Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 28/4/2015 ore 11:33

    Primo Maggio 2015: il Concertone sulla Rai

    Commenti 0

    1mblogTorna consueto l’appuntamento con il “Concertone” del Primo Maggio che andrà in scena dalle ore 15:00 in Piazza San Giovanni in Laterano a Roma e che sarà trasmesso in diretta da Rai3 dall’apertura fino a mezzanotte e sulle onde di Radio Rai 2. Quella del 2015, condotta da Camila Raznovich, sarà un’edizione importante che festeggerà il venticinquesimo anniversario della manifestazione canora. Il menu, come sempre, si presenta molto ricco: dal rock al folk, dal pop al rap, dall’indie al reggae, dal metal all’elettronica, numerosi saranno gli artisti che si esibiranno sul palco: Almamegretta, Enzo Avitabile, Alessio Bertallot, Alphna Blondy, Bluvertigo, Goran Bregovic, Alex Britti, Mimmo Cavallaro, Teresa De Sio, Emis Killa, Ghemon, Irene Grandi, Kutso, Lacuna Coil, Levante, Lo Stato Sociale, Ylania Lucisano, Med Free Orkestra, Nesli, Noemi, Pfm, Enrico Ruggeri, Daniele Ronda & Folklub, Santa Margaret, James Senese & Napoli Centrale, Tinturia, Tarantolati Di Tricarico, Paola Turci, Mario Venuti & Mario Incudine. 

    Ma non finisce qui, il “Concertone”, come sempre, resta vicino alle giovani band italiane dando l’opportunità ai tre finalisti dell’1MNEXT Contest di esibirsi sul palco di Piazza San Giovanni e proprio sul palco sarà proclamato il vincitore assoluto della manifestazione. Le tre band selezionate sono: Bamboo, La Rua e Niggaradio.

     

    – Vai al sito>>

    – Guarda il promo>>

    – I video delle scorse edizioni>>

  • 5/10/2014 ore 9:00

    La scelta di Catia. Una storia vera

    Commenti 0

    la-scelta-di-catia_BLOGLunedì 6 ottobre alle 21:05 su Rai3 andrà in onda la docufiction “La scelta di Catia – 80  miglia a sud di Lampedusa”, il primo racconto in presa diretta dell’operazione Mare Nostrum, la missione della Marina Militare Italiana partita nell’ottobre dello scorso anno per fronteggiare lo stato di emergenza umanitaria in corso nello Stretto di Sicilia, dovuto all’eccezionale afflusso di migranti. La storia è raccontata dal punto di vista della donna che ne è stata una protagonista, Catia Pellegrino, la prima donna comandante della Marina italiana che si trovò a capo di una delle navi che effettuarono i salvataggi.

     

    Una donna comandante, una nave della Marina Militare Italiana, le acque del Mediterraneo. E quei barconi alla deriva, carichi di vite da salvare. Sono questi gli elementi che compongono “La scelta di Catia – 80  miglia a sud di Lampedusa”, un viaggio emozionante a bordo del pattugliatore Libra, senza mai toccare terra, in cui l’adrenalina e la concitazione dei soccorsi vivono sul labile confine tra la vita e la morte. Una storia vera  raccontata attraverso una docu-fiction e una serie web realizzate da H24 per Rai Fiction e il Corriere della Sera, in collaborazione con la Marina Militare Italiana.

     

    –  Guarda il promo >>

     

    Protagonista della storia è Catia Pellegrino. Il giorno in cui deve prendere il comando della sua nave, arriva sul ponte di volo in elicottero, dal mare aperto. Quando i marinai la vedono scendere in jeans, maglietta bianca e capelli al vento, capiscono subito che stanno partecipando ad un momento storico. Perché Catia Pellegrino, una ragazza di 37 anni, originaria di un piccolo paese in provincia di Lecce, occhi grigi, lentiggini e piglio deciso, è la prima donna al comando in una nave militare: il pattugliatore Libra.

