Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 30/4/2012 ore 12:51

    Cella 211, mercoledì alle 21.10 su Rai4

    Commenti 0

    Cella 211 (2009), dello spagnolo Daniel Monzón – in onda mercoledì 2 maggio alle 21.10 su Rai 4 – rivisita con successo un filone classico della produzione popolare americana, il dramma carcerario, confermando la grande vitalità dell’industria cinematografica iberica.

    Subito prima di prendere servizio come secondino, il giovane Juan Oliver (Ammann) si trova coinvolto in una violenta rivolta carceraria, guidata dal carismatico Malamadre (Tosar), ed è costretto, per sopravvivere, a fingersi un detenuto. L’avvincente parabola del ribaltamento di ruolo, raccontata con ritmo e calcando l’enfasi sui passaggi d’azione, si accompagna a uno sguardo duro e polemico sugli aspetti “politici” della rivolta, non ultimi la questione dell’indipendentismo basco e il ruolo dei media televisivi.

    Il film si è imposto con autorevolezza tanto al box office nazionale quanto all’attenzione della critica, raccogliendo ben otto premi Goya, i prestigiosi Oscar del cinema spagnolo: miglior film, regia, sceneggiatura non originale, attore protagonista (Luis Tosar), attrice non protagonista (Marta Etura), attore rivelazione (l’esordiente Alberto Ammann), montaggio e sonoro.

    Leggi l’articolo integrale >>

    Guarda il promo >>