Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 2/8/2016 ore 7:00

    La strage di Bologna: 1980-2016

    Commenti 1

    Trentasei anni fa la strage di Bologna. È il 2 agosto 1980, quando alle 10:25, nella sala d’aspetto della seconda classe della stazione di Bologna, esplode un ordigno contenuto in una valigia abbandonata. L’esplosione uccide ottantacinque persone e ne ferisce oltre duecento. È uno degli atti terroristici più gravi del secondo dopoguerra che la Rai ricostruisce intrecciando storia e memoria, e dedicando gran parte della propria programmazione, su Rai1, Rai2, Rai3, Rai Movie e sui canali di Rai Cultura, in particolare con i numerosi appuntamenti di Rai Storia.

    #RaiCollection: Bologna, 2 agosto 1980>>

    Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai:

    Rai1 ricorda la ricorrenza in “Unomattina Estate” dalle 6:45, e in “Estate in diretta” dalle 14:05. Su Rai3 approfondimenti e ricostruzioni in “Agorà Estate”, alle 8:00, a “Il Tempo e la Storia” con il professor Giovanni De Luna alle 13:10, e a “Blob”, mentre alle 16:40 Rai Movie propone il film “L’estate di Martino” di Massimo Natale, in cui si intrecciano il ricordo di Ustica e quello di Bologna.
    Per Rai Cultura, gran parte della programmazione della giornata di Rai Storia è dedicata all’anniversario, in particolare con il documentario “Non arretreremo! Zangheri, il sindaco professore”, di Mauro Bartoli e Lorenzo K. Stanzani, in onda alle 21:30, che ricorda la passione civile e la reazione del primo cittadino di Bologna dopo la strage. Sempre Rai Storia ha realizzato un web doc sul proprio sito con video selezionati dalle Teche Rai e contenuti esclusivi. Rai5, infine, giovedì 11 agosto alle 20:15 propone uno Speciale sul grande concerto in Piazza Maggiore a Bologna che chiude il Concorso Internazionale di Composizione “2 Agosto” 2016, giunto alla XXII edizione, e sulle celebrazioni per l’anniversario della strage. Per quanto riguarda l’informazione, martedì 2 agosto tutte le Testate garantiranno un’ampia copertura informativa alla ricorrenza e RaiNews24 dedicherà finestre in diretta dalle manifestazioni che si terranno in ricordo del tragico evento.

    Guarda su Raitv la puntata de “Il tempo e la Storia” sulla strage di Bologna >>

    Guarda lo speciale di Raitv “Vittime del terrorismo” >>

  • radioPer il secondo anno consecutivo Radio Rai è a Taranto, per raccontare la festa dei lavoratori e la maratona musicale che si tiene nel Parco archeologico delle mura greche.

     

    Radio1 seguirà la manifestazione con dibattiti e interviste e racconterà il concerto, per unire idealmente Taranto alle tante piazze di lavoratori che festeggiano il Primo maggio. “La sintonia con Michele Riondino (direttore artistico e animatore dell’evento) è stata immediata” – dice Flavio Mucciante, direttore di Radio1 – “stiamo sviluppando grande attenzione ai temi del lavoro e della salvaguardia ambientale e una programmazione musicale completamente svincolata da logiche commerciali“. Una musica che diventa “occasione di riflessione e veicolo di contenuti forti come giustizia e legalità, temi che rappresentano il filo rosso della manifestazione di Taranto“.

     

    Il Primo Maggio di Radio1 inizia alle 8.30 con uno speciale La radio ne parla e prosegue con collegamenti nei Gr, dirette dalle 14.30 nello spazio musicale King Kong, la cronaca web sui Social della rete e streaming video via Periscope sul profilo Twitter di Radio1.
    Ascolta gli speciali in diretta su Radio1, a partire dalle 8.30
    Scopri tutti gli appuntamenti su Radio1 dedicati al Primo maggio

     

     

