Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 24/9/2013 ore 0:00

    Prix Italia 65^: l’archivio digitale

    Commenti 0

    museoradio336Oggi si inaugura l’Archivio digitale condiviso del Prix Italia. Dopo il lavoro di recupero dei programmi storici e di digitalizzazione dell’intero concorso, compiuto negli anni scorsi con Rai Teche a Torino, le emittenti che fanno parte del Prix Italia in tutto il mondo potranno consultare, senza scaricare, un patrimonio culturale straordinario. Questo progetto fortemente voluto e realizzato da Giovanna Milella sarà presentato al Museo della Radio nel corso del convegno internazionale intitolato “L’Albero delle idee”, cui è invitato il ministro per i Beni Artistici e culturali Massimo Bray.

    >>Segui la diretta dalle 15:30

    Intervengono:
    Giovanna Milella (Segretario Generale Prix Italia), Annika Nyberg Frankenhaeuser (Head of Media Dept, EBU), Mireille Maurice (Délégué Régional, INA Méditerranée), Barbara Scaramucci (Direttore Rai Teche), Jan Müller (Presidente FIAT-IFTA), Silvia Costa (Parlamentare Europeo), Rossana Rummo (Direttore Generale Archivi MIBAC).
    Modera Roberto Rossetto (Responsabile Documentazione e Tecnologia del Catalogo Multimediale, Rai Teche)

    In mattinata invece diretta dal Convegno internazionale “L’aura tecnologica: spiritualità in rete” in corso al Museo della Radio e della Televisione di Torino.  Quest’anno, per la prima volta nella storia del Prix Italia, ‘Signis – World Catholic Association for Communication’ è diventato event partner e ha organizzato il convegno-tavola rotonda. All’incontro intervengono Derrick de Kerckhove, docente dell’università Federico II di Napoli, Maria Pia Rossignaud, direttore di Media Duemila e Antonella Parigi, direttore di Torino Spiritualità.
    >>Segui la diretta dalle 11:00

  • 23/9/2013 ore 0:00

    Prix Italia 65^: Fiction nel mondo

    Commenti 0

    broen336Al Prix Italia oggi si svolge il Convegno internazionaleLe serie televisive in Europa e nel mondo“. Uno sguardo sulla scuola anglosassone/nordamericana e sul fenomeno emergente delle serie di produzione nord-europea vera fonte ispiratrice delle grandi case produttrici americane e non solo. Il segreto del loro successo è probabilmente l’importanza conferita alla scrittura: alla base delle vicende narrate ci sono romanzi di successo o sceneggiature originali di alto livello. Il thriller sembra essere il genere più congeniale, caratterizzato da storie contorte, personaggi complessi e problemi sociali. Il tutto immerso in un’atmosfera particolare che sembra aver conquistato l’intero pianeta.

    >> Segui la diretta dalle 09:30 su Raitv

    >> Il sito del Prix Italia

    Il programma:

    h. 09:30 Apertura dei lavori:
    Giovanna Milella (Segretario Generale Prix Italia)
    Peppino Ortoleva (Università di Torino, Coordinatore della Summer School sulla Televisione)
    Gaetano Stucchi (Consulente media e internet, già Direttore della Televisione EBU/UER)

    L’importanza crescente delle serie TV in europa e nel mondo
    Laure Bianchini (Mediamétrie)

    Antiche e nuove storie di successo
    un dialogo tra creatori e produttori di serie TV di culto, dagli Stati Uniti e dal Nord Europa:
    Veena Sud (“The Killing”, US version); Mikkel Bondesen (FUSE Entertainment, Los Angeles, USA); David Levine (VicePresident of Original Programming, HBO, Los Angeles); André Beraud (Radio Canada, Canada); Rumle Hammerich (già Head of Drama, DR, Danimarca); Christian Wikander (Head of Drama, SVT, Svezia)

    Notizie dal pianeta TV
    Lo sguardo europeo e internazionale sul mondo delle serie televisive
    Eleonora Andreatta (Direttore, Rai Fiction, Italia); Sophie Gigon (Directrice de la stratégie fiction, France Télévisions, Francia); Bernhard Gleim (Executive Producer, Fiction and Entertainment Direction, Film, Family and Series, ARD/NRD, Germania); Françoise Mayor (Unité Fiction, RTS, Svizzera); Lawrence Cochran (Head of TV Drama Development , BBC, Regno Unito);  Carlo Freccero (già Direttore Rai 2 e Rai 4, Italia); Antony Root (Executive Vice President, HBO Europe); Can Okan (President and CEO ITV, Inter Medya, Turchia); André Beraud (Radio Canada, Canada)

    h. 14.30: Seconda sessione

    Un caso esemplare: “The Bridge”
    le tre versioni di un successo: la serie originale, l’adattamento UK-Francia, la versione USA
    Lars Blomgren (Managing Director, Filmlance International, Executive Producer of “The Bridge”, Svezia); Hans Rosenfeldt (scriptwriter of “The Bridge”, Svezia); Ben Richards (scriptwriter of “The Tunnel”, UK); Elwood Reid (Scriptwriter “The Bridge” , USA)

