Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 30/10/2014 ore 16:38

    Non sono obiettivo: le provocazioni di Toscani

    Commenti 1

    toscaniIl primo piano di Oliviero Toscani fuoriesce all’improvviso dai social network di Radiouno Rai: “noi maschi italiani siamo ridicoli, mediocri, inaffidabili perché le nostre mamme ci hanno rovinato, viziandoci,  da quando siamo nati – afferma il fotografo, che lancia la sua provocazione: “che cosa aspettiamo ad eliminare le mamme?”.

    Guarda il teaser del programma >>

    E’ questo il primo argomento che verrà affrontato da “Non sono obiettivo”, il nuovo progetto realizzato da Oliviero Toscani per Radio1, in onda ogni venerdì alle 16.30 circa, a partire dal 31 ottobre.

    Un programma, spiega il fotografo, che “vuole mettere in discussione i banali luoghi comuni e le vecchie verità, un incontro tra arte e ricerca “per offrire a chi ascolta una visione, un nuovo punto di vista”.

    Chiunque potrà partecipare inviando il proprio contributo attraverso vari canali in un botta e risposta che durerà 7 giorni. La trasmissione radiofonica infatti sarà solo la punta dell’iceberg, perché ogni tema scelto verrà lanciato una settimana prima: sarà una fotografia, scelta da Toscani, a far partire la discussione sui social. Gli utenti saranno invitati a postare scatti e video di 10-15 secondi, relativi al tema e alla foto scelti da Toscani attraverso Instagram, Whatsapp , Facebook  e Twitter con l’hashtag #nonsonoobiettivo o direttamente dal sito olivierotoscani.rai.it

    Invia le tue foto e i tuoi video >>

    “L’arte – spiega Toscani – è l’espressione più alta della comunicazione, ed è da lì che partiremo”. Tema della prima puntata sarà la mamma, prendendo come pretesto il nuovo claim di Radio1, la “radio-mamma”, lanciato da Jovanotti come sigla della trasmissione di Fiorello. Seguiranno la paura, la celebrità, la forza dell’immagine, il sesso, la chiesa, gli intellettuali, la musica, la guerra, la morte, la rete. Toscani promette un punto di vista assolutamente non neutrale, anzi completamente parziale su temi delicati e attuali. Lo farà con ospiti di ogni genere insieme al non-moderatore della trasmissione Nicolas Ballario.

    “Già da alcune settimane abbiamo lanciato su Instagram i foto racconti delle nostre inviate in zone di guerra – spiega il direttore di Radio1 Flavio Mucciante – con il genio dirompente di Oliviero Toscani puntiamo ad un salto di qualità, ribaltando questo modello: si parte da una foto per coinvolgere direttamente gli ascoltatori, che diventano così autori e insieme protagonisti del racconto”.

    Toscani fa poi l’identikit dei commentatori, che inviterà in trasmissione: “simpatici, antipatici, colti, ignoranti,  mitomani, stupidi, intelligenti, vecchi, giovani, donne, uomini. Insomma gli italiani”. Un programma che supererà le categorie sociali e che sarà “transgenerazionale”. Uomini e donne di età ed estrazione differente si confronteranno su temi cruciali – promette Toscani – in un dibattito serrato, che “lascerà molto spazio alla polemica accesa e persino all’invettiva”. “Io non sono obiettivo e non mi interessa avere ragione o essere equo. – dice Toscani – Farò disservizio pubblico”.

    Segui in web streaming il venerdì alle 16.30 >>

  • Grande cinema, ma anche cultura digitale, fotografia, pubblicità, videogiochi, musica e fumetti. Dal 18 aprile va in onda Drugstore, il nuovo magazine di Rai Movie condotto da Miriam Leone, in programma ogni mercoledì alle 23.30. In mezz’ora, primo piano sull’immaginario contemporaneo visto attraverso la lente dei nuovi media, con particolare attenzione all’industria e alla cultura cinematografica italiana.

    Come in un virtuale Red Carpet, Miriam Leone accompagnerà gli spettatori sui set dei film in lavorazione, con interviste a grandi star e celebri registi. Di puntata in puntata, accanto a videogiochi innovativi e alle nuove forme d’arte digitale, il programma guarderà ai comics e alla fotografia, alla contaminazione dei linguaggi e alle nuove frontiere della produzione audiovisiva e multimediale. Ogni settimana, inoltre, una ‘Top five’ dei film in uscita, sia nelle sale che in home video, con un occhio sempre attento alla scena internazionale: da Los Angeles ad Hong Kong, da Cannes a Tokyo. Ci sarà anche Gianni Ippoliti e la sua originale rubrica che raccoglierà le opinioni del pubblico sui film, fuori dalle sale cinematografiche

    Nella prima puntata focus sulla seduzione: dalle interviste ad alcune tra le donne italiane più attraenti dello spettacolo, in occasione dell’anteprima del film Bel Ami (a Roma); agli scatti seducenti del grande Arturo Ghergo, il fotografo delle dive. Primo piano, inoltre, sulle nuove frontiere della tecnologia digitale, con un viaggio nelle origini dei videogiochi, sulla divertente commedia Good As You – Tutti i colori dell’amore di Mariano Lamberti, e sui fatti di Genova 2001 al G8 con il film Diaz di Daniele Vicari.

    Drugstore è prodotto da Rai Movie, scritto da Pierluigi Pantini, Marina Polla De Luca, Enzo Sallustro, Gida Salvino, per la regia di Pierluigi Pantini.

    Guarda il Promo >>