Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 31/7/2016 ore 11:42

    Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

    Commenti 1

    blog-rai.tvHa fatto ridere per le sue performance, ma ha anche commosso per la sua forza. L’attrice Anna Marchesini è morta a 62 anni.

    Da tempo, era affetta da artrite reumatoide. L’attrice, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez, era nata a Orvieto.

    La sua lunga carriera, sempre all’insegna dell’intelligenza e dell’ironia, ha abbracciato il teatro, la televisione e anche il mondo dei libri.

    L’affetto del grande pubblico e la popolarità anche all’estero arriva con l’incontro, all’inizio degli anni ’80, con Solenghi e Lopez con cui dà vita al mitico Trio. Memorabili interpretazioni, dalla sessuologa Merope Generosa a Wanna Marchi, da Rita Levi Montalcini a Lucia dei Promessi Sposi.

    L’omaggio di Rai.tv ad Anna Marchesini >>

    Rai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini.

    Sabato 30 luglio, Rai1 ha trasmesso lo spettacolo teatrale “Una patatina nello zucchero” (Rivedi lo spettacolo >>)  e le ha dedicato un omaggio nella puntata di “Techetechete’” (Rivedi la puntata >>).

    Rai 3 ha riproposto l’ultima intervista realizzata da Fabio Fazio ad Anna Marchesini (Rivedi l’intervista>>).

    Sabato 30 e domenica 31 luglio, Rai Premium programma, in prima e seconda serata, 5 episodi (3 sabato sera e 2 domenica) dello sceneggiato “I promessi sposi”, una parodia realizzata e interpretata dal Trio ormai entrata a far parte della storia della tv.

    Anche nei prossimi giorni saranno riproposti programmi e spezzoni con le indimenticabili performance dell’attrice comica scomparsa.

    Lunedì 1° agosto, Rai 2 dedicherà all’artista un’ampia parte di “Sketch point” in seconda serata, alle 23:30 circa.
    Sempre lunedì 1° agosto, Rai 5 replicherà, in prima serata, lo spettacolo teatrale “Una patatina nello zucchero”, mentre Rai Storia, a partire dalle 15:00, punteggerà la sua programmazione con “‎pillole” tutte dedicate alla Marchesini.

     

     

  • rai5_divinacommediaballo Su Rai5 la “Divina Commedia_Ballo 1265″ di Virgilio Sieni, l’evento con cui il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e il Comune di Firenze hanno scelto di chiudere i festeggiamenti del 750° anniversario dalla nascita di Dante. Si tratta di uno spettacolo che coinvolge 140 persone di ogni età insieme ad un gruppo di danzatori professionisti. Il sindaco di Firenze Nardella ha dichiarato che “per la prima volta nella storia, il luogo civico più imponente e magico del Paese viene aperto a una tre giorni dedicata al rapporto tra il corpo, la gestualità, lo spazio scenico e le complesse trame della Commedia dantesca”.
    “Come un novello Virgilio – aggiunge il Ministro Dario Franceschini –, Sieni ci conduce in un suggestivo percorso ‘iniziatico’: le cantiche della Divina Commedia diventano le parti coreografiche di un viaggio scandito dalla misura della terzina dantesca dispersa nelle articolazioni del corpo, coinvolgendo insieme a danzatori professionisti 140 cittadini di ogni età”.

    Lo storico Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio si trasforma in una selva umana dove gli interpreti – in cammino tra le epoche con passo dolente, sospeso e rivelatore – tracciano un itinerario spirituale in cui la danza spoglia l’uomo dalla materia vestendolo di forma. Respiro epico e dimensione intima s’intrecciano in una partitura che si sviluppa sulla tessitura ritmica delle percussioni live di Michele Rabbia.

    L’appuntamento in tv è per il 30 dicembre alle 21:15

    >> Segui la diretta di Rai5

    Tags: ,
  • Dario Fo e Paola Cortellesi

    Dario Fo e Paola Cortellesi

    Dario Fo e Paola Cortellesi, per la prima volta insieme, nell’ultimo spettacolo inedito scritto da Dario Fo con la moglie Franca Rame dal titolo “Callas.
    In onda venerdì 4 dicembre alle 21:20 su
    Rai1.

