Rai.tv

su Rai.Tv
  • su Rai.Tv
  • nei siti Rai

Rai.tv

Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità del palinsesto Rai 2015-2016

      rai_336Da settembre sulle reti Rai tanti appuntamenti tra grandi conferme e eventi speciali: un’offerta sempre più ampia che spazia tra format e generi diversi e si articola nella generosa programmazione delle reti Rai.

    • Rai3, l’inchiesta di Nerazzini sulla finanza offshore il 6 luglio alle 21:05

      nerazini_336“Il grande bluff”, l’inchiesta di Alberto Nerazzini sui paradisi fiscali in onda lunedì 6 luglio in prima serata su Rai3

    • Una notte per Caruso, il 4 luglio su Rai1

      una-notte-per-caruso_01 Sabato 4 luglio, torna dalla Marina Grande di Sorrento, l’appuntamento estivo con la prima serata di Rai1 intitolato alla figura dei più celebri tra i tenori italiani, Enrico Caruso. Conducono Elisa Isoardi e Flavio Montrucchio.

    • “La Grande Storia” dal 3 luglio in 1^ serata su Rai3

      La Grande StoriaDa venerdì 26 giugno “La Grande Storia” torna su Rai3: otto nuovi appuntamenti in prima serata con il racconto della storia del Novecento – e non solo – attraverso i suoi protagonisti. Prima puntata, “La meglio gioventù”

    • Gli italiani hanno sempre ragione, dal 3 luglio su Rai1

      Gli italiani hanno sempre ragione. Conduce Fabrizio Frizzi Fabrizio Frizzi torna in prima serata su Rai1 con “Gli italiani hanno sempre ragione”, il nuovo varietà estivo aperto al pubblico che da casa potrà giocare scaricando l’App creata per la trasmissione. In onda dal 3 luglio il venerdì alle 21:20 su Rai1

  • Stanotte al Museo EgizioUn avvenimento televisivo, una serata speciale che porterà i telespettatori all’interno del Museo Egizio di Torino, il più importante al di fuori dell’Egitto. Un museo che è stato completamente rinnovato, ampliato e che ritorna a nuova vita.
    A condurre la serata, in onda su Rai1 giovedì 28 maggio alle 21:15, sarà Alberto Angela che accompagnerà gli spettatori in una visita straordinaria.

    Guarda il promo >>

    Guarda il backstage >>

    Vai al sito>>

     

    Lo Statuario - Museo Egizio di Torino

    Lo Statuario – Museo Egizio di Torino

    E’ notte, le sale sono sgombre da turisti e da curiosi; i capolavori dell’antico Egitto emergono uno dopo l’altro e si lasciano ammirare in tutto il loro splendore. Il conduttore sarà l’occhio e la guida del pubblico.

    Si ammirerà la Galleria dei Re, con le imponenti statue dei Faraoni che incutono timore e rispetto. Si avrà modo di vedere nel dettaglio tutto quello che era contenuto nella tomba – una delle poche rimaste intatte – dell’architetto Kha e di sua moglie Merit: si potrà avere un’idea di quella che era la vita quotidiana degli Egizi, dal momento che la morte secondo la loro concezione era soltanto un passaggio a un’altra dimensione e perciò occorreva portarsi appresso nella tomba tutto ciò che poteva servire nell’aldilà.

    Guarda la fotogallery >>

    Maschera funeraria di Tutankhamon - Museo Egizio di Torino

    Maschera funeraria di Tutankhamon – Museo Egizio di Torino

    Con la complicità del direttore del Museo Christian Greco, e un gruppo di ricercatori al lavoro anche di notte, si potranno osservare, in un laboratorio che ricorda quelli della polizia scientifica, particolari inconsueti della vita quotidiana degli Egizi, come le parrucche, le vesti pieghettate, i sandali infradito, il trucco per il viso e per gli occhi e soprattutto gioielli e amuleti. Sarà inoltre possibile leggere i papiri che hanno affascinato Jean François Champollion, di cui i telespettatori vedranno l’ombra nel museo e ascolteranno le impressioni sulle collezioni torinesi.

