Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 20/10/2010 ore 12:18

    Addio Mr. Cunningham

    Commenti 0

    Chiunque sia cresciuto tra gli anni 70 e 80 aveva lui come modello di padre ideale. Serio, disponibile, presente, interveniva al momento giusto in cui i figli avevano bisogno di lui sia sul piano materiale che su quello dei consigli, dei rimbrotti. All’età di 83 anni, se n’è andato Mister Cunningham, anche se in realtà si chiamava Tom Bosley>>. Se l’è portato via un cancro ai polmoni, in una notte come tante, nella sua villa a Palm Springs, California. Rai Celebrity vi propone la sua ultima apparizione nella tv italiana, era il 18 ottobre 2009 e ospite al programma tv ‘I migliori anni’, fece il suo ingresso in studio a bordo di una elegante Pontiac, sopra le note della famosa sigla tv. In quell’occasione l’attore ha ricordato la sua partecipazione al telefilm ‘Happy Days‘ andato in onda per la prima volta su Rai Uno nel 1977 e che ha segnato un’intera generazione. Brillante interprete televisivo, sul piccolo schermo aveva anche recitato in un’altra serie di successo, La Signora in Giallo, nei panni dello sceriffo Amos Tupper.

    Vi trascriviamo le parole di Howard Cunningham nell’ultimo brindisi, dell’ultimo episodio della serie Happy Days, in ricordo anche forse di un genere tv che ora non esiste più:

    “Cosa posso dire? Entrambi i nostri ragazzi sono sposati e cominciano a costruire vite loro. Quando si arriva a una pietra miliare come questa bisogna guardarsi dentro e riflettere su ciò che si è fatto e su quello che abbiamo ottenuto. Marion e io non abbiamo scalato il monte Everest e non abbiamo scritto il romanzo più importante della letteratura americana. Ma abbiamo avuto la gioia di far crescere due ragazzi meravigliosi, e vedere loro e i loro amici diventare adulti capaci di amare. E adesso, avremo il piacere di vedere quell’amore che va ai loro figli. Un uomo e una donna non possono chiedere nulla di più al mondo. Grazie per essere stati parte della nostra famiglia. Brindo… ai giorni felici”.


  • 19/7/2010 ore 11:22

    Addio Mino Damato, anchorman controcorrente

    Commenti 0

    Dall’esperienza nella carta stampata all’impegno da inviato di guerra e alla conduzione di popolari programmi tv, il giornalista Mino Damato, il suo vero nome era Erasmo, morto venerdì pomeriggio a 73 anni, era sempre alla ricerca di sfide. Napoletano, nato nel 1937, giornalista professionista dal 1965. Era entrato alla Rai nel 1968, diventando uno dei giornalisti di punta del Tg1 e realizzando reportage dalle zone di guerra, fra cui la Cambogia, il Vietnam, l’Afghanistan da dove tenne la prima diretta durante l’invasione sovietica. Negli anni Settanta e Ottanta era stato autore e conduttore di programmi tv: ‘Avventura‘, ‘Racconta la tua storia‘, ‘In viaggio tra le stelle‘ e ‘Tam Tam‘. Ma la sua carriera di anchorman aveva preso il volo nel 1983 con l’approfondimento quotidiano di ‘Italia sera‘, condotto in collaborazione con Enrica Bonaccorti cui seguì la ‘Domenica in‘ del 1985-86 con Elisabetta Gardini, Gina Lollobrigida e il trio Lopez-Marchesini Solenghi, con cui diede al varietà un’impronta più culturale e giornalistica, un taglio da approfondimento innovativo. Di quella edizione si ricorda anche la sua famosa camminata sui carboni ardenti. Damato, dopo una pausa, era tornato alla Rai nel 1995 con ‘Sognando Sognando‘ programma sui sogni degli italiani, in prima serata su Raiuno, cui seguì Gran Tour nel 1997 su Raitre. Nella seconda metà degli anni Novanta, aveva poi lasciato il piccolo schermo e cominciato una nuova sfida nel campo della solidarietà e del volontariato: aveva creato nel 1995 l’Associazione Bambini in Emergenza, adottato una bambina romena malata di Aids, morta nel 1996. Fra i numerosi riconoscimenti che Damato ha ricevuto quello a cui era particolarmente legato e’ il Premio Motta per una diretta di 6 ore dedicata all’Aids. Fra gli altri, anche il Premio della critica radiotelevisiva come migliore conduttore.

    Guarda il ricordo di Rai.tv Mino Damato, Una vita per immagini>>