Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • prixitalia336Dal 19 al 24 settembre a Torino spettacoli, eventi, incontri e un concorso per decretare i progetti e le opere più creative ed innovative di tv, radio e web: un ricco calendario di appuntamenti quello della  67 edizione del Prix Italia, il concorso internazionale per la radio, la televisione e il web.

    Ad aprire una kermesse che si annuncia da record per il numero delle opere in concorso, 348 contro le 230 dell’edizione 2014, di cui 89 per la radio, 98 per la tv, 54 per il web, 74 golden awards e 33 premi speciali, sarà una giornata, quella di sabato, dedicata a raccontare l’arte, le arti, le musiche ma anche a proporre nuove prospettive per i servizi pubblici radiotelevisivi europei.

    Per le anteprime, invece, si comincia sabato, in serata, con ‘Lehman Trilogy’, l’ultimo spettacolo firmato da Luca Ronconi presentato da Rai Cultura.

    Monica Maggioni, Presidente della Rai

    Monica Maggioni, Presidente della Rai

    L’attualità irromperà martedì 22 settembre in uno degli appuntamenti più significativi della 67esima edizione quando la presidente della Rai, Monica Maggioni introdurrà un confronto sul fenomeno migratorio a cui parteciperanno, tra gli altri, il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, il segretario generale della cei, monsignor Nunzio Galantino e la presidente della Camera, Laura Boldrini a cui saranno affidate le conclusioni.

    Segretario generale del Prix Italia

    Segretario generale del Prix Italia

    “Alla gente oggi non basta vedere la foto di un bimbo siriano morto sulla spiaggia mentre cercava una vita nuova, o di un ostaggio decapitato – ha aggiunto Morawski, presidente le Prix -. Vuol capire cosa significhi tutto questo e cosa si può fare per cercare soluzioni”. Novità dell’ultima ora, infine, l’assemblea annuale dell’Ebu, l’European Broadcasting Union: nell’ambito del Prix, il 23 settembre i vertici delle emittenti pubbliche europee – è stato annunciato oggi – si confrontano sul futuro della tv pubblica.
    >> Vai al sito del Prix Italia 67
    >> Leggi il programma della 67a edizione   

  • 18/9/2014 ore 14:26

    Prix Italia 66: appuntamenti sul web

    Commenti 0

    PRIX-ITALIA336La 66esima edizione del Prix Italia, intitolata ‘Il Laboratorio dell’Innovazione‘, porterà a Torino, dal 20 al 25 settembre, il meglio di quanto viene prodotto oggi in campo televisivo, radiofonico e online nel mondo. Ecco il tema di quest’anno raccontato dagli organizzatori: “Anima di tutte le sfide che i professionisti nel campo della comunicazione devono affrontare oggi è sempre qualche forma di innovazione: tecnologica, di linguaggi, stile, sostanza – nei processi editoriali o nei modi di relazionarsi e interagire con il pubblico.
    Si tratta di innovazioni da capire e da applicare. Alcune sono più dirompenti e sostanziali, altre più effimere e limitate. Alcune ramificano e si dispiegano silenziose, altre s’impongono a tambur battente. L’effetto complessivo è il mondo quale lo conosciamo oggi: digitalizzazione pervasiva, convergenza dei media, moltiplicazione dei messaggi, dei modi di riceverli e produrli, mutamenti nei consumi e nelle abitudini. Ne scaturisce la trasformazione in corso dei nostri mestieri.”

    Ampio e dettagliato il programma e per chi non potesse raggiungere Torino ecco alcuni degli streaming disponibili sul sito dell’evento:

    Domenica 21: Il Servizio Pubblico da Broadcaster a Media Company (partecipa Anna Maria Tarantola, Presidente RAI) dalle 10:00 alle 13:00

    Lunedì 22: Prix Italia Laboratory: Web Series dalle 09:00 alle 13:00 e alle 21:00; Concerto dell’Orchestra sinfonica nazionale della Rai (fruibile anche su Rai5 e Radio3)

    Martedì 23: Collegamento SKYPE New York con Lang Lang  dalle 08:15 alle 19:00

    Mercoledì 24: Premiazione: Premi Speciali EXPO’ Giovani e SIGNIS dalle 14:15 alle 15:15

    Giovedi 25: Premiazioni dei vincitori della 66esima edizione del Prix Italia dalle 15:30 alle 19:30

    >> Consulta il programma completo

     

