Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 7/1/2011 ore 14:07

    Riparte “Nati Liberi” con Licia Colò

    Commenti 1

    In alcune fra le più belle realtà del Kenya la conduttrice Licia Colò ha incontrato le persone che quotidianamente combattono per difendere ciò che dovrebbe essere un patrimonio di tutti:  la libertà di quei “nati liberi” che oggi, per essere tali, hanno bisogno della tutela dell’uomo. Grazie ad un approfondito lavoro di redazione, Licia ha avvicinato alcuni dei massimi rappresentanti della salvaguardia dei selvatici. Fra questi Batian Craig, responsabile della sicurezza del santuario di Ol Pejeta, luogo dove attualmente sopravvivono 4 degli 8 rinoceronti bianchi settentrionali, attualmente l’animale più raro della terra.  O ancora la Colò si è confrontata con quei ranger che ogni giorno operano sul campo come dei veri e propri soldati ma che si prendono anche cura dei cuccioli con quella dolcezza che solo una madre naturale potrebbe avere. Come sempre accompagnata da un linguaggio semplice e diretto rivolto a tutti, facendo partecipe il pubblico con aneddoti e curiosità coinvolgenti. In ogni puntata è stato scelto un set che narra una storia d’Africa o di tutela dell’ambiente.  Da qui, il racconto dell’esperienza sul campo si intreccia con le vicende di altri protagonisti della natura, attraverso documentari realizzati dal National Geographic. Nella prima puntata con Joseph Mayo, responsabile del Santuario degli scimpanzé del parco di Ol Pejeta in Kenya, Licia racconta la vita di un gruppo di scimpanzé che, salvati dalle situazioni più drammatiche, oggi vivono in una splendida realtà iniziata diversi anni fa dalla grande primatologa Jane Goodall. Parlando di tutela della natura e di lotta al bracconaggio, si andrà poi in Gabon dove un gruppo di ranger, grazie all’aiuto di efficienti tecnologie, opera giorno e notte anche a rischio della propria vita. Continuando a parlare di scimpanzé, si scoprirà che, a differenza di quanto si pensa normalmente, in realtà questi animali possono essere molto pericolosi e per questa ragione la loro gestione deve essere attenta. Esattamente come attenta è la gestione di animali tenuti in cattività in Sudafrica per altri motivi, dove Kevin Richardson, grazie a doti davvero uniche, riesce ad instaurare con loro un rapporto speciale.

    Guarda il sito del programma ‘Nati Liberi’ >>
    Guarda in streaming dal tuo pc ‘Nati liberi’, Rai 3, 8 gennaio 2011, ore 21.30>>

  • 23/12/2010 ore 14:30

    Rapporto sulla Povertà Rurale 2011

    Commenti 0

    Nonostante i progressi degli ultimi dieci anni, che hanno consentito a oltre 350 milioni di abitanti delle aree rurali di uscire da una condizione di povertà assoluta, a livello globale la povertà rimane un fenomeno imponente e principalmente rurale: secondo un rapporto presentato dal Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD), il 70 per cento del miliardo e quattrocento milioni di persone che, in tutto il mondo, vivono in condizioni di povertà assoluta risiedono nelle aree rurali.

     

    Su Rai.tv alcuni video prodotti dall’IFAD – Fondo per lo sviluppo dell’agricoltura (agenzia dell’ONU) – per meglio comprendere questi dati e dare un volto a queste storie. Tra i documentari vedremo: Tessendo il proprio futuro, storia di una donna del Guatemala, Coltivare una vita migliore in cui si parla dell’importanza dell’agricoltura nell’equilibrio mondiale e One story, girato in Madagascar (in inglese).

     

    Tuttavia, il rapporto sottolinea anche che i profondi cambiamenti in corso nei mercati agricoli stanno generando opportunità nuove e promettenti per i piccoli agricoltori dei paesi in via di sviluppo per aumentare sensibilmente la loro produttività, elemento indispensabile per garantire cibo sufficiente a una popolazione mondiale sempre più urbanizzata, che si stima ammonterà nel 2050 ad almeno 9 miliardi di persone.

     

    – Guarda lo speciale Rural Poverty Report 2011 >>

  • 25/11/2010 ore 13:01

    26 novembre, Rai 5 ai blocchi di partenza

    Commenti 1

    Nasce Rai 5. Come sarà? Arte e spettacolo, viaggi e scoperte, musica e danza, moda e tendenze, costume e stili di vita, lirica e teatro, design e nuove tecnologie, documentari e film d’autore. Tutto dedicato all’“intrattenimento culturale”, Rai 5 ha sede a Milano  ed é il canale del digitale terrestre che sostituisce Rai Extra e prende il via il 26 novembre, in concomitanza con il completamento dello switch-off in Lombardia e in Piemonte.

    Pensato per un pubblico attento, esigente, curioso, Rai 5 propone generi e temi diversi per ogni prima serata della settimana: musica rock e pop la domenica; grandi documentari sui protagonisti del nostro tempo il lunedì; cinema il martedì; arte, tendenze e Made in Italy il mercoledì; spettacolo il giovedì; viaggi e territori il venerdì; teatro e danza il sabato.

