Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • Roberto BolleRai Cultura dedica dodici ore alla danza contemporanea in tutte le sue sfumature, tra grandi étoiles e incontri inattesi. Sabato 9 aprile dalle 11:40 alla mezzanotte su Rai5 verranno offerti al pubblico spettacoli, balletti e documentari.
    La giornata culminerà alle 19:40 con la diretta-evento dal Teatro alla Scala di Milano della prima assoluta del balletto “Il giardino degli amanti”, con l’étoile Roberto Bolle su musiche di Wolfgang Amadeus Mozart e coreografie di Massimiliano Volpi, spettacolo di apertura delle celebrazioni per il 225° anniversario della scomparsa di Mozart.

    – Tutti i dettagli sul sito di Rai5 >>

    Sulle punte o a piedi nudi, sulla musica di Mozart o su quella di Vasco Rossi, “disegnata” da Roberto Bolle o da una storica danzatrice del Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch come Cristiana Morganti. Sempre e comunque danza.

    La lunga maratona comincia la mattina alle 11:40 con “Don Q.”, balletto prodotto da Aterballetto con la coreografia di Eugenio Scigliano, che fa incontrare l’antieroe di Cervantes e la contemporaneità, tra musica classica spagnola e sperimentazioni sonore del finlandese Kimmo Pohjonen. Alle 12:50, il documentario “RomaEuropaFestival” che ripercorre i momenti più importanti del festival nato nel 1986. Alle 13:50 è la volta di “Jessica and me”, spettacolo di danza in cui Cristiana Morganti, storica danzatrice del Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch, riflette su se stessa, sul rapporto con il proprio corpo e con la danza, sul significato dello stare in scena.

    Ancora un documentario alle 15:05: “Corpi Ritmi Danze”, una retrospettiva sull’evoluzione della danza contemporanea accompagnata dalle testimonianze di chi l’ha vissuta nei trent’anni del festival “Oriente, Occidente” di Rovereto.
    Alle 15:40 arriva Vasco, o meglio “Vasco alla Scala – L’altra metà del cielo”: un balletto in quattro atti con 13 dei brani più belli di sempre scritti da Vasco Rossi e ri-arrangiati dal maestro Celso Valli.

    Don Q. - foto di Alfredo Anceschi

    Don Q. – foto di Alfredo Anceschi

    Alle 17:00 (e alle 18:35) è la volta della rubrica culturale “Gap – Danza per tutti” con un viaggio nella danza dagli anni ’80 ad oggi, mentre si torna sul palcoscenico alle 18:00 con “Capricci”, in prima visione: Michele Abbondanza e Antonella Bertoni danno vita a un teatro di balli, contatti, esperimenti fisici.

    Alle 19:40 la diretta de “Il Giardino degli amanti” dalla Scala, seguito – al termine – da “Divina Commedia – Ballo 1265”: un viaggio – firmato dal direttore della Biennale di Venezia per la Danza, Virgilio Sieni – nelle tre cantiche dantesche, attraverso una partitura coreografica nello storico Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze. Chiudono la giornata dedicata alla danza due lavori presentati al Festival Oriente Occidente di Rovereto: alle 23:00, “A loan” spettacolo firmato dalla giovane coreografa emergente Irene Russolillo, e alle 23:30 la prima tv del documentario “Post Produzione” in cui il coreografo Andrea Gallo indaga, attraverso il movimento, sui temi del conflitto e della memoria.

  • Vasco alla ScalaDebutta alla Scala, in prima assoluta, una nuova produzione che vede incontrarsi due universi per un inedito progetto teatrale tagliato su misura per il Corpo di Ballo; al centro c’è il mondo della donna, nelle sue sfaccettature e con le sue emozioni.