    Guarda il promo>>

    L’ultima opera della coppia teatrale più famosa al mondo, un’opera che la stessa Franca Rame avrebbe dovuto eseguire, interpretando il ruolo della Callas  in un grande spettacolo all’Arena di Verona, poi annullato a causa della sua scomparsa. Oggi Dario Fo riporta idealmente in scena quello spettacolo perduto, proponendo il testo teatrale  in tutta la sua intensità. Stavolta accanto al premio Nobel per la letteratura ci sarà Paola Cortellesi, con la quale formerà una coppia inedita

    I due attori, straordinariamente complici sulla scena sin dal primo istante, fanno divertire e commuovere, prendendo per mano gli spettatori e accompagnandoli dentro la vita di una grande artista senza tempo che Fo conobbe personalmente all’età di vent’anni e che, con la sua voce, ha saputo incantare le platee di tutto il mondo.

    Dario Fo e Paola Cortellesi si muovono su un palcoscenico grande e fantastico, impreziosito dalle spettacolari proiezioni di oltre 90 dipinti multicolor di Fo che guidano il racconto, fatto di dialoghi vivaci e imprevedibili.

    Lo spettacolo –  da Rai1 e Rai Cultura – sarà incentrato sulla vita di Maria Callas, dall’infanzia fino alla sua morte, dai trionfi all’oblio, dal palcoscenico alla vita fuori dalla scena. Si parlerà anche del suo matrimonio con Giovanni Battista Meneghini e dell’amore tormentato con Aristotele Onassis.

    Si passa dal comico, al grottesco, fino al tragico, e, respirando le atmosfere di quel’epoca, si impara a conoscere la storia di una donna che, con le sue passioni e le sue cadute, che appare ancora oggi di una sorprendente attualità. Uno spettacolo evento in cui si fondono, magicamente, il linguaggio del palcoscenico e quello della televisione.

    Callas è prodotto dalla Rai in collaborazione con C.T.F.R. ed è realizzato da Gianmarco Mazzi e Jacopo Fo. La regia è di Felice Cappa.

  • 18/6/2015 ore 18:23

    Paolo Poli torna in Tv, dal 20 giugno su Rai3

    Commenti 1
    E lasciatemi divertire

    “E lasciatemi divertire” con Poli e Strabioli

    Paolo Poli, uno dei più importanti artisti del teatro e dello spettacolo italiano, torna protagonista dopo 40 anni di uno spettacolo televisivo, dal titolo “E lasciatemi divertire”, che andrà in onda ogni sabato a partire dal 20 giugno alle 20:15 su Rai3.

    – Guarda il promo >>

    Per otto puntate l’attore fiorentino, classe 1929, racconterà la sua incredibile e lunghissima carriera, gli incontri, le passioni, i vizi e le virtù mescolando ricordi e poesie, canzoncine e letture per comporre un ritratto completo, raffinato e libero, autentico e irriverente non solo di un grande artista ma anche di un secolo, il Novecento, che Poli ha attraversato con finta leggerezza e con autentica passione per i suoi avvenimenti e per i suoi protagonisti.

    Accanto a lui in questo viaggio nel secolo breve e nella sua arte, un amico e un collega, Pino Strabioli, che lo ha affiancato in palcoscenico e che con lui ha firmato “Sempre fiori mai un fioraio”, una biografia di disarmante sincerità uscita per Rizzoli nel 2013.

    Ogni puntata avrà per filo conduttore uno dei peccati capitali, commentato attraverso la lettura di pagine di scrittori (fra gli altri Boccaccio e Palazzeschi) e introdotto dallo psicoanalista Massimo Recalcati, che attualizzerà e renderà contemporanei i concetti di lussuria, gola, avarizia, accidia, ira, superbia, invidia.

    – Segui il programma su Twitter >>
    – La pagina Facebook del programma >>

    Paolo Poli

    Paolo Poli


    Anticipazioni della prima puntata:

    Sabato 20 si parte con la Lussuria. Ad introdurre questa prima puntata un’anteprima a cura di Fabio Masi, che alterna repertorio del teatro di Poli sul tema a riflessioni sulla lussuria fatte da Flavio Insinna, Vinicio Marchioni e Cosimo Rega, attore detenuto nel carcere di Rebibbia.  Assisteremo inoltre ad una vera e propria lectio magistralis di Paolo Poli intorno al tema della serata: l’attore, sollecitato dal conduttore Pino Strabioli, affronterà la lussuria attraverso digressioni biografiche, le poesie di Aldo Palazzeschi (nella prima puntata, quella che dà il titolo al programma: “E lasciatemi divertire”), riflessioni personali, rievocazioni di incontri memorabili (in questa puntata Anna Magnani), incursioni nella pittura, nella letteratura, nel cinema e nel teatro.
    Vera chicca sarà la lettura della novella di Boccaccio tratta dal “Decameron” Masetto di Lamporecchio, che Poli eseguirà accompagnato al pianoforte dal maestro Andrea Farri.
    Dopo aver sviscerato in tutti i suoi aspetti il peccato, Poli chiuderà la puntata con la vita di un santo, in questo caso San Luigi Gonzaga.

