Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 14/2/2014 ore 18:04

    RadioRai alla 64^ edizione del Festival

    Commenti 0

    Piero ChiambrettiAnche quest’anno Radio Rai sarà presente nella città dei fiori per raccontarvi la 64^ edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo. Dirette streaming audio e video, commenti, interviste, musica dal vivo e tante sorprese “on air” per tutti gli ascoltatori.


    Radio1

    La rete di Antonio Preziosi racconterà tutte le serate della kermesse dal blog radiounosanremo2014.blog.rai.it.
    Minuto per minuto gli eventi del Festival rivivranno attraverso il liveblogging del canale, i servizi e le interviste del Grr, video e fotogallery esclusive.

    Radio1 sempre più social
    A completare il racconto del Festival, ogni giorno dalle 16.00 alle 16.20 anche una videochat con i protagonisti della kermesse canora che interverranno ai microfoni di Radio1 per confidare le proprie emozioni e commentare insieme agli utenti del web l’evento sanremese. Inviate le vostre domande in diretta ai protagonisti del Festival e commentate. Per partecipare alla videochat: www.rai.tv
    Hashtag ufficiale delle videochat di Radio1 è #Radio1aSanremo

    Primo appuntamento martedì 18 alle 16.00.


    Radio2

    Forte anche l’impegno di Radio2 a Sanremo, come dichiara il direttore Flavio Mucciante: “Sessanta ore di diretta, musica live dal palco del pullman vetrina ad animare i pomeriggi nel piazzale antistante al teatro Ariston, cronaca diretta della gara con le curiosità del backstage e le interviste “a caldo” dei protagonisti, una squadra “d’assalto” di artisti e conduttori con Piero Chiambretti, Luca Barbarossa, Lucia Ocone, Andrea Perroni, Silvia Boschero, Carlo Pastore, Massimo Cervelli, Carolina Di Domenico, Pier Ferrantini, Filippo Solibello, Corrado Nuzzo e Maria Di Biase”.

    A tutto questo si aggiungerà anche uno speciale web, Andiamo a Sanremo, che attraverso dirette streaming in esclusiva e video, foto, podcast racconterà giorno per giorno i protagonisti della kermesse, con anticipazioni, interviste e backstage.
    Piero Chiambretti, dalle pagine dello speciale web, ogni sera a partire dalle 21.00 in diretta video esclusiva commenterà le cinque serate e darà la sua versione del Festival.

    La programmazione di Radio2
    Ad aprire ogni giorno il collegamento in diretta con Sanremo è Andiamo a Sanremo, programma delle 16.00 condotto da Carolina Di Domenico e Pier Ferrantini dei Velvet, e dalla sigla inconfondibile: “La sigla – anticipa Mucciante – è l’omonimo brano di Fabri Fibra con l’incipit di Lapo Elkann, che lancia il suo “in bocca al lupo” in segreteria telefonica, un tormentone già in onda da alcuni giorni negli spot del Festival trasmessi da Radio2“.
    Ascolta e scarica lo spot di Fabri Fibra >>

    Si prosegue alle 18.00, con Silvia Boschero, Carlo Pastore e l’inviato speciale Massimo Cervelli con le incursioni del duo comico Corrado Nuzzo e Maria Di Biase.

    Al fischio d’inizio del Festival la linea passa allo studio nel sottopalco del teatro Ariston, dove Piero Chiambretti commenterà le cinque serate, anche in diretta video streaming sul sito di Radio2 dedicato a Sanremo (tutte le sere, dalle 21.00 su www.andiamoasanremo.rai.it).
    Stile serrato, irriverente e a tratti surreale, interviste incalzanti ai protagonisti dell’attualità da non confondere, alla radio, con i personaggi interpretati dagli imitatori Gianfranco Butinar e Toni Caporale. E tutti i cantanti in gara a manifestare le loro emozioni, dai microfoni di Radio2, immediatamente dopo l’esibizione.

    Gli altri programmi: Decanter, con Fede e Tinto, dalle 13.00 alle 13.30 e anteprima alle 6.00 del mattino, fino alle 7.20 circa con Caterpillar a.m. e i suoi conduttori Filippo Solibello e Marco Ardemagni, presenti anche nel #DopoFestival, only web, insieme a Federica Gentile, sul sito ufficiale di Sanremo 2014 e su Rai.tv.

    Venerdì 21 febbraio, alle 13.40 Scandali a Sanremo, l’altro lato del festival, condotto da John Vignola.

    Luca Barbarossa, Andrea Perroni e Lucia Ocone, sabato 22 febbraio dalle 10.30 alle 12.30, ricreeranno le atmosfere del Social club sul palco del pullman vetrina di Radio2, in piazza Borea.
    Si replica la domenica, sempre dalle 10.30, per festeggiare il vincitore e ripercorrere i momenti più belli della gara, sempre nel segno della musica live.

    Dagli studi di Roma anche Antonello Dose e Marco Presta dedicheranno una rubrica del Ruggito del coniglio alla kermesse, alle 8.40, nello stile ironico e imprevedibile che li contraddistingue. Non mancheranno voci e personaggi nelle imitazioni e gag di Giancarlo Ratti e Max Paiella, che ha realizzato per l’occasione una sigla originale con Attilio Di Giovanni.

