Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • osn_russia336A partire da questo week end l’Orchestra Rai sarà impegnata in quattro concerti in Russia: ci saranno Marco Angius, Anna Tifu e Josef Spacek. La breve tournée toccherà quattro luoghi fondamentali dello sterminato territorio russo. Dalla Sala Grande della Filarmonica di San Pietroburgo a quelle del Conservatorio di Mosca e della Filarmonica di Perm, fino al Festival Eurasia di Yekaterinburg, nel cuore dei monti Urali, al confine tra il continente europeo e quello asiatico.

    Il primo appuntamento è domenica 4 ottobre a San Pietroburgo, nella Sala Grande della Filarmonica cittadina, costruita nel 1839 su progetto dell’architetto Paul Jacot, ma con una facciata ideata dall’italiano Carlo Rossi. Centro della vita musicale pietroburghese, la sala ha ospitato musicisti come Liszt, Wagner e Čajkovskij.
    Il giorno seguente, lunedì 5 ottobre, l’Orchestra è impegnata nella Sala Grande del Conservatorio di Mosca, una delle più prestigiose di tutta la Russia, inaugurata nel 1901 e dal 1958 sede del Concorso Čajkovskij. Il concerto nella capitale russa è trasmesso da Rai Cultura in diretta su Rai5, a partire dalle 18:00, ora italiana.

    Per il terzo appuntamento, martedì 6 ottobre, l’Orchestra Rai si trasferisce nella Russia orientale, a Perm, per suonare nella Sala Grande della Filarmonica della città che da qualche anno ha sviluppato l’ambizione di porsi come la capitale culturale della nuova Russia.

    Protagonisti delle prime tre serate sono il direttore d’orchestra Marco Angius, noto per le sue qualità di interprete del repertorio novecentesco e contemporaneo e già più volte ospite dell’Orchestra Rai per il Festival Rai NuovaMusica, e la violinista Anna Tifu, giovane virtuosa che con l’Orchestra Rai ha già conquistato il pubblico del Festival Enescu di Bucarest e del Festival di Ravello. In programma l’”Ouverture dalla Semiramide” di Gioachino Rossini, il “Concerto per violino e orchestra n. 2″ di Niccolò Paganini – interpretato dalla Tifu – la suite dal film “La strada” di Nino Rota e infine una grande pagina sinfonica che unisce idealmente la cultura russa e quella italiana: i “Cinq Études Tableaux” di Sergej Rachmaninov orchestrati da Ottorino Respighi.

    Per l’ultimo concerto della tournée, mercoledì 7 ottobre, l’Orchestra Rai si sposta sul lato asiatico dei monti Urali, nella città di Yekaterinburg, intitolata alla Grande Martire Caterina, Santa Patrona della Zarina Caterina I di Russia, moglie di Pietro il Grande. La serata fa parte del cartellone del Festival Internazionale di Musica Eurasia, realizzato ogni due anni nella città al confine tra Europa e Asia e dedicato all’incontro e all’influenza reciproca di culture diverse. Il programma vede ancora protagonista Marco Angius, che propone di Ottorino Respighi il “Trittico Botticelliano” e il “Concerto gregoriano per violino e orchestra”, interpretato dal virtuoso ceco Josef Spacek, “Dead City Radio” di Fausto Romitelli e “Composizione n. 1″ di Bruno Maderna.

  • Orchestra Sinfonica Nazionale RaiSi apre con una celebrazione del bicentenario della nascita del grande compositore italiano Giuseppe Verdi la stagione sinfonica 2013-2014 dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai.

    Il 10 ottobre 2013 Giuseppe Verdi compie infatti 200 anni, e l’Orchestra della Rai lo festeggia con l’esecuzione del suo capolavoro sinfonico-corale: la Messa da Requiem, in programma all’Auditorium Rai “Arturto Toscanini” di Torino giovedì 10 alle 20.30.

    Sul podio Juraj Valčuha, Direttore principale dell’Orchestra Rai, reduce dal successo al Festival George Enescu di Bucarest, dove ha debuttato lo scorso settembre. Con lui un cast di grandi voci verdiane: il soprano Hui He, il mezzosoprano Marianna Pizzolato, il tenore Francesco Meli e il basso Alekandr Tsymbalyuk, cui si aggiunge il Coro Cèco di Brno, diretto da Petr Fiala.

    La nuova stagione dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai che si inaugura giovedì 10 prevede 23 concerti dall’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, da ottobre a maggio, tutti proposti in doppia serata.