     

    la-scelta-di-catia_2BLOGLa Docufiction: un film in presa diretta

    In mare aperto un elicottero si alza dal ponte di volo di una nave militare. Dentro la cabina, una donna nella sua divisa bianca da comandante accenna un gesto di saluto al suo equipaggio prima di chiudere il portellone e volare via sull’elicottero. È l’addio alla sua nave che lei guarda dall’alto, emozionata, nell’ultimo giorno di comando. Vede quel mondo da fuori e comincia ad essere assalita dai ricordi del suo mandato alla guida di quel pattugliatore.

    Il racconto procede per flashback, accompagna Catia nei continui salvataggi, in quegli istanti decisivi in cui occorre fare la scelta giusta quando il mare è molto mosso e gli interventi si fanno pericolosi. È fondamentale arrivare in tempo, direzionare il pattugliatore Libra a tutta velocità verso quei barconi che rischiano di affondare, carichi di migranti, di donne e bambini. Tutto il suo equipaggio deve lavorare senza sosta perché queste vite siano portate in salvo.

    la-scelta-di-catia_3BLOGIl Libra non è una nave qualsiasi. E’ quella che l’11 ottobre dello scorso anno ha salvato 214 migranti durante un terribile naufragio. Una data storica da cui è nata l’operazione Mare Nostrum.

    E quella di Catia è una missione importante, epocale, che lei alimenta con il fantasma di quell’11 ottobre: impedire ad ogni costo che quella tragedia si ripeta, che riaccada qualcosa di simile a quel giorno, quando ha dovuto guidare la nave tra i morti galleggianti per raccogliere i vivi.

    Catia ha fondato su questa esperienza la sua missione e il suo modo di guidare e infondere motivazione nel suo equipaggio. I marinai quando indossano le tute sanitarie bianche e si apprestano a soccorrere i migranti sembrano trasformarsi in “angeli” involontari, loro che si erano formati per fare la guerra e che adesso si trovano a salvare vite nella desolazione di un Mediterraneo che a volte fa paura.

    Vai alla scheda del programma >>

    Segui la diretta streaming >>

     

    Rai Fiction e Corriere della Sera presentano “La scelta di Catia. 80 miglia a sud di Lampedusa”

    Docufiction e Serie Web
    Regia di Roberto Burchielli
    Da un’idea di Mauro Parissone
    Girato in presa diretta da Matteo Delbò e Manuele Mandolesi
    Scritto con Diana Ligorio
    Produttore esecutivo Laura Guglielmetti
    Produttore RAI Fabrizio Zappi
    Montato da Alessandro Paseri
    Sonorizzato e mixato da Donata Benelli
    Prodotto da H24 in collaborazione con Marina Militare Italiana

    Docufiction in prima visione su Rai3, lunedì 6 ottobre alle 21.05, Serie web su Corriere.it da lunedì 29 settembre

  • 4/10/2014 ore 12:00

    Torna “Ulisse. Il piacere della scoperta”

    Commenti 0

    ulisse_blogTorna l’appuntamento con “Ulisse – Il piacere della scoperta”, il programma condotto da Albero Angela, in onda su Rai3 il sabato alle 21:30.

    Otto appuntamenti in prima serata durante i quali Alberto Angela ci condurrà in un viaggio di esplorazione nel nostro pianeta, nel corpo umano, nella storia, nella cultura per rispondere alle tante domande che l’esperienza e la curiosità ci pongono ogni giorno.

     

     

    – Guarda il promo >>

     

    ulisse_blog3

    La prima puntata è una sorta di giallo che si svolge tra le meraviglie del nostro paese e ha per titolo La grande ricchezza. La serata infatti è dedicata agli innumerevoli tesori d’arte, alla bellezza che costituisce il patrimonio vero dell’Italia, la sua ricchezza. Vedremo i rischi che corre questo patrimonio – furti, contraffazioni – e gli uomini che cercano di proteggerlo. Argomento di grande attualità, come tutti hanno potuto constatare seguendo le cronache delle scorse settimane. Ci muoveremo in sostanza tra tesori, investigatori, ladri e falsari.