    Anche Radio2 sarà in prima fila per raccontare la manifestazione tarantina, con collegamenti in diretta nel corso del programma Rock and Roll Circus.
    Carolina Di Domenico e i suoi ospiti, a partire dalle 21.00, seguiranno il meglio della manifestazione nel corso della diretta che Radio2 dedica all’altro grande evento musicale del giorno, il concerto da Piazza San Giovanni a Roma. A seguire la festa musicale di Taranto ci sarà Pier Ferrantini. In piazza a Roma invece, Marco Ardemagni.
    Ascolta la diretta di Radio2, a partire dalle 21.00
    Dopo la diretta, scarica il podcast della puntata
    Scopri tutti gli appuntamenti su Radio2 dedicati al Primo maggio

     

     

  • Venerdì 7 settembre viene presentato al Festival “Francesco De Gregori – Finestre rotte”, un film documentario sul musicista realizzato da Stefano Pistolini.

    Stefano Pistolini ci propone un ritratto dell’artista da adulto. “Francesco De Gregori – Finestre rotte”, proiettato nell’ambito delle Giornate degli Autori, non è una biografia, ma un ritratto del musicista al presente e in diretta, al suo seguito lungo un’estate di concerti e attraverso una serie di conversazioni ai quattro angoli del nostro paese. Ascoltando i suoi pezzi, testimoniando i suoi esperimenti, registrando i suoi stati mentali, i suoi incontri e le sue riflessioni. Mentre continua a risuonare quel canzoniere di Francesco che è parte della vita di tanti tra noi.

    Tra i colleghi musicisti che compaiono nel film, oltre ai fedelissimi Ambrogio Sparagna e Giovanna Marini, anche Cristina Donà e Vasco Brondi, che suonarono con De Gregori sul palco del Traffic di Torino dello scorso anno. Il film è prodotto da Darallouche Film in collaborazione con Rai Cinema.

    Guarda il video>>

    Guarda tutti i video di Rai Cinema a Venezia 2012>>

    Vai allo speciale di Rai Cinema sulla 69a Mostra di Venezia>>

  • 17/5/2012 ore 0:00

    Pacifico in concerto a Radio2 Live

    Commenti 0

    Radio2 Live ospita in Sala A uno degli artisti più rappresentativi della musica d’autore contemporanea: Pacifico, reduce dalla recente pubblicazione dell’ultimo, eccellente album “Una voce non basta”. Quella di Radio2 a Via Asiago è una speciale tappa radiofonica del tour di Pacifico, che inizia il 14 maggio al Teatro Franco Parenti di Milano.

    Luigi De Crescenzo, in arte Pacifico, è nato a Milano il 5 marzo 1964. Dopo importanti esperienze nel circuito underground con la formazione dei Rossomaltese, nel 2001 ha adottato il nome d’arte Pacifico pubblicando l’omonimo album d’esordio e ottenendo riconoscimenti e il favore della critica. In seguito, ha pubblicato a suo nome altri tre dischi, “Musica leggera”, nel quale è incluso il brano “Solo un sogno”, presentato al Festival di Sanremo del 2004 e vincitore del premio Miglior Musica, “Dal giardino tropicale” (2006) e “Dentro ogni casa” per la Sugar di Caterina Caselli (2009), da cui è tratta la hit “Tu che sei parte di me”, con il prezioso featuring di Gianna Nannini. Pacifico ha inanellato negli anni prestigiose collaborazioni nel cinema, scrivendo colonne sonore e temi (Roberta Torre, Gabriele Muccino). Come autore di canzoni, ha firmato gioielli per Gianna Nannini, Adriano Celentano, Nina Zilli, Andrea Bocelli, Zucchero, Antonello Venditti, Gianni Morandi, Ornella Vanoni, Samuele Bersani, Fiorella Mannoia, Raf, Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, Malika Ayane.

    Il nuovo “Una voce non basta” è un lavoro corale, che ha coinvolto circa venticinque artisti, tra cantanti e musicisti. Come ha raccontato Pacifico: “Ho scritto il materiale da solo, a Parigi, poi ho chiamato gli artisti che stimo e che mi hanno emozionato e ho immaginato cosa mi sarebbe piaciuto cantassero. Non è un disco di duetti tradizionale, non è esatto dire che sono ospiti a casa mia. Diciamo che ho scavato tracce e alzato nude pareti di tante piccole case che poi ognuno ha completato, arredato. Questo vale anche per i musicisti, a ognuno ho chiesto di mettere dentro il proprio pensiero, la propria intenzione, nessuno è stato semplice esecutore”.