    In attesa dell’esordio di sabato nel nuovo programma, nella videogallery di Rai.tv potete rivedere una selezione di interviste a Paolo Poli,  alcuni spezzoni di culto tratti dalle Teche Rai ed ascoltare la lettura integrale in podcast dei romanzi “Le avventure di Pinocchio” (di Carlo Collodi) e “Sorelle Materassi” (di Aldo Palazzeschi) per il programma di Rai Radio3 “Ad alta voce”.

    – Vai allo speciale di Rai.tv >>

  • 23/2/2015 ore 11:36

    L’omaggio della Rai al Maestro Luca Ronconi

    Commenti 0

    Luca RonconiLa Rai rende omaggio al Maestro Luca Ronconi (Susa, 8 marzo 1933 – Milano, 21 febbraio 2015), attore e regista teatrale scomparso lo scorso sabato al Policlinico di Milano sulla soglia degli 82 anni.

    Uomo di teatro tra i più grandi del nostro tempo, sperimentatore, innovatore e grande direttore di attori, Direttore dello Stabile di Torino, del Teatro di Roma e del Piccolo di Milano, Ronconi si diploma al corso di recitazione dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica di Roma nel 1953. Attore per tanti grandi registi, tra i quali Luigi Squarzina, Vittorio Gassman e Michelangelo Antonioni, dieci anni dopo Ronconi inizia la sua carriera di regista, che lo vedrà arrivare alla fama internazionale nel 1969 con ”l’Orlando furioso” di Ariosto, nella versione di Edoardo Sanguineti, che il regista porterà poi prima al cinema con Massimo Foschi e Mariangela Melato (1974) e poi anche in televisione (1975). In più di mezzo secolo di carriera, dall’ ”Orestea” di Eschilo (1972) a ”La torre” di von Hofmannsthal (1978), da “Ignorabimus” di Holz (1986) a ”I giganti della montagna” (1994), da ”Infinities” (2002) a “Lehman Trilogy”, in scena in questi giorni al Piccolo Teatro, il regista ha scritto la storia del teatro italiano e non solo.

    Per celebrare il Maestro, la Radiotelevisione Italiana propone diversi appuntamenti in palinsesto in Tv e alla Radio:

    Lunedì 23 febbraio

    Rai Cultura trasmette su Rai5, RaiStoria e RaiScuola alcuni degli spettacoli più significativi di Ronconi e diversi documentari sul suo lavoro e sulla sua arte.
    Su Rai5, lunedì 23 a partire dalle 18.45, andrà in onda “I due gemelli allo specchio”, che racconta l’incontro tra il perfetto meccanismo teatrale della commedia “I due gemelli veneziani” di Carlo Goldoni e il genio di Ronconi, con interviste, backstage e immagini dello spettacolo, andato in scena nella stagione del Piccolo Teatro di Milano nel 2001.
    A seguire, alle 19:45, “MM Mariangela e Maisie”, dedicato allo spettacolo “Quel che sapeva Maisie” di Henry James, andato in scena al Piccolo Teatro di Milano nel 2002, con una straordinaria Mariangela Melato nei panni di una bambina sensibilissima, alle prese con il divorzio dei genitori, esponenti del démi-monde londinese.
    Alle 23.30 su RaiStoria va in onda “Luca Ronconi: ritratto dell’artista da grande”, un’intervista esclusiva di Franco Marcoaldi che, se nelle intenzioni doveva raccontare solo l’opera teatrale del Maestro, nei fatti si è allargata a molte altre riflessioni: al senso della vita, ai ricordi d’infanzia e di giovane studente solitario, al suo rapporto con i giovani e, in questi ultimi anni, a quello più delicato e doloroso con la malattia. Una chiacchierata tra amici che si è svolta nella casa di campagna di Ronconi, in Umbria: quasi un eremo tra gli alberi che il regista, come un perfetto agronomo, ha aiutato a crescere con i suoi cani e i suoi gatti. Un maestro, che anche senza volerlo, con ricordi e impressioni, tratteggia un’epoca e offre una chiave per comprendere l’oggi.

