Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 24/1/2016 ore 20:00

    La Rai per Il Giorno della Memoria 2016

    Commenti 1

    Giorno della MemoriaIl 27 gennaio 2016, a 71 anni dalla liberazione di Auschwitz da parte dei soldati dell’Armata Rossa, si celebra per la 16^ volta il Giorno della Memoria, istituito con la legge del 20 luglio 2000 per ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei e tutte le vittime dei crimini nazisti.
    Come ogni anno, la Rai dedicherà alla ricorrenza una programmazione speciale che attraverserà, per una settimana, tutte le reti e le testate con servizi e approfondimenti, film e fiction, documentari e testimonianze dei sopravvissuti alla Shoah, e con la trasmissione in diretta di eventi speciali. Per non dimenticare.

    – La Rai per il Giorno della Memoria. Vai al sito >>

    In questa occasione, Rai.tv vi propone una speciale playlist dedicata all’argomento, che andrà ad arricchirsi nel corso della settimana con nuovi video on demand:

    – Guarda la videogallery di Rai.tv >>

     

    A seguire, alcuni degli appuntamenti che le reti Rai dedicheranno nella settimana dal 23 al 30 gennaio 2016 alla ricorrenza del Giorno della Memoria:

    Un’ampia copertura informativa degli eventi legati al “Giorno della Memoria” sarà assicurata da Rainews24, che seguirà per l’intera giornata le celebrazioni che si svolgono in Italia e all’estero (Firenze, Gerusalemme, Berlino), Rai Parlamento, Tg1Tg2, Tg3, Tgr e Grr.

     

    RAI CULTURA proporrà programmi e approfondimenti nei suoi tre Canali (Rai StoriaRai Scuola e Rai5), offrendo approfondimenti, eventi e dirette a partire da sabato 23 gennaio.
    Gli appuntamenti culmineranno mercoledì 27 alle 20:30 su Rai5 con la diretta dall’Auditorium Parco della Musica di Roma del concerto Toscanini: Il coraggio della musica – Un concerto per la vita, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e organizzato dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, in cui Yoel Levi dirige la Filarmonica Arturo Toscanini. Con la partecipazione di Linor Katz, Yigal Tuneh e Gaby Vole della Istrael Philarmonic Orchestra.
    Arturo Toscanini (1867-1957) fu un uomo e un direttore d’orchestra dalla straordinaria vita e dal grande coraggio: pur di non offrire i suoi servigi alla dittatura fascista emigrò in America e nel 1936 accettò di condurre a Tel Aviv il primo concerto di quella che sarebbe diventata la Israel Philarmonic Orchestra. Fondata dal violinista Bronislaw Huberman, la filarmonica fu uno straordinario stratagemma per salvare numerosi musicisti ebrei in fuga dalle persecuzioni
    – Scopri tutti gli appuntamenti di Rai Cultura dedicati alla Giornata della Memoria >>


    Rai1

    Domenica 24 gennaio
    Alle 23:35 Speciale Tg1: L’altra metà di un numero. La Shoah nello sguardo delle donne
    Alle 03:15 andrà in onda la 1^ parte del film tv La fuga degli innocenti, per la regia di Leone Pompucci, con Ken Duken, Jasmine Trinca, Ennio Fantastichini, Ana Caterina Morariu, Nino Frassica e con la partecipazione straordinaria di Max Von Sydow. Primavera del 1941. La rete clandestina di soccorso della comunità ebraica riesce a far espatriare in Croazia un gruppo di ragazzi i cui genitori sono stati catturati dai nazisti…

    Lunedì 25 gennaio
    Alle 03:05 la 2^ e ultima parte del film tv La fuga degli innocenti

    Mercoledì 27 gennaio
    La giornata sarà interamente dedicata alla ricorrenza, a cominciare dalla celebrazione della Giornata della Memoria alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La cerimonia sarà trasmessa a cura di Rai Parlamento dalle 10:55 alle 12:00 su Rai1, a cura del TG1e Rai Quirinale
    UnoMattina (ore 06:45) e La Vita in Diretta (16:40) dedicheranno spazi di approfondimento per commemorare l’anniversario

    Giovedì 28 gennaio
    Alle 03:15 andrà in onda il documentario del 2014 I figli della Shoah, diretto da Beppe Tufarulo, che descrive le testimonianze di figli e nipoti dei sopravvissuti all’Olocausto.


    Rai2

    Martedì 26 gennaio
    Alle 24:20 andrà in onda il film La scelta di Sophie (1982) diretto da Alan J. Pakula e tratto dall’omonimo romanzo di William Styron, con protagonisti Meryl Streep e Kevin Kline. – Vai alla locandina >>

    Mercoledì 27 gennaio
    Alle 23:50 Gino Bartali: il campione e l’eroe. Documentario sul grande sportivo italiano, campione nel ciclismo e nella vita: un eroe di guerra che nel secondo conflitto mondiale ha contribuito a salvare la vita di moltissimi ebrei. – Guarda il promo >>


    Rai3

    Domenica 24 gennaio
    Alle 13:15 Correva l’anno presenta: Simon Wiesenthal, di Marina Basile. La puntata racconta la figura dell’ingegnere, scrittore e antifascista austriaco sopravvissuto all’Olocausto. Colui che più di ogni altro ha contribuito a fare giustizia, con prove certe, sui crimini del nazifascismo

    Martedì 26 gennaio
    Alle 13:15 Il tempo e la storia presenta: Berlino 36 – La regista del Fuhrer

    Mercoledì 27 gennaio
    Agorà
    (8:00) dedicherà uno spazio alla Giornata della Memoria, con ospite in studio Moni Ovadia; Pane Quotidiano (12:45) dedicherà la puntata al tema dell’Olocausto, privilegiando i libri che meglio mettono in risalto il valore testimoniale della memoria; nel programma Geo (16:40), la conduttrice Sveva Sagramola avrà ospite in studio, in diretta, lo scrittore Gabriele Nissim, autore del libro “Lettera a Hitler”; Chi l’ha visto (21:05) riserverà uno spazio ad una storia dedicata alla Shoah.

