Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • fuoriclasse_01«Figli grandi e piccolissimi, allievi spinosi e amorevoli, colleghi suonati e imprevedibili. Ma lei ce la farà perché le donne ce la fanno sempre». Così Luciana Littizzetto sintetizza le nuove avventure della “sua” professoressa Passamaglia, la protagonista di “Fuoriclasse – Terzo capitolo“.
    Quattro puntate in prima visione su Rai1 da domenica 19 aprile alle 21:35

    Una produzione Rai Fiction prodotta da ITV Movie, per la regia di Tiziana Aristarco.

    Guarda il promo>>

     

    Guarda la fotogallery con gli scatti di scena>>

    "Fuoriclasse 3 – Luciana Littizzetto (Isa Passamaglia) e Fausto Maria Sciarappa (Enzo Vivaldi)

    “Fuoriclasse 3 – Luciana Littizzetto (Isa Passamaglia) e Fausto Maria Sciarappa (Enzo Vivaldi)”

    È passato un anno dall’ultima volta che l’abbiamo vista. E l’avevamo lasciata proprio alle prese con quello che si può definire un momento biblico per ogni donna, soprattutto se non più giovanissima: la nascita di un bimbo. Per ironia della sorte, dopo una gravidanza abbastanza complicata che l’aveva costretta per qualche tempo lontana dai suoi studenti, alla professoressa Passamaglia dove le si potevano rompere le acque? Ma certo, nel cortile del liceo Caravaggio, la sua seconda e amatissima casa! Poi la corsa in ospedale e il vagito di Anna, la nuova piccola vita che fa capolino al mondo.

    "Fuoriclasse 3 – foto di scena"

    “Fuoriclasse 3 – foto di scena”

    Tutto dunque ricomincia da qui e, per dirla con le parole di Luciana Littizzetto, che le dà volto e anima: «La professoressa Passamaglia torna col suo mondo complicato e strampalato. Torna la prof trafelata che cerca disperatamente di tenere insieme i pezzi della sua vita che scappa da tutte le parti. Figli grandi e piccolissimi, allievi spinosi e amorevoli, colleghi suonati e imprevedibili. Ma lei ce la fa. Perché, anche se spesso nessuno ci crede, le donne ce la fanno, sempre».

    Fuoriclasse Off: l’esclusiva webseries su Ray >>

    "Fuoriclasse 3 - Lunetta Savino (Beatrice Passamaglia)"

    “Fuoriclasse 3 – Lunetta Savino (Beatrice Passamaglia)”

    Ma per vederla in azione tra pannolini da cambiare, pappe e biberon, tra adolescenti con picchi ormonali da gestire a casa e a scuola, colleghi più o meno bizzarri e affidabili, e non ultimo un amore, Enzo, entrato in automatico in modalità “padre super protettivo” con la velleità di portare Isa all’altare, non dovremo che attendere domenica 19 aprile.
    Il primo appuntamento con il terzo capito della serie “Fuoriclasse” è in prima serata su Rai1. Ma c’è di più, per Isa le sorprese, belle o brutte che siano, sembra non finiscano mai: un giorno guardando la tv viene catapultata in un vero e proprio ginepraio di emozioni e ricordi familiari.

    Riuscirà a ricomporre anche questa volta il puzzle ingarbugliato della sua vita?

    Nel cast: Fausto Maria Sciarappa (Enzo Vivaldi), Ninni Bruschetta (Salvatore Lobascio) Ettore Bassi (Tommaso Canfora), Giulia Bevilacqua (Gaia Marciali), Irene Ferri (Stefania Rosati), Andrea Arcangeli (Michele Tramola), Angelo Donato Colombo (Marco Soratte), Michele Di Mauro (Espedito Ferrero), Germana Pasquero (Marcella Zara), Beatrice Schiros (Margherita Lobascio), Vito (Broccoletti), Brenda Lodigiani (Eva Mair), Lavinia Longhi (Valentina), Matilda Anna Ingrid Lutz (Barbara), Benedetta Cimatti (Chiara), Hace Dig (Tuan), Roberto Gudese (Dario), Simona Tabasco (Aida), Gioele Borgia (Ettore Lobascio), Robert Dancs (Luca Canfora), Annalisa Maria Lavaselli (Francesca), Gianandrea Muia (Manuel), Denise Tantucci (Mara Ferrero). E con Gisella Burinato (Tina Cappoli), la partecipazione di Lunetta Savino (Beatrice Passamaglia), Neri Marcore (Riccardo Tramola) e con Bruno Gambarotta (Don Luigi), Tommaso Ragno (Filippo Iaconello).

    Rivedi le puntate della 1^ serie>>

    Rivedi le puntate della 2^ serie>>

    Vai al sito di RaiFiction>>

    Vai allo Speciale “Interviste esclusive ai protagonisti delle fiction” >>

  • Mennea_04A due anni dalla scomparsa (21 marzo 2013), Rai celebra il grande velocista pugliese nella miniserie, “Pietro Mennea – La Freccia del Sud”, per la regia di Ricky Tognazzi, in onda domenica 29 e lunedì 30 marzo, in prima serata su Rai1.

