Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 16/4/2015 ore 0:39

    The Voice of Italy: rivivi il primo Knockout

    Commenti 0

    blog_TVOI1blind2La marcia di The Voice of Italy continua. Questa sera si è aperta la terza fase del talent canoro targato Rai2: i Knockout, due puntate che decideranno la rosa di voci che approderanno ai live show, momento finale della trasmissione, dove sarà decretato il vincitore del contratto discografico in palio. Anche in questa manche, come nelle Battle delle settimane precedenti, si sfideranno due cantanti appartenenti allo stesso team. In questo caso, però, saranno i cantanti a scegliere i loro “cavalli di battaglia” da portare sul palco mentre ai coach Pelù, Noemi, J-Ax, e Facchinetti spetterà, ovviamente, l’inappellabile decisione: dentro o fuori.

     

    Prima sfida della serata riguarda il #TeamNoemi ed è quella tra Amelia Villano e Keeniatta. Il percorso di Amelia fino ad ora è stato segnato dall’incertezza della ragazza. Il suo coach, Noemi, ha cercato di farla crescere dandole fiducia e spronandola ad essere sé stessa. Keeniatta è, invece, una cantante già formata e la “Rossa” sta facendo di tutto per aiutare la sua consacrazione sulla scena musicale. Per la sfida di stasera, Amelia si esibisce con Senza Pietà di Anna Oxa, canzone vincitrice di Sanremo 1999. Keeniatta invece va sul classico e decide di cantare I have Nothing di Whitney Houston, tratta dal film The Bodyguard strappando una vera ovazione da parte del pubblico. J-Ax trova entrambe le esibizioni molto sensuali, Piero trova entrambe le cantanti allo stesso livello, sottolineeando come la carica di Amelia sia arrivata ad eguagliare l’esperienza di Keeniatta, Roby Facchinetti, invece, loda la prestazione di Keeniatta. Per Noemi la decisione è difficile: per lei Keeniatta rappresenta la classica voce da “diva” soul mentre Amalia potrebbe essere una grande voce italiana. Dopo un’attenta riflessione la coach sceglie di premiare la cantante che ha mostrato più carattere, portando ai live Keeniatta. Amelia abbandona il palco tra le lacrime ma ha la riconoscenza di Noemi.

    – Guarda il Knockout Amelia Villano vs. Keeniatta>>

    Tocca ora ai ragazzi del #TeamPelù, a fronteggiarsi sono Alessandra Salerno e Luca Gagliano. Alessandra ha trovato la sua strada presentandosi con l’immancabile Auto-Harp mentre Luca ritiene di essere più genuino della sua rivale. Per il loro coach Piero Pelù si tratta di due tra i cantanti con più personalità della sua squadra. Luca si esibisce in uno dei grandi successi di Prince, Purple Rain. Alessandra, invece, sceglie l’evergreen La Bambola di Patty Pravo, ovviamente accompagnandosi con l’inseparabile Auto-Harp. Roby sembra apprezzare entrambe le performance, lodando particolarmente quella di Alessandra e l’atmosfera che è riuscita a creare. Per Noemi Luca è riuscito a fare immaginare la canzone mentre per Ax entrambi sono stati bravissimi. E’ il momento della decisione: Piero è rimasto soddisfatto da Luca ma probabilmente il ragazzo deve ancora provare a cercare la sua strada, mentre Alessandra sembra avere una personalità già strutturata, da “fata Morgana”. E’ per questo che El Toro Loco decide di premiare Alessandra, per lei si aprono le porte dei live show

    – Guarda il Knockout Alessandra Salerno vs. Luca Gagliano>>

    Federico Russo conduce The Voice of Italy

    Federico Russo conduce The Voice of Italy

    Ecco la prima sfida per il #TeamJAx si tratta di Nathalie Coppola contro Sarah Vita Felline. Le due cantanti non si aspettavano di incrociarsi visto le loro differenze, ma il coach sembra sapere il fatto suo. Sarah Vita arriva da uno steal che “Lo Zio” ha portato a termine durante le battle mentre Nathalie è una delle anime reggae del “Team Loser”. Comincia a cantare Nathalie che ha deciso di esibirsi in I’m yours di Jason Mraz, Sarah risponde con un grande classico, Albachiara di Vasco Rossi che il pubblico sembra gradire molto. Noemi dichiara di amare la voce di Nathalie mentre ricorda i suoi tempi “da talent” con l’esibizione di Sarah. Francesco cerca di spronare Sarah a trovare il suo stile allontanandosi dalle somiglianze vocali con Gianna Nannini mentre Piero loda entrambe le cantanti anche se sembra apprezzare maggiormente la voce reggae di Nathalie. La decisione, ovviamente, spetta a J-Ax che sembra essere molto combattuto: Nathalie per lui è formata e convinta dei suoi mezzi mentre Sarah per lui è ancora una scommessa, una giovane cantante in cui pochi hanno creduto e che può ancora dare molto. Per questo decide di promuovere proprio Sarah che per lui ha fatto l’esibizione più credibile

