Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 19/10/2010 ore 18:05

    Paolo Conte, scrittore di canzoni

    Commenti 0

    Paolo Conte è stato il protagonista di Speciale Tg1- Il Documentario di domenica scorsa. Si è raccontato in una lunga e coinvolgente intervista a Vincenzo Mollica: un evento non da poco, se si considera che il cantautore non si fa quasi mai intervistare.

     

    Il risultato è un ritratto a tutto tondo e di grande interesse, non solo per i tanti ammiratori di Conte. Dalle canzoni scritte negli anni 60 – quando faceva l’avvocato e ancora non cantava – per Celentano, Caterina Caselli, Patti Pravo, Enzo Jannacci (da lui definito “il cantautore numero uno”), agli esordi come interprete nel decennio successivo. Dalla consacrazione degli anni 80 fino al suo ultimo disco Nelson. Ogni passaggio è scandito dalle interpretazioni dei suoi brani più celebri.

     

    L’intervista lascia il segno alternando aneddoti molto gustosi a riflessioni sulla musica e la vita, rievoca gli incontri – ad esempio con Bartali, un po’ risentito per qualche parolaccia nella canzone a lui dedicata – e le antiche passioni, come il jazz o l’enigmistica.

    Quando Mollica gli domanda quale sia la canzone, non sua, che avrebbe voluto scrivere, Conte riesce ad essere a suo modo spiazzante…

    Paolo Conte, scrittore di canzoni – questo il titolo dello Speciale – è nell’archivio di Rai.tv, a disposizione di tutti. Vale la pena di vederlo.

     

    – Guarda Paolo Conte, scrittore di canzoni >>

    – Rai Music >>

    – Millepagine, il portale della Rai dedicato ai libri e alla cultura >>

  • 4/10/2010 ore 9:20

    La leggenda del Bandito e del Campione

    Commenti 0

    Lunedì 4 ottobre e martedì 5 ottobre, 21.10, Rai Uno. Un film tv in due puntate, in onda in prima serata oggi e domani, in cui Beppe Fiorello recita la parte di un bandito realmente esistito, il ricercato numero uno della polizia negli anni 20: Sante Pollastri. Il campione invece – interpretato da Simone Gandolfo – risponde al nome di Costante Girardengo, un mito del ciclismo italiano, che fra gli anni 10 e gli anni 30 fu nove volte campione nazionale, vinse due giri d’Italia e sei Milano-Sanremo.

     

    La leggenda del Bandito e del Campione racconta la loro storia, la storia della loro amicizia – nacquero nello stesso paese, Novi Ligure, alla fine dell’800 – la loro passione per la bicicletta e la voglia di riscattarsi attraverso il ciclismo, di fuggire dalla miseria in cui erano nati. Nel destino di entrambi ci fu davvero una vita “in fuga”: Girardengo, il campionissimo, in fuga solitaria verso la vittoria in tante gare, Pollastri, il bandito, in fuga perché ricercato dalla polizia.

     

    Una storia d’amicizia dunque, nella miniserie diretta da Lodovico Gasparini e liberamente ispirata al libro di Marco Ventura Il campione e il bandito. Ma anche una storia d’amore, di avventura e un grande affresco dell’Italia dei primi decenni del novecento. Scenografia, ambientazione, costumi: tutto è stato ricostruito con cura e professionalità fuori dall’ordinario, al livello delle epopee raccontate dal cinema.

     
    Segui La Leggenda del Bandito e del Campione sul web, il 4 e il 5 ottobre alle 21.10 >>

    Guarda le interviste ai protagonisti e al regista>>

    Guarda il backstage >>

  • 29/7/2010 ore 15:30

    Mi consenta. I politici e la tv

    Commenti 0

    Per il ciclo ‘Gli archivi della Storia‘, Rai Tre propone, il 30 luglio, alle 21.10Mi consenta. I politici e la tv‘. E’ il racconto di come in Italia, nell’arco di cinque decenni, dal 1945-1994, il leader politico si sia trasformato dall’oratore di piazza degli anni Quaranta e Cinquanta, all’attuale leader televisivo. Da Palmiro Togliatti a Walter Veltroni, da De Gasperi a Berlusconi, passando per Amintore Fanfani, Giorgio Almirante, Marco Pannella, Bettino Craxi. Una pagina recente della storia del nostro Paese, che è soltanto l’aspetto più evidente del passaggio da una democrazia dei partiti che si regge sui leader, sulla visibilità, sui sondaggi. La politica che non accoglie il suggerimento di Pio XII a candidare Bartali alle elezioni del 1948. L’appello al voto di Eduardo De Filippo per le elezioni del 1948. Il giovane Pietro Longo attore nel film ‘La Gita’, del 1955. Le eccezionali immagini della vita privata e familiare di De Gasperi e di Togliatti. Guglielmo Giannini a ”Il Musichiere”, primo politico a cantare in un programma tv. L’inganno del giornalista dell’Umanità’ Romolo Mangione ai danni di Togliatti a ‘Tribuna Elettorale’ e i suoi scontri con Pajetta e Berlinguer. L’imbarazzo di Aldo Moro al suo esordio televisivo del 1960. L’arrivo dei consulenti stranieri e dei sondaggi. I filmati per la Dc con noti attori. Il filmato a favore del divorzio di Gigi Proietti. Il presidente del Consiglio Giulio Andreotti che, nel 1977, racconta a ‘Bontà Loro‘ di come chiese la mano di sua moglie ad un funerale. Pannella e gli altri radicali imbavagliati nel 1978. Craxi che nel 1987, in diretta a ‘Mixer‘, sconfessa il patto della staffetta. La discesa in campo di Silvio Berlusconi.

    Guarda dal web, ‘Mi consenta. I politici e la tv’, Rai Tre, 30 luglio, h. 21.10>>