    1410355908117_PrixItalia_testatina

    ll Prix Italia – il più antico premio radiotelevisivo internazionale (fondato dalla Rai nel 1948) e uno dei più prestigiosi – ha una struttura del tutto originale nel contesto dei festival internazionali. Comprende infatti come soci attivi un centinaio di organismi radiotelevisivi pubblici e privati, in rappresentanza di una cinquantina di Paesi dei cinque continenti.
    Essere soci è una condizione vincolante per inviare i programmi in concorso. Al Prix Italia, che si svolge dal 2009 a Torino ed è sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e sotto l’egida del Consiglio di Amministrazione della Rai, partecipano più di cento organismi radiotelevisivi, pubblici o privati, dei cinque continenti tutti legati dal filo comune della ricerca dell’eccellenza nella produzione mondiale Tv, Radio e Web. Il Premio è attivo tutto l’anno con percorsi creativi che periodicamente fanno incontrare i rappresentanti dei Paesi membri per mantenere costantemente aperta una finestra su ciò che ogni giorno c’è di nuovo nel mondo Radiotelevisivo e del Web.

     

     

     

     

     

     

     

  • 25/9/2013 ore 0:00

    Prix Italia 65^: Euronews compie vent’anni

    Commenti 0

    euronews_336Per il 65esimo Prix Italia a Torino oggi si tiene la conferenza “Vent’anni di Euronews: dall’Europa al mondo: 13 lingue per un’informazione indipendente”.
    Euronews, il primo canale di informazione europeo – trasmesso in tredici lingue, 24 ore su 24 – copre gli avvenimenti del mondo da una prospettiva europea. Lanciata 20 anni fa, il 1º gennaio 1993, a Lione, come prima Tv paneuropea d’informazione multilingue, è una delle voci più autorevoli nel campo dell’informazione, scelta dall’Unione Europea come supporto per la missione di Pubblico Servizio. Una storia che Michael Peters, Presidente di Euronews, ripercorre al Prix Italia in questo incontro.

    Trascrivere la realtà con obiettività e integrità. È la battaglia che Euronews conduce dalla sua creazione: fornire i fatti, null’altro che i fatti, con uno stile  facilmente identificabile, senza studio né conduttori; una prospettiva europea e, quindi, una diversa visione del mondo; un approccio multilingue valorizzato dalla costante introduzione di nuove lingue; e una linea editoriale che diffonde solo informazioni accurate e verificate.
    Appuntamento alle ore 12.00 al Museo della Radio e della Televisione di Torino.

    >> Segui la diretta web dalle 12:00

    Sempre oggi anteprima di RaiFiction con la storia di Gigi Meroni, “La farfalla granata”, in onda prossimamente ad ottobre su Rai1. Gigi Meroni è stato uno dei più grandi calciatori italiani. E questo, se non tutti, sono molti a saperlo. Stile, classe, talento erano le sue qualità. Ma l’ultima, la più importante, non riguardava solo il pallone. Gigi era un precursore dei tempi, un rivoluzionario. Soprannominato ‘Il quinto Beatles’ per i suoi stravaganti abbigliamenti – che lui stesso disegnava e faceva eseguire in sartoria – Gigi Meroni ha vissuto una vita ‘contro': contro le convenzioni, contro la stampa che lo attaccava perché era un gigi-meroni9capellone, contro ‘il grigio’ che rappresentava la morale borghese degli anni Sessanta. E con questa morale Gigi si è scontrato duramente per riuscire a coronare il suo sogno d’amore con Cristiane Udestadt, ragazza delle giostre, conosciuta in un bar, quando, agli inizi, Gigi giocava nel Genoa.

    Per chi volesse vedere in anteprima la nuova fiction, l’appuntamento è per oggi 25 settembre alle 18:00 presso il Cinema Massimo a Torino. In sala saranno presenti il direttore di Rai1, Giancarlo Leone, il regista Paolo Poeti e i protagonisti, Alessandro Roja e Alexandra Dinu.

  • 24/9/2013 ore 0:00

    Prix Italia 65^: l’archivio digitale

    Commenti 0

    museoradio336Oggi si inaugura l’Archivio digitale condiviso del Prix Italia. Dopo il lavoro di recupero dei programmi storici e di digitalizzazione dell’intero concorso, compiuto negli anni scorsi con Rai Teche a Torino, le emittenti che fanno parte del Prix Italia in tutto il mondo potranno consultare, senza scaricare, un patrimonio culturale straordinario. Questo progetto fortemente voluto e realizzato da Giovanna Milella sarà presentato al Museo della Radio nel corso del convegno internazionale intitolato “L’Albero delle idee”, cui è invitato il ministro per i Beni Artistici e culturali Massimo Bray.