    – Guarda il Knockout Nathalie Coppola vs. Sarah Vita Felline>>

    Siamo al quarto scontro, il primo per il #TeamFach, Alessia Labate si misura con Alex Ceccotti in uno scontro tra talenti “opposti”, tra una cantante più d’impulso ed un cantante più tecnico, tra una cantante più legata alla modernità ed un cantante che ama i classici della musica italiana. Alessia si presenta sul palco con la sua chitarra cantando Locked out of Heaven successo di Bruno Mars, Alex risponde con il superclassico Perdere l’amore di Massimo Ranieri e il pubblico va in delirio. Noemi si complimenta con Alessia per il modo in cui ha fatto suo il pezzo, J-Ax invece si dice stupito da come Alex abbia “spaccato tutto” preferendo, in un Paese dove tutti i ragazzi fanno gli alternativi, un grande classico. Per Roby e Francesco la scelta è difficile, talmente tanto che Facchinetti Junior decide di passare la palla al papà il quale ha trovato fantastica l’interpretazione di Alex mentre si complimenta con Alessia per la professionalità mostrata nonostante la giovane età. Dopo una lunga riflessione la prescelta è Alessia anche se il pubblico in sala sembra non essere del tutto d’accordo, e anche Noemi

    – Guarda il Knockout Alessia Labate vs. Alex Ceccotti>>

    Adesso tocca al #TeamNoemi con Roberto Pignataro e Marianè. Per Roberto arrivare a “The Voice” e passare i vari step è ancora una sorpresa, anche perché ha un carattere molto molto timido, Marianè, che proviene dal TeamPelù ed arriva nel team grazie ad uno steal, invece ha grinta da vendere e sa dominare il palco. Roberto si presenta a questa prova con Wherever you will go dei The Calling, una delle canzoni dell’estate 2002, Marianè risponde con Dedicato di Loredana Bertè su testo di Ivano Fossati. Anche questa sfida sembra mettere contro due opposti, per J-Ax Marianè ha “spaccato”, per Piero Roberto ha una grande voce mentre per i Facchinetti la ragazza ha fatto una interpretazione molto personale. Arriva il momento della scelta per Noemi, la coach si dice molto contenta di entrambi le esibizioni. Nella sua visione Mariané deve imparare però a non esagerare e a capire che la musica è fatta di silenzi mentre Roberto pur essendo stato estremamente preciso e misurato deve imparare ad essere meno timido e a dominare il palco. Ed è proprio questo motivo che porta “la Rossa” a preferire Marianè

    – Guarda il Knockout Roberto Pignataro vs. Marianè>>

    I Facchinetti all'opera

    I Facchinetti all’opera

    Arriva il momento di una nuova sfida per il #TeamJAx si tratta di Luca Boccadamo salentino pieno di energia si confronta con Maurizio Di Cesare cantante molto tecnico che spazia con la sua voce dalle note più basse a quelle più alte. Luca si presenta con Ahi Maria di Rino Gaetano con l’aggiunta di una parte rap scritta da lui. Maurizio risponde con La la la di Naughty Boy ft. Sam Smith. Il coach vorrebbe farli passare entrambi, per Roby è come se Luca avesse una rana in bocca mentre di Luca pensa che ha una voce che gli consenta di fare quasi tutto mentre Francesco gli consiglia di pensare meno alla perfezione vocale e di lasciarsi andare di più. Per Piero, invece, Luca è un perfetto cantante di raggamuffin anche se può e deve ancora migliorare. Arriva il momento della scelta di J-Ax, il coach dopo essersi complimentato con entrambi i ragazzi preferisce portare avanti Maurizio che, però, ha un attacco di panico e scoppia in lacrime dietro le quinte mentre Luca si dice comunque orgoglioso del suo percorso

