Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 11/11/2010 ore 11:45

    La Tv degli scrittori

    Commenti 1

    Roberto Saviano, in questi giorni sotto i riflettori con il “suo” programma televisivo Vieni via con me, non è il primo scrittore di fama nazionale e internazionale a dedicarsi alla tv. Nella storia della televisione italiana ci sono molti casi di grandi scrittori e uomini di letteratura che si sono prestati al mezzo televisivo ideando, scrivendo e conducendo trasmissioni. La loro è una tv spesso culturale, con riferimenti al mondo dei libri e del sapere, ma è televisione a tutti gli effetti, con una sua forma e un linguaggio accattivante e non di rado ha riscontrato il favore del pubblico.

    Importanti esempi di tv degli scrittori sono nell’archivio di Rai.tv e ve ne presentiamo una rapida panoramica. A soli tre anni dall’avvio delle trasmissioni televisive in Italia, nel 1957, Mario Soldati realizzò, come autore e conduttore “on the road”, il celebre Viaggio lungo la valle del Po, che raccontò l’Italia in modo autentico e brillante. L’operazione ebbe successo e nel 1960 Soldati, stavolta insieme a Cesare Zavattini, diede vita a un progetto analogo con Chi legge? Viaggio lungo le rive del Tirreno.

    Il premio Nobel per la Letteratura Dario Fo ha lavorato per la televisione fin dall’inizio degli anni 60. Accettò di condurre con la moglie Franca Rame l’edizione di Canzonissima del 1962 , ma la collaborazione con la Rai si interruppe per divergenze con la dirigenza. Nel 1977 andò in onda Il Teatro di Dario Fo, riproposizione televisiva di spettacoli messi in scena da Fo nel decennio precedente. Degli anni 2000 sono la serie de Il Teatro in Italia – realizzata in più cicli insieme a Giorgio Albertazzi – e i racconti di vita e opere dei grandi pittori.

    Anche Pier Paolo Pasolini è stato protagonista di una produzione della Rai. Si tratta di Pasolini e… la forma della città, un cortometraggio diretto da Paolo Brunatto, in cui Pasolini denuncia e mostra la sopravvivenza minacciata di Orte, cittadina vicina a Viterbo. Il corto è molto più di un’intervista e reca la cifra autoriale di Pasolini. Della stessa serie – s’intitolava Io e… – vi proponiamo anche Parise e… Piazza San Marco, con Goffredo Parise a Venezia e Zanzotto e… Il Quartier del Piave.

    Altro grande scrittore che ha lasciato il segno come conduttore sul piccolo schermo è Alberto Arbasino, arbitro e moderatore di Match (1977), programma in cui due personaggi operanti nello stesso settore dibattevano e polemizzavano come in un incontro sportivo.

    Negli decennio seguente esordì su Rai Tre Corrado Augias, memorabile presentatore di Telefono giallo (1987), trasmissione investigativa su casi irrisolti di cronaca nera. Augias ha continuato a fare tv negli anni successivi con programmi, da lui ideati, d’impronta più culturale, fra i quali citiamo Babele (1990) e Le Storie – Diario italiano, che va tuttora in onda con successo.

    Nel 1993, Alessandro Baricco condusse con bravura L’amore è un dardo, trasmissione di divulgazione dedicata all’opera lirica che ebbe un certo successo, replicato l’anno successivo da Pickwick, del leggere e dello scrivere. Nello stesso 1994 Carlo Fruttero e Franco Lucentini sono autori e conduttori di L’arte di non leggere, rubrica di consigli librari, racconti e amabili divagazioni.

    Infine a cavallo fra anni 90 e 2000 s’impone il giallista Carlo Lucarelli coi suoi programmi – il più famoso è Blu notte – di ricostruzione di storie di cronaca nera e di mistero.

    – Guarda lo Speciale La tv degli scrittori su Rai.tv >>

    Millepagine, il portale della Rai dedicato ai libri e alla cultura >>

    Millepagine On Demand >>

  • 1/10/2010 ore 10:16

    Chi legge? Letture d’autore e d’attore

    Commenti 0

    Sabato 2 ottobre, Millepagine, Rai.tv. Riprendendo il titolo del celebre programma inchiesta in 8 puntate di Mario Soldati (scritto insieme a Cesare Zavattini) – Chi legge? Viaggio lungo il Tirreno (1960) – Millepagine propone ai navigatori un breve ma intenso viaggio nel territorio della lettura.

    Mentre Soldati girava sulle sponde occidentali della Penisola alla scoperta delle letture degli italiani, noi proviamo a coniugare il verbo leggere attraverso una serie di voci d’eccezione, attingendo all’Archivio Rai, alla produzione televisiva recente e alla produzione propria del canale Millepagine.

