Rai.tv

su Rai.Tv
  • su Rai.Tv
  • nei siti Rai

Rai.tv

Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 27/2/2012 ore 15:25

    Sfide: Roberto Saviano e il basket a Caserta

    Commenti 0

    28 febbraio, 23.15, Rai3. Abbiamo conosciuto molte facce di Roberto Saviano, ma quella di tifoso sfegatato ci mancava. A “Sfide“, lo scrittore ci parla della sua passione per la squadra di basket di Caserta – vincitrice a sorpresa dello scudetto nel ’91 – facendo da testimone di una delle favole sportive più belle degli ultimi vent’anni.

    - Roberto Saviano a “Vieni via con me” >>

    - Speciale Che Tempo che fa: “Dall’inferno alla bellezza” (2010) >>

     

    Saviano racconta: “Per Caserta era qualcosa in più di una semplice squadra di basket, qualcosa in più di un semplice scudetto, o di una finale di coppa. Significava, innanzitutto, che c’era qualcosa di buono in un territorio da cui spesso proveniva soltanto il male, morti ammazzati, corruzione politica, immobilità sociale, una borghesia lenta, impigrita, biliosa. Per la prima volta quello scudetto sembrava ripagare un’idea di riforma della società attraverso il talento. Questo è stato lo scudetto della Juvecaserta”.

    Quella della Juvecaserta è forse l’ultima storia di uno sport che non c’è più: uno sport dove il legame tra una squadra e il suo territorio era ancora fortissimo, dove i giovani talenti italiani potevano trovare posto, dove non c’era bisogno dei miliardi di qualche magnate arabo per fare un progetto.

     

    - Entra nel sito di “Sfide” >>

    - Guarda la diretta on line, martedì 28 febbraio alle 23.15 >>

    - Saviano intervistato da Fabio Fazio a “Che tempo che fa” (2011) >>

    - Speciale Roberto Saviano. L’Era Glaciale (2009) >>

  • Rai Sport 1, 31 agosto, 14.10. Una sfida dal grande fascino apre gli Europei di Basket del quintetto azzurro: Italia-Serbia. I campionati continentali del 2011, che si svolgono in Lituania fino al 18 Settembre, sono i primi a 24 squadre. Oltre alla Serbia, l’Italia incontrerà Francia, Germania, Israele e Lettonia per accedere alla fase a eliminazione diretta.

     

    ”Partiamo con entusiasmo e voglia di far bene. Questa voglia credo sia emersa anche durante questo mese e mezzo di preparazione”. Lo ha detto il ct della nazionale Simone Pianigiani poco prima della partenza degli azzurri per la Lituania. Riflettori puntati in particolare sulle ‘stelle’ Bargnani, Belinelli, Gallinari e Mancinelli.

     

    Dopo le recenti, e ripetute delusioni, sono molti a riporre grandi speranze nel rinnovato quintetto azzurro. Le finaliste della competizione riceveranno il pass per le Olimpiadi di Londra 2012, mentre chi si classificherà dal 3° al 6° posto parteciperà al torneo pre-olimpico di Luglio.

     

    - Guarda la diretta on line della partita, mercoledì 31 agosto alle 14.10 >>

    - Tutte le ultime news sul sito di Rai Sport >>

     

  • Rai3, 18 luglio, 23.30. A “Sfide” si parla di calcio, e non solo. Si parla di tutti quegli sport di squadra in cui – al di là del talento individuale e dei colpi di genio – per vincere occorre una strategia, un’orchestrazione attenta, una guida… in una parola: un allenatore.

    Nella puntata “L’uomo in più” raccontiamo le storie di quegli ex atleti che, smessi i panni di giocatori, hanno scoperto una ‘nuova giovinezza’ nel ruolo che più di tutti è spesso decisivo nel decretare una vittoria o una ‘Caporetto’: l’allenatore, appunto.

     

    La carrellata comincia con Emiliano Mondonico, detentore del record di squadre salvate, che ha appena guidato alla salvezza il “suo” Albinoleffe. Conclusa la stagione, ha lasciato la squadra e adesso – con la stessa determinazione testarda – lotta per la sua salvezza personale, contro il cancro che l’ha attaccato.

    Poi Massimiliano Allegri, che ha restituito il sorriso e lo scudetto ai milanisti dopo ben sette anni.

     

    Franco Ballerini, grandissimo CT della Nazionale di ciclismo per un decennio, quattro mondiali vinti e un’Olimpiade prima di morire all’improvviso, a 45 anni, per un incidente durante una gara di rally.

    A seguire Dan Peterson, figura leggendaria del basket che a 75 anni, invece di godersi il meritato riposo, è tornato a sedersi in panchina e a trepidare per il risultato.