    Venerdì 29 gennaio
    Alle 20:00 andrà in onda una puntata speciale di Sconosciuti dedicata alla Giornata della Memoria
    Alle 21:00, in Prima visione TV, il film In Darkness (Polonia – Francia – Canada – Germania, 2011 — col.), regia di Agnieszka Holland, con Robert Wieckiewicz, Benno Ftirmann, Agnieszka Grochowska. – Vai alla locandina >> 

    Sabato 30 gennaio “Per un pugno di libri”, alle 18:00, coinvolgerà i ragazzi su un testo di Primo Levi.


    Rai Movie

    Mercoledì 27 gennaio Rai Movie commemora con tre film la storica data in cui le truppe sovietiche dell’Armata Rossa arrivarono ad Auschwitz ed entrarono nell’omonimo campo di concentramento, liberando i superstiti.
    Alle 14.10 Monsieur Batignole, diretto e interpretato da Gerard Jugniot. In prima serata, alle 21:15, Arrivederci  ragazzi di Louis Malle, premiato con il Leone d’Oro alla 65ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Infine in seconda serata, dopo Movie Mag di Alberto Crespi dedicato al tema, andrà in onda Vento di primavera di Roselyne Bosch con Jean Reno e Mélanie Laurent. – Tutte le informazioni >>


    Rai Premium

    Mercoledì 27 gennaio alle 13:50 andrà in onda la miniserie in 2 puntate “Perlasca – Un Eroe Italiano”, per la regia di Alberto Negrin, con L. Zingaretti, J.F. Garreaud, A. Sandrelli, F. Castellano e G. Lojodice. Una coproduzione internazionale dedicata alla figura del commerciante padovano Giorgio Perlasca, considerato lo Shindler italiano.


    RADIORAI

    Radio1

    Mercoledì 27 gennaio dalle 08.30 Speciale Gr1, condotto da Giorgio Zanchini e Ilaria Sotis. Alle 10.30 La Radio ne Parla – con Ilaria Sotis – apre i microfoni ad alcune iniziative che si svolgono in Italia e che affrontano il tema della memoria. Alle 15.30 gli approfondimenti di Restate scomodi: Noemi Giunta e Francesco Graziani  presentano la storia di Armando Gasiani, sopravvissuto al campo di concentramento di Mauthausen: a quasi novant’anni incontra i giovani nelle scuole per raccontare cosa è stata la Shoah. Lo ha intervistato nella sua casa di Bologna l’inviata Carla Manzocchi. E ancora, sport e olocausto con la storia dell’Ajax, la cosiddetta “squadra del ghetto”, nel commento di Tommaso Pellizzari, giornalista del Corriere della Sera che ha scritto spesso di calcio, shoah e antisemitismo. Alle 19.30, il consueto appuntamento con “Zapping” vede protagonista la scrittrice israeliana Shifra Horn.

    Radio2

    Mercoledì 27 gennaio la Giornata sarà ricordata nei programmi Caterpillar am (06:00) e Caterpillar (17:30) e la trasmissione Rock and Roll Circus (21:00) diffonderà brani di artisti di origine ebraica nella playlist della giornata. Pezzi da 90, programma only web, di montaggio in stile Blob, dedicherà una puntata tematica con materiale di repertorio. Tutti i contenuti avranno visibilità anche sul web e sui social di Rete.

    Radio3

    L’evento principale del palinsesto di Radio sarà lo spettacolo di mercoledì 27 gennaio alle 21:00 in diretta dalla Sala A di Via Asiago 10, Roma, dal titolo “L’ultima risata. Comici nei campi nazisti”, di Antonella Ottai. Le canzoni, gli sketch, l’ironia antinazista degli umoristi della Repubblica di Weimar e la loro deportazione nei campi di concentramento dove erano costretti a far ridere i loro aguzzini. – Leggi i dettagli e scopri come partecipare >>

    Radio3 offrirà inoltre agli ascoltatori un percorso di avvicinamento alla data del 27 gennaio declinato in linguaggi diversi nelle varie trasmissioni. Tutti gli appuntamenti di Radio3 >>


    Rai Junior

    Per parlare ai più piccoli dell’Olocausto e stimolare una riflessione sul Giorno della Memoria e sul suo significato, Rai Junior vi presenta un sito ad hoc: www.giornodellamemoria.ragazzi.rai.it. Contributi video, schede di libri e film, spiegazioni su alcune parole chiave, interviste ad esperti, studiosi e scrittori: un sito destinato ai più giovani, ma anche a genitori e insegnanti, che vi possono trovare spunti per avviare un dialogo sul tema con i loro figli e i loro studenti.

    – Segui le dirette in streaming su Rai.tv >>

  • 23/1/2015 ore 10:23

    Max e Helene: un amore nella follia del nazismo

    Commenti 6

    Max_Helene_blogIn occasione del Giorno della memoria Rai 1 presenta un film di Giacomo Battiato, liberamente tratto dal romanzo di Simon Wiesenthal che racconta la storia di un grande amore infranto dalla follia del nazismo.
    Con Carolina Crescentini, Alessandro Averone ed Ennio Fantastichini.

     

    Lunedì 26 gennaio alle 21:15 su Rai1.

     

     

    Guarda il promo >>

    Intervista a Carolina Crescentini e Alessandro Averone, i protagonisti Max e Helene >>

     

    LA TRAMA
    Venezia 1944. Max Sereni è uno studente di medicina ebreo, la sua famiglia è stata deportata, lui vive nascosto in una soffitta. Non vuole scappare perché a Venezia vive Hélène, la ragazza che lui ama, figlia del console onorario francese, un fascista antisemita. Max viene però catturato. Hélène fa allora un gesto d’amore estremo: decide di seguire Max.
    Facendosi passare per ebrea, si fa deportare con lui. Si sposano sul treno dei deportati e mentre il convoglio attraversa la Polonia, riescono a fuggire. Li intercetta una unità nazista e Max viene gettato tra le persone da fucilare. Hélène non è ebrea e viene risparmiata. L’ufficiale dell’unità, Thomas Köller, la costringe ad assistere al massacro. Max, nel mucchio dei cadaveri nella fossa, è ferito ma sopravvive. Hélène diventa invece l’oggetto di torture e abusi da parte di Köller che si lega a lei in maniera ossessiva.
    Sono passati quindici anni.
    Max, che si era unito alla resistenza polacca e che alla fine della guerra era finito in un gulag sovietico, ricompare in Polonia alla ricerca di Hélène. È l’amore per la sua donna che lo ha tenuto in vita. Viene però a sapere che lei è morta, uccisa da Köller. Lo scopo della vita di Max diventa quello di trovare Köller e vendicarla. Lui però sembra essere sparito nel nulla. Max assume una falsa identità, si finge ex ufficiale delle SS e si infiltra nei circoli neonazisti austriaci. Sa che c’è una persona che puòcondurlo alla meta: si chiama Hans Berk ed era un sottufficiale molto vicino a Köller. Max lo trova a Vienna e conquista la sua fiducia. Durante questa caccia, si incrociano i destini di Max e di Simon Wiesenthal, anche lui alla ricerca dello stesso criminale. Ma è subito scontro tra i due: cercano la medesima persona, ma non per le stesse ragioni. Wiesenthal vuole giustizia, Max vendetta. Max riesce infine a scovare Köller, che nelfrattempo ha cambiato nome e identità e si è rifatto una vita. Mentre Max si prepara a ucciderlo, Wiesenthal fa una scoperta sconvolgente…