    Grazie alla collaborazione del Direttore e degli Allievi del Teatro Stabile di Torino sarà anche possibile incontrare l’archeologo Schiaparelli, la regina Nefertari, e una giovane acrobata che farà rivivere il salto di una danzatrice immortalato su uno dei reperti più famosi del Museo Egizio, da un anonimo artista.

    Guarda tutti i contenuti extra>>

    La Sfinge - Museo Egizio di Torino

    La Sfinge – Museo Egizio di Torino

    Chi dice Egitto dice mummie, e a Torino ce ne sono alcune davvero singolari. Tra le altre si osserveranno quelle di tre sorelle di cui si conoscono anche i nomi, e quella di un ignoto, con i tratti del volto dipinti che lo fa assomigliare a un tragico pupazzo.
    Si scoprirà, anche grazie a un’indagine endoscopica, che molte delle mummie arrivate al museo sono falsi d’epoca. E naturalmente si cercherà di capire attraverso quali procedimenti e per quali motivi si cercava di impedire il disfacimento dei corpi.

    In questo viaggio Alberto Angela non sarà da solo. Di volta in volta sarà affiancato da personaggi che illustrano il nome italiano nel mondo:
    – il navigatore Giovanni Soldini che parlerà delle imbarcazioni degli Egizi;
    – il matematico Piergiorgio Odifreddi che racconterà la nascita della matematica e della geometria;
    – la costumista premio Oscar Gabriella Pescucci che farà osservare le molte singolarità dell’abbigliamento, la storica Eva Cantarella che parlerà di amore e sesso nell’antico Egitto;

    Backstage - "Stanotte al Museo Egizio"

    Backstage – “Stanotte al Museo Egizio”

    – il Maestro Riccardo Muti, il direttore d’orchestra italiano più famoso al mondo, che racconterà la straordinaria storia dell’Aida; il Prof. Umberto Veronesi che partendo dal sogno della vita eterna degli Egizi, suggerirà come invecchiare nel modo migliore.

    Ad accompagnare la notte, le note di Giuseppe Verdi dall’Aida,  rielaborate per un  quintetto di giovani musicisti, risuoneranno nelle sale del museo risvegliando antiche sonorità, ambienti arcaici, imitando l’opera lirica nelle sue ambientazioni “egizie”.

    Tutto sotto gli occhi attenti di un vigilante speciale, un ospite d’eccezione caro al pubblico di Rai1: l’attore Alessio Boni.

    Segui in web streaming giovedì 28 maggio alle 21:15>>

  • 4/10/2014 ore 12:00

    Torna “Ulisse. Il piacere della scoperta”

    Commenti 0

    ulisse_blogTorna l’appuntamento con “Ulisse – Il piacere della scoperta”, il programma condotto da Albero Angela, in onda su Rai3 il sabato alle 21:30.

    Otto appuntamenti in prima serata durante i quali Alberto Angela ci condurrà in un viaggio di esplorazione nel nostro pianeta, nel corpo umano, nella storia, nella cultura per rispondere alle tante domande che l’esperienza e la curiosità ci pongono ogni giorno.

     

     

    – Guarda il promo >>

     

    ulisse_blog3

    La prima puntata è una sorta di giallo che si svolge tra le meraviglie del nostro paese e ha per titolo La grande ricchezza. La serata infatti è dedicata agli innumerevoli tesori d’arte, alla bellezza che costituisce il patrimonio vero dell’Italia, la sua ricchezza. Vedremo i rischi che corre questo patrimonio – furti, contraffazioni – e gli uomini che cercano di proteggerlo. Argomento di grande attualità, come tutti hanno potuto constatare seguendo le cronache delle scorse settimane. Ci muoveremo in sostanza tra tesori, investigatori, ladri e falsari.

