Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 13/5/2014 ore 0:00

    #GhiaccioBollente, la notte rock di Rai 5

    Commenti 0

    #GhiaccioBollente è il nome della notte di Rai 5 dedicata esclusivamente alla musica rock, jazz e world.  Una “start-up” con l’obiettivo di portare, da mezzanotte alle 5 del mattino, il meglio dei concerti e documentari musicale insieme a servizi prodotti dalla redazione di Ghiaccio Bollente sulla scena internazionale e i suoi protagonisti sia classic che contemporanei.

    Si tratta di un’idea editoriale massiccia, unica, continua. 1500 ore di trasmissione l’anno, tutte le notti. Il tutto viene presentato da Carlo Massarini, che gli spettatori di Rai 5 hanno imparato ad amare e seguire durante le scrose stagioni di Cool Tour.

    In particolare la puntata del martedì, a mezzanotte, inizia con uno speciale “Ghiaccio Bollente magazine” che raccoglie i quattro servizi prodotti e realizzati dalla redazione di Ghiaccio Bollente: interviste e live di artisti appena passati dall’Italia, news sulla scena musicale internazionale, esclusivi showcase dalla MusicRoom di Ghiaccio Bollente e ritratti monografici dei grandi protagonisti del rock curati da Carlo Massarini. Ciascun servizio sarà poi replicato nei giorni successivi all’interno del magazine all’inizio del flusso notturno.

    Nella puntata di martedì il magazine di Ghiaccio Bollente si apre ai commenti attraverso twitter sull’account di @raicinque e l’hashtag #ghiacciobollente e si arricchisce di contenuti fruibili durante il programma, accedendo alla Social TV Rai su web o usando l’App Rai.TV su smartphone e tablet.

    Vai alla social Tv di #ghiacciobollente

    Tags: ,
  • Sei ragazzi inglesi, fanatici della moda, si sottopongono ad un originale esperimento: vengono mandati a scoprire  la verità sulla provenienza e sui costi reali della produzione dei capi di abbigliamento a buon mercato, di cui sono appassionati consumatori. Per questo si trasferiscono in India e provano sulla loro pelle la fatica dei laboratori clandestini e trascorrono 15 ore al giorno con i locali, per produrre a tempo di record migliaia di articoli di abbigliamento destinati alle catene delle principali città del mondo occidentale. Un reality che mette a dura prova le comode certezze dei giovani consumatori e svela i meccanismi feroci di “sangue e sudore” che sono alla base di molti prodotti provenienti dai paesi che producono a buon mercato.

    LA MODA A BUON MERCATO
    Sei ragazzi inglesi, fanatici della moda, si sottopongono ad un originale esperimento: vengono mandati a scoprire la verità sulla provenienza e sui costi reali della produzione dei capi di abbigliamento a buon mercato, di cui sono appassionati consumatori. Per questo si trasferiscono in India e provano sulla loro pelle la fatica dei laboratori clandestini e trascorrono 15 ore al giorno con i locali, per produrre a tempo di record migliaia di articoli di abbigliamento destinati alle catene delle principali città del mondo occidentale. Un reality che mette a dura prova le comode certezze dei giovani consumatori e svela i meccanismi feroci di “sangue e sudore” che sono alla base di molti prodotti provenienti dai paesi che producono a buon mercato.

    Vita in fabbrica
    I sei fanatici della moda cominciano la loro avventura in una fabbrica che produce vestiti per uno dei più grandi marchi di pret-a-porter. Qui disciplina e regole sono severe: alzarsi senza permesso, o parlare mentre si lavora, è severamente vietato. Gli obiettivi di produzione devono essere raggiunti ad ogni costo. E tutto per meno di 5 euro al giorno.

    Alta sartoria
    I ragazzi si ritrovano a Delhi, vivendo e lavorando fianco a fianco con i sarti di una bottega degli slum. Qui i lavoratori trascorrono fino a 15 ore al giorno alle loro macchine da cucire, guadagnando non più di 20 centesimi a capo e poi riposano sul pavimento, circondati dalle macchine, accanto ai loro nuovi compagni di lavoro.

    100% cotone
    I nostri protagonisti si uniscono alle migliaia di disperati lavoratori migranti che si dirigono nelle campagne indiane per lavorare all’annuale raccolta del cotone. Dopo il viaggio in treno in III classe di sei ore, che  li prova fisicamente, inizia il lavoro vero e proprio: per la fatica nei campi sotto il sole cocente uno di loro finirà in ospedale.

    Sicurezza sul lavoro
    Nell’ultimo episodio, le sei  “fashion victims” sono  in una delle fabbriche di Dharivi, il più grande slum di Mumbai e dell’Asia e vivono la parte più sconvolgente della loro avventura. Tra fogne a cielo aperto e labirinti di percorsi fra fabbrichette di abbigliamento, affrontano la sfida più difficile: dopo aver ascoltato le scioccanti storie dei bambini, sfruttati dal lavoro minorile, cercano di proporre modi alternativi per la produzione di abiti.