     

    Guarda la FOTOGALLERY con gli scatti di scena >>

    Segui la diretta in web streaming >>

     

    NOTE DI REGIA

    Max_Helene2_blogIl film, liberamente ispirato a una storia vera rivelata da Simon Wiesenthal, racconta la caccia a un criminale nazista che dopo la guerra è scomparso, cambiando identità. Il film racconta anche la disperata, assoluta storia d’amore che questo mostro ha distrutto. La vicenda è una potente metafora morale in cui si confrontano e si scontrano il desiderio della vendetta e la ricerca della giustizia.  Lo spirito con cui ho affrontato questo progetto non è stato quello di realizzare un nuovo film storico sul nazismo e i suoi crimini ma quello di proporre un racconto sconvolgente su una scelta etica che tutti i protagonisti sono costretti a fare.
    Sono i protagonisti, i loro volti, i momenti “estremi” della loro vita “estrema” a incarnare il senso del film, a farci vivere l’incubo doloroso delle loro vite fino alla scelta finale. Wiesenthal – che Ennio Fantastichini ha interpretato con la statura del grande attore che è – per una volta nella sua vita di cacciatore di criminali di guerra, si è trovato di fronte alla terribile scelta di rinunciare alla giustizia. E così anche i due amanti, Max e Hélène, lacerati tra il bisogno di vendetta e la forza tragica del loro amore che vuole impedire quella vendetta. Carolina Crescentini e Alessandro Averone interpretano con una passione rara questi due indimenticabili personaggi. Carolina era l’attrice a cui pensavo scrivendo il film: Carolina “è” Hélène, con la sua sensibilità, la sua forza mista a dolcezza, con la caparbia volontà di sorridere nella tragedia. Per il personaggio di Max la scelta dell’attore è stata invece più complicata. Ho fatto diversi provini ma non riuscivo a mettere a fuoco Max. Alla fine abbiamo trovato il nostro Max a teatro (premio della critica ANCT 2013, attore amato da Peter Stein con cui collabora anche ora nella compagnia del teatro di Roma, attore e regista del Teatro Due di Parma). Alessandro è stato l’interprete ideale per dar voce al dolore, alla determinazione nella ricerca feroce della vendetta ma anche a una fragilità interiore che non vuol far trasparire.
    A completare il cast internazionale sono attori generosi e di indubbio talento quali i tedeschi Ken Duken e Hanno Koffler, e la polacca Magda Cielecka.
    Come la qualità degli attori ha portato emozione e forza al film, così è stato con tutto lo staff tecnico che ha partecipato con una passione straordinaria. Come dico sempre, il direttore d’orchestra non può eseguire bene la musica se non è circondato da grandi musicisti. Ho cercato di realizzare questo film con la secchezza e la severità aspra di un “documento”, rivivendo e cercando di comunicare il dolore e la verità dell’amore e del bene così come l’orrore del male. Perché le giovani generazioni non dimentichino e possano riflettere su come riconoscere e rifiutare quel male che seguita a riproporsi, sotto cieli diversi e diverse ideologie, e a minacciare il diritto degli uomini alla vita e alla felicità.

    Giacomo Battiato

     

    La RAI per il Giorno della memoria: vai al post con la programmazione completa >>

  • 21/1/2015 ore 12:12

    La Rai per il Giorno della Memoria 2015

    Commenti 5

    La Rai per il Giorno della Memoria 2015Il 27 gennaio, nel giorno in cui 70 anni fa furono abbattuti i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz, si celebrerà per la 15^ volta il Giorno della Memoria, istituito con la legge del 20 luglio 2000 al fine di “ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati”.

    In occasione della ricorrenza, anche quest’anno le Reti Rai saranno protagoniste di un’ideale staffetta che nella settimana dal 21 al 27 gennaio attraverserà le reti televisive generaliste e specializzate, la radio ed il web con dirette, servizi giornalistici, testimonianze, documenti, approfondimenti, film e fiction sull’argomento.
    Per non dimenticare.

    – La Rai per il Giorno della Memoria. Vai al sito >>

    – La videogallery di Rai.tv. Guarda i video on demand >>


    Di seguito alcuni dei principali appuntamenti in programma:

    Un’ampia copertura informativa degli eventi legati al “Giorno della Memoria” sarà assicurata da Rainews24, da Tg1,Tg2, Tg3, dai Tgr e dai Grr

    La giornata del 27 gennaio sarà interamente dedicata alla ricorrenza, a cominciare dalla celebrazione del Giorno della Memoria in diretta dall’Aula di Montecitorio. La cerimonia sarà trasmessa a cura di Rai Parlamento dalle 11:00 alle 11:55 su Rai3, e a seguire su Rai2 fino alle 12:30.


    Rai1

    Sabato 24 gennaio, alle 00:40, Rai1 trasmette il film “Hotel Meina” (2007) di Carlo Lizzani all’interno di “Sabato Club”.

    Domenica 25 gennaio  “Domenica In” (in onda dalle alle 16:35) ospita all’interno della puntata uno spazio dedicato al ricordo della Shoah.

