di Giuseppe Prezzolini.
    Nella rubrica realizzata in collaborazione con Rai Teche, la voce di Ettore Paratore.
    In chiusura, la poesia di Paolo Ruffilli “Lo so che è strano”.

    Ascolta Radio1 >>

     

    Radio2

    Sara’ dedicata alla Giornata della Memoria la puntata di “28 Minuti” in onda venerdì 27 gennaio alle 13.00 su Radio2. Barbara Palombelli ne parlera’ con Simonetta Della Seta, storica e consigliere culturale dell’Ambasciata d’Italia a Tel Aviv e con Carlo Gallucci, traduttore della versione italiana del romanzo di Leon Uris “Exodus”.

    Ascolta Radio2 >>

    Radio3

    Come ogni anno Radio3 dedica buona parte della sua programmazione alla data simbolo (liberazione del Campo di Auschwitz) scelta per mantenere viva la memoria dello sterminio di milioni di ebrei.

    Venerdì 27 gennaio pomeriggio con una lunga diretta (ore 15.00-18.00) da Trieste, con uno Speciale Fahrenheit, e la sera, all’interno di Radio3 Suite, con la proposta di concerto in diretta dal Teatro Manzoni di Bologna (ore 20.30) e di un Recital (ore 22.50) offerto dall’Accademia Filarmonica Romana entrambi dedicati al tema della Memoria.

    Anche tutte le altre trasmissioni di Radio3 il 27 gennaio e nei giorni immediatamente precedenti dedicheranno molto spazio all’argomento e in particolare Memoradio, il programma in web ascoltabile e scaricabile dal sito di Radio3, metterà in rete le passate edizioni del Giorno della Memoria realizzate da Radio3 da varie città italiane.

    Ascolta Radio3>>