    – Guarda il Knockout Luca Boccadamo vs. Maurizio Di Cesare>>

    E’ il turno dei ragazzi del #TeamPelù. Silvia De Santis, che il suo coach definisce “una macchina da guerra anche se ancorata ad un modo antico di cantare” si sfida con Ira Green grintosa rocker che ha conquistato tutti con la sua energia. Silvia decide di affrontare questa prova cantando Se Telefonando classico senza tempo di Mina e riscuotendo un caloroso applauso da parte del pubblico. Ira risponde con Paranoid dei Black Sabbath altro grande classico, questa volta del rock molto caro a Pelù. La sfida è veramente adrenalinica e anche i coach sono estasiati, tra loro particolarmente J-Ax che sembra molto colpito da Ira e dalla sua potenza. Anche Francesco si complimenta con Ira per la scelta del pezzo e per l’energia mentre trova che Silvia sia stata veramente al top. La parola passa ora a Piero che ha un compito molto difficile: da una parte Silvia ha dimostrato di essere una pantera mentre Ira è stata un uragano, anche se secondo lui ha ancora molte potenzialità vocali da esplorare. Ed è proprio per questo motivo che Pelù sceglie di portare avanti Ira

    – Guarda il Knockout Silvia De Santis vs. Ira Green>>

    La settima sfida della serata è per il #TeamFach, Sarah Jane Olog che ha ben figurato in tutti gli step precedenti del talent deve vedersela nientepopodimeno che con Chiara Iezzi. Sarah Jane decide di esibirsi con Stay with me di Sam Smith, Chiara, invece, sceglie il sempreverde La voce del silenzio di Mina. Il pubblico applaude entrambe le performance, anche per Noemi le due cantanti sono state bravissime mentre J-Ax supporta Chiara essendo stata “rubata” dal suo team dai Facchinetti durante le Battle. Per Piero padre e figlio, decidendo questo scontro, si sono andati a mettere in un ginepraio perché se Chiara ha dato un’interpretazione perfetta figlia della sua grande esperienza dall’altra parte Sarah ha dato prova di avere una grande grinta. Ora tocca a papà e figlio Facchinetti decidere e ancora una volta Francesco cede la parola a Roby, sentendosi in colpa per non averlo consultato al momento dello steal per Chiara. Secondo papà Facchinetti Sarah ha una voce fantastica mentre Chiara è da apprezzare per il voler ricominciare propio da The Voice. Dopo una sofferta decisione Roby decide di premiare la grinta e la personalità di Sarah aprendo alla cantante le porte dei live show. Chiara accetta sportivamente il verdetto e si prende i complimenti e l’ammirazione di papà Facchinetti

    – Guarda il Knockout Sarah Jane Olog vs. Chiara Iezzi>>

    I preziosi consigli di Noemi

    I preziosi consigli di Noemi

    Tocca ora ai ragazzi del #TeamNoemi. A salire sul palco sono Thomas Cheval giovanissimo italo-francese che “la Rossa” sta spronando ad avere una presenza scenica maggiore e Gregorio Rega cantante campano dalla grande grinta. Thomas affronta la sfida cantando uno dei recenti successi del belga Stromae Papaoutai facendo ballare perfino Roby con la gamba malata, Gregorio risponde con Geronimo recente chart-burster degli Shepperd. I coach si complimentano con entrambi i cantanti, Piero resta colpito da Gregorio perché sembra essersi liberato dall’etichetta di “Jamiroquai” di The Voice. Arriva il momento della scelta, Noemi sembra avere le idee chiare, per lei Thomas può ancora crescere sotto la sua guida e mostrare un talento ancor più cristallino ai live. Gregorio accetta la sconfitta e dichiara di non volersi fermare e di voler continuare a vivere di musica

