Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 5/10/2010 ore 9:41

    Marcovaldo su Rai.tv

    Commenti 0

    Mercoledì 6 ottobre, Bianco e Nero, Rai.tv. Marcovaldo approdò in tv con le sembianze di Nanni Loy. Il primo dei sei episodi dello sceneggiato tratto dal libro di Italo Calvino andò in onda il primo maggio del 1970. Bianco e Nero ci ripropone questa versione televisiva che dimostra la grande popolarità del personaggio e delle sue avventure: anche se erano passati appena 7 anni dalla sua pubblicazione, la raccolta di novelle era già stata adottata come testo nelle scuole ed era entrata nell’immaginario collettivo. Così come lo era il suo interprete, quel Nanni Loy che gli italiani avevano conosciuto come protagonista, nonché autore, di Specchio segreto (la prima versione italiana di Candid Camera, trasmessa dalla Rai nel 1964).

     

    La scelta di Loy fu apprezzata dallo stesso creatore del personaggio, Calvino, che in un’intervista dell’epoca al Radiocorriere lo definì “in perfetta sintonia con il ” mio ” Marcovaldo: attonito, spaesato,con quella sagoma allampanata d’una malinconica comicità.“

    Ma chi è Marcovaldo? “E’ un animo semplice – sono sempre parole di Calvino –, un padre di famiglia numerosa, lavora come manovale in una ditta, è l’ultima incarnazione di una serie di candidi eroi-poveri diavoli alla Charlie Chaplin, con questa particolarità: di essere un ‘uomo di natura’, un ‘buon selvaggio’ esiliato nella città industriale”.

     

    Girato e ambientato a Torino, il Marcovaldo televisivo vive parecchie situazioni narrate nell’originale letterario: risucchiato nei meccanismi della civiltà consumistica é sempre alle prese con oggetti, situazioni e avvenimenti più grandi di lui e ai quali egli non sa opporre che una candida, disarmante, e infine inutile, resistenza.

     

    Guarda Marcovaldo su Bianco e Nero, Mercoledì 6 ottobre >>

    Bianco e Nero >>

    Italo Calvino su Rai.tv >>

  • 17/9/2010 ore 10:50

    Italo Calvino su Rai.tv

    Commenti 0

    Domenica 19 settembre, Rai.tv. Italo Calvino morì il 19 settembre del 1985. Millepagine, il canale web dedicato ai libri e alla letteratura, gli dedica la propria programmazione nella giornata di domenica. Calvino è stato uno dei giganti della letteratura italiana del dopoguerra. Partecipò alla resistenza in Liguria – la sua terra, anche se nacque a Cuba nel 1923 – e da quell’esperienza trae ispirazione il suo primo romanzo Il sentiero dei nidi di ragno (1947): inizialmente scartato dalla Mondadori, fu pubblicato su iniziativa di Pavese da Einaudi – casa editrice per cui Calvino lavorò a lungo come consulente. E’ un’opera nello spirito neorealista di quegli anni, debitrice oltre che di Pavese anche di Vittorini. Eppure già è chiara l’originalità dell’autore, il suo talento, la fantasia.

     

    Un’originalità che andrà sviluppandosi nel decennio seguente in cui vide la luce la trilogia dei Nostri antenati (Il visconte dimezzato, Il barone rampante, Il cavaliere inesistente) che lo consacra definitivamente. Da allora in poi il suo percorso si caratterizza sempre più per la sperimentazione, lo studio delle fiabe e dei racconti popolari, la passione per la scienza, scelta anche come tema di opere letterarie (Le Cosmicomiche). Negli anni 60 e 70 è uno degli intellettuali italiani più aperti alle novità che vengono dall’estero. E all’estero è tutt’ora letto e tenuto in grande considerazione.

     

    Nel 1979 un’opera fortemente sperimentale come Se una notte d’inverno un viaggiatore riscontra un vasto successo presso il pubblico. La sua ultima prova narrativa è Palomar (1983) – selezione di prose scritte negli ultimi anni per Corriere della Sera e Repubblica. E’ forse il suo libro più autobiografico. La morte lo colse mentre preparava un ciclo di lezioni da tenere all’università americana di Harvard. Per fortuna sono rimasti i testi preparatori per quelle lezioni, pubblicati postumi. Sono le imperdibili Lezioni americane.

     

    Segui Italo Calvino su Millepagine, domenica 19 settembre >>

    Speciale Italo Calvino su Millepagine ondemand >>

    Italo Calvino a 1 su mille >>