Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • La Rai si affida ad un team di autori indipendenti e, per la prima volta nella sua storia, diffonde su Radio, Web e Tv un prodotto transmediale. Prodotto da FargoFilm, 2+1 e DocAbout in collaborazione con Rai3, Radio3 e Rainet, in associazione con Oltre lo Specchio (del Gruppo Abele di Don Ciotti) e con il sostegno del Piemonte Doc Film Fund -fondo regionale per il documentario , TRANSITI è il primo format ibrido creato per raccontare le difficoltà, le aspirazioni e le sfide di chi decide di affrontare il percorso di transizione che porterà alla conversione chirurgica del sesso.

     

    Questo prodotto, nelle sue declinazioni televisive, radiofoniche e Web, è un invito ad andare oltre le apparenze, ad entrare in un microcosmo per lo più conosciuto solo attraverso giudizi scontati e quasi sempre denigratori. In anteprima assoluta per la Rai viene sviluppato e presentato al pubblico un nuovo genere narrativo nato dall’incontro tra Web, Tv, Radio e Alternate Reality Game.

     

    Il 31 Agosto alle 23:45 su Rai3 all’interno di DOC 3 sarà presentato il documentario ‘TRANSITI‘ per la regia di Davide Tosco, creato partendo dai videoracconti personali e dalle immagini raccolte dai protagonisti (Angelo Correale, Alessandra Tria e Katherina Stecher) durante il loro momento di transito da un sesso ad un altro.

     

    Dal 25 Agosto, e fino ad Ottobre, sarà presente solo sul web ‘CON GLI OCCHI DI UNA TRANS‘ la prima SERIE INTERATTIVA Rai; nove puntate in cui gli utenti potranno esprimere le loro preferenze contribuendo ad influenzare il seguito della storia.

    Ad ottobre Radio3 trasmetterà, nell’ambito del programma ‘3 SOLDI‘, ‘POSIZIONI DI TRANSITO‘, una serie di 5 RADIO-DOCUMENTARI.

    L’obiettivo finale è porsi una domanda: cosa è la normalità? Chi può dirsi normale?

     

    Guarda in streaming ‘TRANSITI’, Rai3, 31 agosto, 23:45 >>

    Guarda sul sito di Doc3 ‘CON GLI OCCHI DI UNA TRANS’ >>

    Vota il primo edisodio della serie interattiva e condiziona il seguito della storia>>

     

  • E’ on line www.webradio.rai.it, il nuovo sito delle tre web radio multitarget della Rai: i canali WR6, WR7, WR8. Oltre allo streaming, a disposizione degli utenti ci sono ora anche video, podcast e interi archivi on demand visibili anche su iPhone che spaziano dalle grandi trasmissioni radiofoniche dell’Italia degli ultimi decenni, alle chicche della canzone napoletana, fino alle ultime tendenze proposte dai giovani.

     

    L’offerta, messa a punto dalla Radiofonia Rai e RaiNet, conferma così il sempre più felice matrimonio tra internet e radio. Proprio sul connubio internet-radio si fonda il canale WR8, la radio costruita assieme al pubblico della Rete e dai giovani Under 30, che a partire da Facebook e Twitter possono inoltrare contributi, condividere le hits del momento, inviare una traccia per presentare il proprio dj set in radio, rivedere gli estratti video dei concerti “Via Asiago live”, che ospita gli artisti emergenti del momento sul palco di via Asiago.

     

    Ampio spazio alla musica partenopea su “WR7 Napoli Canta“, con i migliori estratti audio e video dal ricchissimo Archivio storico della canzone napoletana: da Caruso a Pino Daniele, dall’intervista di Luciano Pavarotti sulla canzone napoletana all’interpretazione di Claudio Villa in “Luna Rossa”.

     

    E, per un passato ancora presente, “WR6 il passato presente” propone in streaming e on demand storia e ricordi dell’Italia degli ultimi decenni con interviste, personaggi, rubriche e documenti unici tratti dall’Audioteca Radio Rai. Dopo Oriana Fallaci e Ruggero Orlandi, per i nostalgici appassionati del Risorgimento, rivive su WR6 il mito di Garibaldi.