    – Guarda il Knockout Thomas Cheval vs. Gregorio Rega>>

    E’ il momento del #TeamPelù. La sfida è tra Martina Liscaio interprete che dichiara di essere cresciuta molto in queste settimane ma che, secondo Piero, può ancora lavorare sul suo timbro, e Marco De Vincentiis che, pur essendo molto bravo, manca ancora di personalità. Martina si presenta con Ma il cielo è sempre più blu di Rino Gaetano mentre Marco sceglie un classicone dei Depeche Mode Enjoy the Silence riarrangiato da coach Pelù in chiave rock. Francesco trova che entrambi i cantanti abbiano “strafatto” andando oltre le loro possibilità restituendo un esibizione inaspettata, mentre Roby sembra propendere per Marco. Noemi si dice molto divertita dalla sfida, trova Marco super-dark, J-Ax, invece, sembra non convinto dell’arrangiamento del pezzo di Martina mentre ha apprezzato molto il modo in cui Marco ha trasformato i Depeche Mode. Tocca ora a Piero Pelù decidere: preferirà l’energia di Martina o il magnetismo di Marco? Il ragionamento del Coach riguarda solo l’equilibrio di voci nel team, non la bravura, perché i due talenti, a detta di Piero, si equivalgono. Per questo motivo il “Toro Loco” sceglie di promuovere Marco. Alla sua seconda partecipazione a “The Voice”, Martina finisce qui il suo percorso

    – Guarda il Knockout Martina Liscaio vs. Marco De Vincentiis>>

  • 30/4/2014 ore 23:59

    Il secondo knockout di The Voice

    Commenti 2

    The Voice of Italy 2

    Si è consumata l’ultima sessione delle sfide canore dei Knockout di The Voice of Italy in cui coppie di cantanti di ciascuna squadra hanno battagliato tra loro interpretando canzoni scelte autonomamente. Dopo una serata di confronti serrati che ha posto i quattro coach, Piero Pelù, Raffaella Carrà, J-Ax e Noemi, davanti a scelte molto difficili che spesso hanno fatto rumoreggiare il pubblico presente in studio, il quadro finale dei cantanti che accederanno ai live show, la fase finale del programma che prenderà il via mercoledì 7 maggio, è stato finalmente definito.

     

    Ecco i verdetti squadra per squadra:

    Piero Pelù porta alla fase successiva Ester Oluloro e Claudia Megre’

    Raffaella Carrà porta alla fase successiva Tommaso Pini e Giuseppe Maggioni

    J-Ax porta alla fase successiva Carolina Russi, Valerio Jovine e Dylan Magon

    Noemi porta alla fase successiva Giorgia Pino, Andrea Manchiero e Stefano Corona

     

    Il quadro dei cantanti che approdano ai live show, al netto dei qualificati della scorsa puntata, è quindi così composto:

    #TeamPelù: Daria Biancardi, Giacomo Voli, Giulia Dagani Ester Oluloro e Claudia Megre’

    #TeamCarrà: Federica Buda, Luna Palumbo, Francesco Marotta, Tommaso Pini e Giuseppe Maggioni

    #TeamJAx: Debby Lou, Suor Cristina, Carolina Russi, Valerio Jovine e Dylan Magon

    #TeamNoemi: Gianna Chillà, Gianmarco Dottori, Giorgia Pino, Andrea Manchiero e Stefano Corona

  • The Voice of Italy 2Scelte difficili, duelli intensi, esibizioni perfette, ma anche ansia, gioia, dolore e delusioni: sono stati gli ingredienti della seconda Battle di questa edizione di The Voice of Italy. Dopo una serata di confronti tra le migliori voci scelte dai Coach durante la fase delle Blind Audition, questi sono i verdetti squadra per squadra:

    Piero Pelù porta avanti nel suo Team Daria Biancardi, Nadia Marino, Mia Schettino e Giacomo Voli e ruba a J-Ax, tramite lo “steal”, Valeria Marchetti;

    Per la squadra guidata da Raffaella Carrà avanzano Francesco Marotta, Vittoria De Santis, Benedetta Caretta e Nancy Sardiello. Dal Team Noemi arriva Sasha Susino grazie allo “steal”;

    Noemi mantiene in gioco Stefano Corona, Andrea Veschini, Giorgia Pino e Antonella Anastasi, mentre ruba a J-Ax Yvonne Tocci premendo il pulsante dello “steal”;

    J-Ax porta ai Knockout: Angela Nobile, Valerio Jovine, Giusy Scarpato e Carolina Russi. Dalla squadra di Piero Pelù viene acquistato Andrea Ori con lo “steal”.

    La ricerca della “voce” italiana continua, con un appuntamento speciale, giovedì 24 aprile quando andrà in onda la prima puntata dei “Knockout”: una nuova sfida canora a cui si sottoporranno i talenti guidati dai quattro coach in gara prima di approdare alla fase finale che inizierà ail 7 maggio. Chi la spunterà?