Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 8/6/2014 ore 18:54

    Giochi e creatività in punta di pennello

    Commenti 0

    giocoarte2336“Ogni bambino è un’artista. Il problema è come rimanere un’artista quando si cresce”. Parola di Pablo Piacasso. E allora, è meglio “battere il ferro finché è caldo” e permettere ai promettenti fanciulli di allenare la loro vena artistica.

    Quello che proponiamo ai bambini non è confrontarsi con disegni elementari da colorare, ma con le opere dei grandi della storia dell’arte:  Mirò, Adami, Balla, De Chirico, Depero, Dubuffet, Giotto, Kandisky, Klee, Lichtenstein, Malevic, Picasso, Van Gogh.

    Il gioco è questo: forniamo ai piccoli artisti in erba una tavoletta di colori virtuali e una selezione di opere che solo nelle gallerie e nei musei è possibile ammirare.

    Messi lì sullo schermo le celebri opere – trasformate in disegni in bianco e nero – aspettano solo che siano i bambini a trovare le combinazioni cromatiche più convincenti sperimentando i tanti colori a disposizione con un solo click.

    Qui lo scopo del gioco non è evidentemente potenziare le abilità manuali, quanto raffinare lartisti336a capacità percettiva e il gusto per i colori. E, non ultimo, familiarizzare “in presa diretta” con le grandi opere che – divenuti adulti e forse non più artisti – gli strapperanno sguardi di ammirazione.

    Il talento è chiamato in causa, certamente, ma la facilità del gioco invita a eliminare ogni inibizione creativa…..

    E poi i bambini avevano già preso confidenza con l’arte grazie alla serie animata “L’arte di Matì e Dadà”: Matì è la simpatica bambina; Dadà è una testa d’uovo dadista che si muove a mo’ di trottola (tutto vero!)  dotato di un occhio-ingranaggio con cui vedere da vicinissimo le opere…..

    Se i vostri bambini si sono divertiti a seguire i due protagonisti a confronto con i grandi maestri dell’Arte (conosciuti tramite il magico Quadrimetrò!) è l’occasione buona per alimentare la curiosità sul loro conto grazie anche alle schede che li riguardano: Van Gogh, Jackson Pollock , Malevich  etc.

    E dopo aver reso l’arte “più umana” attraverso le biografie dei grandi artisti….sotto a chi tocca!

    Che il gioco abbia inizio!

  • 17/11/2011 ore 15:35

    21 minuti. I saperi dell’eccellenza

    Commenti 0

    18 e 19 Novembre 2011. Dal Lyrick Theatre di Assisi – e in diretta streming – si svolge la conference annuale “21 minuti. I saperi dell’eccellenza“: un appuntamento esclusivo con alcune fra le menti più brillanti del nostro tempo.

    21 minuti è una piattaforma editoriale: un osservatorio in costante aggiornamento che seleziona in modo meticoloso le menti più brillanti della filosofia, arte, scienza ed economia, la cui missione è divulgare visioni, creatività e strategie innovative e sostenibili.

    – Guarda il Promo dell’evento >>

    – Il programma completo della conference >>

     

    Queste le parole di Patrizio Paoletti, chairman di 21 minuti: “21 minuti è un’idea innovativa nel mondo della comunicazione e della formazione. E’ il luogo delle capacità, delle risorse, essenzialmente è il luogo dove i diversi saperi prodotti dall’uomo fino ad oggi e in particolare le più recenti scoperte che l’umanità ha fatto su se stessa e sul suo funzionamento, possono essere condivise. 21 minuti è una piattaforma multi-mediale, multi-disciplinare trasversale che unisce i diversi saperi. 21 minuti è una piattaforma aperta, chiunque può avvantaggiarsene grazie ad una web-tv, una radio, un format tv, un magazine, per tracciare oggi un futuro sostenibile”.

     

    – Il sito di 21 minuti >>

    – Guarda la diretta in streaming >>

     

  • 27/10/2011 ore 15:50

    Metiss’age Junior Street Festival

    Commenti 0

    Junior si sposta nel giardino di Explora, il Museo dei bambini di Roma, per il Métiss’age Junior Street Festival 2011, un evento dedicato all’arte di strada in cui i bambini possono realizzare tutti insieme un grande affresco sul tema ‘La Vita in Città’.

    L’evento, già sperimentato a Parigi e Londra è sostenuto dal Programma Cultura della Commissione Europea.

    Al Metiss’age hanno partecipato bravissimi artisti, come i Mook >>, Denise Lupi >>, tanti musicisti e giocolieri per aiutare i giovani artisti ad esprimersi e fare festa insieme!