    Lunedì 26 gennaio Rai1 trasmette in prima serata “Max e Hélène”, un film per la tv diretto da Giacomo Battiato e liberamente ispirato al romanzo omonimo di Simon Wiesenthal, che racconta la storia realmente accaduta di un amore assoluto per quanto martoriato: quello tra Max, un promettente studente ebreo ed Hélène, la giovane figlia di un convinto antisemita. Ma è anche la storia di una caccia serrata ad un sadico criminale nazista. Nel cast, tra gli altri, Carolina Crescentini, Alessandro Averone ed Ennio Fantastichini. Guarda il promo >>

    Domenica 25 e lunedì 26 andranno inoltre in onda a tarda notte, per il Ciclo Omaggio a Primo Levi, gli sceneggiati “Il versificatore”, “La bella addormentata nel frigo” (domenica dalle 03:15), “Procacciatori d’affari” e “Il sesto giorno” (lunedì dalle 02:30), diretti negli anni ’70 da Massimo Scaglione e tratte dai racconti fantastici dello scrittore piemontese.

    Martedì 27, infine, “Uno Mattina” (in onda dalle 06:45) dedicherà un approfondimento al Giorno della Memoria.


    Rai2

    Venerdì 23 gennaio alle 23:45, Rai2 trasmette il film “Süskind – Le ali dell’innocenza” (di R. Van den Berg, 2012).

    Sabato 24 saranno dedicati al tema “Tg2 Dossier” (23:50) e “TG2 Storie” (00:35). “Tg2 Dossier” presenterà “I figli della Shoah”, un documentario  di Israel  Moscati che descrive e analizza le conseguenze della Shoah sui  figli e i nipoti dei sopravvissuti. La tragedia dell’Olocausto lascia ancora oggi  ferite e segni profondi nelle famiglie che ha colpito, in coloro che per tutta la vita hanno convissuto con il trauma e, ancora peggio, con il silenzio dei deportati nei lager ritornati a casa.

    Lunedì 26 gennaio, sempre in seconda serata,  “Arpad Weisz, dallo scudetto ad Auschwitz“, con Ubaldo PantaniIl programma narra la storia di Arpad Weisz (documentata in un libro di Matteo Marani), che dopo aver vinto tre scudetti in Serie A come allenatore, nel 1938 lasciò l’Italia a causa delle leggi razziali varate dal governo fascista. Nel 1940, fu deportato ed ucciso ad Auschwitz con la moglie ed i figli.

     

    Rai3

    Giovedì 22 gennaio, alle 21:05, “La Grande storia” presenta il documentario “In nome della razza. Auschwitz, Mengele, SS“. Partendo dalle sconvolgenti immagini della liberazione di Auschwitz, girate dai cineoperatori dell’Armata rossa, si cercherà di capire con l’aiuto di Paolo Mieli come fu possibile sprofondare nell’abisso della Shoah.
    A seguire, alle 22:50, il film “Night Will Fall“, per la regia di André Singer. Basato su materiale interamente inedito, il film raccoglie le prime testimonianze visive degli orrori filmati dai cineoperatori all’interno dei campi di concentramento (in particolare, dal campo tedesco di Bergen-Belsen) all’indomani della loro liberazione. Leggi i dettagli e guarda il promo >>

    “Il tempo e la Storia” presenta due puntate dedicate all’argomento: la prima, in onda venerdì 23 alle 13:10 dal titolo “Leggi razziali” e la seconda, martedì 27 gennaio alla stessa ora, su “La Shoah e gli italiani“.

    Sempre martedì 27, dalle 10:30 alle 11:55, diretta dalla Camera dei Deputati della Celebrazione del Giorno della Memoria, a cura di Rai Parlamento. La linea passerà poi su Rai2 fino alla conclusione dell’evento, alle 12:30.
    Anche “Pane quotidiano”, alle 12:45,  ricorderà l’anniversario attraverso un libro dedicato alla Shoah della scrittrice Manuela Dviri. In studio, con Concita de Gregorio, il giornalista Gad Lerner.

    Giovedì 29, in 1° serata, appuntamento infine con il film in 1^ Visione RAI “Hannah Arendt” (2014), diretto da Margarethe Von Trotta, che narra la vita della filosofa e teorica politica ebraico-tedesca Hannah Arendt (Barbara Sukowa).

     

    RAI CULTURA tra il 21 e il 30 gennaio proporrà programmi e approfondimenti nei suoi tre Canali (Rai StoriaRai Scuola e Rai 5), offrendo prime serate di qualità, con eventi e dirette. Un palinsesto articolato sulle tre Reti nel corso dei dieci giorni di programmazione dedicata. Di seguito gli appuntamenti principali di Rai5:


    Rai5

    La “settimana della memoria” che Rai Cultura presenta su Rai5 si apre venerdì 23 gennaio con un doppio appuntamento serale: alle 21:15 il film Doc “La pianista bambina“, di Flaminia Lubin con Matilde Ferri. Zhanna e Frina sono due sorelle ucraine che mostrano di saper suonare molto bene il pianoforte. Nel 1941 i tedeschi invadono l’Ucraina: le piccole pianiste scopriranno gli orrori della guerra, ma sopravviveranno grazie alla musica. – Guarda il promo >>

    A seguire, alle 22:30, “In scena” presenta “Se questo è un uomo”.

    Sabato 24 alle 21:15 (e in replica domenica 25 alle 16.00 e giovedì 29 alle 10:00), Rai5 trasmette lo spettacolo teatrale “Canto del Popolo Ebraico massacrato”. Liberamente tratto dal poema di Yitzhak Katzenelson e andato in scena al Binario 21 della stazione di Milano, sede della Fondazione Memoriale della Shoah, lo spettacolo è proposto nel suo adattamento televisivo da Moni Ovadia che ricorda, con la forza della poesia, del canto e della testimonianza diretta, lo sterminio del popolo ebraico e di tutti coloro che hanno subito la deportazione, la prigionia e la morte perché ebrei, zingari, omosessuali, handicappati o perché si opponevano al regime e al folle progetto di purificazione della razza ariana.  Guarda il promo >>

    Lunedì 26 gennaio alle 21:15, in diretta dall’Auditorium Parco della Musica di Roma, Rai Cultura trasmette il concerto “Tutto ciò che mi resta”, una serata-evento dedicata al miracolo della musica composta nei lager che vedrà la partecipazione straordinaria della grande cantante e attrice tedesca Ute Lemper e la voce narrante di Marco Baliani. Il concerto verrà replicato sempre su Rai5 il 31 gennaio alle 16:00.