    Dal suo sguardo sensibile sull’altra metà del cielo, Vasco Rossi ha tratto una storia in cui tre personaggi riassumono tutte le sfumature dell’universo femminile cantate nella sua lunga carriera. E su una nuova dimensione delle sue canzoni, arrangiate per orchestra, il Corpo di Ballo si muoverà sotto la guida di Martha Clarke, coreografa e regista poliedrica e pluripremiata, dall’indole provocatoria e ironica, stravagante e aperta alla contaminazione dei linguaggi.

    Albachiara, Susanna e Silvia sono i tre personaggi, o meglio tre diversi tipi di donna cantati da Vasco Rossi, ognuna seguita in quattro fasi della vita – adolescenza, maturità, crescita e abbandono. Attraverso queste fasi, ciascuna di loro cambia, si trasforma, e il suo carattere e il suo destino sono riflessi in altrettante canzoni, in altre donne descritte da Vasco che, oltre a firmare la drammaturgia dello spettacolo, è naturalmente autore delle musiche e dei testi scelti per costruire la “colonna sonora” e in qualche modo anche il “libretto” della produzione.

    Vai alla scheda del programma>>

    Guarda il promo>>

  • 6/12/2010 ore 10:10

    La Prima della Scala sulla Rai

    Commenti 2

    La grande musica è di tutti. Questo è il senso dell’impegno Rai in occasione dell’inaugurazione della Stagione d’opera del Teatro alla Scala di Milano, martedì 7 dicembre 2010, quando dieci telecamere e cinquantasei microfoni, a partire dalle 16.45, serviranno per trasmettere in diretta televisiva su Rai 5 e in diretta radiofonica su Radio3 “Die Walküre” (La Valchiria) di Richard Wagner, con la direzione di Daniel Barenboim e la regia di Guy Cassiers. Il nuovo canale del digitale terrestre Rai, interamente dedicato all’“intrattenimento culturale”, inaugura così la propria offerta di grandi eventi in diretta.

     

    L’opera sarà ripresa in alta definizione con la regìa di Emanuele Garofalo e, oltre alla diretta televisiva su Rai 5, con sottotitoli in italiano, e a quella radiofonica su Radio3, verrà trasmessa su Rai HD, e tramite Rai Trade nelle sale cinematografiche di tutta Europa, con sottotitolazione multilingua, e in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano.

     

    L’opera inizia alle ore 17.00: dopo il “prologo” di Das Rheingold, la “prima giornata” dell’Anello del nibelungo. “Die Walküre” inizia la saga e il fatale intreccio fra il mondo degli dei, di Wotan e della ribelle valchiria Brünnhilde, e quello più drammaticamente umano degli eroi, di Siegmund e di Sieglinde. Un intreccio dipanato dal regista Guy Cassiers anche grazie all’utilizzo delle più moderne tecnologie teatrali, dalla bacchetta di Daniel Barenboim e da un cast composto dalle migliori voci wagneriane del momento: Nina Stemme (Brünnhilde), Waltraud Meier (Sieglinde), Vitalij Kowaljow (Wotan), Ekaterina Gubanova (Fricka). Insieme a Nina Stemme, sono al debutto scaligero Simon O’Neill (Siegmund) e John Tomlinson (Hunding).

     

    Il giorno della diretta altre telecamere saranno dislocate nel foyer del teatro, per seguire tutto ciò che accade attorno allo spettacolo. Philippe Daverio condurrà su Rai 5 la trasmissione televisiva incontrando, prima dell’inizio e durante gli intervalli, i protagonisti e gli ospiti presenti a uno dei più grandi eventi culturali del nostro Paese.

     

    Per Radio3 Suite – la trasmissione di Radio 3 dedicata alla musica, alla cultura e allo spettacolo – saranno gli inviati Gaia Varon e Nicola Pedone a raccontare la serata con cronache, commenti, approfondimenti e interviste.

     

    – Segui la Prima della Scala in diretta radio sul web, il 7 dicembre alle 17.00 >>

    – Vai al sito di Rai 5 >>

    – Vai al sito di Radio3 Suite >>

    – Vai al sito di “La musica di Rai Tre” >>