     

    Tutta l’Italia è un grande museo all’aperto. Nessun paese regge il confronto con noi per la qualità del nostro patrimonio artistico. Un tesoro che non è limitato a un solo periodo storico, ma dalla preistoria ad oggi testimonia il gusto artistico e la cultura delle varie epoche. Non tutto si riesce ad esporre per mancanza di spazio: visiteremo così i grandi depositi dei Musei Capitolini di Roma che sono chiusi al pubblico. C’è ancora molto da scoprire e lo vedremo con una spettacolare escursione in elicottero sulle necropoli etrusche. Ma soprattutto c’è molto da custodire e proteggere perché non venga depredato. Racconteremo le razzie compiute dall’esercito napoleonico, dalle truppe naziste e il paziente lavoro per riportare in patria quanto era stato trafugato.

    – Vai all’articolo sulla prima puntata >>

     

    Anticipazioni sulle prossime puntate

    Dopo l’incursione nel mondo dell’arte della prima puntata,  il viaggio attraverso il piacere della scoperta ci condurrà negli ambienti più estremi che possiamo trovare sulla Terra, per scoprire come si riesce a vivere nei luoghi più freddi e più caldi del nostro pianeta.

    Un altro viaggio lo faremo lungo le rotaie: racconteremo l’avventurosa storia del treno, dalla sua invenzione alle tante vicende di cui è stato protagonista.

    Volgeremo poi lo sguardo a un momento d’oro del nostro passato: attraverso gli splendori e i segreti delle corti di Mantova e di Ferrara rivivremo lo stato di grazia che l’Italia ha conosciuto durante il Rinascimento.

    La curiosità per le scoperte scientifiche che da sempre caratterizza Alberto Angela e Ulisse ci porterà a indagare sul nostro Dna. Ne sentiamo parlare spesso a proposito di indagini poliziesche, ma che cos’è che ci rende diversi l’uno dall’altro? Studiare il Dna ci permetterà di prevenire e sconfiggere le malattie?

    E infine un ritorno atteso da molti spettatori: Pompei. Soltanto una minima parte della città sepolta è tornata alla luce. Quali le nuove scoperte? Quali gli ambienti che nessuno finora ha mai visto?

    Sono varie le tecniche usate da Ulisse per esplorare il mondo della conoscenza: spesso si tratta di riprese ad hoc nei uoghi di cui si parla, a volte di documentari, ma anche di fiction realizzate appositamente e di ricostruzioni virtuali.

    Sono tanti e differenti tra loro i temi affrontati in questa stagione, tutti uniti però dalla voglia di sapere, e raccontati da Alberto Angela con tecniche varie perché Ulisse costituisca un appuntamento non soltanto istruttivo, ma anche affascinante.

     

    – Segui la diretta streaming >>

  • 2/10/2014 ore 17:08

    Rai3: Serata per Lampedusa

    Commenti 0

    lampedusa_blog_fiori2E’ passato un anno da quel tragico naufragio al largo di Lampedusa che costò la vita a 366 migranti accertati cui si sono aggiunti decine di dispersi. A un anno di distanza da quell’evento che scosse le coscienze di tutti, Rai3 dedica alla strage di Lampedusa l’intera serata di venerdì 3 ottobre.

     

    Per ricordare e riflettere. Sarà Agorà ad aprire la prima serata, alle 21:05, con uno speciale che non solo ricostruirà quelle ore e la terribile contabilità di quelle morti ma tenterà di comprendere come la condizione di tanti esseri umani che lasciano i loro paesi di origine ha le sue radici nei conflitti, nelle povertà, nelle catastrofi climatiche. Tra gli ospiti di Gerardo Greco ci saranno lo scrittore Erri De Luca e l’inviato de “L’Espresso” Fabrizio Gatti che a quei viaggi spesso senza speranza fino alle coste del Mediterraneo ha dedicato durissimi reportage. Durante la trasmissione sono previsti collegamenti con Lampedusa condotti dall’inviata Irene Benassi che, nella zona del porto, accanto ai relitti dei barconi, darà voce a ospiti e testimoni presenti sull’isola in occasione dell’anniversario della tragedia.

     

    come_il_peso_dellacqua_locA seguire, alle 22:20, il film documento Come il peso dell’acqua, un programma di Giuseppe Battiston, Stefano Liberti Marco Paolini e Andrea Segre, con Gladys Yeboah Adomako, Nasreen Tah, Semhar Hagos e due narratori d’eccezione, Giuseppe Battiston e Marco Paolini.

