Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 16/9/2010 ore 14:10

    Roberto Saviano tifoso a “Sfide”

    Commenti 0

    Venerdì 17 settembre, 23.10, Rai Tre. Roberto Saviano parla in tv della Campania. Così dicendo viene alla mente quasi d’istinto qualche immagine di Gomorra, un cadavere sull’asfalto ad esempio. E invece stavolta l’immagine è un’altra: una palla che rimbalza sul parquet, un canestro, una folla che esulta felice. Era il 1991 e la squadra di basket di Caserta conquistò un inatteso scudetto contro gli invincibili rivali dell’Olimpia Milano. Roberto Saviano è un tifoso sfegatato della squadra casertana e nella prossima puntata di Sfide sarà l’eccezionale testimone e narratore di una delle favole sportive più belle degli ultimi vent’anni: Miracolo a Caserta.

     

    Dopo cinque emozionanti partite, il 21 maggio un’immensa folla festante si riversa per le strade. Un’intera città impazzisce di gioia perché il tricolore è stato strappato a Milano e per la prima volta nella storia della pallacanestro è sceso nel Sud Italia.

    Saviano racconta: “Per Caserta era qualcosa in più di una semplice squadra di basket, qualcosa in più di un semplice scudetto, o di una finale di coppa. Significava, innanzitutto, che c’era qualcosa di buono in un territorio da cui spesso proveniva soltanto il male, morti ammazzati, corruzione politica, immobilità sociale, una borghesia lenta, impigrita, biliosa. Per la prima volta quello scudetto sembrava ripagare un’idea di riforma della società attraverso il talento. Questo è stato lo scudetto della Juvecaserta”.

     

    E’ forse l’ultima storia di uno sport che non c’è più: uno sport dove il legame tra una squadra e il suo territorio era ancora fortissimo, dove i giovani talenti italiani potevano trovare posto, dove non c’era bisogno dei miliardi di qualche magnate straniero.

    Oltre alla partecipazione straordinaria di Saviano, la favola del Miracolo a Caserta è raccontata attraverso immagini inedite – come quelle dell’unica partita che Michael Jordan giocò in Italia proprio contro Caserta – e i ricordi dei grandi protagonisti di quell’impresa e dei loro storici avversari. Infine la testimonianza di altri tifosi eccellenti come gli Avion Travel. Nessuno è voluto mancare in questa puntata speciale di Sfide.

     

    Segui Sfide sul web venerdì 17 settembre alle 23.10 >>

     

    Roberto Saviano a Che tempo che fa  >>

     

    Il sito di Sfide >>