Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 7/11/2014 ore 13:26

    Rai: 9 novembre Berlino 1989

    Commenti 0

    Berlino, 9 novembre 1989Sono passati 25 anni da quel 9 novembre del 1989 che vide crollare il muro, simbolo della cortina di ferro, che da ormai 28 anni spezzava in due la città di Berlino e con essa il mondo intero. Una data che ha cambiato il corso della storia, un anniversario celebrato da numerose iniziative in tutto il mondo, al quale la Rai dedica un’ampia pagina impegnando reti e testate. Tra i principali appuntamenti in programma, il concerto-spettacolo “Berlino 1989: il suono dei muri che cadono” che Rai Cultura trasmetterà su Rai5 domenica 9 novembre alle 21:15 in diretta dal Teatro Regio di Torino.

    – Leggi i dettagli e guarda il promo >>

    Anteprima del progetto “Torino incontra Berlino”, che prenderà il via da gennaio 2015, il concerto vedrà il violoncellista e compositore palermitano Giovanni Sollima portare sul palco del Regio 100 violoncelli, in collaborazione con 100 Cellos, Società italiana del violoncello, per ricordare Mistislav Rostropovich, il più grande cellista della nostra epoca, che la notte del 9 Novembre 1989 improvvisò un concerto davanti alle macerie del muro di Berlino commuovendo i presenti con le note di Bach.

    Rostropovic suona a Berlino davanti alle macerie del muro

    Rostropovic suona a Berlino davanti alle macerie del muro

    Per il Maestro quel muro ebbe “il ruolo di una cicatrice sul cuore”, dividendo in due la sua vita come aveva fatto con la città di Berlino: Rostropovich fu infatti cacciato dall’Unione Sovietica all’età di 47 anni in quanto oppositore del regime. Il giorno in cui il muro crollò, il Maestro prese immediatamente un aereo da Parigi per andare a suonare “una specie di preghiera di ringraziamento a Dio: dopo quel giorno, le mie due vite si sono riunite”. Lo spettacolo sarà arricchito da letture scelte dallo scrittore Andrea Bajani, che le interpreterà insieme all’attrice Michela Cescon.

    – Guarda l’annuncio della caduta del muro tratto dal Tg3 del 09/11/1989 >>

    Di seguito alcuni degli appuntamenti che le tre reti generaliste dedicheranno all’anniversario:

    Venerdì 7 novembre
    Il Tg1 seguirà l’evento con spazi di approfondimento nelle edizioni del Tg e nella rubrica Tv7, in onda alle 23:45, che trasmetterà il servizio “Palloncini di pace“: 25 anni dopo la caduta del muro il ricordo dei cittadini di Berlino e le prime immagini dell’ installazione di palloncini che celebrerà l’anniversario.

    Rai2 trasmetterà alle 23:45 il film “Le vite degli altri”, per la regia di Florian Henckel von Donnersmarck, premio Oscar nel 2007 per il miglior film straniero.

    Sabato 8 novembre:

    RaiNews24 seguirà la ricorrenza per tutta la giornata con ampi spazi di approfondimento, ospiti in studio, reportage e collegamenti in diretta dal cuore delle celebrazioni che avranno luogo in tutta la Germania. Il canale All News della Rai dalle 10:00 alle 12:00 manderà in onda la Cerimonia in ricordo della “Rivoluzione pacifica”. Seguirà una seconda parte, tra le 13:45 e le 14:45, con le Celebrazioni presso la Porta di Brandeburgo. Il terzo segmento, in onda tra le 16:00 e le 17:00, sarà dedicato al Concerto dal Gendarmenmarkt. Nel quarto e ultimo collegamento della giornata, tra le 19:00 e le 20:00, il sindaco di Berlino avvierà il volo delle Lanterne e il maestro Daniel Baremboim dirigerà l’Inno alla Gioia.

    Giovanni Sollima e i 100 cellos

    Giovanni Sollima e i 100 cellos

    Il Tg2 garantirà un’adeguata copertura informativa con servizi, nelle edizioni del telegiornale, e con la rubrica Tg2 Dossier in onda alle 24:30.
    Rai Storia, alle 22:30, proporrà Speciale Storia-9 novembre 1989: il giorno in cui cadde il muro.
    Su Rai Premium andrà in onda alle 21.15, in prima visione il Tv Movie Il Tunnel di Paolo Poeti.

