Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 1/9/2013 ore 23:30

    PRESADIRETTA torna il 2 settembre su Rai3

    Commenti 0

    presa-diretta-rumorDal 2 settembre PRESADIRETTA torna in onda, questa volta di lunedì, in diretta dalle 21:05 su Rai3

    Per la nuova stagione televisiva infatti Rai3 ha deciso, il lunedì, di “vestirsi di inchiesta”.

    Comincia PRESADIRETTA e poi, a seguire, toccherà a REPORT, in quell’alternanza che c’e’ sempre stata negli ultimi anni e che si conferma anche per la stagione 2013/2014.

    Ecco, direttamente dalle parole di Riccardo Iacona, alcune anticipazioni sulle prime quattro puntate che si stanno preparando per settembre. PRESADIRETTA tornerà poi nuovamente in onda a gennaio, dopo REPORT, con altre tredici inchieste.

    Se dovessi racchiudere tutto in un titolo direi che è IL RACCONTO DI UNA CRISI SPAVENTOSA. Questo è quello che ci sta succedendo, perché non c’è altro modo per descrivere le migliaia di chiusure, fallimenti, aziende chiuse, l’aumentare esponenziale di tutti gli indici di cassa integrazione e  disoccupazione. Ecco quello che ci sta succedendo e che ci fa paura. Le conseguenze sono evidenti, prima fra tutte il crollo di parti importanti del sistema industriale del nostro Paese.presa-diretta-1
    Sono molti gli economisti italiani ed europei che sono convinti che se si va avanti così l’Italia e gli altri Paesi in sofferenza del Sud Europa, Grecia, Spagna, Portogallo e adesso anche la Francia, rischiano di avvitarsi in una spirale recessiva che ridurrà ancora di più la ricchezza di questi Paesi.
    Qual è la ricetta allora? Come uscirne? Continuando con l’austerity o allentando i vincoli che l’Europa ci impone? A chi dobbiamo credere? Noi di PRESADIRETTA abbiamo deciso di credere ai nostri occhi e alle nostre orecchie.
    In queste 4 puntate vi porteremo quindi in giro per tutta l’Italia per vedere da vicino e toccare con mano come si sta riducendo la ricchezza del nostro Paese, dal Sud al Nord e cosa comporta questo per la nostra vita e quella dei nostri figli.
    Quello che ho visto, le storie che ho raccontato mi hanno fortemente impressionato, non immaginavo che la crisi avesse colpito così in profondità un tessuto industriale che era il nostro fiore all’occhiello solo dieci anni fa e che persino i giapponesi venivano a studiare. Ho raccolto voci e testimonianze di imprenditori che nonostante tutto cercano di tenere aperta la saracinesca delle loro aziende, ma che chiedono disperatamente al governo di fare le politiche per lo sviluppo, di ridurre le tasse sul lavoro, di semplificare la burocrazia, in una parola, di salvare le imprese e il lavoro. E di farlo in fretta, subito. Ecco, il fattore tempo! Quello che non viene mai considerato a sufficienza: mentre a Roma si discute, infatti, “Sagunto viene espugnata”.

    Segui PRESADIRETTA su Twitter >>

    Segui PRESADIRETTA su Facebook >>

    Si comincia il 2 settembre con RICCHI E POVERI. La crisi infatti  è anche un moltiplicatore di ingiustizia; lo sapevate che  mentre aumentano i poveri, i ricchi diventano sempre più ricchi? Quanto più ricchi? E chi sono? E come  spendono quello che hanno, come vivono? Non tutti piangono dentro il mare della crisi, chi ha i soldi oggi fa buoni affari. E chi sono i nuovi poveri in Italia ?

    Lunedì 9 settembre andrà in onda invece SOLDI SPORCHI. La grande criminalità organizzata, oggi che le banche hanno chiuso i rubinetti, ha infinite possibilità di reinvestire i proventi della droga nell’economia boccheggiante delle regioni del Nord…

    – Rivedi tutte le puntate su Rai.tv >>

  • 1/1/2013 ore 0:00

    Riccardo Iacona dal 6 gennaio su Rai3

    Commenti 0

    Torna il 6 gennaio “Presa Diretta” in prima serata con una nuova serie di inchieste che fotografano l’Italia a poche settimane da una nuova competizione elettorale che si preannuncia carica di tensione e problematiche.

    La puntata di apertura è proprio dedicata alla politica a ela mondo dei partiti, in particolare agli scandali sui rimborsi elettorali, da Roma a Milano: “Ladri di partito”.

    Le puntate proseguono con “Ladri di calcio”, la prima grande inchiesta mai fatta dalla televisione italiana sul calcioscommesse, proprio mentre le tre Procure della Repubblica di Cremona, di Napoli e Bari stanno continuando le indagini. A parlare saranno in esclusiva i protagonisti della vicenda, giocatori, scommettitori e dirigenti delle società. Il quadro che ne esce fuori è di una larga e generalizzata corruzione, che arricchisce scommettitori, agenzie e serve anche alla grande criminalità internazionale per riciclare i soldi sporchi.