    Ci saranno, poi, le sorprese fuori programma di Fiorello – conclude Mucciante – che, anche nei giorni del Festival, ritroveremo nei consueti appuntamenti con gli ascoltatori di Radio2, alle 7.20 e poco prima delle 8”.

  • “Comunque vada sarà Sanremo. 5 giorni di tv alla radio”. E’ il titolo della trasmissione con la quale Piero Chiambretti torna all’Ariston per commentare ai microfoni di Radio2 le cinque serate del 61esimo Festival della canzone italiana, in programma il 15, 16 e 18 Febbraio dalle 21 alle 24.30 e il 17 e 19 febbraio, dalle 20.40 alle 24.30.

     

    Ironico, dissacrante, sempre controcorrente, Chiambretti seguirà tutte le fasi della gara da uno studio allestito per l’occasione all’interno del teatro, dove cantanti in gara, ospiti internazionali, giornalisti e addetti ai lavori, si alterneranno per commentare i momenti più emozionanti del Festival; i gossip, i retroscena, le curiosità.

     

     

    Come promesso, Chiambretti torna su Radio2 a sei mesi da “Chiambrettopoli”, altra trasmissione di successo condotta sulla stessa rete durante i mondiali di calcio del Sudafrica.

    Chiambretti è una vecchia conoscenza del Festival e dell’Ariston, che conosce in ogni minimo dettaglio. Ha condotto la gara nel 1997 con Mike Bongiorno e Valeria Marini, il ‘dopo Festival’ nel 1998 in coppia con Nino D’Angelo e poi nel 2007, nell’edizione di Pippo Baudo, che l’aveva voluto nuovamente con sè sul palco, l’anno successivo, nella 58esima edizione.

     

    – Ascolta “Comunque vada sarà Sanremo. 5 giorni di tv alla radio” sul web, dal 15 al 19 febbraio >>

    – Guarda i video: Piero Chiambretti “L’inviato speciale” >>

  • Alto gradimento compie 40 anni e per il direttore di Radio2 Flavio Mucciante l’erede ideale di Renzo Arbore e Gianni Boncompagni e’ senza dubbio Piero Chiambretti. ‘”Radio2 e’ un’emittente che sta vivendo un profondo rinnovamento, una radio che vuole essere ‘fuori dal coro’ nella proposta musicale e nei contenuti. E’ lo stesso spirito che animava Alto gradimento. Per una trasmissione così a Radio2 ci sarà sempre spazio”, dice Mucciante. E a condurre oggi il programma che ha rivoluzionato il modo di fare radio, e non solo, all’insegna della goliardia e della comicità surreale, il nome e’ uno solo: ”Per estro e genialità direi Piero Chiambretti, un personaggio con il gusto del surreale e una creatività fuori del comune”. Alto gradimento è stato ”il primo vero programma controcorrente – dice Mucciante – In un’Italia dal clima cupo, dove tutto viene vissuto con paura, dove si fa strada la cosiddetta strategia della tensione, segnata dalla nascita dei primi gruppi brigatisti, Alto gradimento si pone come la prima trasmissione di puro divertimento senza vincoli e senza limiti. Una formula che resta ineguagliata”. Rispetto al passato, è convinto che ”oggi i comici rappresentino la fotografia di un’Italia superficiale, dove cadono i riferimenti etici e ideologici, dove gli spunti offerti dall’attualità sono spesso di per sé comicità surreale. Alto gradimento – ricorda il direttore di Radio2 – era pura genialità: personaggi come il colonnello Buttiglione, Scarpantibus, il professor Aristogitone, il federale Romolo Catenacci, erano personaggi che vivevano di vita propria, in grado di entrare in sintonia con ogni tempo e ogni tipologia di ascoltatore. Poi la Sgarrambona, l’antivelina ante-litteram”. Alto Gradimento, non c’è’ dubbio, centrò l’obiettivo: rivoluzionò il modo di fare radio, e non solo. ”Ha rappresentato il passaggio dalla radio paludata e ingessata ad un linguaggio più libero”, osserva Mucciante. Ma non solo: Arbore e Boncompagni sono stati ”rivoluzionari anche nella musica: l’attenta selezione del suono, la proposta di artisti fuori dei grandi circuiti, l’occhio strizzato al pop internazionale. E poi la rivoluzione del parlato sulla musica, impensabile fino a quel momento”. Insomma, ”ancora oggi, a 40 anni di distanza, Alto gradimento resta il riferimento dell’intrattenimento radiofonico. Un’alchimia fatta dell’insieme di personaggi e sensibilità artistiche diverse dal risultato esplosivo”. Al quarantesimo compleanno di Alto Gradimento Radio2 sta dedicando spazi di approfondimento nel corso di tutto il palinsesto. Proprio il 7 luglio, giorno della prima messa in onda nel 1970, Arbore e Boncompagni saranno ospiti di ‘Un giorno da pecora‘ alle 13 (7 luglio ore 13:00 Ascolta la diretta>>), condotto da Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro. Durante la puntata si potranno ascoltare alcuni documenti sonori originali e verranno riproposti alcuni dei passaggi più esilaranti della storica trasmissione.