     

    – Ascolta Rai Webradio >>

    – WR6 il passato presente >>

    – WR7 Napoli Canta >>

    – WR8 Il mondo nella Rete >>

    – Guida Programmi >>

    – Guarda i video >>

     

  • 15/3/2011 ore 16:51

    Il Tg3 sbarca su iPad

    Commenti 1

    Il Tg3 sbarca su iPad. Per la prima volta un Telegiornale della Rai è disponibile sulla “tavoletta” della Apple grazie alla collaborazione con Rai Nuovi Media/RaiNet. Con la nuova applicazione, già scaricabile gratuitamente, è possibile vedere, dopo la loro messa in onda, le edizioni integrali dei telegiornali delle 12.00, delle 14.20 e delle 19.00, l’approfondimento di Linea Notte e il Fuori Tg. Sono inoltre disponibili tutti i filmati dei singoli servizi, gli approfondimenti e le notizie preparate appositamente per il sito e le sue applicazioni. In due giorni l’applicazione gratuita è già stata scaricata da 25.000 utenti. Quest’ultimo servizio si aggiunge ed integra il ricco sito internet www.tg3.rai.it (già navigabile su iPad) e l’applicazione iPhone/iPod touch lanciata a fine settembre. E’ un ulteriore passo che fa il Tg3 nel raccontare sempre più da vicino il paese reale proponendo l’informazione del servizio pubblico ai cittadini con tutti i mezzi che la tecnologia offre.

    -Guarda il servizio del Tg3 ‘Seguiteci dalla tavoletta’>>

  • Dal telegrafo alla Tv digitale, dai trasmettitori di Guglielmo Marconi al primo televisore, racchiuso in uno schermo di pochi centimetri. Pezzi di storia delle comunicazioni che fanno parte del Museo della Radio e della Televisione Rai di via Verdi 16, a Torino, dedicato all’ingegner Enrico Marchesi, pioniere della radiofonia italiana e primo presidente dell’Eiar. Un museo che – da oggi – è possibile “visitare” con un semplice click, al sito www.museoradiotv.rai.it, realizzato da Rainet con la collaborazione dei Servizi Tecnici del Centro di Produzione Tv Rai di Torino e della Bibliomediateca. Diviso in sezioni, il sito racconta la nascita e l’evoluzione del museo torinese dal 1939 a oggi, e guida il visitatore – anche attraverso filmati e foto – all’interno della collezione che comprende circa 1200 cimeli, materiali e apparati tecnico-professionali e di uso domestico. Tra gli oggetti esposti online, anche alcune “chicche” come il fonografo a cilindro di Edison, il microfono ad acqua, il registratore a nastro di acciaio tipo Lorenz del 1935, il primo microfono della radiofonia italiana, le radio anni ’30, le telecamere delle prime trasmissioni tv, fino all’apparecchio utilizzato per riprodurre l’inconfondibile “cinguettio” che per anni ha accompagnato le trasmissioni radiofoniche. Nella sezione “come funziona”, inoltre, alcuni video svelano i segreti di apparecchiature come il registratore magnetico o la prima telecamera a colori, datata 1953 e realizzata negli Stati Uniti.  All’interno del sito è presente anche un link con la Bibliomediateca Rai di Torino, che offre un servizio di consultazione dell’archivio contenuto nel Catalogo Multimediale di Rai Teche, con oltre un milione e mezzo di ore di programmi radio e tv, oltre a 40 mila foto, 10 mila spot e migliaia di manifesti pubblicitari, tutti digitalizzati. Sempre aperto su web, il Museo della Radio e della Televisione di Torino è visitabile su prenotazione nei giorni feriali dalle 9 alle 19, a ingresso gratuito. Possibili anche le visite guidate per scuole superiori, università e gruppi.

    Guarda sul web il Museo della Radio e della Televisione:

    Il sito internet del Museo della Radio e della Televisione>>
    Video, un percorso attraverso le vetrine del Museo della Radio e della Tv>>
    Video, Teche e bibliomediateca >>
    Video, il Centro di Produzione Rai di Torino >>
    Video, la televisione di Baird >>
    Video, l’uccellino della radio >>
    Viodeo, il registratore di Lorenz >>

    Museo della Radio e della Televisione di Torino

    Contatti: 011-8104486, e-mail: museoradiotv@rai.it