    Sul sito di Metiss’age Junior Street Festival potete trovare le foto dell’evento >> ,

    lo stampa e colora >>

    e i divertentissimi video degli inviati di Junior >>

    E poi divertiti con il colora online >>

    MyJunior propone di proseguire l’esperienza di street art on line! Un laboratorio in cui cimentarsi con i colori e inviare i propri disegni che verranno composti e pubblicati in un grande disegno collettivo da navigare on line su Junior!
    Iscriviti al gruppo dei giovani artisti Metiss’age di MyJunior >>

    Il sito del Metiss’age >>
    Guarda tutti i video del Metiss’age >>
    Scarica il disegno da colorare >>
    Clicca sullo speciale dedicato alla mostra dei Mook >>

  • 14/4/2011 ore 12:42

    Ma che bel castello

    Commenti 0

    Arriva su Junior il castello più creativo e divertente che ci sia!

    Divertiti con il sito di “Ma che bel castello”, la trasmissione in onda su Rai Yoyo dal lunedì al giovedì alle 8, 11 e 19.

    Il castello è una fortezza di 26 stanze, ognuna delle quali racchiude un segreto… il segreto dell’arte bambina! Tanto tempo fa questo grande maniero era abitato da tanti bambini che avevano arredato ogni stanza con tutta la loro creatività, lasciando tracce di fantasia e colore dappertutto.

    Ma adesso l’insensibile Artemisia  ha deciso di metterlo in vendita e, con l’aiuto di Bigio il Grigio,  sta ripulendo il castello di ogni decorazione, disegno e traccia di colore da cima a fondo!

    Per fortuna a fermarli ci pensa Oreste  il guardiano invisibile… un vero esperto d’arte e di creatività.

    Sul sito di “Ma che bel castello” è facile diventare un grande artista! Comincia a giocare con il castello della homepage: clicca sulle torri e sulla facciata e cambiale a tuo piacimento!

    Puoi imparare guardando le opere d’arte create dai bambini, oppure seguire le istruzioni delle manualità di Oreste.

    E ancora puoi rivedere tutte le puntate  o giocare con i divertenti puzzle  e memory.

    Pronto a giocare con l’arte? Ti aspettiamo su “Ma che bel castello”!

     

    – Gioca con l’homepage di “Ma che bel castello” >> 

    – Guarda tutte le puntate >> 

    – Divertiti con Storiarte, gli esperimenti artistici di Oreste >> 

    – Completa tutti i puzzle >>

  • 23/2/2011 ore 9:16

    Giorgio Albertazzi: attore per caso

    Commenti 0

    “Ancora adesso non ho deciso realmente di fare l’attore”. “La bellezza femminile sarà l’ombra vivente di tutta la mia vita. La donna è al centro di ogni mia azione importante”. 

    A “Millepagine”, il portale della Rai dedicato ai libri e alla cultura, Giorgio Albertazzi  rivela l’incontro causale con una donna che lo indirizzò verso la professione di attore, il Concorso nazionale con le Filodrammatiche, l’incontro con Visconti, l’amicizia con Zeffirelli, l’Amleto a Londra nel 1964 nell’anno shakesperiano.

    “La mia vocazione è la scrittura”. Albertazzi si dipinge come un attore isolato, un outsider, si definisce “il primo velino della televisione“, mezzo che lo ha sempre affascinato. “La televisione come sempre rispecchia la realtà che viviamo. In pratica sono nato in televisione, la mia casa è la Rai” e rivela di voler fare un programma sulla poesia, ma basato su niente, come un foglio bianco, una sfida tremenda.

    Nella lunga conversazione con Vittorio Castelnuovo, Albertazzi torna sulla sua storia di attore: la bottega teatrale con Vittorio Gassman, L’Amleto di Shakespeare e Dopo la caduta di Miller con Zeffirelli, il sodalizio artistico e sentimentale con Anna Proclemer.

    Il grande inteprete rivela poi il suo amore inesauribile per Shakespeare e Dante, “il mio latte quotidiano”, dedica un commosso ricordo al regista e amico Valerio Zurlini e a domanda risponde di non aver avuto nessun vero maestro ma di aver imparato cose da tutti, soprattutto da quelli che non avevano l’aria di insegnare nulla.

    Infine un pensiero sull’arte e sulla sua natura: “la vera arte fa domande, non dà mai risposte”. 

     

    – Guarda il video: Intervista a Giorgio Albertazzi – “Millepagine” >>

    – Guarda i video: Speciale Giorgio Albertazzi – “Millepagine” >>

    – “Millepagine”, il Portale della Rai dedicato ai libri e alla cultura >>