    Martedi 24 febbraio

    Su Rai5 alle 16.15 è in programma uno degli spettacoli più celebrati degli ultimi anni del regista: l’opera “Europa riconosciuta” di Antonio Salieri, su libretto del poeta aulico Mattia Verazi. Lo spettacolo ha inaugurato la stagione del Teatro alla Scala di Milano il 7 dicembre del 2004, con la direzione di Riccardo Muti.  Étoile del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala sono Alessandra Ferri e Roberto Bolle.
    A seguire, alle 18.30, il documentario “Cantiere candelaio”, che evidenzia la singolarità della sfida ronconiana nell’affrontare la scrittura particolarmente cruda della commedia cinquecentesco di Giordano Bruno “Candelaio”.
    Alle 19.40 invece, va in onda “Percorsi nell’infinito”, un documentario sullo spettacolo-evento “Infinities”, che Ronconi ha portato la scienza in teatro grazie al testo del matematico John D. Barrow sui paradossi dell’infinito matematico.
    Su RaiStoria, alle 23.30, va in onda “Luca Ronconi: appunti di lavoro. Ronconi alla prova” di Ariella Beddini. Del regista più intellettuale della scena italiana, i suoi attori, Orsini, Branciaroli, Popolizio, Pierobon e altri, parlano come di un suscitatore di emozioni. Ma in che modo ha fatto il suo lavoro Luca Ronconi? Come ha messo i suoi attori alla prova?

    Mercoledì 25 febbraio

    Rai5 propone alle 19.40 “Progetto Greci: Prometeo secondo Ronconi”, uno speciale sul primo spettacolo del progetto di Ronconi al Teatro greco di Siracusa, sul celebre testo di Eschilo, che narra la caduta degli dei e il mito di Prometeo.

    Giovedì 26 febbraio

    Alle 9.30, sempre su Rai5, è in programma lo spettacolo “La torre”, realizzato da Ronconi nel 1979 con le scene di Gae Aulenti, sul testo di Hugo von Hofmannsthal che riprende le vicende della “Vita è sogno” di Pedro Calderon de la Barca.
    Alle 19.30 va invece in onda lo speciale “Progetto Greci: Baccanti secondo Ronconi”, sul secondo spettacolo della trilogia messa in scena da Ronconi al Teatro greco di Siracusa.

    Venerdì 27 febbraio

    Alle 19.30, Rai5 propone l’ultimo speciale sulla trilogia di Ronconi realizzata al Teatro greco di Siracusa: “Progetto Greci: Le rane secondo Ronconi”, con backstage, immagini e interviste intorno alle “Rane” di Aristofane, testo fustigatore della politica per eccellenza.

    Sabato 28 febbraio

    La settimana di Rai5 si conclude sabato a mezzanotte con una puntata di “Prima della prima” dedicata all’ “Armida” di Gioachino Rossini, messa in scena da Ronconi al Rossini Opera Festival nell’agosto 2014, che restituisce le gesta eroiche della “Gerusalemme liberata” ambientando la vicenda tra pupi siciliani e clima fiabesco.
    RaiScuola invece, sabato 28  alle 10.00, propone lo Speciale Terza Pagina “I critici e i pubblici” nel quale Luca Ronconi e il decano dei critici italiani Franco Cordelli, intervistati da Paolo Di Stefano del “Corriere della Sera”, si confrontano sul ruolo della critica teatrale e sul suo apparente declino.

     

    Anche Radio3 rende omaggio a Ronconi, dedicando al regista scomparso una puntata del Teatro di Radio3, in onda lunedì 23 febbraio alle 22.45. Saranno ospiti del programma alcuni degli attori più vicini al Maestro, nei tanti spettacoli realizzati sotto la sua guida e che con lui ne hanno condiviso intenti e prospettive.
    Sarà quindi riproposto un bellissimo incontro registrato il 7 marzo 2013 in occasione degli 80 anni di Luca Ronconi, in cui il critico Gianfranco Capitta ripercorre con lui il suo lungo e meraviglioso percorso teatrale. Anche in quel caso, per festeggiare il Maestro, furono raccolte le testimonianze dei giovani attori di In cerca d’autore, lo spettacolo realizzato con i neodiplomati dell’Accademia Nazionale d’arte drammatica Silvio D’Amico e con i giovani allievi del Centro Teatrale Santa Cristina.
    L’omaggio di Radio3 è anche in podcast, sul sito www.radio3.rai.it
    Tutte le informazioni sulle iniziative di Rai Radio3 >>