     

    Tutta l’Italia è un grande museo all’aperto. Nessun paese regge il confronto con noi per la qualità del nostro patrimonio artistico. Un tesoro che non è limitato a un solo periodo storico, ma dalla preistoria ad oggi testimonia il gusto artistico e la cultura delle varie epoche. Non tutto si riesce ad esporre per mancanza di spazio: visiteremo così i grandi depositi dei Musei Capitolini di Roma che sono chiusi al pubblico. C’è ancora molto da scoprire e lo vedremo con una spettacolare escursione in elicottero sulle necropoli etrusche. Ma soprattutto c’è molto da custodire e proteggere perché non venga depredato. Racconteremo le razzie compiute dall’esercito napoleonico, dalle truppe naziste e il paziente lavoro per riportare in patria quanto era stato trafugato.

    – Vai all’articolo sulla prima puntata >>

     

    Anticipazioni sulle prossime puntate

    Dopo l’incursione nel mondo dell’arte della prima puntata,  il viaggio attraverso il piacere della scoperta ci condurrà negli ambienti più estremi che possiamo trovare sulla Terra, per scoprire come si riesce a vivere nei luoghi più freddi e più caldi del nostro pianeta.

    Un altro viaggio lo faremo lungo le rotaie: racconteremo l’avventurosa storia del treno, dalla sua invenzione alle tante vicende di cui è stato protagonista.

    Volgeremo poi lo sguardo a un momento d’oro del nostro passato: attraverso gli splendori e i segreti delle corti di Mantova e di Ferrara rivivremo lo stato di grazia che l’Italia ha conosciuto durante il Rinascimento.

    La curiosità per le scoperte scientifiche che da sempre caratterizza Alberto Angela e Ulisse ci porterà a indagare sul nostro Dna. Ne sentiamo parlare spesso a proposito di indagini poliziesche, ma che cos’è che ci rende diversi l’uno dall’altro? Studiare il Dna ci permetterà di prevenire e sconfiggere le malattie?

    E infine un ritorno atteso da molti spettatori: Pompei. Soltanto una minima parte della città sepolta è tornata alla luce. Quali le nuove scoperte? Quali gli ambienti che nessuno finora ha mai visto?

    Sono varie le tecniche usate da Ulisse per esplorare il mondo della conoscenza: spesso si tratta di riprese ad hoc nei uoghi di cui si parla, a volte di documentari, ma anche di fiction realizzate appositamente e di ricostruzioni virtuali.

    Sono tanti e differenti tra loro i temi affrontati in questa stagione, tutti uniti però dalla voglia di sapere, e raccontati da Alberto Angela con tecniche varie perché Ulisse costituisca un appuntamento non soltanto istruttivo, ma anche affascinante.

     

    – Segui la diretta streaming >>

  • ulisse-focus-blogRitorna “Ulisse, il piacere della scoperta”, dodici puntate divise in due serie, in prima serata il sabato su Rai3: la prima serie di sei puntate a partire dal 13 aprile, la seconda il prossimo autunno.

    Alberto Angela torna a esplorare il cosmo, la terra, il corpo umano, la nostra storia, la nostra cultura per rispondere alle tante domande che l’esperienza e la curiosità ci pongono ogni giorno.

    – Guarda il promo del ritorno di “Ulisse  >>

    Nelle puntate della prima serie Alberto Angela ci porterà in Australia, ci sorprenderà con le straordinarie immagini di vulcani in eruzione, ci farà scoprire come viveva un re ripercorrendo una giornata alla corte di Versailles.

    Grazie ai suoi racconti conosceremo anche i segreti dell’amore e i costumi koalasessuali dell’antica Roma e le grandi e piccole sorprese  dei nostri cinque sensi.

    Sono varie le tecniche usate per esplorare il mondo della conoscenza: spesso si tratta di riprese ad hoc nei luoghi di cui si parla, a volte di documentari, ma anche di fiction realizzate appositamente e di ricostruzioni virtuali.