    La prospettiva degli studiosi
    come e perché le serie TV sono così importanti:
    Antonio Santangelo e Giuseppe Tipaldo (Università di Torino)

  • 22/9/2013 ore 0:00

    Prix Italia 65^: Giornalismo e web

    Commenti 0

    rai_torino336A segnare la domenica del Prix Italia 65 il Convegno Internazionale Il giornalismo nell’era multimediale: costruire un nuovo rapporto di fiducia” a cura di EBU/UER. Partecipano Anna Maria Tarantola, presidente della Rai, Monica Maggioni direttore di Rai news 24 e Barbara Serra di Al Jazeera

    >> Segui la diretta dalle 10:40 su Rai.tv

    Molti gli aspetti toccati dalle tavole che si susseguiranno nella giornata, ecco il programma:

    h. 10.40
    Il futuro dei servizi pubblici in Europa:
    Ruurd Bierman (EBU Vision2020) e Daniel Psenny (Le Monde) intervistano Anna Maria Tarantola (Presidente della Rai), Rémy Pflimlin (Presidente Prix Italia, PDG France Télévisions), Jean-Paul Philippot (Presidente EBU/UER).

    h. 11.30: Prima sessione
    Gionalismo di qualità: è possibile? L’informazione di fronte alla crisi economica e alle richieste di un pubblico sempre più connesso alla rete nell’epoca della globalizzazione.

    Intevengono:
    Cilla Benkö (Direttore Generale Radio Svedese)23004555_monica-maggioni-alla-direzione-di-rainews24-cambia-la-linea-politica-della-rete-0
    Ferruccio de Bortoli (Direttore Corriere della Sera)
    Lucian Sarb (Director of News and Programmes, Euronews)
    Fran Unsworth (Vice Direttore BBC, News and Current Affairs)
    Modera: Mike Mullane (Eurovision Media Strategy)

    h. 15.00: Seconda sessione
    Eurovision news exchange – Europe’s newsroom
    Presentazione video: Justyna Kurczabinska (Eurovision News)

    h. 15.15: Terza sessione
    C’è ancora bisogno dei corrispondenti esteri? Internet, social media, e globalizzazione mettono in discussione I ruoli tradizionali.
    Intevengono:
    Solana Larsen (Managing Editor, Global Voices)
    Monica Maggioni (Direttore di Rai News e Televideo)
    Barbara Serra (conduttrice e corrispondente, Al Jazeera English)
    Cai Rienäcker (Deputy Editor-in-Chief, ARD-SWR)
    Modera: Giacomo Mazzone (Direttore Relazioni Instituzionali, EBU/UER)barbara

    h. 16.45
    Conclusioni di Rémy Pflimlin (Presidente Prix Italia, PDG France Télévisions)

    >> Il sito del Prix Italia 65

    >> Il calendario degli eventi

  • 19/9/2013 ore 17:31

    Prix Italia 65^ dal 21 settembre a Torino

    Commenti 2

    prix-italia-2013_mole336jpgConcerti, anteprime, rassegne sul grande schermo, convegni ed eventi con artisti e ospiti internazionali di primissimo piano per il 65^ Prix Italia, rassegna organizzata dalla Rai e che porta la firma di Giovanna Milella, segretario generale dal 2009 e al suo ultimo mandato.

    Rassegna in programma dal 21 al 26 settembre a Torino. Le opere in concorso sono trecento con una forte crescita del web. Grande novità è l’apertura al concorso anche dei programmi di broadcaster non membri del Prix Italia e di produttori indipendenti dell’area del Mediterrano associati alla Copeam i quali possono aderire al Premio Speciale “Nutrire il Pianeta, energia per la vita” promosso con Expo Milano 2015.377

    Sono quattro i nuovi broadcaster entrati nella comunità internazionale del Prix Italia: Discovery Italia, Sky Arte HD, HBO Europe,che partecipano al concorso televisivo, ed Euronews che invece partecipa al concorso web. Innumerevoli le linee tematiche caratterizzanti: di tipo sociale, inchieste, conflitti, ma anche valori universali quali l’amicizia, l’amore, la solidarietà. Il pubblico avrà la possibilità di vedere e ascoltare tutti i programmi in concorso nel 2013 ed anche quelli degli anni passati nell’apposita sezione on demand allestita nelle sale del centro Erasmo da Rotterdam dell’Università di Torino. Accanto si potranno vedere le novità tecnologiche della Direzione Strategie Tecnologiche e Centro Ricerche della Rai e di altri importanti centri di ricerca quali TILAB di Telecom e CSP – Innovazione nelle ICT.