     

    come_il_peso_dellacqua_2B

    Giuseppe Battison in “Come il peso dell’acqua”

    La soggettiva di un sommozzatore scivola nel blu profondo del mare, si avvicina alla sagoma di un peschereccio di legno adagiato sul fondo. Si avvicina piano, lento come i movimenti nell’acqua, lento come quando hai paura. Continua lento il respiro subacqueo, l’ossigeno scorre attraverso i tubi, le bolle di anidride carbonica galleggiano nelle profondità e la sola ombra di uno di quei corpi fa chiudere gli occhi.
    Giuseppe Battiston è dentro a una grande stanza vuota. Inizia a pensare. Sentiamo la sua voce. Si chiede perché lui ora non ha il coraggio di guardare anche se per tanti anni aveva saputo? Perché quei corpi gli fanno paura? Si muove nella grande stanza vuota e il panico lentamente si trasforma in necessità. Ha bisogno di capire. Da qui inizia il suo viaggio di conoscenza, incontro, dubbio.

    La voce di Giuseppe Battiston accompagna il racconto di tre donne, Gladys, Nasreen e Semhar, e del loro difficile viaggio dal paese d’origine alle coste italiane. Il racconto delle tre donne segue tre filoni di racconto: la memoria del viaggio, l’attraversata del mare, la loro vita oggi.

     – Guarda i primi 5 minuti del film in anteprima>>

     

    come_il_peso_dellacqua_1B

    Marco Paolini in “Come il peso dell’acqua”

    Gli interventi di Marco Paolini aiuteranno lo spettatore, e Battiston stesso, a capire le direzioni, i flussi e le barriere delle migrazioni verso l’Europa. Marco Paolini, con la sua arte tra studio e scoperta, fornisce altri strumenti di comprensione disegnando su quattro grandi mappe geografiche che Battiston poi appende alle pareti della sua stanza.

    Mentre le donne raccontano, la stanza di Giuseppe Battiston va riempiendosi di oggetti, parole e simboli che incontriamo nelle loro storie: alla fine è attorniato dagli oggetti, i segni, le parole, le mappe, i ricordi della sua nuova conoscenza.

     

     

    Andrea-Segre

    Andrea Segre, regista di “Come il peso dell’acqua”

    Come il peso dell’acqua, attraverso le storie di tre donne e lo sguardo di due grandi narratori civili, cerca di fornire uno strumento di conoscenza in più sul fenomeno delle nuove migrazioni in cui il nostro paese è fortemente e drammaticamente coinvolto.

    Per oltre dieci anni si sono concentrati tutti gli nostri sforzi economici, politici e militari a tentare di chiudere la frontiera mediterranea con lo scopo unico di “ridurre il numero di sbarchi”, fermare e contenere.


     

     

     

    – A un anno dalla tragedia di Lampedusa >>

    – Rai3 Serata evento su Lampedusa >>

    – Guardo lo Speciale su Marco Paolini di Rai.Tv >>

     – Segui la diretta streaming venerdì 3 ottobre dalle 21:05 su Rai3 >>

     

     

     

     

  • 26/9/2014 ore 21:05

    Torna “Che tempo che fa” da sabato su Rai3

    Commenti 0
    fazio_1

    foto di Anna Tinti

    Torna l’attesissimo appuntamento del weekend con “Che tempo che fa”, uno dei programmi più amati dal pubblico televisivo, giunto alla dodicesima edizione, in onda il sabato e la domenica alle 20:10 su Rai3.

    Riconfermata anche per  quest’anno la squadra al timone del programma composta da Fabio Fazio, formata da Massimo Gramellini, Luciana Littizzetto e Filippa Lagerback.