    – Vai al sito dell’OSN e consulta il programma dei concerti >>

    Anche quest’anno avrete la possibilità esclusiva di ascoltare i concerti in diretta su Radio3 e di guardare il live streaming audio-video sul sito dell’OSN e su Rai.tv. Il video streaming sarà fruibile da quest’anno anche da mobile.

    – Ascolta la diretta di Radio3 >>

    – Guarda i concerti in video streaming su Rai.tv >>

    I concerti, inoltre, saranno in parte ripresi dalle telecamere di Rai3 e trasmessi dal programma “La musica di Raitre” e su Rai5.

    Un impegno davvero straordinario nel nome della Grande Musica che propone solo la Rai: un’offerta davvero esclusiva, ma per tutti, ovunque”. Così il Sovrintendente dell’Orchestra Sinfonica Nazionale Rai, Michele dall’Ongaro.

    Infine, una novità che riguarda gli abbonati. Prima di assistere ai concerti in cartellone il giovedì, a tutti gli abbonati sarà possibile ascoltare in un’area riservata sul sito dell’Orchestra Sinfonica Nazionale Rai i brani in programma e, due giorni dopo ogni concerto, a partire dal sabato mattina, il concerto stesso grazie a degli audio on demand. Un modo per valorizzare la grande musica proposta dal vivo e quella di ieri, custodita nei preziosi archivi Rai.

    Tutte le informazioni a questo link >>

  • allegro-rumorUn concertoda vedere” e uno spettacolo “da ascoltare”: tutto può succedere quando un personaggio come Arturo Brachetti incontra l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta da Francesco Lanzillotta.

    Accade in “Allegro, un po’ troppo”, il concerto – spettacolo in programma all’Auditorium RaiArturo Toscanini”di Torino martedì 28, mercoledì 29 e giovedì 30 maggio alle 20.30.

    Dopo l’esperienza di “Pierino e il lupo” nel 2010, Brachetti e l’Orchestra Rai si incontrano ancora per raccontare in modo divertente il repertorio sinfonico: allegro-torinonella prima parte del programma è di scena  “Pierino e il lupo” di Sergej Prokof’ev, in cui Brachetti si trasforma nei diversi personaggi della fiaba, coinvolgendo il pubblico in un gioco fantastico e facendo prendere vita a  Pierino, al lupo, al nonno ma anche all’anatra, all’uccellino e a tutti gli altri protagonisti della fiaba, tra ombre, rumori, cambi d’abito e oggetti volanti.

    Guarda in anteprima la fotogallery di ” Allegro ma non troppo” >>

    direttoreNella seconda parte, viene invece proposto un “divertissement musicale”, con Brachetti che, come un cartone animato vivente, racconta con ironia la grande musica, i diversi stili e i compositori. E non mancano sorprese e colpi di scena, compreso un inedito Arturo direttore d’orchestra.

    Sul podio dell’Orchestra Rai sale Francesco Lanzillotta, uno dei giovani direttori italiani emergenti, già presente sui palcoscenici di teatri come il San Carlo di Napoli, La Fenice di Venezia e l’Arena di Verona. Gli arrangiamenti orchestrali sono curati da Fabio Gurian.

    Il concerto sarà trasmesso in diretta su Radio3 mercoledì 29 maggio, mentre Rai5 proporrà l’intero spettacolo sabato 1 giugno alle 21.15.

    – Guarda il Promo >>

    Ascolta in diretta streaming “Allegro, un po’ troppo”, Radio3, 29 maggio, ore 20:30 >>

    Guarda in streaming “Allegro, un po’ troppo”, Rai5, 1 giugno, ore 21:15 >>

  • 10/1/2013 ore 15:55

    Abbado e Girone celebrano Verdi in diretta web

    Commenti 0

    Venerdì 11 gennaio alle 20.30, per celebrare i 200 anni dalla nascita di Giuseppe Verdi, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai esegue nell’Auditorium “Arturo Toscanini” di Torino un concerto dedicato al grande compositore. È una meditazione sul tema del potere quella che propone il direttore d’orchestra Roberto Abbado, con una scelta di arie, duetti e brani sinfonici dalle opere di Verdi. Accanto a lui l’attore Remo Girone, che recita brani di Shakespeare e altri autori, anch’essi attinenti al potere.