    L’appuntamento è per venerdì 18 maggio, dalle ore 21.00 circa.
    Vai al sito di Radio2 Live >>
    Segui la diretta dalle 21:00 del 18 maggio >>

  • 30/4/2012 ore 15:00

    Primo Maggio 2012

    Commenti 0

    “Musica del desiderio. La Passione, la Speranza, il Futuro”. E’ il suggestivo titolo che campeggerà quest’anno sul palco di San Giovanni nel concertone annuale organizzato da Cgil, Cisl e Uil per celebrare la Festa dei lavoratori.

    La diretta della lunga maratona musicale, condotta da Francesco Pannofino e Virginia Raffaele, sarà trasmessa da Rai 3 dalle 15.15 alle 24.00 e da Radio 2 dalle 16.00 alle 24.00, ma sarà disponibile anche online su PrimoMaggio.rai.it, dove si può rivedere il concerto del 2011 e inviare le proprie foto e i propri video del concerto.

    Tra gli ospiti del grande evento musicale: Caparezza, Afterhours, Almamegretta, A toys orchestra, Dente, Alessandro Mannarino, Nobraino, l’Orchestra Roma Sinfonietta, Mauro Pagani, Marina Rei, Sud Sound System, Teatro degli orrori e Young the giant!

    Segui l’evento online su PrimoMaggio.rai.it>>

    Guarda la diretta streaming di Rai Tre>>

    Ascolta la diretta streaming di Radio 2>>

    Forse mai come in questi ultimi mesi il tema del lavoro è stato così centrale nel dibattito pubblico. Il lavoro che manca, le leggi sul lavoro da riscrivere, articolo 18 compreso. La delocalizzazione produttiva che sposta la produzione industriale fuori dai confini nazionali e rende il tema del lavoro ancora più drammatico e scottante.

    L’offerta video che proponiamo su Rai.tv permette di esplorare il tema del lavoro in molte delle sue molteplici sfaccettature.

    Vai allo speciale Primo Maggio>>

    Cominciamo dalla precarietà del lavoro, con un’inchiesta di Presadiretta che cerca di fare luce sulle infinite tipologie di contratti a termine, sulle finte partite iva che nascondono rapporti di lavoro subordinato e sui falsi stage che coprono veri e propri impieghi.

    Guarda la puntata di Presadiretta – “Generazione sfruttata”>>

    Continuiamo con un’inchiesta – sempre di Presadiretta – sulla situazione della Fiat, sugli investimenti promessi nel nostro paese, sugli stabilimenti che rischiano la chiusura e sul destino della Azienda automobilistica di Marchionne tra Torino e Detroit.

    Guarda la puntata di Presadiretta – “Fabbrica Italia”>>

    All’Italia delle fabbriche ha dedicato la programmazione di aprile il programma di Radio 3 “Chiodo fisso”.  Vai al sito di “Chiodo fisso” per riascoltare le puntate e scaricare i podcast.

    A ciò che segue il lavoro di una vita, ovvero alla pensione che (forse) verrà è dedicata invece la puntata di Report “Previdenza asociale” che illustra la Riforma Fornero, grazie alla quale dal 1/01/2012 la pensione sarà definitivamente calcolata con il sistema contributivo: tanto versi tanto prenderai.

    Guarda la puntata di Report – “Previdenza asociale”>>

    Per integrare questo viaggio nella realtà produttiva dell’Italia di oggi, Rai.tv propone un documentario di Francesca Comencini intitolato “In fabbrica”, che racconta con materiali d’archivio e interviste originali le trasformazioni del lavoro in fabbrica in Italia dagli anni ’50 ad oggi.

    Guarda il documentario “In fabbrica”>>

    Per finire un approfondimento che porta il mondo del lavoro a contatto con una dimensione apparentemente lontana: quella della letteratura. Vi proponiamo le interviste video con quegli autori, da Paolo Volponi a Edoardo Nesi, da Primo Levi ad Antonio Pennacchi, che hanno messo frequentemente il tema del lavoro al centro della loro opera.

    Vai allo speciale “Lavorare stanca?”>>