Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • Sabato 7 luglio , 23.30, Rai3. Prende il via la dodicesima serie di Storie Maledette.

    Ideato, scritto e condotto da Franca Leosini, “Storie Maledette” ha ripercorso le vicende giudiziarie e umane che – nell’ultimo ventennio – con maggiore impatto emotivo, hanno segnato l’opinione pubblica, l’hanno divisa nella passione del giudizio, l’hanno anche indotta a riflettere su come il “crimine”, nelle sue varie manifestazioni, assai spesso altro non è che lo specchio oscuro che riflette il malessere della società, di cui è espressione estrema.

    – Guarda il promo >>

     

    “Ho scelto appositamente – spiega Franca Leosini – di andare in onda a luglio, in un momento della stagione televisiva nel quale tradizionalmente non vengono proposte novità di rilievo nei palinsesti televisivi. In quest’ottica, Rai3 – attraverso “Storie Maledette” – si propone di offrire ai telespettatori, anche e soprattutto nel corso dell’estate, una programmazione di qualità e spessore”.

     

    Apre la serie una vicenda che ha occupato per giorni le pagine di molti giornali.

    Lei è Francesca Brandoli, 34 anni, modenese: nella sua disperata e folle fragilità decide il 30 novembre 2006 di eliminare l’ex marito, Christian Cavalletti. A scatenare la furia omicida, la disposizione del giudice per i minori di affidare al marito i due figli della coppia.

    Il 23 agosto 2011 Francesca Brandoli si è unita in matrimonio con Luca Zambelli, anche lui una storia tragica alle spalle: condannato a 18 anni di carcere per l’omicidio della moglieE’ il grande romanzo della vita e, a un tempo, la storia del Paese nei suoi livelli differenziati, nelle sue difformi culture che il programma Storie Maledette ha raccontato e racconta, attento a individuare tematiche di forte e pregnante attualità.

     

    – Rivedi tutte le puntate di “Storie maledette” >>

    – Il sito di “Ombre sul giallo” >>

  • 23/3/2012 ore 14:50

    Luisa Ranieri conduce “Amore Criminale”

    Commenti 0

    Sabato 24 marzo, 23.45, Rai3. Prende il via una nuova stagione di “Amore Criminale”, il programma che da cinque anni prende a cuore l’emergenza delle donne vittime della violenza maschile, un fenomeno – purtroppo – molto comune, specie tra le mura domestiche. La grande novità di questa serie è la conduzione, affidata all’attrice Luisa Ranieri.

    Al centro di questa prima puntata la vicenda di Anna Costanzo, bella e stimata truccatrice del Teatro Petruzzelli di Bari, che nel luglio 2009 viene ritrovata senza vita nella vasca da bagno di casa.

     

    – Entra nel sito di Amore Criminale >>

    – Guarda il promo dell’edizione 2012 >>

     

    Mogli, fidanzate, compagne, amanti di uomini assassini: solo in questi primi mesi del 2012 in Italia le vittime sono state trentasei. La tragica contabilità parla di una donna uccisa dal proprio uomo ogni tre giorni. Il programma è chiamato a intervenire affinché nessuno di questi reati resti impunito, e affinché nessuna donna possa mai più ‘morire d’amore’.

    Familiari, amici, colleghi, avvocati, forze dell’ordine, magistrati alternano la loro voce a contrappunto dei fatti accaduti. Ogni volta la cronaca viene riletta attraverso un’analisi psicologica dei sentimenti alla base degli accadimenti. Ogni volta si partecipa a un viaggio che va dall’incontro dei protagonisti, alla nascita del conflitto nella coppia, alla dissociazione omicida.

    – Guarda le puntate della scorsa stagione >>

     

    Con il programma prosegue anche la campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne. Realizzata con la collaborazione di Telefono Rosa e delle Forze dell’Ordine (Arma dei Carabinieri e Polizia di Stato) ha come obiettivo quello di ricordare alle donne che il silenzio è il nemico peggiore, che ogni maltrattamento fisico o psicologico corrisponde a un reato, che bisogna denunciare i propri carnefici e chiedere aiuto ai centri antiviolenza. In tanti hanno sostenuto l’appello della trasmissione.

    – Guarda lo spot girato da volti noti della tv e del cinema >>

  • Lunedì 4 luglio, 21.05, Rai3. Nel programma condotto da Mario Calabresi “Hotel Patria” parliamo dell’omicidio di Lea Garofalo, collaboratrice di giustizia uccisa dalla ‘ndrangheta, ospitando sua figlia Denise. Una vita sotto protezione quella della ragazza, che a soli 19 anni si trova a vivere in uno stato di ‘reclusione’ di fatto, ma allo stesso tempo mostra un carattere comune a poche sue coetanee.