    Il concerto è trasmesso in collegamento diretto su
    Radio 3 per il programma “Radio 3 Suite” e in streaming audio-video su
    www.lamusicadiraitre.rai.it e su www.osn.rai.it, e in differita su Rai5 venerdì 11 gennaio alle 22.15.

     

    – Guarda la diretta video alle 20.30 su La Musica di Raitre >>

    – Ascolta la diretta radiofonica alle 20.30 su Radio3 >>

    – Guarda la differita del concerto, a partire dalle 22.15, su Rai5 >>

     

    “Certi personaggi verdiani – dice Girone – ricordano molto il boss mafioso Tano Cariddi della Piovra. Cariddi è un uomo che per il potere ha fatto il vuoto intorno a sé, trovandosi alla fine privo di qualcuno per cui fare qualcosa”. E l’incontro tra l’individuo e il potere, sia esso politico o religioso, è uno dei temi più cari a Verdi, che ne ha fatto il perno della drammaturgia di alcune delle sue opere più celebri. Un potere la cui brama può portare alla rovina, conducendo al ricatto o al delitto, e che comunque è sempre fonte di profonda solitudine.

    – Il sito dell’Orchestra Sinfonica Nazionale >>

     

    Protagonisti del concerto, intitolato “Verdi e il potere”, anche alcuni dei maggiori interpreti verdiani di oggi: il soprano Nkosazana Dimande, che propone l’aria “O patria mia” e, insieme al baritono Dario Solari, il duetto “Rivedrai le foreste imbalsamate”, dall’Aida; Dario Solari canta anche la grande aria dal Macbeth “Pietà, rispetto, amore” e, insieme al basso Dmitrij Beloselskij, il duetto dal Don Carlo “Restate!”. Beloselskij è impegnato poi nell’aria dall’Attila “Mentre gonfiarsi l’alma”, e in quella di Filippo II, dal Don Carlo, “Ella giammai m’amò”; con il basso Aleksej Tanowitskij poi, sempre dal Don Carlo, propone il duetto di Filippo con il Grande Inquisitore. Il programma della serata è completato dal Preludio dei Masnadieri, da quello dell’Aida, dal Ballo della Regina dal Don Carlo, dai Ballabili del Macbeth e dell’Otello.

    – Leggi il programma di sala completo >>

  • 10/10/2012 ore 12:30

    Al via la stagione dell’orchestra Rai

    Commenti 0

    Una straordinaria pagina teatrale ma anche sinfonica, al centro del concerto inaugurale della stagione 2012-2013 dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, in programma giovedì 11 ottobre 2012 alle 20.30 all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, in diretta su Radio3 e in streaming sul sito www.osn.rai.it e su Rai.tv

    “Addio, o fiera, superba fanciulla! Tu del mio cuore santissimo orgoglio! Addio!”. Sono le parole con cui, nel finale della Valchiria di Richard Wagner, il Dio Wotan si congeda dalla figlia Brünnhilde, affidandone il sonno alla protezione delle fiamme, evocate con l’Incantesimo del fuoco.

    Sul podio il Direttore principale dell’Orchestra Rai Juraj Valčuha, che si appresta ad affrontare una nuova stagione che lo vedrà protagonista di ben nove concerti, tra ottobre e maggio.

    Con lui il baritono inglese James Rutherford, vincitore nel 2006 del Concorso Internazionale per voci wagneriane di Seattle e recente protagonista, nel tempio wagneriano di Bayreuth, dei Maestri cantori di Norimberga.

    In apertura di serata altre due somme pagine wagneriane: il Preludio e l’Incantesimo del venerdì santo dal Parsifal, in omaggio al grande compositore tedesco del quale, nel 2013, ricorrono i 200 anni dalla nascita.

    Nella seconda parte la Sinfonia n.1 in re maggiore di Gustav Mahler detta ‘Il titano’, che con il suo organico sterminato di circa cento strumentisti, rappresenta un banco di prova irrinunciabile per una grande orchestra sinfonica e per il suo direttore.

    – Guarda il sito dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai >>

    Ascolta in streaming, il concerto, 11 ottobre, 20.30 su Rai.tv>>

    Scarica la grande musica dell’Orchestra Rai, con alcuni dei migliori interpreti e direttori: Martha Argerich e il suo pianoforte, la “bacchetta” di Juraj Valčuha, Michail Pletnev, Andrej Boreyko.

    – I poadcast del  meglio delle stagioni dell’Orchestra Rai>>