Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 13/1/2014 ore 12:13

    Anita B.

    Commenti 0

    anitab_blogIl 16 gennaio esce nelle sale italiane il nuovo e atteso film di Roberto Faenza, “Anita B.“, liberamente ispirato al romanzo di Edith Bruck “Quanta stella c’è nel cielo”.

    Protagonisti Eline Powell, Robert Sheehan, Andrea Osvart, Antonio Cupo, Nico Mirallegro e con Moni Ovadia e Jane Alexander.

    Guarda le interviste al regista e ai protagonisti>>

    Anita, un’adolescente di origini ungheresi sopravvissuta ad Auschwitz, è accolta dall’unica parente rimasta viva: Monika, sorella di suo padre, che non vuole essere chiamata zia e vive l’arrivo della nipote come un peso.
    A Zvikovez, tra le montagne della Cecoslovacchia non lontane da Praga, Monika vive con il marito Aron, il figlioletto Roby e il fratello di Aron, il giovane e attraente Eli, la cui filosofia è spiccia: “gli uomini tirano giù i calzoni, mentre le donne pensano all’amore”.
    In quel villaggio dei Sudeti, territori in precedenza occupati dai tedeschi, i nazisti vengono rimpatriati a forza e gli scampati trasferiti nelle loro abitazioni, in una situazione di crescente tensione con l’avvento del comunismo.
    Attorno ad Anita, uomini e donne vogliono dare un calcio al passato, ballare, divertirsi, ascoltare di nascosto le canzoni americane trasmesse oltre cortina dalla Voice of America. Anita sogna come tutti, ma a differenza degli altri non nasconde l’anima.

    Guarda il trailer>>
    loc_blog

    La ragazza è combattiva e piena di entusiasmo. La sua forza viene dal ricordo dei genitori persi nel lager. Ma nella nuova casa si trova ad affrontare una realtà inaspettata: nessuno, neppure Eli, con cui scoprirà l’amore, vuole ricordare il passato. E il più grande tabù è proprio l’esperienza del campo, quasi fosse qualcosa di cui vergognarsi.

    Quando Anita tenta di smontare quella difesa collettiva si trova davanti un muro di silenzi. Così, se vuole parlare di ciò che ha passato, può farlo solo con il piccolo Roby, che ha appena un anno e non può capire.
    Nella mescolanza di popoli e lingue che confluiscono attorno a Praga, Anita si confronta con personaggi indimenticabili: il vulcanico zio Jacob, coscienza critica della comunità ebraica ed estroso musicista nella festa del Purim; Sarah, la dinamica “traghettatrice” armata di pistola, che organizza l’esodo verso la Palestina; il giovane David, rimasto orfano per la tragica scelta dei genitori, con cui inizia una toccante amicizia.
    Improvvisamente, Anita si trova catapultata in una situazione imprevista, che la pone di fronte a una decisione che richiede coraggio. E il film si chiude con un inatteso colpo di scena.

    Guarda la fotogallery>>

    “Quanti film sono stati realizzati sulla Shoah? Tanti.” – dice il regista – “Qualcuno dice forse addirittura troppi. Io stesso ne ho realizzato uno. Ma pochissimi sono stati prodotti sul dopo, cioè affrontando la vita dopo la morte.
    Anita B. si sforza di coprire questo dopo e lo fa con l’intenzione di colmare un vuoto dovuto a molte cause. Tra queste, in primo luogo il bisogno di dimenticare. […]
    Considero Anita B. il mio film più controcorrente, persino in maggiore misura del pluri-censurato Forza Italia! In un periodo in cui il cinema sempre più si affida a un mondo irreale fatto di universi inesistenti e roboanti effetti speciali, questa storia guarda ai suoi protagonisti con pudore e discrezione, quasi in punta di piedi. […]”

    Il film ha ricevuto il patrocinio di Roma Capitale – Assessorato alla Scuola, Infanzia, Giovani e Pari Opportunità e il patrocinio dell’ANP (Associazione Nazionale Dirigenti e Alte Professionalità della Scuola), l’associazione nazionale dei presidi.
    È già possibile organizzare matinées per le scuole nei cinema di tutta Italia fino al termine dell’anno scolastico 2013/2014. A disposizione degli studenti biglietto a prezzo ridotto, ingresso gratuito per i docenti accompagnatori e i ragazzi diversamente abili.

