Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 1/4/2012 ore 8:00

    un Gigante

    Commenti 1

    Papa Giovanni Paolo IIPresentato a Roma in un affollatissimo salone degli Arazzi della Rai, il film di 22 minuti in 3D di Italo Moscati, andrà in onda nello Speciale TG1 il 1° aprile, alla vigilia del settimo anniversario della morte di Papa Karol Wojtyla, e in contemporanea in 3D su Rai HD (canale 501 digitale terrestre e 101 satellitare tivùsat).

    Il docu-film “Un GIGANTE”, prodotto dalla Direzione Strategie Tecnologiche della Rai con il Centro Ricerche e realizzato con l’innovativa tecnica 3D, è incentrato sulla indimenticabile figura di Papa Giovanni Paolo II e sulla cerimonia di Beatificazione presieduta da Papa Benedetto XVI.

    Il lavoro ha la regia di Italo Moscati e si inquadra nella collaborazione della Rai con il CTV (Centro Televisivo Vaticano) che ha fornito anche importanti contenuti 3D. Alla realizzazione hanno contribuito: l’Associazione HD Forum Italia, della quale fanno parte i più importanti operatori del settore audiovisivo, il Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, le Direzioni Rai Produzione TV – Centri di Produzione di Roma, Torino e Napoli – e Teche Rai.

    Ventidue minuti per raccontare la straordinaria avventura umana e spirituale di Karol Wojtyla. Un prodotto che segna una tappa importante nella collaborazione tra servizio pubblico e media vaticani, ha sottolineato il direttore generale della Rai, Lorenza Lei.

    Ma quale è stato l’apporto del Ctv, il Centro Televisivo Vaticano? Padre Federico Lombardi, direttore del Ctv:
    Il Centro Televisivo Vaticano, naturalmente, si sente impegnato a usare le tecnologie di avanguardia per la comunicazione televisiva. Noi abbiamo registrato tutta la Beatificazione di Giovanni Paolo II, come il più grande evento ecclesiale dello scorso anno, in 3D, con i nuovi mezzi di cui disponiamo, e abbiamo messo a disposizione della Rai le immagini insieme a quelle che pure la Rai ha prodotto. Il nostro scopo è quello non solo di essere presenti per la comunicazione religiosa e vaticana sulla frontiera delle tecnologie più avanzate, ma anche quello di riflettere e di sperimentare come il modo di esprimersi, di comunicare, che queste tecnologie permettono, si sposa con il messaggio che noi vogliamo dare. Cioè, noi vogliamo trasmettere una Messa?, vogliamo far partecipare gli spettatori ad un evento di carattere spirituale? Dobbiamo imparare il 3D per questo. Quindi, non solo cercando la spettacolarità, cercando di dire che siamo i più bravi, perché siamo quelli che usano le tecnologie più avanzate, ma usando lo strumento tecnologico per la nostra missione, per la comunicazione profonda dei contenuti di cui noi siamo portatori al servizio del pubblico”.

    Al regista Italo Moscati, il compito di ordinare i materiali, intrecciando per la prima volta le immagini in 2D della vita del Papa con quelle in 3D riprese nella Città del Vaticano, a Roma e a Cracovia:
    Il 3D è sempre una dimensione di effetti speciali. Ho dovuto inventare un modo diverso di fare il 3D: cercare la dimensione spirituale, religiosa, del Papa attraverso l’evocazione della sua vita. Ecco, ho cercato un’intimità con questo personaggio. Lo chiamo ‘personaggio’ perché in un film si diventa personaggi. Ma io ho cercato di farlo dimenticare come personaggio, anche se ho cominciato da lì per andare a esplorare attraverso le sue parole, e le emozioni che in qualche modo anche la musica crea in rapporto alle immagini, il senso di un’operazione che è comunque un’operazione di ricerca, sia per quanto riguarda le immagini che per i sonori. E che, comunque, anche se fossero state immagini note, trovassero nel modo del racconto una novità. Il narratore deve stare da un lato, deve mostrare, raccontare, senza prevaricare, cercando in qualche modo di trovare quella verità di una cronaca che però sia evocativa.
    Notevole importanza nel film ha la colonna sonora, con brani di Mozart, Schubert, Rossini, Bach, Villa Lobos, Bob Dylan e altri.
    Un racconto in 3D intenso e nuovo, in una realizzazione semplice e molto suggestiva
    ”.

    Segui la diretta on line >>

    Speciale Tg1 >>

    Giovanni Paolo II La storia di Karol Wojtyla >>

  • Lunedì 18 aprile, 21.05, Rai3. In occasione delle celebrazioni dei 150 anni dell’unità d’Italia, la terza rete Rai prosegue la sua programmazione dedicata allo storico e straordinario evento. La Grande Storia propone agli spettatori tre film-documento nel solco delle celebrazioni unitarie. Si comincia da 25 aprile, la liberazione!, una testimonianza sul dopoguerra italiano, con il superamento della dittatura e delle violenze del nazifascismo.

     

    È una storia di molti italiani posti drammaticamente davanti ad una scelta. La storia di chi scelse consapevolmente di mettere a rischio la propria vita per riconquistare libertà, dignità e democrazia e la storia di chi invece, in un malinteso senso di onore, scelse di affiancare i soldati nazisti per perpetrare un regime di cupa oppressione e violenza. Nelle immagini scorre il racconto di quei giorni: lo sfondamento della linea Gotica tra Pisa e Rimini, e le insurrezioni di massa nelle grandi città del Nord (da Bologna a Genova, da Milano a Torino), fino all’ingresso dei partigiani e degli alleati nelle città liberate.

     

    Il secondo film-documento sarà dedicato a Giovanni Paolo II, soprattutto dal punto di vista storico nel suo rapporto imprescindibile e fondante con l’Italia, mentre il ciclo storico si concluderà con un reportage-inchiesta del tutto inedito che ricostruisce e documenta per la prima volta in televisione i tentativi che furono fatti dopo il 1938 per evitare che Mussolini entrasse in guerra. Tentativi di un gruppo segreto e ristretto di congiurati che arrivò a progettare un vero e proprio “tirannicidio”.

     

    – Guarda “La Grande Storia” in diretta on line, il lunedì alle 21.05 >>

    – Entra nel sito del programma >>

    – Guarda i video delle scorse puntate >>

    – Rivedi il programma per tutta la settimana successiva su Rai Replay >>

    – Il sito celebrativo dei 150 anni di Unità d’Italia >>