    A dare volto e anima al mito dell’atletica leggera, Michele Riondino, uno degli interpreti più amati del piccolo e grande schermo, come Mennea uomo del Sud.

    Guarda l’intervista a Michele Riondino>>

     

     

    Una coproduzione Rai Fiction e Casanova Multimedia, prodotta da Luca Barbareschi, lui stesso protagonista nella miniserie nei panni del grande Carlo Vittori, uno dei migliori tecnici federali che l’Italia abbia mai avuto, l’allenatore che più di ogni altro fu vicino al campione.

    "Pietro Mennea. La freccia del sud" - Foto dal set

    “Pietro Mennea. La freccia del sud” – Foto dal set

    Nel cast, Elena Radonicich è la moglie Manuela, la donna della sua vita, mentre Gian Marco Tognazzi veste i panni di Masi, il funzionario FIDAL spesso in conflitto con l’atleta. E, ancora, Jerry Mastrodomenico (Lojacono), Nicola Rignanese (il padre, sarto, che non smise mai di credere nella genialità agonistica del figlio) e la partecipazione di Lunetta Savino, nel ruolo della paziente ma severa (e amatissima) madre del velocista.

    Intervista al regista e al cast. Guarda il Backstage>>

    "Pietro Mennea. La freccia del sud" - Foto dal set

    “Pietro Mennea. La freccia del sud” – Foto dal set

    La leggenda vuole che già nell’assolata Barletta degli anni Cinquanta, il piccolo Mennea si fosse guadagnato la fama sfidando in corsa i “macchinoni” dei ragazzi più ricchi: non c’erano Alfa Romeo o Ferrari che tenessero, Pietro in velocità le bruciava tutte. Inizia così la storia del più grande velocista della storia dell’atletica italiana, primatista mondiale dei 200 metri piani dal 1979 al 1996 con il tempo di 19”72, tutt’ora record europeo, e Medaglia d’oro alle Olimpiadi di Mosca del 1980.

    Gli scatti dal set. Guarda la fotogallery>>

    "Pietro Mennea. La freccia del sud" - Foto dal set

    “Pietro Mennea. La freccia del sud” – Foto dal set

    Un atleta, Mennea, che ha fatto dei valori e dei principi etici legati allo sport la sua bandiera. «Contro il nemico si combatte, con l’avversario si compete. E la competizione implica lealtà e rispetto»: questo l’insegnamento tratto da una gioventù vissuta all’aperto e da esperienze che forgiano una personalità solida. Ma quella della “Freccia del Sud” è soprattutto la storia di un atleta determinato e ostinatamente tenace che con impegno, sacrificio e forza di volontà, è riuscito a spingersi oltre i limiti fisici senza fermarsi mai nel suo percorso, nemmeno quando l’ostacolo sembrava intramontabile. Un uomo di talento, animato dalla spinta a vincere e a lanciarsi dopo ogni traguardo nella sfida successiva, considerando ognisuccesso, piccolo o grande, un semplice punto di partenza per una nuova avventura anziché un approdo. Un racconto vibrante e dal valore universale scritto per regalare emozioni e celebrare un campione divenuto uno dei miti dell’immaginario sportivo internazionale.

    "Pietro Mennea. La freccia del sud" - Foto dal set

    “Pietro Mennea. La freccia del sud” – Foto dal set

    Guarda in anteprima i primi minuti della miniserie>>

    Prima parte
    Olimpiadi di Mosca, 1980. Pietro Mennea è ai blocchi di partenza per la conquista della medaglia olimpica. In un attimo, tutta la sua vita gli scorre davanti. Barletta. Molti anni prima. Pietro va a scuola, aiuta il padre Salvatore, umile sarto e soprattutto corre già più veloce di tutti. È una corsa che esprime l’energia di vivere e la solarità meridionale tarpata in un carattere timido. Almeno finché non è notato dai dirigenti di una Polisportiva locale, la Avis Barletta. Qui il talento di Pietro trova finalmente una strada e la sua esplosività un metodo. È in occasione di una trasferta dell’Avis che Pietro vede correre e vincere alle Olimpiadi di Città del Messico ‘68 l’atleta nero Tommie Smith. Dallo schermo della tv lo vede alzare al cielo il suo pugno chiuso. Il destino di Pietro è segnato. E il giorno dopo, fatale coincidenza, Pietro corre sotto lo sguardo di Carlo Vittori, il miglior tecnico federale italiano. Pietro vince. E di lì a pochi giorni Vittori lo richiama per proporgli di allenarsi con lui a Formia nella Scuola Nazionale di Atletica “Bruno Zauli”, un centro di eccellenza dove si formano i futuri campioni. La madre Vincenzina si oppone alla decisione di Pietro di intraprendere un futuro incerto nello Sport e, in un diverbio acceso, scaglia contro il figlio un bicchiere che resiste all’urto ma si scheggia; Pietro le intima di conservarlo per brindarci quando le porterà una medaglia d’oro olimpica…