    L’anteprima nazionale che si svolgerà a Roma il 14 gennaio ha inoltre ottenuto il patrocinio del Comitato di Coordinamento per le Celebrazioni in Ricordo della Shoah.

    Il 27 gennaio, per la Giornata della Memoria, al Museo Yad Vashem di Gerusalemme, dopo la cerimonia di commemorazione, si svolgerà una proiezione alla presenza di Roberto Faenza e a seguire una tavola rotonda dal titolo “Ricordare, come ricordare”.
    Il 29 e 30 gennaio si svolgeranno proiezioni e incontri anche ad Haifa e a Tel Aviv.

    Il film è prodotto dalla Jean Vigo Italia e da Cinemaundici in collaborazione con Rai Cinema e distribuito da Good Films.

    Vai a Rai Cinema Channel>>
    Vai al sito di Rai Cinema>>

  • 6/10/2012 ore 15:32

    ‘Volo in Diretta’: Fabio Volo torna su Rai3

    Commenti 0

    Come si guarda il mondo a quarant’anni? E come cambia, se cambia, la percezione di se stessi? Il neoquarantenne Fabio Volo riparte da queste domande per la nuova edizione del suo programma “Volo in diretta” che, dal 9 ottobre, torna su Rai3 il martedì, mercoledì e giovedì alle 23.15.

    Un programma rinnovato e declinato secondo l’attualità. A partire da quella di Fabio che, di giorno in giorno, si confronta con la propria “maturità”, in una sorta di percorso di autocoscienza fatto con un linguaggio che mescola anticonformismo e ironia, riflessione e sorriso, e al quale fa da contraltare una presenza femminile “pungente”: quella dell’attrice Jane Alexander, sempre pronta al confronto con Fabio.

    – Guarda il promo della nuova edizione di ‘Volo in Diretta’ >>

    E poi c’è il mondo, quello che Volo incontra attraverso i personaggi ospiti della trasmissione in studio o in luoghi simbolici di questo secolo, come i palazzi del potere statunitense, dalla Borsa di New York alla Federal Reserve, di cui cercherà di capire, con le sue incursioni, a volte irriverenti, i dietro le quinte e gli aspetti meno conosciuti.

    “Il nostro obiettivo di quest’anno – aggiungono gli autori – è quello di sperimentare una formula nuova: la curiosità di Volo applicata all’attualità”.

    Scopri il sito di ‘Volo in Diretta’ >>

    Tra le nuove sfide di Fabio, inoltre, quella di una personalissima rilettura, nel corso del programma, dei “Comizi d’amore” pasoliniani, alla scoperta di come cambiano i costumi sentimentali e sessuali nel nostro tempo.

    Per la prima puntata – il 9 ottobre – si comincia con una domanda che Volo fa a se stesso: “Cosa ho imparato mentre non eravamo in onda?”. In sommario, poi,  anche il debutto come inviato dello scrittore Paolo Nori, mentre l’ospite in studio è il regista Paolo Virzì.

    “Quest’anno cercheremo di essere più divertenti – dice Fabio Volo –, inserendo nel programma più satira. Ci saranno anche degli inviati, oltre a me, per poter essere più sul territorio e nell’attualità. Abbiamo lavorato molto anche durante l’estate per preparare bene la nuova stagione e speriamo di fare bene e di riuscire a creare buone cose da condividere con chi ci guarderà, e andare poi a dormire con una buona sensazione”.

    Segui ‘Volo in Diretta’ su Twitter >>

    Segui ‘Volo in Diretta’ su Facebook >>

    Questa edizione inoltre vi coinvolgerà anche in prima persona. Fabio Volo è ‘troppo buono’ e non sa fare domanda cattive agli ospiti. Quindi potete dargli una mano,  Inviate i  vostri video o scrivete le vostre domande>> scomode per gli ospiti presenti in puntata  e Jane Alexander gliele porgerà.

