Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 5/7/2016 ore 11:30

    Disney English sbarca su RaiYoYo!

    Commenti 0

    red ball336Su RaiYoYo da domenica 10 luglio un appuntamento estivo targato Disney per imparare divertendosi: Disney English!
    .
    Tanti personaggi,– da Topolino a Paperino, da Pippo a Minnie fino a Paperina – saranno i simpatici ““mentori”” che prenderanno per mano i piccoli dai 4 agli 8 anni per “iniziarli” all’’apprendimento della lingua inglese, invitandoli, puntata dopo puntata, a padroneggiare un bel bottino di vocaboli (300) e 150 frasi fra espressioni e idiomi.

    La “didattica” animata è pensata ad hoc per permettere al bambino di assorbire le nuove parole e le nuove espressioni in inglese, focalizzando ciascun episodio di 35 minuti su un tema specifico: i bambini potranno così familiarizzare con la lingua che ruoterà, per esempio, attorno al tema “colore”, oppure al tema “arte” come al tema “stagioni” o “festività”, e introducendo ogni volta specifici e significativi vocaboli (in genere 15) come frasi chiave.

    E’’ importante che la mente dei piccoli sia allenata a dovere ma non “sovraccaricata” di troppe novità linguistiche, che invece vanno metabolizzate anche con l’ausilio di immagini e ripetizioni.

    La ripetitività e la semplicità della struttura di ogni episodio costituiscono, infatti, per il piccolissimo telespettatore, un “ambiente” rassicurante e familiare, tale da predisporlo all’’attenzione necessaria, salutando ogni “lezione” breve con la simpatica sigla musicale “”Hello””.

    Oltre all’animazione, spazio anche per il live-action, con alcuni bambini madrelingua che introducono i temi delle puntate…

    Per saperne di più seguite Disney English, che vi terrà compagnia in questa calda estate, da domenica 10 luglio a giovedì 4 agosto, tutti i giorni alle 18!.

  • 13/1/2011 ore 17:00

    Badly Drawn Boy in concerto

    Commenti 0

    Venerdì 14 gennaio, 21.00, Radio2. “Radio2 Live” presenta il concerto di Badly Drawn Boy registrato all’Old Fruitmarket di Glasgow lo scorso 20 ottobre.

    Il cantautore inglese, vero nome Damon Gough, è uno dei musicisti più sensibili e dotati della scena britannica di oggi. Un autore che, come i grandi del passato, sa maneggiare melodie e atmosfere con un tocco magico.

    Badly Drawn Boy ha pubblicato di recente il suo ultimo album, “It’s What I’m Thinking Part 1 – Photographing Snowflakes”. E’ un disco che conferma il suo talento, primo capitolo di una trilogia che, secondo l’artista “identifica un momento creativo ricco e travolgente”. Lo stile caratteristico di Badly Drawn Boy viaggia tra pop, folk e rock.

    Il grande pubblico lo conosce per la bellissima colonna sonora del film del 2002 “About A Boy – Un ragazzo”, interpretato da Hugh Grant. Ma Damon Gough aveva esordito alla grande, due anni prima con “The Hour Of Bewilderbeast”, un debutto-capolavoro che si aggiudicò il prestigioso Mercury Prize.

    La serata è presentata da Silvia Boschero.

    Radio2 Live è a cura di Gerardo Panno. Regia di Andrea Cacciagrano.

     

    – Segui il concerto di Badly Drawn Boy sul web, venerdì 14 gennaio alle 21.00 >>

     

    – Radio2 Live su Rai.tv >>

     

    – Rai Music, il meglio del rock e del pop >>

  • 2/12/2010 ore 15:00

    Ian McEwan, la Scienza e la Letteratura

    Commenti 0

    Non capita tutti i giorni di poter ascoltare uno scrittore del livello di Ian McEwan intervistato appositamente per il pubblico italiano. E’ altrettanto raro che uno scrittore di romanzi, un letterato, parli e si dilunghi con cognizione di causa sulla scienza e sulle sue problematiche.

    E’ dunque del massimo interesse l’intervista a Ian McEwan che “Radio3 Scienza” ha trasmesso l’1 dicembre e che è disponibile nell’archivio di Rai.tv per essere ascoltata e scaricata in versione podcast.

     

    Occasione della lunga conversazione con l’autore inglese è il suo ultimo romanzo, “Solar”, che ha per protagonista uno scienziato –  vincitore in gioventù di un premio Nobel per la Fisica – e che sviluppa la propria narrazione sviluppando i temi dei cambiamenti climatici e delle energie rinnovabili.

    Nel corso dell’intervista McEwan ha chiarito alcuni passaggi narrativi di “Solar” e ha espresso la propria concezione dell’universo scientifico (insieme alla propria fiducia nel suo metodo di ricerca) mettendolo a confronto con l’universo narrativo e letterario. Non ha nascosto, da uomo di lettere, un certo complesso d’inferiorità nei confronti delle discipline scientifiche e ha anche ammesso – pur essendo un appassionato lettore di testi di divulgazione scientifica – di non aver mai letto gli scritti di Galileo Galilei…

     

    – Ascolta l’intervista di “Radio3 Scienza” a Ian McEwan >>

    – Scarica il podcast dell’intervista a Ian McEwan >>

    – Ascolta “Radio3 Scienza” sul web, dal lunedì al venerdì alle 11.00 >>

    – Vai al sito di “Radio3 Scienza” >>

    – Guarda il video: Ian McEwan ospite a “Che tempo che fa” >>

  • 30/11/2010 ore 8:00

    Ian McEwan su Radio3

    Commenti 0

    Mercoledì 1 dicembre, 11.00, Radio3. Com’è il mondo visto con gli occhi di un Premio Nobel? Per farsi un’idea basta sfogliare “Solar” il nuovo romanzo di Ian McEwan, prestigioso ospite mercoledì di Radio3 Scienza, dove racconterà anche perché nei suoi ultimi romanzi ci sono così tanti scienziati.

     

    Michael Beard, il personaggio principale di “Solar”, è appunto uno scienziato, per la precisione un fisico. In gioventù era un prodigio, vinse persino il Premio Nobel. Il suo presente è tuttavia ben diverso: superati da poco i cinquant’anni, non ha ormai più alcuna scintilla. E’ solo un dispotico burocrate della scienza che vive nel vizio, tradendo le molte mogli e rimpinzandosi di cibo. Sembra un uomo finito fino a quando non gli viene affidata la direzione del Centro nazionale per le energie rinnovabili. Qui entra in gioco Tom Aldous, giovane ricercatore del Centro, brillante ed idealista, che vuole salvare il mondo grazie a una sua scoperta che può risolvere definitivamente i problemi energetici del pianeta. L’incontro fra il giovane e l’anziano scienziato porterà a sviluppi inaspettati.

     

    Ian McEwan è considerato il più importante scrittore inglese vivente ed uno dei maggiori autori della letteratura contemporanea. Fra le sue opere ricordiamo “Il giardino di cemento” (1978), “Bambini nel tempo” (1987), “L’amore fatale” (1997), “Espiazione” (2001), “Chesil Beach” (2007).

     

    – Segui Ian McEwan ospite di Radio3 Scienza sul web, l’1 dicembre alle 11.00 >>

    – Riascolta le precedenti puntate di Radio3 Scienza >>

    – Scarica i podcast del programma >>

    – Guarda il video: Ian McEwan ospite a “Che tempo che fa” >>