    Leggi tutti i dettagli e guarda il promo >>

    Guarda l’intervista esclusiva al pianista e musicologo Francesco Lotoro >>

    Martedì 27 gennaio
    alle 21:15 appuntamento con il film di Michael Haneke “Il nastro bianco” (2009), vincitore della Palma d’oro al 62° festiva di Cannes. La vita monotona e regolare degli abitanti di un piccolo villaggio della Germania degli inizi del secolo scorso viene turbata da alcuni piccoli e grandi incidenti. Il tutto sotto lo sguardo un po’ inquietante dei bambini del villaggio.

    Infine, sabato 31 alle 18.45, “Primo Levi: Il Volto e la Voce”. Il viaggio e l’arrivo a Auschwitz, I “sommersi” e i “salvati”, I tedeschi e la “banalità del male”, il dovere della memoria e l’importanza vitale di raccontare nell’opera, il veleno del lager e il futuro dell’umanità nel volto e nella voce di Primo Levi.

     

    RaiMovie

    Domenica 25 gennaio alle 01:30 RaiMovie trasmette il documentario “Ebrei a Roma” di Gianfranco Pannone.
    Martedì 27 gennaio, alle 23:30, il film Good: L’indifferenza del bene” di Vicente Amorim (2008) con Viggo Mortensen, Jason Isaacs, Mark Strong.

     


    Radio1

    Dalle 8.30 alle 11.30 del 27 gennaio, Radio1 trasmetterà lo speciale del Giornale Radio Rai dal titolo “70 ANNI FA AUSCHWITZ” dedicato alla liberazione del campo di sterminio diventato il simbolo stesso dell’Olocausto. Le voci dei testimoni, degli storici, della comunità ebraica, dei rom, delle istituzioni italiane e europee, collegamenti in diretta da Auschwitz, dalla Risiera di San Saba di Trieste, dal ghetto di Roma e da Milano, da Venezia, da Praga e dalle principali capitali europee. E una serie di rari documenti sonori d’epoca con le voci originali dei protagonisti, che Radio1 conserverà sul suo sito, per ricordare e riflettere su una delle pagine più nere della storia umana.
    Leggi i dettagli >>

     

    Radio3

    Tra gli appuntamenti principali che verranno trasmessi su Radio3, martedì 27, dalle 20.30, la serata in diretta dal Teatro delle Muse di Ancona con la proposta del melologo “Sopravvissuti” tratto da “I Cannibali” di George Tabori con musiche originali di Claudio Restelli e voce recitante Elio De Capitani; la partecipazione di Gilberto Salmoni, deportato a Buchenwald, i racconti e le testimonianze di molti rappresentanti della Comunità ebraica anconetana.
    Ma l’intera settimana, a partire dal 21 gennaio e fino al 27, vedrà ospitati all’interno dei programmi di Radio3 interventi dedicati alla ricorrenza.
    Tutti gli appuntamenti di Radio3 >>


    Rai Junior

    Per parlare ai più piccoli dell’Olocausto e stimolare una riflessione sul Giorno della Memoria e sul suo significato vi presentiamo anche un sito ad hoc: www.giornodellamemoria.ragazzi.rai.it. Contributi video, schede di libri e film, spiegazioni su alcune parole chiave, interviste ad esperti, studiosi e scrittori: un sito destinato ai più giovani, ma anche a genitori e insegnanti, che vi possono trovare spunti per avviare un dialogo sul tema con i loro figli e i loro studenti.

    Vorrei che i giovani si interessassero a questa storia per pensare, oltre a quello che è successo, a quello che potrebbe succedere, e sapere opporsi a violenze del genere” (Giorgio Perlasca)

  • 24/1/2014 ore 18:46

    La Rai per il 14^ Giorno della Memoria

    Commenti 0

    La Rai per il Giorno della Memoria

    Lunedì 27 gennaio, a 69 anni dalla liberazione di Auschwitz da parte dei soldati dell’Armata Rossa, si celebra per la 14^ volta il Giorno della Memoria, istituito con la legge del 20 luglio 2000 al fine di
    ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati“.

    – La Rai per il Giorno della Memoria. Vai al sito >>

    Il grande scrittore piemontese Primo Levi, deportato ad Auschwitz, ha scritto:
    E’ avvenuto contro ogni previsione, è avvenuto in Europa (…). E’ avvenuto, quindi può accadere di nuovo: questo è il nocciolo di quanto abbiamo da dire

    Lo scopo di questa data simbolica è quello di conservare la memoria affinché simili eventi non possano mai più accadere, né tantomeno venire negati.
    E’ con questo obiettivo che Rai.tv vi propone una scelta di documenti video che, attraverso immagini e filmati d’archivio, nonché grazie alla preziosa testimonianza dei sopravvissuti, raccontano l’orrore del nazismo.

    – Vai allo speciale di Rai.tv >>


    A seguire, i principali appuntamenti che le reti Rai dedicheranno alla ricorrenza del Giorno della Memoria
    :

    Un’ampia copertura informativa degli eventi legati al “Giorno della Memoria” sarà assicurata da Rainews24, da Tg1, Tg2, Tg3, dai Tgr e dai Grr.

    – Vai allo speciale di RaiNews  >>


    Rai1

    Lunedì 27 gennaio UnoMattina, La Vita in Diretta e Porta a Porta dedicheranno spazi particolari al ricordo della Shoah. Alle 14:10 “Il viaggio più lungo: Rodi – Auschwitz“, un documentario sulla deportazione  deportazione degli ebrei dell’isola di Rodi.
    Alle 02:00 Rai Educational presenta Terza Pagina “Ricordando la Shoah”.
    A seguire, la replica della miniserie in due puntate interpretata da Flavio Insinna “La buona battaglia di Don Pietro Pappagallo“, che narra la storia vera del sacerdote pugliese che portò in salvo un gran numero di persone ricercate dal nazi-fascismo.

    Rai2
    Sabato 25 gennaio alle 24:30 la rubrica Tg2 Storie – I racconti della settimana, con Maria Concetta Mattei, tratterà di giornata della memoria e altri racconti.
    Lunedì 27 gennaio alle 08:00 la seconda rete ripropone il film tv con Luca Zingaretti “Perlasca – Un eroe italiano“, diretto da Alberto Negrin e sceneggiato da Stefano Rulli e Sandro Petraglia con la collaborazione di Enrico Deaglio. La vera storia di Giorgio Perlasca (1910 -1992), il quale, nei giorni tragici della Budapest del 1944 riuscì, spacciandosi per il console spagnolo, a salvare migliaia di ebrei dalla violenza nazista. Alle 11:00 “I fatti vostri” aprirà la puntata con un’intervista al signor Enrico Vanzini, che durante la seconda guerra mondiale fu prigioniero nel campo tedesco di Dachau.
    Alle 00:55 Sorgente di vita “I giovani ricordano la Shoah”. Studenti e insegnanti delle scuole italiane in un viaggio della memoria ad Auschwitz-Birkenau insieme ad alcuni testimoni, al ministro Carrozza ed al presidente del Senato Grasso.

