Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 8/7/2011 ore 17:00

    Torna Carlo Lucarelli con “Blu Notte”

    Commenti 0

    Rai3, 8 luglio, 23.55. Torna ogni venerdì in seconda serata “Blu Notte”, il programma ‘giallo’ – tra racconto e indagine – condotto da Carlo Lucarelli.

    In questa stagione estiva, 12 puntate per investigare sui casi più drammatici e misteriosamente insoluti che riguardano il nostro paese.

     

    Nella prima puntata parliamo della Banda della Magliana, la banda criminale più famosa d’Italia che ha ispirato romanzi, film e serie televisive. È una storia che richiama quella dei gangster della Chicago degli anni ’30 – non solo una storia di omicidi, droga, soldi, vendette e tradimenti – quella che si svolge nella Roma a cavallo tra gli anni ’70 e ’80. Un mistero italiano che, come tutti quelli che l’hanno preceduto, nasconde qualcosa di più, qualcosa di inquietante che ci riguarda tutti.

     

    Alcune anticipazioni sulle puntate successive:

    15 luglio – Mafia al Nord
    La penetrazione della mafia nel Nord d’Italia – anzi delle mafie, perché anche la ’ndrangheta gioca un ruolo importante – non è un fenomeno recente: è iniziato negli anni ’60, ai tempi dei soggiorni obbligati per i mafiosi e dell’immigrazione di massa dal Mezzogiorno.

    22 luglio – L’ombra oscura della P2
    La storia della P2, la famigerata loggia massonica segreta Propaganda Due, dei suoi interessi economici e dei suoi progetti politici autoritari, tornati drammaticamente di attualità negli ultimi anni.

    29 luglio – Navi a perdere. Il mare dei veleni
    Jolly Rosso, Rigel, Karin B… sono nomi di navi sconosciute, inabissate in acque profonde. Alcune volte ricompaiono, altre volte no. Cosa trasportavano quelle navi?

    5 agosto – Racket: piccoli grandi eroi
    Libero Grassi, Silvana Fucito, Tano Grasso e tanti altri sconosciuti come “il fu Nino Miceli” sono i piccoli eroi dimenticati di questa puntata. Persone che con dignità e con la sola forza della volontà si sono ribellate al racket delle estorsioni.

    12 agosto – Il naufragio fantasma
    25 e il 26 dicembre 1996, nel mare del canale di Sicilia si consuma una delle più grandi tragedie del Mediterraneo che inizialmente, tranne alcune eccezioni, passò nell’indifferenza generale dei media.

    19 agosto – Le morti silenziose
    Nel nostro Paese la lavorazione dell’amianto è stata bandita con una legge del 1992, ma altri paesi continuano a produrlo condannando a una morte certa coloro che lo lavorano.

    26 agosto – Dentro Cosa Nostra
    La storia del “pentitismo” di mafia: dalle importanti confessioni di Leonardo Vitale e Tommaso Buscetta, i due primi importanti boss mafiosi che iniziano un percorso di collaborazione con la giustizia, alla prima legge sui “pentiti”.

    2 settembre – L’armadio della vergogna
    Roma 1994, nello scantinato di un palazzo viene trovato un armadio con le ante rivolte verso il muro. Lì dentro, in più di 2000 fascicoli di indagine sui crimini di guerra, ci sono i nomi delle diecimila vittime delle stragi commesse in Italia, tra il 1943 e il 1945, dai soldati tedeschi.

    9 settembre – Tangentopoli
    “Mani pulite” ha reso visibile la città delle tangenti e della corruzione, “Tangentopoli”.
    Carlo Lucarelli ripercorre un momento cruciale della nostra storia recente, con i suoi protagonisti, i suoi drammi, i suoi morti e soprattutto i suoi misteri.

    16-23 settembre – Genova 2001: G8
    Genova, luglio 2001. La città dove si svolgono contemporaneamente gli incontri del Vertice G8 e le proteste pacifiche organizzate dal movimento “new global” italiano, il Genoa Social Forum, diventa teatro di una guerriglia urbana senza precedenti. Carlo Lucarelli, attraverso un racconto che si svolge in due puntate, ripercorre la spirale di violenza e di odio di quei giorni che si concludono con un bilancio drammatico: la morte di un ragazzo, più di mille feriti, danni per 50 miliardi di lire, 250 arrestati, diverse inchieste e processi.