    “Cuore” del programma, anche in questa seconda edizione, sarà lo studio M2 del Centro di Produzione Tv Rai di Milano, in via Mecenate, con il suo pubblico, i nuovi backstage, i tapis roulant, la musica dei Calibro 33 – una band che spazia dal funk alle musiche da film… e la presenza del fedele operatore Ivo.

    – Guarda in streaming: ‘Volo in Diretta’, Rai3 il martedì, mercoledì e giovedì,  23.15>>

  • C’è una novità per tutti gli utenti del web e per gli appassionati di Luca Manara: a partire da domani, giovedì 3 marzo, si potrà commentare in diretta tutti gli episodi della seconda serie de “Il commissario Manara”!

     

    GIOVEDI’ 3 MARZO ALLE 21.10 CLICCA QUI PER GUARDARE E COMMENTARE IN DIRETTA IL PRIMO EDISODIO DE ‘IL COMMISSARIO MANARA 2’ >>

     

    PUOI COMMENTARE ANCHE CON IL TUO SMART PHONE: CLICCA QUI PER SCARICARE L’APPLICAZIONE >>

     

    Parte infatti domani – ripetiamo giovedì 3 marzo alle 21.10 –  “Il commissario Manara 2”, con Guido Caprino nei panni del fascinoso poliziotto. Anche in questa nuova serie si mescolano felicemente gli ingredienti più vari: giallo, azione, commedia, dramma e melò. Sei episodi per sei serate all’insegna dell’ironia tra mille contrattempi e colpi di scena, turbolente vicende sentimentali e difficili casi di omicidio da risolvere.

     

    PER GUARDARE E COMMENTARE IN DIRETTA GLI EPISODI DE “IL COMMISARIO MANARA 2”  CLICCA QUI >>

     

    – Guarda il backstage esclusivo de ‘Il Commissario Manara 2’ >>

    – Guarda il sito de ‘Il Commissario Manara 2’ >>

    – Guarda le interviste esclusive ai protagonisti de ‘Il Commissario Manara 2’ >>

    – Riguarda le puntate dopo la messa in onda su Rai1>>

    – Riguarda tutte le puntate della PRIMA serie de ‘Il Commissario Manara’ >>

  • 2/3/2011 ore 2:31

    Nuove avventure per il Commissario Manara 2

    Commenti 1

    Da giovedì 3 marzo torna in prima serata su Rai1 la fortunata serie ”Il Commissario Manara 2”, sei nuove puntate per il fascinoso Luca Manara, impersonato da Guido Caprino, che tra un caso e l’altro si troverà a dover fare i conti con una vita sentimentale fin troppo sopra le righe. “Manara è più o meno lo stesso personaggio di sempre“, ha spiegato Caprino. “Il suo rapporto con le donne è sempre in primo piano, ma lui le subisce più che cercarle. E’ una vittima… e inoltre è intrappolato nel piccolo ambiente della Maremma, quando lui ambisce alla metropoli. Il tutto, comunque, è sempre raccontato con molta ironia“. La seconda stagione si aprirà con i preparativi del matrimonio tra Luca Manara e Lara Rubino (Roberta Giarrusso). È tutto pronto: invitati, bomboniere, abito da sposa. Poi succede qualcosa… un omicidio interrompe le loro nozze. Questo fatto porterà i due futuri sposi ad allontanarsi: Lara, infatti, delusa per l’accaduto, deciderà di andarsene, lasciando la cittadina toscana per trasferirsi nella grande città. Ma Luca forse riuscirà nuovamente a ritrovare l’amore accanto all’affascinante Marta Rivera (Anna Sanfronick), che non rimarrà indifferente al fascino del bel commissario… I due, attratti uno dall’altra, si ritroveranno ad indagare su nuovi casi di omicidio.

    Guarda il backstage esclusivo de ‘Il Commissario Manara 2’ >>
    Guarda il sito de ‘Il Commissario Manara 2’ >>
    – Guarda le interviste esclusive ai protagonisti de ‘Il Commissario Manara 2’ >>
    Riguarda le puntate dopo la messa in onda su Rai1>>
    Riguarda tutte le puntate della PRIMA serie de ‘Il Commissario Manara’ >>