    Rai3
    Domenica 26 gennaio tra gli altri ospiti di Che tempo che fa, in onda alle 20:10, ci saranno direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli e la Presidente della Fondazione del Memoriale Vera Vigevani Jarack, mentre Massimo Gramellini sarà in collegamento dal Binario 21 della Stazione Centrale di Milano, unico luogo della deportazione rimasto intatto negli anni e da cui, tra il 1943 e il 1945, centinaia di persone furono caricate sui carri merci verso i campi di concentramento
    Lunedì 27 gennaio alle 11:00 Speciale TG3 segue in diretta da Roma, Palazzo del Quirinale, la celebrazione del ”giorno della memoria” alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
    Anche Agorà, Pane quotidiano e Geo dedicheranno spazi particolari al tema. Alle 13:10 (e in replica alle 20:30 su Rai Storia) Il Tempo e la Storia, il programma di Rai Educational  condotto da Massimo Bernardini, propone “In viaggio verso i lager” con Carlo Greppi.
    Alle 23:15 Correva l’anno presenta “I medici del Reich” di Vanessa Roghi: il racconto degli atroci esperimenti effettuati su cavie umane e del raffinarsi delle tecniche di sterminio di massa.

    Rai5
    La “settimana della memoria” di Rai5 si apre venerdì 24 gennaio alle 21:15 con “La strada di Levi“, un documentario di Davide Ferrario e Marco Belpoliti che ripercorre al presente il lunghissimo tragitto compiuto da Primo Levi per tornare in Italia dopo la sua liberazione dal campo di concentramento di Auschwitz nel 1945.
    Sabato 25 gennaio alle 21:15 si prosegue con un’inedita produzione televisiva dello spettacolo “Ladro di razza“, con Massimo Dapporto, Susanna Marcomeni e Blas Rovìca Rey, tratto da un testo di Gianni Clementi, con la regia di Marco Mattolini. Lo spettacolo si ispira alla grande tradizione del cinema neorealista, indagando un particolare momento della nostra storia, quello della Seconda Guerra Mondiale, con una Roma ridotta allo stremo, ma ancora capace di un sussulto di orgoglio.
    La mattina di domenica 26 sono in programma i docu-film “La pianista bambina” (ore 6:45), storia di due piccole pianiste ucraine che con l’invasione dei tedeschi scopriranno gli orrori della guerra, e “Segni di pace ad Auschwitz in un giorno di sole” (ore 7:55), un viaggio nelle grandi religioni mondiali dentro i campi di sterminio di Auschwitz – Birkenau.
    Lunedì 27 gennaio alle 20:00 la diretta de “I violini della speranza“, un’iniziativa che vuole ricordare la Shoah, le leggi razziali ma anche coloro che hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. Un evento di grande portata simbolica, organizzato dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane insieme all’Università Ebraica di Gerusalemme e all’Associazione BrainCircleItalia, sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che vedrà insieme sul palco dell’Auditorium di Roma dodici violini e un violoncello sopravvissuti alla Shoah, ciascuno con la sua storia drammatica, ritrovati e restaurati dal liutaio israeliano Amnon Weinstein. Guarda il promo >>
    Dopo il concerto, la serata prosegue con il film-documentario “Suoni dal silenzio” di Roberto Olla. Un racconto che parte dal ritrovamento negli archivi militari e inglesi delle pellicole originali girate dai cineoperatori Alleati durante la liberazione dei lager nazisti. Si chiude alle 23:00 con la replica de “La pianista bambina“.
    La “settimana della memoria” di Rai5 si chiude infine mercoledì 29 gennaio alle 21:15 con “Ascoltami bene”, spettacolo teatrale liberamente tratto dalle lettere e dai diari di Etty Hillesum, giovane olandese nata da una famiglia della borghesia intellettuale ebraica e morta ad Auschwitz nel novembre del 1943.

    Rai Educational
    Rai Educational dedica l’intero palinsesto di Rai Storia e Rai Scuola al Giorno della Memoria con approfondimenti e documentari in ricordo delle vittime della Shoah.
    Su RaiStoria il 27 gennaio alle alle 15:30 andrà in onda “Mille papaveri rossi” importante testimonianza filmata rilasciata al regista Daniele Segre da Giuliana Fiorentino Tedeschi, deportata nel lager nazista di Auschwitz/Birkenau. Alle 17:00 uno speciale dedicato alle vittime della Shoah con interviste a Lia Levi, Elio Toaff, Pietro Tarracina, Nedo Fiano e Romeo Rubino Salmoni, tratte dalle Teche Rai. Alle 20:30 la replica de “Il Tempo e la storia” con “Viaggio verso i lager”. Alle 21:15 il documentario “I bambini di Bullenhuser Damm“. Alle 22:15 il film “La Tregua” di Francesco Rosi, tratto dall’omonimo romanzo di Primo Levi del 1963.

    Anche i canali specializzati Rai Premium e Rai Movie il 27 gennaio si occuperanno della ricorrenza, rispettivamente alle ore 21:00 con il film “Mi ricordo di Anna Frank” e alle 23:00 con “Adam resurrected”.

    Radio3
    Come ogni anno Radio3, in occasione del Giorno della Memoria, propone una diretta da una città italiana (per il 2014 Firenze) in cui la presenza ebraica è stata particolarmente significativa. Quest’anno sarà il Teatro Goldoni della capitale toscana a ospitare la diretta di Radio3, dalle 20:30 alle 23:00, condotta da Guido Barbieri e Marino Sinibaldi. “Il viaggio della Memoria” è il titolo di una serata ricca di musica, testimonianze e riflessioni.
    Ma l’intera settimana, a partire dal 21 gennaio e fino al 27, vedrà ospitati all’interno dei programmi di Radio3 interventi dedicati alla ricorrenza. Tutti gli appuntamenti di Radio3 >>

    Rai Junior
    Per parlare ai più piccoli dell’Olocausto e stimolare una riflessione sul Giorno della Memoria e sul suo significato vi presentiamo anche un sito ad hoc: www.giornodellamemoria.ragazzi.rai.it: contributi video, schede di libri e film, spiegazioni su alcune parole chiave, più una intervista alla scrittrice e autrice televisiva Luisa Mattia!
    Un sito destinato ai più giovani, ma anche a genitori e insegnanti, che vi possono trovare spunti per avviare un dialogo sul tema con i loro figli e i loro studenti.