     

    A pochi giorni dalla deposizione al processo per il delitto della madre, Denise racconta la propria storia a Mario Calabresi. La ragazza – che testimonierà al processo contro i presunti esecutori del delitto, tra i quali anche il padre – racconta la propria vita e il coraggio di continuare a guardare avanti, nonostante tutto.

     

    Tra gli ospiti della puntata, Fabio Volo, in collegamento dagli Stati Uniti, e il cantante Mario Biondi.

     

    – SEGUI “HOTEL PATRIA” IN DIRETTA WEB, LUNEDI’ 4 LUGLIO ALLE 21.05 >>

    – RIVEDI LE PUNTATE DI HOTEL PATRIA >>

    – VISITA IL SITO DEL PROGRAMMA >>

    – TUTTI I VIDEO CON MARIO CALABRESI SU RAI.TV >>

     

  • Sabato 21 maggio, 23.35, Rai3. La storia della morte di Federico Aldrovandi e della difficile ricerca della verità nel documentario di Filippo Vendemmiati “E’ stato morto un ragazzo”, vincitore del David di Donatello 2011 come miglior documentario.

    – Guarda il servizio del Tg3 >>

    – La puntata di Lucarelliracconta >>

     

    La ricostruzione televisiva è affidata a testimonianze ufficiali e può contare sulla diretta consulenza degli avvocati di parte civile e della madre Patrizia, che – insieme al marito – non si è fermata davanti alla versione “ufficiale” che parlava di morte overdose e nemmeno davanti al silenzio dei media.

     

    Federico Aldrovandi muore alle sei del mattino del 25 settembre 2005, a Ferrara, durante un controllo di polizia. Una morte misteriosa sulla quale si indaga, ma inizialmente tutto pare destinato all’archiviazione. Non finirà così. Perché, dopo nuove indagini e un processo, il 6 luglio del 2009 quattro agenti vengono condannati, in primo grado, a tre anni e sei mesi per eccesso colposo in omicidio colposo.

    – Guarda la puntata di Chi l’ha visto >>

     

    La prima parte è dedicata ai fatti e ai misteri legati a quella mattina e alle ore successive, la seconda al processo e ai suoi numerosi colpi di scena, mentre il finale – partendo dagli interrogativi rimasti senza risposta – tenta una spiegazione verosimile degli avvenimenti.

     

    Il titolo scelto, “È stato morto un ragazzo”, fa riferimento alla vicenda di Gabriele Sandri, il tifoso della Lazio ucciso in un autogrill da un proiettile vagante, partito dalla pistola di un poliziotto. Quella frase, sgrammaticata ed efficace insieme, fu pronunciata da un collega del poliziotto, e rappresenta bene – secondo Vendemmiati – anche le ambiguità della tragedia di Federico, in bilico tra omicidio e casualità.

     

  • 6/5/2011 ore 3:30

    Il Noir secondo Enrico Ruggeri

    Commenti 0

    Domenica 8 maggio, 13.00, Radio2. La Milano noir di Enrico Ruggeri approda a “Tutti i colori del giallo”. Partendo dal suo ultimo romanzo “Che giorno sarà”, il popolare cantautore racconta i suoi legami con la letteratura poliziesca, la sua passione per Simenon e le luci e le ombre della sua città.

     

    Francesco Ronchi, il rocker fallito protagonista del libro, sognava di diventare un cantante famoso. La celebrità l’ha però soltanto sfiorata, ma ha continuato testardamente a inseguirla tenendosi a galla come ha potuto negli “sfavillanti – ma non per tutti – anni ottanta”, in un sottobosco popolato di personaggi sgangherati e arruffoni: discografici, manager, giovani di belle speranze disposti quasi a tutto pur di sfondare. Ha conosciuto persino qualche cantante di successo, e non era un granché. Francesco Ronchi ha incontrato l’amore e lo ha buttato via, aveva un grande amico e lo ha tradito. Da quasi vent’anni vivacchia cantando le canzoni degli altri su palchetti alti cinquanta centimetri. Finché, una sera, decide che è arrivato il momento di ribellarsi al suo destino e si mette a sparare…

     

    A fare da corredo musicale all’intervista alcuni speciali song noir dello stesso Ruggeri come “Mano armata” e “Superstar” (che parlano della giovane criminalità milanese e di serial killer di rockstar) risalenti al suo periodo di militanza nei Decibel.

     

    – Ascolta on line Enrico Ruggeri a “Tutti i colori del giallo”, domenica 8 maggio alle 13.00 >>

    – Guarda il video: Enrico Ruggeri si racconta ad “Incontri ravvicinati” >>

    – Guarda il video: Enrico Story >>

    – Tutti i video con Enrico Ruggeri su Rai.tv >>

    – Riascolta le precedenti puntate di “Tutti i colori del giallo” >>

    – Scarica i podcast del programma >>