     

    Letture d’autore e d’attore quindi, da quelle mitiche e vibranti di Giuseppe Ungaretti a quelle miti e composte di Giorgio Caproni; da quelle sapienti di Giorgio Albertazzi, Carlo Cecchi e Vittorio Gassman, fino a quelle di autori contemporanei come Ascanio Celestini, Valerio Magrelli, Erri De Luca.

    Non mancano naturalmente le letture di Mario Soldati né quelle successive ma altrettanto famose di Alessandro Baricco a Pickwick e della grande coppia letteraria formata da Fruttero e Lucentini nel loro programma L’arte di non leggere. Grandi scrittori come Paolo Volponi e Andrea Zanzotto si cimentano addirittura con la Divina Commedia di Dante Alighieri.

    A completare la torta alcune gustose ciliegine, tra cui Ennio Flaiano interpretato da Dario Vergassola e Alda Merini letta da Paolo Bonolis.

     

    – Millepagine il portale della Rai dedicato ai libri e alla cultura >>

    – Segui Millepagine sabato 2 ottobre >>

    – Guarda i video dello speciale >>

  • 28/9/2010 ore 10:55

    Chi legge? Viaggio lungo le rive del Tirreno

    Commenti 0

    Giovedì 30 settembre, Bianco e Nero, Rai.tv. Due eclettici del 900, Mario Soldati e Cesare Zavattini, che già avevano dato prove di grande valore in letteratura e nel cinema, si uniscono e insieme firmano come autori Chi legge? Viaggio lungo le rive del Tirreno, inchiesta televisiva in sette puntate sulle letture degli italiani, andata in onda nel 1960. Estratti video, provenienti dalle Teche Rai e rappresentativi dell’intero programma, compongono l’offerta proposta da Bianco e Nero, il canale web dedicato alla tv di una volta.

     

    Zavattini è per la prima volta alle prese con la tv, mentre Soldati era reduce dalla felice esperienza televisiva del Viaggio lungo la valle del Po (1957) . Una nuova inchiesta on the road, dunque, sempre con Soldati conduttore, “reporter” e intervistatore oltre che autore. Se nel viaggio “padano” di tre anni prima si era mosso alla ricerca dei cibi genuini, in questa seconda esperienza percorre a ritroso il tragitto compiuto da Garibaldi e i Mille esattamente cento anni prima: da Marsala a Quarto.

     

    Soldati ferma le persone che gli capitano a tiro nel corso del viaggio e gli chiede “cosa legge?”. Le risposte non sono quelle di un popolo di grandi lettori, ma l’interesse del programma non sta nel dato sociologico, quanto nella scoperta che fa fare allo spettatore del paesaggio naturale, architettonico e storico e nella straordinaria personalità e forza comunicativa di Mario Soldati.

     

    – Segui Chi Legge? Su Bianco e Nero, giovedì 30 settembre >>

    – Tutti i video di Bianco e Nero >>

    – Speciale Mario Soldati su Rai.tv >>

    – Cesare Zavattini su Rai.tv >>

  • 30/8/2010 ore 13:00

    Ritorno alla valle del Po con Mario Soldati

    Commenti 0

    Martedì 31 agosto, Viaggi e Paesi, Rai.tv. “Nella cucina c’è tutto”: sono le parole con cui Mario Soldati inizia e motiva il suo Viaggio lungo la valle del Po alla ricerca dei cibi genuini, riproposto in brani scelti da Viaggi e Paesi. Programma ideato e condotto da Soldati, scrittore-regista e anche grande uomo di televisione, andò in onda nel 1957, a soli tre anni dall’avvio delle trasmissioni televisive.

    “Nella cucina c’è tutto”, e se si viaggia per conoscere, un modo sicuro di farlo è scoprire le tradizioni culinarie dei luoghi che si visitano: in quei cibi c’è la natura, la storia e c’è soprattutto lo spirito degli abitanti. In dodici puntate attraverso la campagna padana, Soldati riprende e intervista l’umanità che ruota attorno al cibo – contadini, artigiani, pescatori, produttori, ristoratori – e, quasi sempre presente nell’inquadratura, si mette in gioco con la sua ironia sottile e bonaria, con curiosità e gioia di vivere.
    E’ un’inchiesta, un documento socio-antropologico, uno dei più originali e riusciti programmi televisivi di sempre. Soldati fa televisione culturale con leggerezza, mai pedante riesce a far sentire il respiro di ogni più piccola piega della realtà.
    Rivisto oggi questo “Viaggio” sorprende non solo come importante documento storico, ma soprattutto per la sua lungimiranza sociologica e per le sue straordinarie intuizioni televisive: provate a vederlo e vi renderete conto che ancora oggi molti programmi tv seguono, o meglio tentano di seguire, le sue orme.

    Guarda Viaggi e Paesi >>

    Speciale Mario Soldati >>