    Infine una storia di pallavolo: quella di Joel Despaigne, simbolo dello sport cubano a cui solo la dittatura ha impedito una carriera all’estero forse ancora più strepitosa. Oggi vive in Italia e allena una squadra di ragazzine a Isernia.

     

    - Guarda la diretta on line, lunedì 18 luglio alle 23.30 >>

    - Entra nel sito di “Sfide” e guarda le scorse puntate >>

    - Rivedi tutti i video del programma on line >>

    - Hai perso la puntata? Rivedila per tutta la settimana successiva su Rai Replay >>

     

  • 16/9/2010 ore 14:10

    Roberto Saviano tifoso a “Sfide”

    Commenti 0

    Venerdì 17 settembre, 23.10, Rai Tre. Roberto Saviano parla in tv della Campania. Così dicendo viene alla mente quasi d’istinto qualche immagine di Gomorra, un cadavere sull’asfalto ad esempio. E invece stavolta l’immagine è un’altra: una palla che rimbalza sul parquet, un canestro, una folla che esulta felice. Era il 1991 e la squadra di basket di Caserta conquistò un inatteso scudetto contro gli invincibili rivali dell’Olimpia Milano. Roberto Saviano è un tifoso sfegatato della squadra casertana e nella prossima puntata di Sfide sarà l’eccezionale testimone e narratore di una delle favole sportive più belle degli ultimi vent’anni: Miracolo a Caserta.

     

    Dopo cinque emozionanti partite, il 21 maggio un’immensa folla festante si riversa per le strade. Un’intera città impazzisce di gioia perché il tricolore è stato strappato a Milano e per la prima volta nella storia della pallacanestro è sceso nel Sud Italia.

    Saviano racconta: “Per Caserta era qualcosa in più di una semplice squadra di basket, qualcosa in più di un semplice scudetto, o di una finale di coppa. Significava, innanzitutto, che c’era qualcosa di buono in un territorio da cui spesso proveniva soltanto il male, morti ammazzati, corruzione politica, immobilità sociale, una borghesia lenta, impigrita, biliosa. Per la prima volta quello scudetto sembrava ripagare un’idea di riforma della società attraverso il talento. Questo è stato lo scudetto della Juvecaserta”.

     

    E’ forse l’ultima storia di uno sport che non c’è più: uno sport dove il legame tra una squadra e il suo territorio era ancora fortissimo, dove i giovani talenti italiani potevano trovare posto, dove non c’era bisogno dei miliardi di qualche magnate straniero.

    Oltre alla partecipazione straordinaria di Saviano, la favola del Miracolo a Caserta è raccontata attraverso immagini inedite – come quelle dell’unica partita che Michael Jordan giocò in Italia proprio contro Caserta – e i ricordi dei grandi protagonisti di quell’impresa e dei loro storici avversari. Infine la testimonianza di altri tifosi eccellenti come gli Avion Travel. Nessuno è voluto mancare in questa puntata speciale di Sfide.

     

    Segui Sfide sul web venerdì 17 settembre alle 23.10 >>

     

    Roberto Saviano a Che tempo che fa  >>

     

    Il sito di Sfide >>

  • Alla Nokia Arena di Tel Aviv – martedì 17 agosto alle 18.30- la Nazionale maschile di basket si gioca contro Israele le ultime possibilità di accesso diretto al Campionato Europeo 2011. Dopo una partenza non delle migliori, con tre sconfitte e una sola vittoria di misura, il quintetto di Pianigiani ha bisogno di una vera e propria impresa in un palazzetto dal clima infuocato.

     

    Rai Sport 1 trasmette la partita in diretta, anche sul web, con collegamento dalle 18.30.

     

    “Sicuramente dobbiamo dare di più – confida ai giornalisti Angelo Gigli, ala forte della Nazionale – per vincere dobbiamo fare la partita perfetta e segnare di più. Non abbiamo alternative se vogliamo vincere. E noi lo vogliamo”.

    “Sappiamo quanto questa gara sia importante e conosciamo bene i nostri avversari, che hanno un alto tasso di talento ed esperienza – afferma il coach Simone PianigianiIl campo di Tel Aviv è difficile da violare contro una squadra che si esalta ed è tanto più forte in casa. Sappiamo anche che in questo momento dobbiamo pensare a noi. Dobbiamo giocare in modo più regolare, senza strappi: è l’unica chiave per rimanere in partita in trasferta. Così abbiamo fatto in Montenegro, ma diversamente dal passato, le percentuali di tiro ci devono sostenere maggiormente. Per vincere, contro giocatori del talento di Omri Casspi e del talento unito all’esperienza di David Bluthenthal, non può bastare solo la difesa”.

     

    Guarda la diretta on line della partita >>

     

    Tutte le news sul sito di Rai Sport >>

     

Calendario

Aprile 2014
L M M G V S D
« Mar    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930