    L’appuntamento è per lunedì alle 21:15 su Rai5

    >> Vai al sito del programma

  • 6/2/2013 ore 0:00

    L’Oceano Indiano con Simon Reeve

    Commenti 0

    Dopo il viaggio lungo la linea del Tropico del Capricorno, il giovane esploratore Simon Reeve parte per una nuova Odissea, questa volta alla scoperta della regione dell’Oceano Indiano, raccontata nella nuova trasmissione “Indian Ocean”. In onda su Rai5 tutti i venerdì in prima serata a partire dal 7 febbraio.

    Guarda in web streaming ogni venerdì alle 21.15>>

    Una nuova serie di sei documentari targata BBC nel quale si mescolano tragedia, ironia, avventura e scenari di grande bellezza. Simon porta i telespettatori alla scoperta di sedici paesi. Partendo dal Sud Africa, toccherà la costa dell’Oceano Indiano, passando per quella orientale dell’Africa e dell”India per arrivare alla sponda occidentale dell’Indonesia e infine nel Sud-Ovest dell’Australia. Un ritratto unico e appassionato di alcune tra le più incantevoli, sconosciute e problematiche zone del pianeta, raccontate con l’entusiasmo, l’ironia e la capacità di narrazione di un grande viaggiatore-giornalista.

    Guarda il promo>>

    Vai alla scheda programma>>


    Dal Sud Africa a Zanzibar
    – 1a puntata
    Il viaggio di Simon Reeve alla scoperta dell’Oceano Indiano inizia dal Sud Africa. Ad aspettarlo ci saranno un gruppo di squali con cui nuotare e degli spietati bracconieri di pinguini contro cui lottare. Dopo una sosta in Mozambico, visiterà il favoloso arcipelago di Zanzibar.

    Dal Madagascar alle Seichelles – 2a puntata
    Simon visita le isole tropicali del Madagascar, Mauritius e delle Seychelles. Viaggiando tra le paradisiache barriere coralline ed i selvaggi scenari della giungla locale, Simon si imbatterà in alcuni pericoli che minacciano l’ecosistema di quell’area dell’Oceano Indiano.

    Dal Kenia al Corno d’Africa – 3a puntata
    Nella terza tappa del viaggio nell’Oceano Indiano, Simon attraverserà il Kenia fino ad arrivare al Corno d’Africa. Sarà un viaggio molto pericoloso che lo porterà a Mogadiscio, capitale somala devastata dalla guerra.

    Oman, l’Iran e l’India – 4a puntata
    Il viaggio di Simon riprende dallo Stretto di Hormuz, tra il Golfo di Oman e quello Persico, per spingersi fino alle Maldive. Un arcipelago di isole dalle stupefacenti barriere coralline che nasconde però anche un ecosistema marino tra i più fragili e minacciati del pianeta.

    Sri Lanka e Bangladesh – 5a puntata
    Arrivato in Sri Lanka, Simon visita un progetto di sostegno per la cura degli elefanti locali. Viaggiando verso il Bangladesh a bordo di un peschereccio di gamberi, scopre che è proprio il commercio di questi crostacei uno dei business più in crescita nell’Oceano Indiano.

    Dal Mar Cinese Meridionale all’Australia – 6a puntata
    Ultima tappa del viaggio di Simon nell’Oceano Indiano è il Mar Cinese Meridionale, un’area economica sempre più importante per il commercio mondiale. Da qui si dirige in Australia per incontrare un autentico cacciatore di coccodrilli e pescare in compagnia di alcuni aborigeni.

    Tropic of Cancer. Guarda la fotogallery del viaggio>>

  • 17/1/2013 ore 14:33

    Stilisti da salvare su Rai5 il giovedì sera

    Commenti 2

    Su Rai5 ogni giovedì alle 21:15 tutti i consigli per salvare stilisti in difficoltà con la propria creatività e il mercato della moda. “SOS stilisti da salvare” per 15 puntate di un’ora ci racconterà gli aspetti più complessi del riuscire in un ambiente altamente competitivo.

    Protagonisti dello show sono il mondo della moda e Joe Zee, brillante e spietato direttore creativo della rivista “Elle”, che va alla ricerca di stilisti sull’orlo del fallimento e, con il suo occhio esperto e raffinato, li aiuta a uscire dalla crisi. Il suo obiettivo è tirare fuori il vero potenziale dei designer che incontra, ma anche quello di metterli in contatto con i buyer di grandi catene di distribuzione, o con i responsabili delle più prestigiose testate di settore.