    darioFo

    Numerosi ed importanti gli appuntamenti messi in calendario nella rassegna a iniziare dalla cerimonia di apertura del 21 settembre all’Auditorium Rai Toscanini, che vedrà protagonista l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Il concerto di Gala, condotto dal musicista e compositore Michele Dall’Ongaro, sarà diretto dal Maestro Juraj Valcuha, al violino Anna Tifu. Offerto in mondovisione ed euroradio andrà in onda in diretta su Rai5, Radio3, e in streaming su www.prixitalia.rai.it e su  www.osn.rai.it e su www.ebu.ch ed in differita su Rai3 e Rai Italia.

    >> Guarda il programma del Prix Italia 65^

    La premiazione, giovedì 26 settembre alle 16, avverrà nell’Aula Magna dello splendido settecentesco palazzo dell’Università degli Studi di Torino, vedrà la partecipazione del direttore generale dell’EBU/UER Ingrid Delterne e sarà introdotta dal Premio Nobel per la Letteratura Dario Fo che parlerà ai giovani e ai vincitori della 65ma edizione del Prix Italia.

    Tutti gli appuntamenti sono aperti al pubblico e gratuiti.

  • 21/9/2012 ore 1:00

    Prix Italia 2012: Le premiazioni

    Commenti 0

    Le giurie del 64° Prix Italia si sono riunite e hanno decretato i programmi da premiare di questa ricca edizione.

    Ecco i vincitori categoria per categoria:

    Nella categoria TV Performing art si sono asssegnati i seguenti premi: per la sezione Rappresentazioni artistiche all’opera di Wim Wenders “Pina” uno straordinario omaggio a questa grande artista che ha saputo rispettare e tradurre la forte emotività insita in ogni performance, della grande coreografa tedesca.
    >>Guarda la clip di “Pina” di Wenders

    Menzione speciale al programma sperimentale di LA7 “Quello Che (non) ho” Un format di tre ore dedicato all’esplorazione della parola – un media decisamente abusato in televisione – e del suo significato.

    Per la sezione  Documentari di musica e arte vince “Anton Corbijn inside out” dell’olandese Klaartje Quirijns capace di farci vedere e conoscere la vita quotidiana del celebre videomaker e regista che ha firmato innumerevoli videoclip di artisti quali U2 e Depeche Mode
    >>Guarda la clip del film “Anton Corbijn inside out”

    Due le sezioni della categoria Tv Drama (Fiction). Per FilmTv e miniserie vince “The last fine day” (ARD, Germania)  “Nonostante la tristezza dell’argomento, questo film mostra un punto di vista ottimista sulla rinascita dopo un lutto” nelle note della giuria.
    >>Guarda la clip di “The last fine day”

    Per la sezione Serie ad episodi e serial a puntate il premio è stato assegnato al polacco “The deep end” in cui si descrive la struggente solitudine di un musicista di strada con problemi di tossicodipendenza.
    >>Guarda la clip di “The deep end”

    Nella categoria Tv Documentary la giuria ha scelto per la sezione Documentari culturali e di interesse generale “He thinks he is the best” della regista svedese Maria Kuhlberg che ci porta con sé alla ricerca della propria famiglia travagliata, nel tentativo di rimarginare ferite di vecchia data.
    >>Guarda la clip di “He thinks he is the best”

    Per la sezione Documentari di attualità la scelta è ricaduta sullo svizzero “Special flight” produzione che ci pone di fronte alle forti emozioni ed alle tensioni di un gruppo di immigrati, detenuti in carcere nonostante non abbiano commesso alcun reato.
    “La giuria ha scelto all’unanimità questo documentario per l’ alta qualità della produzione e per aver illustrato temi controversi nell’ambito delle politiche europee sull’immigrazione. La cinepresa ci mostra la vita dei detenuti in modo tanto coinvolgente da rendere il pubblico partecipe delle loro sofferenze, quasi si trattasse di una fiction” così i giurati.

