Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 26/7/2011 ore 10:00

    “Passaggio a Nord-Ovest” tra Roma e le Ande

    Commenti 0

    Rai1, 26 luglio, 23.15. Insieme ad Alberto Angela e a “Passaggio a Nord-Ovest” andiamo alla scoperta, a Roma, della storia e dei segreti del Monte Testaccio.

     

    A seguire, due uomini, due famosi inventori, lottano per lo stesso obiettivo scontrandosi in una lotta senza esclusione di colpi: la guerra per l’elettricità: Thomas Alva Edison, inventore della lampadina e della corrente continua, e George Westinghouse, scopritore della corrente alternata. Due uomini destinati a cambiare il mondo.

     

    Un’avventura ad alta quota, una scalata diversa da tutte le altre, perché è anche un viaggio nei ricordi e nel dolore. La protagonista è Katia Lafaillé, che decide di sfidare da sola l’Aconcagua, la più alta montagna della Cordigliera delle Ande, 6.962 metri, ai confini tra Argentina e Cile.

     

    – Guarda il programma in diretta web, martedì alle 23.15 >>

    – Visita il sito di “Passaggio a Nord Ovest” >>

    – Rivedi tutte le puntate >>

     

  • Dal telegrafo alla Tv digitale, dai trasmettitori di Guglielmo Marconi al primo televisore, racchiuso in uno schermo di pochi centimetri. Pezzi di storia delle comunicazioni che fanno parte del Museo della Radio e della Televisione Rai di via Verdi 16, a Torino, dedicato all’ingegner Enrico Marchesi, pioniere della radiofonia italiana e primo presidente dell’Eiar. Un museo che – da oggi – è possibile “visitare” con un semplice click, al sito www.museoradiotv.rai.it, realizzato da Rainet con la collaborazione dei Servizi Tecnici del Centro di Produzione Tv Rai di Torino e della Bibliomediateca. Diviso in sezioni, il sito racconta la nascita e l’evoluzione del museo torinese dal 1939 a oggi, e guida il visitatore – anche attraverso filmati e foto – all’interno della collezione che comprende circa 1200 cimeli, materiali e apparati tecnico-professionali e di uso domestico. Tra gli oggetti esposti online, anche alcune “chicche” come il fonografo a cilindro di Edison, il microfono ad acqua, il registratore a nastro di acciaio tipo Lorenz del 1935, il primo microfono della radiofonia italiana, le radio anni ’30, le telecamere delle prime trasmissioni tv, fino all’apparecchio utilizzato per riprodurre l’inconfondibile “cinguettio” che per anni ha accompagnato le trasmissioni radiofoniche. Nella sezione “come funziona”, inoltre, alcuni video svelano i segreti di apparecchiature come il registratore magnetico o la prima telecamera a colori, datata 1953 e realizzata negli Stati Uniti.  All’interno del sito è presente anche un link con la Bibliomediateca Rai di Torino, che offre un servizio di consultazione dell’archivio contenuto nel Catalogo Multimediale di Rai Teche, con oltre un milione e mezzo di ore di programmi radio e tv, oltre a 40 mila foto, 10 mila spot e migliaia di manifesti pubblicitari, tutti digitalizzati. Sempre aperto su web, il Museo della Radio e della Televisione di Torino è visitabile su prenotazione nei giorni feriali dalle 9 alle 19, a ingresso gratuito. Possibili anche le visite guidate per scuole superiori, università e gruppi.

    Guarda sul web il Museo della Radio e della Televisione:

    Il sito internet del Museo della Radio e della Televisione>>
    Video, un percorso attraverso le vetrine del Museo della Radio e della Tv>>
    Video, Teche e bibliomediateca >>
    Video, il Centro di Produzione Rai di Torino >>
    Video, la televisione di Baird >>
    Video, l’uccellino della radio >>
    Viodeo, il registratore di Lorenz >>

    Museo della Radio e della Televisione di Torino

    Contatti: 011-8104486, e-mail: museoradiotv@rai.it