    Joe Zee – “Un profondo conoscitore del mercato e delle trasformazioni dello stile, un ambasciatore della moda alla mano e loquace che è riuscito ad imporsi sulla miriade di commentatori usando twitter, v-logs e soprattutto televisione “New York Times”

    Il risultato è un tuffo nell’affascinante mondo della moda, ma anche un incontro con storie personali uniche e vere, fatte spesso di difficoltà, debiti e disavventure, che si gioveranno dell’incontro con una personalità travolgente come quella di Joe Zee. Nella prima puntata gli stilisti Andrei e Liquica, della linea Radenroro, sono in forte crisi: hanno investito molto denaro nell’attività che però stenta a decollare. La coppia decide di darsi un’ultima stagione per decidere se continuare o chiudere. E’ qui che interviene Joe Zee, che sa perfettamente di cosa il loro marchio ha bisogno.

    >> Tutti i dettagli del programma

    >> Segui la diretta di Rai5 ogni giovedì alle 21:15

    Tags: , ,
  • 19/12/2012 ore 0:00

    Su Rai5 il meglio del fumetto italiano

    Commenti 0

    È fissato per giovedì 20 dicembre il primo appuntamento con “Fumettology – I Miti del Fumetto Italiano”, il programma di Rai5 interamente dedicato al mondo dei fumetti. Tex, Diabolik, Valentina, Zagor, Lupo Albero, Nathan Never, Martin Mystere, Max Fridman, Dylan Dog e John Doe: questi, nell’ordine, i protagonisti delle dieci puntate in programma ogni giovedì in seconda serata sul canale 23 del digitale terrestre.

    Guarda sul web il giovedì alle 22.45>>

    Scritto da Alessio Guerrini e Clarissa Montilla, per la regia di Dario Marani, “Fumettology” è il primo programma televisivo interamente dedicato al fumetto realizzato con la piena collaborazione degli autori e delle Case Editrici stesse.
    Dalla Sergio Bonelli Editore, che ha fatto sognare generazioni di adulti e ragazzi con Tex, Dylan Dog e Martyn Mistère, solo per citarne alcuni; alla Astorina, che racconta mensilmente le vicende del “Re del Terrore”, più noto come Diabolik; alla MCK del lupo più famoso d’Italia, Lupo Alberto; sino all’Aurea, che ha il merito di aver portato avanti un vero e proprio antieroe: John Doe; dalla cortese partecipazione degli eredi di Guido Crepax, che hanno offerto il racconto di una componente della loro famiglia, Valentina; a Vittorio Giardino che, con il suo Max Fridman, si è messo e ha messo i suoi lettori sulle tracce della storia. 

    “Fumettology” è un programma che ha la pretesa di soddisfare i più attenti e consapevoli lettori di fumetti e, contemporaneamente, di avvicinare nuovi lettori al mondo del fumetto. Questo grazie al fatto che lascia raccontare il fumetto stesso proprio a chi lo fa in prima persona.

    Guarda il promo>>

    Ciascuna puntata sarà suddivisa in 7 capitoli.
    Si partirà con “Identikit”, ovvero la presentazione del protagonista della testata trattata, per poi passare alla “Genesi”, che offrirà il racconto della nascita del personaggio e della testata, e a “Compari & Comprimari”, nel quale saranno presentati i compagni di viaggio dell’eroe. Quarto capitolo è “Nero su Bianco”, dedicato soprattutto ai disegnatori che racconteranno il proprio lavoro e metodo, ma anche la loro esperienza durante la collaborazione della testata. Ne “L’Avventura” gli addetti ai lavori racconteranno il loro punto di vista su alcune delle storie che sono le pietre miliari della carriera fumettistica degli eroi oggetto della puntata.
    In “Fuori dalla Carta” si racconta il momento in cui i vari protagonisti si svincolano dalle pagine di carta dei fumetti per entrare nell’attualità o addirittura nella storia: si darà conto della campagne sociali a cui hanno preso parte, delle interrogazioni parlamentari che li hanno visti protagonisti, passando per le occasioni in cui essi hanno fatto tendenza. Nell’ultimo capitolo, “Il Cultore” sarà protagonista proprio un culture della testata trattata nella puntata per raccontare la propria esperienza di amante del mondo del fumetto.

    I miti del fumetto italiano. Puntata per Puntata>>

    “Fumettology” nasce dunque dalla crescente necessità e dal desiderio di portare in tv uno degli esempi più solidi della creatività e della capacità narrativa italiana, nota in tutto il mondo, proprio in uno degli anni (stagioni) più significativi per il fumetto.
    Tra 2012 e 2013 sono tante, infatti, si inseguono le ricorrenze:
    il cinquantenario di Diabolik, il trentennale di Martin Mystere, i 26 anni di Dylan Dog, i 65 anni di Tex (2013), i cinquanta anni di Zagor (festeggiati nel 2011), i quasi quaranta anni di Lupo Alberto (2014), l’uscita della quarta ed ultima stagione di John Doe, a dieci anni dalla sua comparsa (2013), il decennale della scomparsa di Guido Crepax, e, purtroppo, il primo anniversario della morte di Sergio Bonelli (deceduto a settembre del 2011) che, padre di tanti fumetti italiani, a dicembre del 2012 avrebbe compiuto 80 anni.

    Vai alla scheda del programma >>