    Domenica 9 novembre
    Oltre al concerto da Torino di cui sopra, “Berlino 1989: il suono dei muri che cadono”, in onda su Rai5 alle 21:15 e in replica giovedì 13 novembre alle 16:05, anche Domenica In, su Rai1 alle 16:35, dedicherà un ricordo all’anniversario.

    Gli appuntamenti e i podcast di Radio Rai:

    Radio1

    Voci del mattino ha dedicato una puntata speciale al 25° anniversario della caduta del muro di Berlino: la ricostruzione dello storico evento attraverso voci, suoni e musiche dell’epoca. Interviste a Luigi Bonanate, docente di relazioni internazionali all’università di Torino, e ad Achille Occhetto, segretario del PCI all’epoca dei fatti.
    Riascolta la puntata >>

    Puntata monografica anche per Radio anch’io, che si propone di fare un bilancio 25 anni dopo il giorno che segnò la fine del comunismo, della guerra fredda, di un assetto che aveva dominato il ‘900. Tra gli ospiti della trasmissione, andata in onda venerdì 7 novembre, Reinhard Schaefers, Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania in Italia, Alberto Indelicato, ex ambasciatore a Berlino Est, Rino Pellino, corrispondente Rai da Berlino, Emma Bonino, Radicale già Ministro degli Affari Esteri.
    Riascolta la puntata >> 

    Radio2

    Pezzi da 90, il programma ‘only web’ che racconta temi, avvenimenti e storie attraverso le voci che hanno fatto la storia di Rai Radio2, ha rievocato i momenti della caduta del muro di Berlino attraverso la voce dell’ex Presidente della Repubblica Francesco Cossiga.
    Riascolta la puntata >> 

    Caterpillar ha dedicato la settimana precedente al 25° anniversario della caduta del muro, occupandosi di quei muri che, sparsi nel mondo, rappresentano ancora una forte divisione tra i popoli. Attraverso la voce dei ‘corrispondenti – ascoltatori’ di Caterpillar, Massimo Cirri e Sara Zambotti si sono collegati tra gli altri con Melilla (confine tra Spagna e Marocco), e con la zona che ospita il muro forse più conosciuto e discusso, quello tra Israele e Palestina.
    L’iniziativa di Caterpillar>>

    Infine domenica 9 novembre da Berlino, Filippo Solibello e la squadra di Caterpillar AM, formata da Claudia de Lillo, Marco Ardemagni e Cinzia Poli, saranno testimoni diretti dei festeggiamenti per i 25 anni dalla caduta del Muro e che per diversi giorni animeranno la città tedesca. La giornata sarà raccontata da Caterpillar AM attraverso una serie di “incursioni” in diretta all’interno dei programmi domenicali di Radio2. Anche lunedì 10 Caterpillar AM sarà in diretta da Berlino, per una puntata monografica sull’evento appena vissuto.
    Vai all’articolo di Radio2 >>

     

    Radio3

    Molto ricche e articolate anche le celebrazioni che Radio3 dedica all’anniversario, con approfondimenti in diretta e proposte d’archivio.

    Tra gli appuntamenti in onda domenica 9 novembre su Radio3, il collegamento da Berlino della germanista Valentina Di Rosa a Zazà per fare il punto sui festeggiamenti in corso, tracciando un bilancio della riunificazione e anche della nuova scena letteraria tedesca.
    Ascolta in diretta dalle 15.00 e riascolta le puntate >>

    La grande radio e Memoradio ripropongono interventi di politici dell’epoca come Willy Brandt, sindaco di Berlino Ovest negli anni ’60, John Kennedy, Sandro Pertini, e materiali tratti da programmi che hanno ripercorso a distanza di anni l’esperienza dell’abbattimento del muro.
    Ascolta in diretta dalle 18.00 e riascolta le puntate >>  