    Il racconto di Mosca 1980. Guarda il video>>

    Messico 1979: intervista originale. Guarda il video>>

     

  • 24/10/2014 ore 0:00

    Questo nostro amore 70, il martedì su Rai1

    Commenti 0
    "Questo nostro amore 70" - Anna Valle e Neri Marcorè

    “Questo nostro amore 70” – Anna Valle e Neri Marcorè

    Non perdere l’appuntamento con una delle fiction più attese dell’autunno di Rai1, “Questo nostro amore”, in una nuova stagione definita dall’anno 1970. Sei prime serate per la regia di Luca Ribuoli, con Anna Valle e Neri Marcorè.
    Dal 28 ottobre, il martedì alle 21:15 su Rai1.

    Guarda in esclusiva web le interviste al cast >>

    Guarda i videomessaggi dei protagonisti ai fan della serie >>

    Guarda le anticipazioni delle puntate >>

    Rivedi le puntate >>

     

    SELFIE70 - Posta il tuo Selfie, diventa protagonista!

    SELFIE70 – Posta il tuo Selfie, diventa protagonista!

    “Questo nostro amore 70”  promuove SELFIE70, un’iniziativa che punta al diretto coinvolgimento dei fan della serie. Un gioco pensato per i tanti fan della pagina Facebook, Twitter, Istagram per eleggere il protagonista della sigla dell’ultima puntata!
    Partecipare è semplice: basta postare sulla pagina ufficiale di Facebook di “Questo Nostro Amore 70” una foto degli anni 70 o anche recente, con abiti e accessori di quegli anni…  Partecipa ora!

    Vademecum per partecipare a SELFIE70>>

    Guarda la fotogallery di SELFIE70>>

    La sigla di “Questo nostro amore 70”>>

    Il teaser della campagna web>>

    Soffia un vento nuovo nella vita di Anna e Vittorio, i protagonisti della serie interpretati da Anna Valle e Neri Marcorè. Sono iniziati gli anni Settanta. Sono cambiate le loro vite ed è cambiato il mondo attorno a loro. Nel corso della prima stagione abbiamo visto la coppia alle prese con i pregiudizi della società di fronte alla notizia del loro “amore clandestino”, in un’epoca in cui concubinato e adulterio erano considerati reati. Ora i due hanno la possibilità di vivere liberamente il loro amore. Nessuno fa più loro la guerra perché non sono sposati. Tra l’altro, la legge sul divorzio entra in vigore nel ’70 e i due protagonisti hanno la possibilità di sposarsi. Inoltre Francesca, l’ex moglie di Vittorio (Debora Caprioglio) si è risposata, quindi il matrimonio tra i due è stato sciolto, e in più è stato estinto anche il debito nei suoi confronti.

    "Questo nostro amore 70" - Backstage

    “Questo nostro amore 70” – Backstage

    Guarda il backstage>>

    Nonostante ciò, il rapporto tra Anna e Vittorio sembra destinato ad incrinarsi: i due non riescono a gestire la loro libertà di coppia finalmente riconosciuta, dopo tanti anni di persecuzione. Anna, ora che le ragazze sono cresciute, ha voglia di riprendersi un po’ del tempo che ha dedicato con grande amore alla famiglia, ma purtroppo si ritrova su una frequenza diversa rispetto a Vittorio che non capisce questo suo bisogno. Ritroverà per caso l’amore della sua gioventù, che per un momento la farà sentire di nuovo speciale e corteggiata, cosa che le era mancata moltissimo. Vittorio invece si imbarca, all’insaputa di tutti, in una nuova avventura professionale. Decide di vendere la tanto amata libreria, per acquistare una nuova azienda proprietaria del brevetto di una rivoluzionaria marmitta catalitica per le auto.

    Guarda la fotogallery con gli scatti di scena>>

    "Questo nostro amore '70" - Anna Valle e Marco Foschi

    “Questo nostro amore 70” – Anna Valle e Marco Foschi

    Nel sequel ci saranno inoltre anche molti nuovi arrivi che destabilizzeranno gli equilibri che si erano creati. Troviamo Marco Foschi nei panni di Diego, il primo amore di Anna, che ricompare nella sua vita nelle vesti del padre di un suo alunno. E, in un momento di distrazione di Vittorio, la sua presenza si fa seduttiva e pericolosa. Per Vittorio, invece, la tentazione arriva dalla sua nuova segretaria, Emanuela interpretata da Diane Fleri, una donna giovane, carina e simpatica che lo ricopre di quelle attenzioni e quelle cure che Anna, da un po’ di tempo a questa parte, non gli riserva più.
    E così ecco che Vittorio e Anna, che ci apparivano tanto solidi e indissolubili, entrano in crisi, tanto che Vittorio andrà a vivere da solo mentre Anna sperimenta una seconda giovinezza. Ma sarà una crisi definitiva?

    Guarda il promo>>

    Segui la serie in web streaming da martedì 28 ottobre alle 21:15>>

    Vai al sito>>