     

    – Guarda il programma on line, il venerdì notte in seconda serata >>

    – Entra nel sito di Blu Notte e guarda le puntate >>

    – Rivedi le scorse edizioni del programma >>

     

  • 17/12/2010 ore 8:00

    Camilleri e Lucarelli insieme in tv

    Commenti 0

    Andrea Camilleri e Carlo Lucarelli, due tra gli scrittori di maggior fama in Italia, due maestri del genere giallo e del racconto, due artisti che hanno deciso di mettere insieme le proprie forze – e la propria inventiva – per dar vita a un Romanzo a quattro mani. Lunedì 20 dicembre, 23.20, Rai Tre va in onda “Acqua in bocca“, un documentario che racconta questo percorso.

     

    Attraverso le interviste e le letture dei brani dei due famosi romanzieri, arricchiti da immagini d’archivio, si mettono a confronto non solo i due scrittori ma due epoche, due stili e due modi di affrontare la vita e la letteratura. Camilleri e Lucarelli fanno un’analisi dei generi noir e giallo improvvisando una sorta di jam session letteraria, nella quale i due investigatori di fantasia Salvo Montalbano e Grazia Negro si lanciano in un’inchiesta ‘non ufficiale’.

     

    – Guarda il programma in diretta, Lunedì 20 dicembre alle 23.20 su Rai Tre >>

    – Vai al sito di Lucarelliracconta e guarda i video delle puntate >>

    – Rivedi gli episodi di Blu Notte >>

    – Il sito della fiction Il Commissario Montalbano >>

    – Millepagine: il portale Rai dedicato ai libri e alla cultura >>

    – Se hai perso il programma, rivedilo la settimana successiva su Rai Replay >>

     

  • 4/12/2010 ore 8:00

    Lucarelli…racconta ancora su Rai Tre

    Commenti 6

    Lunedì 6 dicembre, ore 21.05, Rai Tre. Dopo dieci edizioni di “Blu Notte – Misteri italiani”, Carlo Lucarelli ritorna su Rai Tre con un nuovo programma: “Lucarelliracconta”.

    Lo scrittore e conduttore televisivo riprende con il suo appassionante stile narrativo un percorso di indagine e ricostruzione di alcune delle più controverse vicende della società italiana. Cinque nuovi casi della nostra storia recente: La mala del Brenta, La quarta mafia, La morte sul lavoro, Nelle mani dello Statoe La trattativa, per raccontare fatti che troppo spesso rimangono nascosti o vengono archiviati, dove la storia del crimine inevitabilmente si intreccia alla storia di chi al crimine si contrappone o di chi fatalmente ne rimane vittima.

    Si comincia con "Nelle mani dello stato", lunedì 6 dicembre alle 21.05 >>

     

    Ogni puntata ha un prologo e un epilogo con un’intervista di Carlo Lucarelli a un personaggio che introduce e chiude il tema trattato nella puntata.

    Andrea Camilleri, Ascanio Celestini e Daniele Silvestri sono solo alcuni degli ospiti che si alterneranno al fianco del conduttore. Ecco alcune anticipazioni sulle punate, con alcuni approfondimenti video ad essere relativo:

     

    La trattativa

    L’attentato mancato del giugno 1989 a Giovanni Falcone nei pressi della sua villa all’Addaura, le stragi di Capaci e di via D’Amelio in cui nel 1992 persero la vita i giudici Falcone e Paolo Borsellino, la morte e la scomparsa degli agenti Antonino Agostino e Emanuele Piazza, gli attentati e le stragi mafiose del ’93 a Roma, Firenze e Milano.

     

    Nelle mani dello Stato

    Sono tanti i momenti e i luoghi in cui, a torto o a ragione, colpevole o innocente, un cittadino può ritrovarsi totalmente nelle mani dello Stato, anche in una democrazia. In caserma o in questura perché arrestato o fermato. Come nel caso di Stefano Cucchi, Giuseppe Uva o del giovanissimo Federico Aldrovandi. Tutti e tre morti violentemente mentre si trovavano in una situazione particolare: nelle mani dello Stato.