     

     

    Tante le novità della nuova stagione a cominciare dalla puntata del sabato che cambia il nome in “Che fuori tempo che fa”: quella che lo scorso anno era solo una rubrica di successo ora si allunga e diventa il format dell’intera puntata.  In questo spazio, dedicato all’informazione e all’intrattenimento e condotto da Fabio Fazio insieme a Massimo Gramellini, si alterneranno altre importanti firme del giornalismo italiano in collegamento dalle sedi della Rai all’estero: Antonio di Bella da Parigi, Marco Varvello da Londra e la collaborazione di Gianni Riotta da New York. Nelle vesti di inviato speciale anche Fabio Volo.

    gramelliniGuarda il promo di “Che fuori tempo che fa” >>
    Torna l’appuntamento con “Sguardi dal mondo”, collegamenti via Skype da tutto il mondo con testimonianze di fotoreporter presenti sui fronti di guerra e nelle zone calde dei conflitti. Altra novità del sabato, la partecipazione di cantanti e gruppi musicali con esibizioni dal vivo e in diretta da mostre e spazi museali in tutta Italia per far incontrare e dialogare le diverse forme d’arte.

    Altro appuntamento da non perdere, molto apprezzato lo scorso anno, è quello dell’anteprima con “La stanza delle meraviglie”, momento di incontro con ricercatori, studiosi, letterati, sportivi che verranno a raccontare la passione che li anima. 

     

    luciana_1La puntata della domenica invece resta strutturata come nelle edizioni precedenti, quindi lunghe interviste “one to one” di Fabio Fazio, con la presentazione di Filippa Lagerback, e chiusura di puntata con la striscia satirica di Luciana Littizzetto.

     

    Rivedi tutte le clip di Luciana Littizzetto >>

     

     

    Gli ospiti delle prime due puntate

    Sabato 27 settembre

    A inaugurare la nuova stagione del programma Fabio Fazio intervista in studio Luca Zingaretti e Marco D’Amore, protagonisti di Perez (nelle sale dal 2 ottobre), diretto da Edoardo De Angelis, presentato fuori concorso alla 71° mostra del Cinema di Venezia, racconto della storia di Demetrio Perez (Zingaretti), uomo di legge la cui vita cambia quando sua figlia si innamora di un camorrista (Marco D’Amore).

    Guarda il video della conferenza stampa di “Perez” a Venezia >>

    Guarda le interviste al cast di Perez >>

    In collegamento gli altri ospiti: il cestista Marco Belinelli, vincitore del titolo NBA 2013-2014 con i San Antonio Spurs; e il regista Gabriele Salvatores che presenta Italy in a Day – Un giorno da italiani , presentato fuori concorso alla Mosta del cinema di Venezia,  primo esperimento italiano di social film o cinema collettivo, un documentario per raccontare un giorno nella vita degli italiani secondo gli italiani, in onda su Rai3 subito dopo Che Fuori Tempo Che Fa.

    Guarda la conferenza stampa di “Italy in a Day” a Venezia 71 >>

    Le interviste al cast di “Italy in a Day” a Venezia 71 >>
    Ancora, Fabio Volo inaugurerà la sua collaborazione come inviato speciale collegandosi in diretta da Venezia.
    Infine i Perturbazione in collegamento dal Palazzo Reale di Milano dove è in corso la retrospettiva dedicata a Marc Chagall, apriranno la stagione dei live musicali nei luoghi d’arte del nostro Paese.

     

    Domenica 28 settembre

    Fabio Fazio intervista: il Premier Matteo Renzi, l’allenatore di calcio Dino Zoff, autore dell’autobiografia “Dura solo un attimo, la gloria”, l’attore americano Willem Dafoe, recentemente visto alla 71a Mostra del Cinema di Venezia con il film su Pier Paolo Pasolini diretto da Abel Ferrara. A chiudere la puntata torna l’atteso appuntamento con la lingua pungente di Luciana Littizzetto che commenterà  i fatti salienti della settimana.

    Guarda le interviste al cast di “Pasolini” a Venezia 71 >>

     

    filippaChe tempo che fa è un programma di Rai3 prodotto da Endemol Italia che va in onda dagli studi del Centro di Produzione Rai di Milano in via Mecenate con la regia di Duccio Forzano.

    Guarda la diretta streaming il sabato e la domenica dalle 20:10 >>

     Rivedi tutti i video della scorsa stagione >>

     Leggi il Blog di “Che tempo che fa” >>

     

     

    Segui “Che tempo che fa” su Facebook

    Segui “Che tempo che fa” su Twitter