    Il Cinema alla Radio di Hollywood Party propone inoltre il capolavoro di Billy Wilder “Uno, due, tre!”, commedia ambientata nella Berlino della guerra fredda e interpretata da un pirotecnico James Cagney. Durante la lavorazione del film si verificò nella città un evento sconvolgente: la costruzione del muro! In quei giorni Billy Wilder aveva appena cominciato a girare proprio sotto la porta di Brandeburgo. La troupe fu quindi costretta a ultimare le riprese negli studi della Bavaria Film a Monaco di Baviera.
    Ascolta in diretta dalle 19.00 e riascolta le puntate >>

    Per le proposte d’archivio, Tre Soldi ha trasmesso l’audiodocumentario “Onde sul Muro, Berlino 25 anni dopo” che racconta la nascita di Radio Berlino Internazionale, stazione fondata nel 1959 in piena guerra fredda a Berlino per trasmettere la voce della Germania Est all’estero, in più di dieci lingue e in tutto il mondo. Dopo il 1989, quando la Cortina di ferro diventa più permeabile, e il muro cade, il 3 ottobre 1990, con l’unificazione tedesca finisce anche l’esperienza di Radio Berlino Internazionale.
    Riascolta l’audiodocumentario >>

    Infine,  anche Radio3 trasmette domenica 9 in diretta dal Teatro Regio di Torino il concerto “Berlino 1989, il suono dei muri che cadono”
    Ascolta in diretta dalle 21.00 e vai alla locandina >>

  • La Notte della TarantaLa Notte della Taranta“, l’evento culturale di musica popolare più importante dell’anno, sarà trasmessa in diretta tv esclusiva da Rai5 e on air su Radio2 Rai sabato 23 agosto a partire dalle 22:30. Sarà inoltre possibile seguire la manifestazione in diretta streaming su Rai.tv e rivedere i momenti salienti della serata grazie agli “highlights” prodotti in tempo reale.

    – Link per seguire la diretta video in web streaming sabato 23 a partire dalle 22:00 >>

    “La Notte della Taranta” è il più grande festival d’Italia e una delle più significative manifestazioni sulla cultura popolare in Europa. Si svolge nella Grecia Salentina ed è dedicato nello specifico alla riscoperta e alla valorizzazione della musica tradizionale salentina e alla sua fusione con altri linguaggi musicali, dalla world music al rock, dal jazz alla musica sinfonica.

    La formula del festival, che culmina nel Concertone finale di Melpignano (LE) – si caratterizza in maniera del tutto originale ed innovativa per la presenza di un Maestro Concertatore, invitato a reinterpretare i “classici” della tradizione musicale locale avvalendosi di un gruppo di circa trenta tra i migliori musicisti di pizzica e musica popolare di tutto il Salento, assieme ad ospiti eccezionali della scena nazionale e internazionale.

    Quest’anno, come anticipato, il Concertone finale sarà trasmesso in diretta in esclusiva da Rai5, più di 3 ore di trasmissione per portare il concertone dell’Orchestra Popolare diretta dal maestro Giovanni Sollima nelle case degli italiani. Tra gli ospiti d’onore previsti nella serata ci saranno Roberto Vecchioni, Antonella RuggeroAlessandro Mannarino e Bombino, rivelazione mondiale della world music.

    – Guarda il promo >>

    Rai5, il canale della Cultura e delle Performing Arts è l’approdo naturale per un festival che da diciassette anni punta alla valorizzazione del patrimonio musicale salentino come Bene Comune. Grande cura sarà riservata alle riprese audio e video dello spettacolo, per la regia di Alessandro Tresa. Le immagini dall’ex Convento degli Agostiniani di Melpignano catturate da telecamere in alta definizione e i suoni trasmessi con audio HD 5.1 in TV permetteranno al telespettatore di assistere a uno spettacolo di qualità. Altre telecamere saranno impegnate per raccontare le suggestioni e le atmosfere del palcoscenico che quest’anno si arricchirà della presenza del corpo di ballo, diretto dal coreografo Angel Miguel Berna. La pizzica e il suo ritmo ipnotico raggiungeranno il pubblico televisivo diffondendo e difendendo la cultura popolare italiana.

    – Vai alla locandina del programma >>