    – Segui le dirette in streaming su Rai.tv >>

  • 25/1/2013 ore 16:52

    La Rai per il Giorno della Memoria

    Commenti 7

    Il Giorno della memoriaDomenica 27 gennaio sarà celebrata per la 13^ volta la Giornata della Memoria, istituita con una legge del 20 luglio 2000 per “ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati“.

    Il 27 gennaio 1945 i soldati dell’Armata Rossa abbattevano i cancelli di Auschwitz e liberavano i prigionieri sopravvissuti allo sterminio del campo nazista. Le truppe liberatrici, entrando nel campo di Auschwitz-Birkenau, scoprirono e svelarono al mondo intero il più atroce orrore della storia dell’umanità: la Shoah. Dalla fine degli anni ’30 al 1945 in Europa furono deportati e uccisi circa sei milioni di ebrei.

    A proposito del genocidio del popolo ebraico, ne “I sommersi e i salvati” Primo Levi ha scritto:
    E’ avvenuto, quindi può accadere di nuovo: questo è il nocciolo di quanto abbiamo da dire“.
    Lo scopo di questa data simbolica è dunque quello di conservare la memoria affinché simili eventi non possano mai più accadere.

    Il 20 e 21 gennaio scorsi ha avuto luogo il Viaggio della Memoria a Cracovia, Birkenau e Auschwitz con la partecipazione dei ministri Francesco Profumo e Paola Severino, del presidente dell’Ucei Renzo Gattegna, del presidente della Rai Anna Maria Tarantola, di alcuni sopravvissuti alla deportazione e di circa 130 studenti delle scuole superiori di tutta Italia che si sono distinti nella realizzazione di attività e progetti dedicati al ricordo dell’Olocausto.

    – Guarda il servizio tratto dal Tg1 del 21/01/2013 >>

    La Rai ricorda anche quest’anno uno dei periodi più tragici della nostra storia offrendo nei suoi palinsesti inchieste, approfondimenti, speciali, documentari, spettacoli, film e fiction dedicati all’argomento. Un grande impegno del Servizio Pubblico in una ideale ’staffetta’ che vede impegnate testate, reti e web.

    Di seguito gli appuntamenti principali:

    TG, GR e TGR
    In tutte le edizioni di Tg e Gr si approfondiranno i temi legati alla giornata della memoria.
    Interamente dedicato alla tragedia dell’Olocausto sarà il Tg2 Storie di sabato 26 alle 24.30, con testimonianze toccanti ma anche servizi curiosi come quello dedicato ad una scuola elementare di Maccarese (Roma) che ha fatto della Shoah materia di insegnamento, perché i bambini possano apprendere fin da piccoli cosa è successo in quei terribili anni.
    Anche la TGR garantirà adeguata copertura informativa in tutte le edizioni regionali. In particolare, la TGR del Trentino si occuperà di un progetto, ideato da alcune classi di studenti e sostenuto dal Comune, che coinvolgerà tutta la città di Trento: verrà tracciata per le vie della città una linea di gesso che circoscriverà l’area di 175 ettari del campo di Auschwitz – Birkenau.

    Rai News

    Domenica 27 gennaio, Rainews 24 scandirà tutte le ore della giornata  con il ricordo di quanto accadde dando vita ad una programmazione speciale: allo scoccare di ogni ora, dalla mezzanotte del 27 alla mezzanotte del 28, Rainews manderà in onda interviste e testimonianze di sopravvissuti ai campi di sterminio nazisti, spezzoni di film celebri e documentari dell’epoca.

    Rai1La vita è bella

    Domenica 27 gennaio, alle ore 21.30, la rete ammiraglia trasmetterà il capolavoro di e con Roberto BenigniLa vita è bella” (vai alla scheda del film), vincitore di tre premi Oscar: miglior film straniero, miglior attore protagonista e migliore colonna sonora (firmata da Nicola Piovani). La commovente e poetica storia, ambientata in un campo di concentramento, di un padre che durante la prigionia, per proteggerlo dall’orrore, fa credere al figlioletto che la vita al campo è un gioco a premi con un carro armato in palio.

    – Guarda la diretta di Rai1 in web streaming >>

    Rai2

    Irena SendlerLunedì 28 gennaio alle 21.00, “Voyager” racconterà la vicenda di Irena Sendler, una coraggiosa donna polacca che durante la Seconda Guerra Mondiale riuscì a salvare 2500 bambini ebrei, facendoli fuggire con uno stratagemma dal ghetto di Varsavia. Roberto Giacobbo incontrerà proprio uno di questi bambini, sopravvissuti al dramma della Shoah, mentre una docufiction di qualità cinematografica ricostruirà la vera storia di questa eroina, sconosciuta al grande pubblico.

    – Guarda la diretta di Rai2 in web streaming >>

    Rai3

    Sabato 26 gennaio, alle ore 23.30, andrà in onda in 1^ visione Rai “La Pianista Bambina” (Hiding in the Spotlight), un documentario di Flaminia Lubin liberamente ispirato all’omonimo best-seller di Greg Dawson (pubblicato in Italia da Piemme, 2010), che ha raccolto e raccontato le testimonianze della madre, Zhanna, sopravvissuta all’Olocausto.Vento di primavera Zhanna e sua sorella Frina, due talenti musicali, affrontano l’anti-semitismo e la guerra, sopravvivendo grazie alla musica che le nasconde e le protegge…
    Lunedì 28 gennaio
    , alle 21.05, un’altra prima visione Rai: “Vento di primavera(La rafle), di Rose Bosch, con Jean Reno, Melanie Laurent e Gad Elmaleh. Un commovente e spettacolare film girato con scrupoloso impegno documentaristico, che racconta il rastrellamento degli ebrei francesi del 16 luglio 1942, durante l’occupazione tedesca. Dei 13151 ebrei rastrellati, Solo 25 ne usciranno vivi, nessuno tra i 4051 bambini.