    Nella prima puntata si comincia con un viaggio in Australia>>, una terra di cui appena due secoli e mezzo fa non si conosceva neppure l’esistenza. Vedremo città modernissime e luoghi dove il tempo sembra essersi fermato, foreste rigogliose e deserti inospitali. Come mai gli animali originari di questo continente sono completamente diversi da tutti altri?

    Possibile che per millenni gli aborigeni siano rimasti isolati dal resto del mondo? Il racconto della storia dell’Australia si intreccerà alla scoperta di angoli inconsueti che ci conquisteranno con immagini mozzafiato.

    vulcanoAltrettanto affascinante è il viaggio proposto da Alberto Angela nei paesaggi infernali dei vulcani hawaiani  fino ad arrivare a contatto con la lava. Ulisse esplorerà il mondo dei vulcani: da dove deriva  il fascino che da sempre l’uomo prova per le montagne di fuoco?

    Come mai le pendici dei vulcani sono spesso ad alta densità abitativa? Con quali rischi?

    Attraverso quale meccanismo l’eruzione di un vulcano lontanissimo può influenzare la nostra vita quotidiana?

    amore antica romaIl percorso sulle distese laviche spazierà dalla nostra Etna ai vulcani delle isole Hawaii.

    Le scoperte di “Ulisse” proseguono con un viaggio nel tempo per indagare sui comportamenti amorosi nell’antica Roma. Quali erano le regole del corteggiamento, gli ideali di bellezza, le pratiche sessuali e i tabù? Erano diversi dai nostri o nulla è cambiato?

    A rispondere ci aiuteranno autori classici come Ovidio, Catullo, Giovenale, Marziale ma fondamentale sarà una visita al Museo Archeologico di Napoli e al Gabinetto Segreto dove per la prima volta in prima serata entreranno le telecamere per illustrare molti dei reperti  trovati a Pompei e  custoditi in queste sale nelle quali non tutti i visitatori sono ammessi.

    versailles-Un altro viaggio nel tempo porterà Alberto Angela alla corte di Versailles nel periodo del suo massimo splendore, nel Settecento, quando a trionfare è lo stile Rococò.

    Il re è Luigi XV. Vedremo come viveva un re, come si vestiva, come si divertiva, come si lavava e cosa mangiava.

    Un’ultima occasione per trascorrere una giornata da re,  si avvertono infatti i primi fermenti della Rivoluzione: se Luigi XV morirà nel suo letto, il suo successore finirà sulla ghigliottina.

    passaggioAncora due esplorazioni singolari per Alberto Angela.

    In una puntata sorprendente l’indagine riguarderà i cosiddetti riti di passaggio, tutti quei riti e  quelle feste e cerimonie in tutto il mondo che  segnano dei momenti significativi di passaggio nella vita.

    Come la nascita e come l’ingresso nell’età adulta: lo si può celebrare, più o meno sobriamente, con una festa, una torta, come di solito avviene nel mondo occidentale; ma in altre culture può essere sottolineato da un tatuaggio, da una mutilazione fisica, da un lancio nel vuoto. Ancora più importante come momento di passaggio è il matrimonio: assisteremo a riti fantasiosi che spesso hanno dell’incredibile.

    5-sensiIn un’altra puntata Alberto Angela indagherà sui nostri cinque sensi: vista, olfatto, udito, tatto, gusto. Quali sono le loro potenzialità? In che cosa ci differenziano dagli altri animali? Perché a volte ci ingannano? Fino a che punto possiamo fidarci?

    Temi differenti tra loro, ma uniti dalla voglia di sapere, raccontati da Alberto Angela con tecniche varie perché “Ulisse” costituisca un appuntamento non soltanto istruttivo, ma anche affascinante. Nella convinzione che il sapere deve essere prima di tutto un piacere: il piacere della scoperta.

