Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 8/7/2011 ore 11:39

    Rai3: ‘Mussolini, Soldi, Sesso e Segreti’

    Commenti 1

    Il nuovo ciclo de ‘La Grande Storia’ si apre, venerdì 8 luglio alle 21.05 su Rai3, con “Mussolini, Soldi, Sesso e Segreti“, un originale ed esclusivo ritratto del Ventennio. Il film-documento, con l’aiuto di documenti dell’Archivio di Stato, racconta truffe e speculazioni, profitti illeciti, malversazioni, scandali, carriere strepitose del Regime. Un continuo malaffare che Mussolini copre e tollera, per compensare chi ha creduto in lui e lo ha aiutato nel momento dell’ascesa e per tenerlo in pugno con l’arma del ricatto. Non solo soldi, ma anche sesso come strumento di controllo e di potere: dal talamo nuziale all’alcova del bordello, ovunque l’orecchio dell’Ovra è in ascolto. Dossier, lettere, minacce, accuse vere e false di oscenità, inganni, arresti, frodi, ricatti e l’accusa di omosessualità come arma politica. Proprio con questa accusa vengono brutalmente emarginati i due onesti moralizzatori e segretari del Partito Nazionale Fascista Augusto Turati e Giovanni Giuriati. Un dossier con l’accusa di pederastia sarebbe stato preparato anche contro il principe Umberto, per impedire la successione al padre sul trono d’Italia. Il film-documento prosegue con la vita privata di Mussolini: due mogli e le altre, sessanta relazioni “certificate” e molte altre clandestine. ‘La Grande Storia’ mostra per la prima volta in tv i volti sconosciuti di due di queste donne: la famosissima pianista Magda Brard e la giornalista di “Le Matin”, Magda Fontanges, due documenti filmati scoperti dall’autore negli archivi francesi Gaumont/Pathé. Il racconto continua con i figli del Duce, veri o presunti, legittimi o illegittimi, riconosciuti o abbandonati. I figli lasciati morire. Soldi e Sesso, ma anche Segreti, di rapporti con le logge massoniche. E dal legame con la massoneria agli occulti finanziamenti della Francia. Dalla frode a danno di D’Annunzio agli accordi con gli industriali, dalle leggi ad personam, ai conflitti d’interesse, alla promessa di nuove guerre, per nuove armi e nuovi lucrosi affari. Fino al colpo di scena finale, l’ultimo segreto, solo da poco svelato: nel 1942 Mussolini fa accreditare su un conto dello Ior, la banca del Vaticano, ben tre milioni di dollari, circa 61 milioni di euro, con l’ordine di trasferirli negli Stati Uniti. Ma nel 1942 l’America è già una nazione nemica. A cosa dovevano servire quei soldi? È l’ammissione che il duce vedeva la sconfitta vicina? È quasi un’assicurazione sulla vita dopo la disfatta? O c’erano altri scopi a noi sconosciuti? La Storia dovrà ancora indagare in cerca di risposte.

    – Guarda in streaming ‘Mussolini, Soldi, Sesso e Segreti’, Rai3, 8 luglio, 21.05>>

    – Entra nel sito de ‘La Grande Storia’ >>

    – Guarda tutti i video del programma su Rai.tv >>

  • 8/2/2011 ore 19:00

    E’ on line il video portale www.150.rai.it

    Commenti 2

    I cittadini che fruiscono del web oggi sono pari al 33,4 della popolazione, circa il 70% degli italiani dagli 11 ai 74 anni, ”per cui questo portale ci e’ sembrato uno degli strumenti piu’ efficaci per documentarci su ciò che ci serve sapere sui centocinquanta anni d’Italia e diffondere informazione”, ha dichiarato Giuliano Amato, presidente del comitato dei garanti per le celebrazioni del 150mo anniversario dell’Unita’ d’Italia, parlando del video portale www.150.rai.it alla conferenza stampa di presentazione delle iniziative di Rai Net per i 150anni d’Italia. ”Questo sito, nato dalla collaborazione tra due strutture dell’azienda, potrà diventare qualcosa d’importante anche per il futuro”, ha detto Gianni Minoli, direttore ”Rai per i 150 anni’. Il video portale creato per la ricorrenza contiene 200 racconti sulla storia italiana dal Risorgimento ad oggi, narrati sottoforma di cartoon per suscitare l’interesse di grandi e piccini alla storia del Paese, con la possibilitaà di condividere i contenuti sui più popolari social network, quali Facebook e Twitter, e intrattenersi con giochi e quiz. Inoltre sul sito sono stati caricati circa 350 filmati storici della televisione italiana fino ai giorni nostri, che di volta in volta saranno incrementati ulteriormente. Tra questi filmati, quelli grandi personaggi della televisione, come Luciana Littizzetto, Fiorello e Mike Bongiorno che parlano della Repubblica Italiana, con spiegazioni degli articoli principali della Costituzione rese dal costituzionalista Paolo Caretti e la partecipazione di diversi storici. Inoltre il portale conterrà anche dossier sulla storia della scuola italiana post unitaria, dal libro cuore ai giorni nostri e sulle battaglie del Risorgimento, con 120 biografie dei grandi uomini del passato.

    Guarda il sito www.150.rai.it >>

    Guarda la Web Tv 150 Rai >>
    Guida della web Tv   150 Rai>>
    I Dossier >>
    Gli eventi >>

    Scrivi a www.150.rai.it –  mail: italia150@rai.it


  • 3/11/2010 ore 9:30

    Umberto Eco a ‘Che tempo che fa’

    Commenti 0

    E’ stata la prima occasione pubblica in cui Umberto Eco ha parlato del suo ultimo libro, Il Cimitero di Praga. Domenica 31 ottobre ospite di Fabio Fazio a Che tempo che fa, lo studioso e romanziere ha presentato il suo sesto romanzo, uscito a trent’anni esatti dal suo esordio narrativo con Il nome della Rosa.

     

    Questa nuova opera di Eco racconta le oscure trame cospirative nello scacchiere politico europeo dell’800 e soprattutto il formarsi dell’antisemitismo moderno – quello che esploderà nel 900 con lo sterminio di 6 milioni di ebrei per opera della Germania di Hitler. Malgrado la trama e le atmosfera da feuilleton spionistico, il romanzo narra di personaggi ed eventi storicamente veri. L’unico personaggio inventato è il protagonista, Simone Simonini – “il personaggio più odioso del mondo” secondo Eco – abilissimo falsario, fabbricatore di dossier, psicotico ossessionato dal proprio antisemitismo. E, nel libro, è lui ad inventare quel falso atroce che sono i Protocolli dei Savi di Sion.

     

    Nella interessantissima conversazione con Fazio, Eco ha detto di considerare “l’antisemitismo un tarlo mentale, come la pedofilia” e di aver voluto raccontare, fra le tante cose, “la logica dei Servizi Segreti di ogni epoca”. Al conduttore che gli chiede se l’antisemitismo del protagonista possa anche generare ambiguità, come sostenuto di recente da voci autorevoli, Umberto Eco ha risposto secco: “Odio l’ipocrisia”. Il libro mostra come è stato costruito l’antisemitismo attraverso un montaggio di cliché, “se non vuoi vederlo sei un po’ oppresso da una certa cattiva coscienza”.

     

    – Guarda Umberto Eco a Che Tempo che fa >>

    – Umberto Eco ospite a Che Tempo che fa nell’edizione 2009/2010 >>