    Martedì 29 gennaio dalle 10.55 il Tg3 seguirà la diretta dal Quirinale della celebrazione del Giorno della Memoria, alla presenza del Presidente Giorgio Napolitano, di istituzioni e rappresentanti delle comunità ebraiche.

    Giovedì 31 gennaio alle 12.45, infine, puntata speciale di “Le storie – Diario Italiano” in cui il conduttore Corrado Augias affronterà il tema del fenomeno negazionista, di chi nega cioè l’evidenza dell’Olocausto.Auschwitz

    – Guarda la diretta di Rai3 in web streaming >>

    Rai5

    Domenica 27 gennaio alle 21.15 Rai5 trasmette il documentario “Segni di pace ad Auschwitz in un giorno di sole” (Italia 2010). Scritto e diretto da Roberto Olla e Mario Marazziti, prodotto da RaiCinema e dalla Anthos di Maite Carpio, racconta la storia di una giornata molto particolare: un grande pellegrinaggio interreligioso nel campo di sterminio nazista, un simbolo centrale per il mondo, centrale per la memoria dell’Europa.
    – Guarda il promo >>

    – Guarda la diretta di Rai5 in web streaming >>

    Rai Movie

    Rai Movie ricorda le vittime della Shoah con una rassegna di 11 film in onda domenica 27 gennaio a partire dalle 06.30. Da “Il diario di Anna Frank” a “La caduta – Gli ultimi giorni di Hitler”, 24 ore di programmazione per non dimenticare l’Olocausto.
    – Guarda il promo e l’elenco dei film >>

    – Guarda la diretta di RaiMovie in web streaming >>

    Perlasca - Luca ZingarettiRai Premium

    Sabato 26 gennaio alle 21.10 verrà riproposta la fiction “Perlasca, un eroe italiano”, con Luca Zinagaretti, che racconta la storia dell’uomo che, nell’inverno tra il 1944 e il 1945, riuscì da solo a sottrarre alla deportazione nei lager nazisti migliaia di ungheresi di religione ebraica simulando di essere un Console spagnolo.

    – Guarda la diretta di Rai Premium in web streaming >>


    Rai Storia

    Il canale 54 del digitale terrestre venerdì 25 alle 23.00 propone “76847 Giuliana Tedeschi”, la testimonianza di una deportata nel lager nazista di Auschwitz/Birkenau che nell’inverno del 1998 ha rilasciato al regista Daniele Segre una intensa testimonianza filmata, di grande importanza per la memoria della Shoah.
    Sabato 26 gennaio in prima serata “La strada di Levi”, il lungo viaggio attraverso l’Europa, che lo scrittore intraprese dopo la liberazione dal campo di sterminio di Auschwitz, nel gennaio ’45, per tornare a casa, rivissuto dai due autori del documentario, Davide Ferrario e Marco Belpoliti, sessant’anni dopo. A precedere “La strada di Levi”, alle 20.00,Fatti” presenta un dossier sul processo del 1976 ai responsabili dell’unico campo di sterminio italiano, “la Risiera di San Sabba di Trieste”, processo il cui banco degli imputati resterà però per sempre vuoto.
    Domenica 27 dalle 9.00 alle 15.00, Giornata Particolare con Paolo Mieli sul tema della Memoria, durante la quale il giornalista e storico introdurrà e commenterà alcuni tra i più interessanti filmati custoditi nel prezioso archivio della Teche Rai e da lui selezionati.
    Infine, alle 23.00, “Scrittori per un anno” trasmette lo spettacolo di Moni OvadiaIl canto del popolo ebraico massacrato”, tratto dal poema dello scrittore ebreo Yitzhak Katzenelson, morto ad Auschwitz. Nelle parole del regista, “la voce di un morituro, uno fra centinaia di migliaia di morituri, atrocemente consapevoli del suo destino singolo e del destino del suo popolo”. Uno spettacolo realizzato con la regia di Felice Cappa nel 2009 dal Binario 21 della stazione di Milano, da dove venivano deportati gli ebrei italiani diretti ai campi di sterminio e da dove fu deportata anche Liliana Segre, unica spettatrice e testimone di una delle pagine più aberranti della nostra storia.

    – Guarda la speciale dedicato al Giorno della Memoria sul portale di Rai Educational >>

    – Guarda la diretta di Rai Storia in web streaming >>

    Radio3 - Primo LeviRadio Rai

    Anche Radio1, Radio2, Radio3 e le WebRadio hanno predisposto una programmazione speciale che si snoderà per tutta la settimana e che culminerà in Speciali in onda il 27 gennaio.
    In particolare, come ogni anno Radio3, in occasione del Giorno della Memoria, propone una trasmissione in una città italiana in cui la presenza ebraica è stata particolarmente significativa. Quest’anno sarà lo storico Liceo Massimo D’Azeglio di Torino (qui hanno studiato Primo Levi e Leone Ginzburg, qui ha insegnato Cesare Pavese) a ospitare la diretta condotta da Marino Sinibaldi dall’Aula Magna del liceo domenica 27 gennaio dalle ore 19.00 alle 21.30.
    Tra gli ospiti, gli storici Anna Bravo, Alberto Cavaglion, Fabio Levi, il regista Daniele Segre, il critico letterario e storico delle idee Carlo Ossola, lo scrittore Andrea Bajani, oltre a testimoni e a rappresentanti della Comunità ebraica torinese.

    – Consulta sul sito tutte le iniziative di Radio3 dedicate alla ricorrenza e scarica i materiali >>

    Rai Junior

    Anche Rai Junior celebra il Giorno della memoria con uno speciale indirizzato ai più piccoli: le storie della Shoah raccontate dai loro coetanei, attraverso una serie di cortometraggi realizzati dai ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori e le impressioni degli studenti che hanno avuto l’occasione di visitare Auschwitz. Inoltre a testimonianza di Lia Levi, autrice di numerosi libri per ragazzi sulla Shoah e la vita dei bambini ai tempi delle leggi razziali in Italia, un’intervista al giornalista Gad Lerner e, per chi volesse approfondire l’argomento, tanti consigli di lettura.

    – Vai allo speciale di Junior >>