Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • “La macchina del fango è ancora oggi un movimento che va in tutte le direzioni. Dobbiamo fermarci perché credo abbiamo superato il livello di guardia”. A dirlo è stato Dino Boffo, direttore di Tv2000, la televisione dei vescovi, nel corso del programma di Radio2 “28 minuti” dedicato alla prossima beatificazione di Giovanni Paolo II

     

    CLICCA QUI PER ASCOLTARE E SCARICARE IL PODCAST DELLA PUNTATA >>

     

    A poco più di un anno e mezzo dalle sue dimissioni dalla direzione di “Avvenire”, Boffo fa un chiaro, seppur non esplicito riferimento, ai durissimi attacchi avviati contro di lui da certa stampa. “La macchina del fango – dice Boffo rispondendo a una domanda di Barbara Palombelli – complica molto il compito di decifrare, di capire. La gente si disorienta e cresce il senso di nausea. Questo ci deve preoccupare molto perché con la nausea non si costruisce un Paese civile”. C’è allora voglia di regolare i conti? “Ho accettato di rimettermi in gioco quando mi sono sentito pronto, senza aver voglia di regolare i conti. Se ho preso un impegno con me stesso è quello di sorprendere gli altri per la capacità di guardare avanti”. E infine: ”Non ho osato dire la parola perdono perché la sento come un impegno, una sfida. Comunque sono proteso a costruire il nuovo  piuttosto che ad attardarmi a contare i passi che sono stati.”