    Si apre poi il capitolo della spending review sui costi della difesa con una puntata dal titolo “Spese militari”, dove a partire dall’acquisto degli F35 si analizza quanto costa veramente la difesa nel nostro Paese.
    Si parla anche dell’Ilva con una puntata dal titolo “Puliamo l’Italia”, dove si affronta anche il tema delle bonifiche mai fatte in Italia, in particolare quella  di un intero quartiere della città di Brescia, sito inquinato individuato ormai dieci anni fa dal Ministero dell’Ambiente ma la cui bonifica non è mai iniziata. Nella puntata successiva si va a vedere quello che succede negli Stati Uniti, dove una forte legge federale impone a chi ha inquinato tutti i costi della rimessa in sicurezza dell’ambiente.
    E poi ancora “Comuni in rosso”, dove si racconta dal basso come si è formato l’incredibile debito fuori bilancio dei Comuni di Alessandria e Reggio Calabria.
    Con “La meglio sanità” al centro del racconto sono i tanti esempi positivi di gestione dell’offerta sanitaria pubblica. Come certifica l’OCSE, il nostro sistema sanitario pubblico è tra i migliori del mondo per costi e benefici e tagli indiscriminati potrebbero distruggere quel poco di buono che è ancora rimasto dell’offerta pubblica del Paese.
    Un’analisi degli effetti della “Riforma del lavoro” del governo Monti ci porta a confrontarci con i dati che confermano la sua inefficacia contro il precariato e la disoccupazione dei giovani.
    In “Grandi opere” c’è tutto l’affascinante tema della modernizzazione del Paese, strade, porti e ferrovie.
    “Grandi evasori” è un passo avanti sul racconto che abbiamo già fatto negli anni passati sul fenomeno dell’evasione in Italia, chi sono i grandi evasori?

    Ultimo, ma non ultimo, “La strage delle donne”, una puntata tutta dedicata ai femminicidi, donne uccise in quanto donne perché volevano riprendersi la loro vita, essere libere anche sul terreno dei sentimenti. Una strage tutta italiana, completamente rimossa dalla politica e dai settimanali di approfondimento giornalistico di prima serata.

    >> Vai al nuovo sito di Presa Diretta

  • Rai3. A Presadiretta si è parlato della caduta della dittatura di Ben Ali in Tunisia attraverso un reportage di Riccardo Iacona che, in prima persona, ha visitato i luoghi dei combattimenti dello scorso anno e ne ha analizzato le conseguenze.

    L’8 gennaio è stata una data importante per la Tunisia: a Tunisi e in tutte le principali città del paese la gente affrontava l’esercito e la polizia del regime. Centinaia saranno i feriti e 25 i morti. Ben Alì scapperà come un ladro verso l’Arabia Saudita.

    – Rivedi la puntata “Fratelli tunisini” (8 gennaio 2012) >>

     

    Alcuni cittadini tunisini, in fuga dal loro paese, risultano ora dispersi nel nostro. Stiamo cercando di aiutare le famiglie di questi ragazzi, originari di Jbel Ahmer, un sobborgo di Tunisi. Hanno tentato insieme, in tutto erano circa una trentina, la traversata verso l’Italia su una barca partita da SFAX , nel sud del Paese, la sera del 29 marzo 2011. Dal momento della partenza non hanno più dato loro notizie.

    Aiutateci a trovarli >>

     

    Guarda anche:

    – “Respinti” (puntata del 6 settembre 2009) >>

    – “Migranti” (puntata dell’1 febbraio 2009) >>

    – “Caccia agli zingari” (puntata del 22 febbraio 2009) >>

     

  • 3/10/2011 ore 18:01

    Presadiretta si occupa di “Terra e cibo”

    Commenti 3

    Rai3, 9 ottobre, 21.30. Coltivare la terra conviene ancora? A Presadiretta” Riccardo Iacona ci parla di che cosa è rimasto del paese rurale che eravamo un tempo, e di cosa arriva nei nostri piatti al giorno d’oggi. Le aziende agricole italiane stanno per sparire. Il cibo made in Italy è ancora da considerarsi tale?“Terra e cibo” è un racconto di Lisa Iotti e Raffaella Pusceddu, con la collaborazione di Marina del Vecchio.

    – Guarda anche “Sole Vento Alberi” (2010) >>

     

    Siamo i primi del mondo per consumo, produzione e esportazione di pasta e mai potremmo coltivare tutto il grano che consumiamo, eppure continua a  calare la produzione e a crescere l’importazione. Cosa arriva nei nostri piatti? Per capire gli inviati di  “Presadiretta” sono andati nei  campi accanto agli agricoltori durante la  mietitura e mentre era in corso la raccolta del pomodoro. Le telecamere hanno anche seguito la protesta dei pastori sardi, e sono entrate nelle stalle per capire le ragioni e i torti dell’annosa questione delle quote latte.

     

    – Entra nel sito di Presadiretta >>

    – Guarda la diretta on line del programma, domenica alle 21.30 >>

    – Tutti i video del programma di Riccardo Iacona >>

     

  • Rai3, 25 settembre, 21.30. L’inchiesta di questa settimana di “Presadiretta” si svolge in Campania, dove si sono persi 300mila posti di lavoro in pochi anni.

    La crisi dell’economia italiana è vista da Riccardo Iacona e la sua squadra dall’angolazione di Napoli, un’angolazione che mette in luce gli aspetti più drammatici della miseria di migliaia di famiglie.

    – Guarda il promo della puntata >>

    Nel napoletano persino la Camorra è in crisi, e non distribuisce più alla bassa manovalanza dell’organizzazione i proventi del traffico di droga. Migliaia di famiglie dei detenuti del crimine organizzato non ricevono più i sussidi che la Camorra garantiva alle famiglie dei propri affiliati finiti in carcere.

    – Guarda anche l’inchiesta “Ndranghetisti” >>

    In uno stridente contrasto, invece, Domenico Iannacone è andato in Germania – nelle regioni dell’ex Est – dove i piani di programmazione del governo tedesco hanno dato i loro frutti risollevando intere aree una volta depresse.

    Salvare Napoli significa salvare l’Italia. E se il Sud è in crisi, trascina nello stesso destino l’intero Paese.

    – Entra nel sito di Presadiretta >>

    – Guarda la diretta on line del programma, domenica alle 21.30 >>

    – Tutti i video del programma di Riccardo Iacona >>