    – Scrivi alla redazione >>

  • 31/10/2012 ore 0:04

    Ulisse: le meraviglie della Rift Valley

    Commenti 0

    Sabato 3 novembre, alle ore 21.05, su Rai3, Alberto Angela con il suo programma “Ulisse: il piacere della Scoperta” ci farà scoprire  un luogo unico al mondo, la Rift Valley, la spaccatura che attraversa l’Africa orientale da nord a sud, dall’Etiopia fino al Sud Africa.

    Guarda il promo della puntata>>

    In nessuna altra parte del nostro pianeta si respira come qui il profumo delle origini del mondo, dalla Rift Valley infatti è partita la grande avventura della specie umana.

    Qui, come vedremo, per la prima volta l’uomo  ha camminato su due piedi, qui ha usato strumenti e utensili, insomma ha fatto i passi evolutivi decisivi per la sua affermazione.

    Proprio in questa regione  è stato scoperto uno scheletro di ominide divenuto poi famoso, Lucy.

    Alberto Angela ci racconterà le fasi emozionanti del suo ritrovamento.

    Guarda il video del ritrovamento dello scheletro Lucy in Etiopia>>

    Guarda il video Lucy:  non era da sola.  Scoperti altri ominidi >>

    Nella Rift Valley si sono creati ambienti unici al mondo come la savana, ma anche laghi spettacolari, cascate gigantesche, vulcani in ebollizione.

    Vedremo uno dei più straordinari paesaggi che si possono trovare in natura:  la depressione della Dankalia, in Etiopia, dove la presenza dello zolfo e le montagne di sale

    generano sfumature di colore arancio rendendo il panorama ancor più fiabesco…

    Conosceremo le tradizioni e i riti antichissimi di alcune popolazioni insediatesi nella Rift Valley molto tempo fa come i Mursi ed i Masai.

    Scrivi alla redazione di ‘Ulisse, Il piacere della scoperta’ >>

    Guarda in streaming ‘Ulisse, Il piacere della scoperta’, Rai3, sabato, 21.05>>

  • 18/10/2012 ore 16:02

    ‘Ulisse’ ci porta nella Roma di Nerone

    Commenti 0

    Le scoperte di “Ulisse” con Alberto Angela proseguono, sabato 20 ottobre su Rai3 alle 21.05, con un viaggio nel tempo che ci porterà nella Roma di Nerone.

    Il filo conduttore sarà un romanzo famosissimo: ‘Quo vadis?’

    Uno dei romanzi più letti del ‘900. È stato scritto da un romanziere polacco Henryk Sienkiewicz che vinse il Premio Nobel nel 1905.

    – Scopri il sito di ‘Ulisse, Il piacere della scoperta’ >>

    Attraverso una ricostruzione filmata del romanzo seguiremo le vicende dei suoi protagonisti: Licia, una principessa fatta prigioniera dai romani, e Vinicio, un aristocratico romano.

    Attraverso le vicende dei due giovani, entreremo nei segreti della vita quotidiana della Roma di Nerone scoprendo le vie, i luoghi, la gente comune e i protagonisti della Roma imperiale.

    Chi erano davvero Nerone, Poppea, Tigellino? Di chi è stata la responsabilità del grande incendio che devastò Roma nel 64 DC?

    La figura di Nerone che la storia ci ha tramandato è quella di un tiranno volubile e sanguinario, paranoico ai limiti della follia. Ma è davvero così?

    Sarà un po’ un dietro le quinte della storia. Una moviola, per capire ciò che è vero e ciò che è falso di quell’epoca, per demolire alcuni cliché ben radicati e svelare aspetti poco noti dell’età romana…

    Rivivremo un momento decisivo della storia dell’Occidente, il momento in cui a Roma s’incontrano, e si scontrano, il mondo romano e una nuova religione nascente, destinata a lasciare una profonda impronta nella Storia: la religione cristiana.

    Scrivi alla redazione di ‘Ulisse, Il piacere della scoperta’ >>
    Guarda in streaming ‘Ulisse, Il piacere della scoperta’, Rai3, sabato, 21.05>>

Calendario

luglio: 2015
L M M G V S D
« giu    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031