     

    La morte sul lavoro

    Ė tante cose, il lavoro, ma spesso è qualcosa che non dovrebbe essere. Nel 2009, in Italia, si sono infortunate sul lavoro 790.000 persone: più di 2000 al giorno. Di queste, 1.050 sono morte: quasi tre al giorno, inclusi i festivi.

     

    La mala del Brenta

    Ė una strana storia quella della Mala del Brenta, come è strana la storia del suo capo, Felice Maniero di Campolongo Maggiore, un piccolo paese di una zona povera e di emigrazione. Ė una storia di spietati criminali che, tra la fine degli anni ’70 e la metà degli anni ’90, mette insieme decine di omicidi, centinaia di rapine, quintali di droga, enormi somme di denaro, e poi servitori dello Stato corrotti, tradimenti, pentimenti, processi e anni di galera.

     

    La quarta mafia

    Negli anni Ottanta in Puglia avvengono stragi come quelle dei film sui gangster nella Chicago di Al Capone e omicidi efferati, come quello di Nicola Laviano: lo ammazzano, gli tagliano la testa e mostrano in giro la fotografia della testa mozzata perché serva da esempio. Sembra la Calabria delle faide di ‘Ndrangheta, sembra la Palermo della mattanza di mafia, la Napoli della camorra di Cutolo, e infatti è così, perché quegli uomini di malavita che sparano non sono soltanto pregiudicati, ma mafiosi.

     

    – Il sito di "Lucarelliracconta" >>

    – Tutti i video del programma >>

    – Segui il programma in diretta on line, ogni lunedì alle 21.05 su Rai Tre >>

    – Rivedi per una settimana la puntata in replica su Rai Replay >>

    – Guarda i video di Blu Notte su Rai.tv >>

    – Carlo Lucarelli a Parla con me >>

    – Millepagine, il portale della Rai dedicato ai libri e alla cultura >>

     

  • 16/9/2010 ore 9:00

    Mauro De Mauro e i tanti misteri d’Italia

    Commenti 1

    Quarant’anni fa, il 16 settembre del 1970, scompariva a Palermo in circostanze oscure il giornalista Mauro De Mauro. Il suo corpo non è mai stato ritrovato. Notissimo nella sua città, scriveva per il quotidiano L’Ora ed era in prima linea contro la mafia. La Storia siamo noi affronta l’argomento nella puntata di stasera – su Rai Due alle 23,30 – con l’inchiesta Sparire a Palermo. Il caso De Mauro di Cristiana Fratelloni. Il programma di Giovanni Minoli ricostruisce un giallo che si snoda per quattro decenni e che tocca alcuni dei più inquietanti misteri d’Italia.

     

    La nostra storia è purtroppo costellata di misteri, di eventi tragici sui quali ancora non si ha una verità definitiva, né giudiziaria né storica. Nel corso degli anni parecchi programmi della Rai hanno cercato di far luce su questi misteri e molte di  queste trasmissioni – che potremmo definire d’inchiesta in senso lato – sono disponibili gratuitamente nel ricco archivio di Rai.tv. Reportage, approfondimenti, documentari e riscostruzioni storiche.

     

    Parlando di misteri viene subito alla mente Blu Notte di Carlo Lucarelli – del quale potete vedere anche alcune edizioni passate. Corposo anche l’archivio dei programmi di Riccardo Iacona: non solo Presadiretta – da poco ricominciato su Rai Tre –, ma anche i suoi precursori W l’Italia e W l’Italia Diretta. Mistero è quasi sinonimo di Enigma, il programma di Corrado Augias che si propone di risolvere i dubbi e chiarire i retroscena di eventi particolarmente controversi. Sempre in tema è Chi l’ha visto?, soprattutto con l’ampio spazio che negli ultimi anni ha dato ai casi irrisolti, anche del passato. Chiudiamo questa rapida rassegna segnalandovi anche lo Speciale Ustica realizzato proprio quest’anno da Rai.tv.

     

    Le inchieste e i misteri italiani su Rai.tv >>

     

    Segui La Storia siamo noi sul web, stasera alle 23.30 >>

     

    La Storia su Rai.tv >>