    Il grande chef Gualtiero Marchesi racconterà il suo ricchissimo percorso all’interno della cultura gastronomica e non solo. Philippe Daverio viaggerà alla scoperta dell’arte, delle città e delle infinite meraviglie italiane. Il popolare ballerino Kledi Kadiu ci svelerà il mondo della danza, l’universo del balletto in tutte le sue espressioni. Benedetta Mazzini esplorerà l’Africa a trecentosessanta gradi in compagnia di personaggi dello spettacolo. Omar Pedrini si occuperà della musica pop e rock proponendo – insieme con ospiti sempre diversi – concerti live e documentari su grandi musicisti. Gregorio Paolini firmerà invece un rotocalco alle ultime tendenze della creatività italiana.

    Nella serata dedicata all’intrattenimento un omaggio particolare a Renzo Arbore e alla sua “tv d’autore”.

    Ma gli appuntamenti di Rai 5 non finiscono qui. Carlo Massarini condurrà “Cool tour”, un magazine preserale quotidiano sulle novità, sui gusti e sui consumi artistici e musicali del nostro tempo.

    Non mancherà uno spazio quotidiano per la musica classica e uno settimanale – la domenica – tutto dedicato alla lirica, con la messa in onda delle opere più famose.

    Rai 5 sarà anche la rete degli eventi culturali: primo fra tutti l’inaugurazione della stagione lirica del Teatro alla Scala di Milano che sarà trasmessa in diretta il 7 dicembre a partire dalle 16.30.

    Il canale racconterà inoltre il percorso che porterà all’Expo 2015 di Milano. Rai, Comune di Milano ed Expo 2015 stanno collaborando già da tempo e già dai primi mesi del prossimo anno vedremo una trasmissione settimanale dedicata la grande evento.

    Rai 5 non è solamente televisione: vuole creare per i suoi utenti e con i suoi utenti, un “ecosistema Rai 5”, un habitat accogliente e stimolante, dove poter avere scambi con la rete e con altri fruitori. Una presenza sul web pensata in modo totalmente innovativo rispetto a quanto finora realizzato dai canali televisivi. Il sito www.rai5.rai.it diventerà un vero e proprio “cantiere di idee” aperto a tutti. Rai 5, inoltre, è già presente sui principali social network.

     

    – Vai al sito di Rai 5 >>

    – Scopri i programmi di Rai 5 >>

    – Scopri i protagonisti di Rai 5 >>

    – Rai 5 su Rai.tv >>

  • 12/11/2010 ore 11:09

    Speciale Malawi

    Commenti 0

    Martedì 16 Novembre la Web TV Rai Viaggi e Paesi propone uno speciale sul Malawi.

    Il Malawi è uno stato dell’Africa orientale che prende il suo nome dell’omonimo lago, sul quale si affacciano anche la Tanzania e il Mozambico. Il lago Malawi, il terzo lago più grande dell’Africa e il nono del mondo che copre circa un quinto dell’intera superficie del paese è quello più a sud della Grande Rift Valley. La parte meridionale del lago, attorno alla Monkey Bay, è diventata un parco naturale, denominato Parco Nazionale del Lago Malawi, dichiarato patrimonio mondiale dall’UNESCO. Nel lago Malawi si possono rinvenire numerosissime specie di pesci di cui alcune estremamente variopinte e molto apprezzate per gli acquari, come la Maylandia heteropicta.

     

    Lo speciale di Rai Viaggi affronterà sia le tematiche antropologiche, come la diffusione della religione cristiana, grazie alla presenza missionaria (Malawi – Lo sguardo di un’anima) sia quelle culturali (Malawi – I viaggi di Licia) e naturistiche (Tra magia e natura), per arrivare, infine, ad un approfondimento sulle caratteristiche naturali e le bellezze del lago Malawi (La terra del lago).

     

    Guarda la web TV Viaggi e Paesi >>

    Segui la programmazione della Web TV su Facebook >>

    Proponi e commenta sulla Fan Page >>

     

  • 29/10/2010 ore 12:00

    Sudan. Un paese dimenticato

    Commenti 0

    Sabato 30 Ottobre il palinsesto della Web tv Viaggi e Paesi propone un reportage sul Sudan, il più esteso degli stati africani, posto nella fascia sub sahariana. Il Sudan, antico regno della Nubia, è un paese desertico nella parte settentrionale e nella parte occidentale contiene la regione del Darfur.

     

     E’ abitato da diverse etnie di cui alcune nomadi e di diverse religioni. La condizione politica del paese è stata definita dalla comunità internazionale “la più grave situazione umanitaria esistente” e vede l’insorgere di spinte separatiste da parte del Sudan del Sud. In Sudan è in atto una guerra civile che perdura da oltre 40 anni. Il reportage ripercorre la storia di questo paese sin dalle sue origine e ne descrive la drammatica attualità.

     

    – Guarda la Web tv Viaggi e Paesi >>

    – Segui la programmazione della Web tv su Facebook >>

    – Proponi e commenta sulla Fan Page >>

    – Segui la Web tv anche su You Tube >>