Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 3/11/2010 ore 9:30

    Umberto Eco a ‘Che tempo che fa’

    Commenti 0

    E’ stata la prima occasione pubblica in cui Umberto Eco ha parlato del suo ultimo libro, Il Cimitero di Praga. Domenica 31 ottobre ospite di Fabio Fazio a Che tempo che fa, lo studioso e romanziere ha presentato il suo sesto romanzo, uscito a trent’anni esatti dal suo esordio narrativo con Il nome della Rosa.

     

    Questa nuova opera di Eco racconta le oscure trame cospirative nello scacchiere politico europeo dell’800 e soprattutto il formarsi dell’antisemitismo moderno – quello che esploderà nel 900 con lo sterminio di 6 milioni di ebrei per opera della Germania di Hitler. Malgrado la trama e le atmosfera da feuilleton spionistico, il romanzo narra di personaggi ed eventi storicamente veri. L’unico personaggio inventato è il protagonista, Simone Simonini – “il personaggio più odioso del mondo” secondo Eco – abilissimo falsario, fabbricatore di dossier, psicotico ossessionato dal proprio antisemitismo. E, nel libro, è lui ad inventare quel falso atroce che sono i Protocolli dei Savi di Sion.

     

    Nella interessantissima conversazione con Fazio, Eco ha detto di considerare “l’antisemitismo un tarlo mentale, come la pedofilia” e di aver voluto raccontare, fra le tante cose, “la logica dei Servizi Segreti di ogni epoca”. Al conduttore che gli chiede se l’antisemitismo del protagonista possa anche generare ambiguità, come sostenuto di recente da voci autorevoli, Umberto Eco ha risposto secco: “Odio l’ipocrisia”. Il libro mostra come è stato costruito l’antisemitismo attraverso un montaggio di cliché, “se non vuoi vederlo sei un po’ oppresso da una certa cattiva coscienza”.

     

    – Guarda Umberto Eco a Che Tempo che fa >>

    – Umberto Eco ospite a Che Tempo che fa nell’edizione 2009/2010 >>

  • 2/9/2010 ore 15:00

    Premio Campiello 2010

    Commenti 0

    Sabato 4 settembre, 23.45, Rai Uno. E’ uno dei più prestigiosi riconoscimenti letterari italiani. La Cerimonia finale del Premio Campiello 2010 – condotta da Bruno Vespa nella straordinaria cornice del Teatro La Fenice di Venezia – ci svelerà il nome del vincitore di quest’anno.

     

    Gli autori finalisti sono cinque, due donne e tre uomini. Alcuni di loro sono noti a un pubblico vasto, come il giornalista Gad Lerner che con Scintille. Una storia di anime vagabonde racconta la storia della sua famiglia. Un’ epopea famigliare è al centro anche di Canale Mussolini di Antonio Pennacchi, romanzo già vincitore del Premio Strega. Gianrico Carofiglio è candidato per Le perfezioni provvisorie, ultimo suo libro incentrato sul personaggio dell’avvocato Guido Guerrieri.

    Michela Murgia – autrice nel 2006 de “Il mondo deve sapere” a cui è ispirato il film “Tutta la vita davanti” – concorre con Accabadora: storia ambientata nella Sardegna degli anni ’50, esplora il rapporto fra una bambina e una vecchia sarta, ”ultima madre” donatrice di morte pietosa. Il quinto titolo in gara è Milano è una selva oscura di Laura Pariani, lungo vagabondaggio del barbone Dante nella Milano del 1969.

     

    Chi fra questi candidati si aggiudicherà il premio vedrà il suo nome aggiungersi a quello di autori poi entrati nella storia della letteratura italiana. Dal 1963, anno della sua prima edizione, ad oggi hanno vinto il Campiello scrittori come Primo Levi, Ignazio Silone, Giorgio Bassani, Mario Tobino, Gesualdo Bufalino.

     

    Gad Lerner ospite a Parla con me >>

    Gianrico Carofiglio intervistato da Millepagine >>

    Antonio Pennacchi ospite a Sottovoce >>

    Guarda la diretta dal web sabato 4 settembre alle 23.45 >>