    >>Segui la diretta dalle 15:30

    Intervengono:
    Giovanna Milella (Segretario Generale Prix Italia), Annika Nyberg Frankenhaeuser (Head of Media Dept, EBU), Mireille Maurice (Délégué Régional, INA Méditerranée), Barbara Scaramucci (Direttore Rai Teche), Jan Müller (Presidente FIAT-IFTA), Silvia Costa (Parlamentare Europeo), Rossana Rummo (Direttore Generale Archivi MIBAC).
    Modera Roberto Rossetto (Responsabile Documentazione e Tecnologia del Catalogo Multimediale, Rai Teche)

    In mattinata invece diretta dal Convegno internazionale “L’aura tecnologica: spiritualità in rete” in corso al Museo della Radio e della Televisione di Torino.  Quest’anno, per la prima volta nella storia del Prix Italia, ‘Signis – World Catholic Association for Communication’ è diventato event partner e ha organizzato il convegno-tavola rotonda. All’incontro intervengono Derrick de Kerckhove, docente dell’università Federico II di Napoli, Maria Pia Rossignaud, direttore di Media Duemila e Antonella Parigi, direttore di Torino Spiritualità.
    >>Segui la diretta dalle 11:00

  • 23/9/2013 ore 0:00

    Prix Italia 65^: Fiction nel mondo

    Commenti 0

    broen336Al Prix Italia oggi si svolge il Convegno internazionaleLe serie televisive in Europa e nel mondo“. Uno sguardo sulla scuola anglosassone/nordamericana e sul fenomeno emergente delle serie di produzione nord-europea vera fonte ispiratrice delle grandi case produttrici americane e non solo. Il segreto del loro successo è probabilmente l’importanza conferita alla scrittura: alla base delle vicende narrate ci sono romanzi di successo o sceneggiature originali di alto livello. Il thriller sembra essere il genere più congeniale, caratterizzato da storie contorte, personaggi complessi e problemi sociali. Il tutto immerso in un’atmosfera particolare che sembra aver conquistato l’intero pianeta.

    >> Segui la diretta dalle 09:30 su Raitv

    >> Il sito del Prix Italia

    Il programma:

    h. 09:30 Apertura dei lavori:
    Giovanna Milella (Segretario Generale Prix Italia)
    Peppino Ortoleva (Università di Torino, Coordinatore della Summer School sulla Televisione)
    Gaetano Stucchi (Consulente media e internet, già Direttore della Televisione EBU/UER)

    L’importanza crescente delle serie TV in europa e nel mondo
    Laure Bianchini (Mediamétrie)

    Antiche e nuove storie di successo
    un dialogo tra creatori e produttori di serie TV di culto, dagli Stati Uniti e dal Nord Europa:
    Veena Sud (“The Killing”, US version); Mikkel Bondesen (FUSE Entertainment, Los Angeles, USA); David Levine (VicePresident of Original Programming, HBO, Los Angeles); André Beraud (Radio Canada, Canada); Rumle Hammerich (già Head of Drama, DR, Danimarca); Christian Wikander (Head of Drama, SVT, Svezia)

    Notizie dal pianeta TV
    Lo sguardo europeo e internazionale sul mondo delle serie televisive
    Eleonora Andreatta (Direttore, Rai Fiction, Italia); Sophie Gigon (Directrice de la stratégie fiction, France Télévisions, Francia); Bernhard Gleim (Executive Producer, Fiction and Entertainment Direction, Film, Family and Series, ARD/NRD, Germania); Françoise Mayor (Unité Fiction, RTS, Svizzera); Lawrence Cochran (Head of TV Drama Development , BBC, Regno Unito);  Carlo Freccero (già Direttore Rai 2 e Rai 4, Italia); Antony Root (Executive Vice President, HBO Europe); Can Okan (President and CEO ITV, Inter Medya, Turchia); André Beraud (Radio Canada, Canada)

    h. 14.30: Seconda sessione

    Un caso esemplare: “The Bridge”
    le tre versioni di un successo: la serie originale, l’adattamento UK-Francia, la versione USA
    Lars Blomgren (Managing Director, Filmlance International, Executive Producer of “The Bridge”, Svezia); Hans Rosenfeldt (scriptwriter of “The Bridge”, Svezia); Ben Richards (scriptwriter of “The Tunnel”, UK); Elwood Reid (Scriptwriter “The Bridge” , USA)

    La prospettiva degli studiosi
    come e perché le serie TV sono così importanti:
    Antonio Santangelo e Giuseppe Tipaldo (Università di Torino)