    >>Guarda la clip di “Special flight”

    Per il Web sono stati premiati due siti in due differenti sezioni. La prima è quella di miglior sito interattivo ed è stato assegnato al sito olandese “L’Olanda dall’alto” della NPO; nelle motivazioni si legge “flessibilità, navigazione intuitiva e perfetta declinazione sui social network concorrono a completare  un quadro assolutamente positivo, assieme all’alta definizione e alla velocità di caricamento dei video. Anche per queste ragioni la giuria ha unanimemente scelto di assegnare il primo premio della categoria “Sito interattivo legato ad un programma radiofonico o televisivo” a L’Olanda dall’alto”.
    >>Vai al sito L’Olanda vista dall’alto

    Per la sezione Nuovi contenuti e tecnologie per la televisione vince il francese “Barcode” (http://codebarre.tv) di ARTE France; “La giuria è stata colpita dall’alto livello di coerenza del progetto e dall’alto grado di coinvolgimento degli utenti che possono proporre nuovi oggetti. Anche per queste ragioni la giuria ha unanimemente scelto di assegnare il primo premio della categoria “Nuovi contenuti e tecnologie per la televisione multischermo” a Barcode” si legge nel comunicato della giuria.
    >>Vai al sito di Codebarre.tv

    Vincitore del Premio speciale alla miglior sezione multimediale di quotidiani, periodici e agenzie di stampa è “Il post”.
    La spiccata vocazione sociale del sito, data la sua rilevante presenza sui principali social network, in particolare Twitter, nonché la capacità di coinvolgere i lettori nel creare flussi informativi sono gli aspetti che hanno contribuito congiuntamente a costruire l’autorevolezza di una testata relativamente giovane sul panorama nazionale.
    >>Vai al sito de Il post.it

    Categoria Radio documentary i vincitori sono: per la sezione Documentario di migliore qualità globale “Ragione e sentimento” (NRK  – Norvegia). Intenso e significativo ritratto di un adulto affetto da ADHD e suo padre. Ciò che ha colpito i giurati è l’intima immagine di rabbia, frustrazione e strazio. Il ritmo è eccellente e l’impatto inquietante e provocatorio. Per la sezione Documentario di straordinaria originalità e/o innovazione nella forma e nel linguaggio documentaristico il premio è stato attribuito a “Notti senza filo: 1. Consegna notturna” (BBC – Regno Unito).
    “Programma di alta atmosfera. E’ quasi notte e, grazie a virtuosismi tecnici, l’ascoltatore “sente la notte”. Storie dal forte impatto e dall’impeccabile tono narrativo, ben costruite e legate fra loro” queste le motivazioni della giuria.

    Per i Radio Drama sezione Opera originale si aggiudica il premio “Auto goal” (ARTE RADIO – Francia). Tre episodi grintosi, non consecutivi, di una serie di brevi radio drama sul calcio, con uno sguardo rivolto alle pressioni subite dai giovani d’oggi, nella nostra società multiculturale. Sonorità realistiche.

    Per la sezione Adattamento radiofonico l’olandese “Mamma Tandoori” (NPO – Paesi Bassi). Colorata analisi di una storia autobiografica riguardante due culture – quella olandese e quella indiana. Narrazione dai toni pacati e storia commovente di una famiglia dei nostri giorni. Uso audace della musica. Genuino racconto di pregi e difetti dei familiari dell’autore. Protagonista dalla spiccata personalità.

    Radio music: sezione Composizione musicale “La notte allucinata” (SRF Radio France – Francia)
    La giuria ha giudicato il programma eccezionale dal punto di vista musicale, apprezzandone in particolare la qualità del suono. La produzione è risultata essere inoltre innovative, caratterizzata da musica e parole ben integrate, sempre nel rispetto del tipico stile francese.
    Menzione speciale a “Lettere dalla prigione” (NRK – Norvegia) per il suo forte messaggio espressivo.
    Sezione Programma sulla musica: nessuna ssegnazione. La giuria ha ritenuto che “alcuni criteri chiave (qualità, innovazione, creatività, originalità, eccellenza nella comunicazione) non siano stati rispettati. Nessun programma presentato in concorso è stato così ambizioso e rilevante da poter assegnarli un premio di tale prestigio”.

    Premi Speciali

    Premio Signis: il vincitore è “Nikcky’s family” (CTV-Ceska Televize)
    Sir Nicholas Winton durante la seconda guerra mondiale ha portato in salvo più di seicento bambini ebrei dal regime nazista. Ecco la sua storia.

    >>Guarda la clip di “Nicky’s family”

    Premio speciale Expo 2015 : il vincitore è “Fresh from the trash” (ARD/Germany-Allemagne)
    Una descrizione agghiacciante e viscerale sullo spreco del cibo e un’accusa rivolta ai supermercati e alle industrie agroalimentari.

    >>Guarda il clip di “Fresh from the trash”

    >>Vai al sito del Prix Italia 64

    >>Rivedi l’edizione dedicata al Prix Italia 64 della TRG Piemonte

    >>Guarda la photogallery del Prix Italia 64

    >>Riascolta gli interventi istituzionali al Prix Italia 64