Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 26/5/2011 ore 12:36

    L’Italia unita dal varietà

    Commenti 0

    Una puntata speciale di “Dixit Stelle” va in onda stasera, giovedì 26 maggio, alle 21.00 su Rai Storia. S’intitola “Giochiamo al Varietè. Speciale” ed è quasi un esperimento: un viaggio dietro le quinte dei grandi varietà televisivi della RAI di ieri e di oggi. Il racconto è costruito sulle parole e i racconti di due maestri dello spettacolo televisivo italiano: il grande, grandissimo Antonello Falqui e Giampiero Solari, il suo erede indiscusso.

    Due protagonisti della nostra tv che si incontrano per la prima volta, senza nascondere emozioni e curiosità, tra ricordi dei loro spettacoli e valutazioni sulla televisione degli ultimi tempi.

    Il programma è stato realizzato da Gianluigi Attorre per Rai 150, la struttura diretta da Giovanni Minoli.

     

    Antonello Falqui, è il regista per eccellenza: “un artista” come lo ha definito Lelio Luttazzi, in una delle sue ultime interviste. E’ il maestro indiscusso del nostro varietà televisivo che plasmato attori di teatro, cantanti, soubrette creando una generazione di miti del piccolo schermo: da Mina a Walter Chiari, Lelio Luttazzi, Gabriella Ferri, Gigi Proietti e Oreste Lionello.

    Altra generazione quella di Giampiero Solari, l’uomo che ha riportato in vita l’intrattenimento di classe ideando i grandi spettacoli degli anni ’90 e 2000. E’ lui il deus ex machina degli show con Celentano, Fiorello, Panariello, Morandi, Renato Zero.

     

    L’incontro tra questi due grandi autori fornisce un piccolo e prezioso saggio sull’arte del varietà, su quella strana alchimia tra comicità, musica ed eleganza, che ha saputo unire gli italiani, per oltre mezzo secolo, davanti al piccolo schermo. Ma è anche l’occasione per fare delle considerazioni sulle condizioni attuali dell’intrattenimento televisivo.

    Al racconto di Falqui e Solari si affiancano i ricordi di autori, produttori e artisti che hanno segnato queste due epoche: da Fiorello a Proietti, da Panariello a Paolo Rossi, da Ellen Kessler, a Lina Wertmuller fino al maestro Lelio Luttazzi, di cui vi proponiamo una delle sue ultime interviste.

     

    A seguire, nella seconda parte di “Dixit Stelle” (alle ore 22.00), sarà trasmesso un ritratto esclusivo di Antonello Falqui.

     

    – Segui “Giochiamo al Varietè. Speciale” sul web, giovedì 26 maggio, alle 21.00 >>

    – Vai al sito di Rai 150 >>

    – Vai al sito di Rai Storia >>

  • 30/12/2010 ore 15:51

    Fiorello Story

    Commenti 1

    Sabato 1 gennaio, 23.35, Rai Uno. E’ Fiorello il protagonista dell’ultimo appuntamento con “Memorie dal bianco e nero”, il programma ideato da Maurizio Costanzo e raccontato da Enrico Vaime.

    L’ultima monografia è dunque dedicata all’ultimo grande protagonista nella storia della nostra televisione. Dalle prime esperienze nei villaggi turistici fino alla conduzione di programmi in prima serata del sabato: le imitazioni, i duetti canori con i cantanti di successo italiani e internazionali, i balli, le interviste. Gran mattatore in programmi come “Stasera pago io” Fiorello, all’apice del successo, ha il coraggio e l’audacia di ritirarsi dalle scene televisive e dedicarsi ad una delle sue tante passioni: la radio.

    E’ un altro successo: “W Radio 2” con Marco Baldini. Il programma radiofonico, che segna tra l’altro il ritorno del maestro Lelio Luttazzi, compie anche alcune brevi incursioni televisive su Rai Uno e lo share, immancabilmente, balza alle stelle. I contributi si alterneranno ai ricordi e agli aneddoti di Vaime e di Costanzo che ha lavorato a lungo con Fiorello.

    – Guarda la diretta  dal tuo pc in streaming – Rai1, sabato 1 gennaio alle 23.35 >>

    – Guarda il video: Fiorello annuncia il ritorno in Rai >>

    – Guarda il video: Fiorello secondo Fiorello >>

    – Guarda il video: Fiorello e i cantanti >>

    – Guarda il video: Fiorello preso a schiaffi da Mario Merola >>

    – Guarda le precedenti puntate di “Memorie dal Bianco e Nero” >>

  • 8/7/2010 ore 10:46

    Speciale Lelio Luttazzi

    Commenti 0

    Lelio Luttazzi e’ morto alle 2:45 della scorsa notte, assistito dalla moglie Rossana. Da circa due anni si era trasferito a Trieste, sua città natale, dove viveva a ridosso della storica piazza dell’Unita’ d’Italia. Le sue condizioni di salute sono diventate precarie circa tre mesi fa a causa di una neuropatia periferica, peggiorata nelle ultime settimane.

    Oltre 50 anni di carriera tra musica, radio, tv e cinema, con il jazz e lo swing come filo conduttore. Lelio Luttazzi nel 1950 all’Orchestra Rai di Torino assume l’incarico di direttore d’archi della Rai, e dal 1954 al 1956 lavora nel programma radiofonico a quiz “Il motivo in maschera” presentato da Mike Bongiorno. Tra le sue canzoni “Senza cerini”, “Timido twist”, e la celebre “Una zebra a pois”, cantata da Mina. Ha presentato anche trasmissioni televisive, come “Studio Uno”, “Doppia coppia”, “Teatro 10”, “Ieri e oggi”. Ma la trasmissione che gli ha dato maggiore notorietà e’ radiofonica: “Hit parade”, la vetrina settimanale dei dischi più venduti, andata in onda dal 1967 al 1976.

    Ha composto inoltre colonne sonore di film tra cui “Toto’, Peppino e la malafemmina”, “Toto’ lascia o raddoppia?” e “Venezia, la luna e tu”. Nel 1970 venne accusato di spaccio di stupefacenti e passò quasi un mese in carcere, ma venne successivamente scagionato e tornò alla conduzione di “Hit Parade”.

    Negli anni 90, dopo alcune sporadiche partecipazioni televisive, si ritiro’ a vita privata. Nel 2009 ha partecipato al Festival di Sanremo condotto da Paolo Bonolis, accompagnando Arisa, che era in gara nella categoria “Nuove proposte”.

    Per ricordare il maestro e compositore Lelio Luttazzi, questa sera alle ore 23.30 Raitre trasmetterà “Speciale Luttazzi”, a cura de “La Musica di Raitre” e presentato da Elsa Di Gati, con contributi che narrano la storia del percorso musicale dell’artista, fino all’ultimo concerto tenutosi nell’agosto 2009 in Piazza Grande a Trieste. La regia è di Francesca Nesler.
    Guarda la diretta>>

    23/02/2008: l’ultima intervista a “Che tempo che fa”

    19/02/2009: Il Maestro per la prima volta sul palco dell’Ariston


    1/05/1965: un giovane Paolo Panelli alla corte di Lelio Luttazzi