Rai.tv

su Rai.Tv
  • su Rai.Tv
  • nei siti Rai

Rai.tv

Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • The Voice: rivivi la prima Battle

      blog_TVOI1blind2Due talenti. Stesso team. Stesso coach. Stessa canzone. E una sfida a colpi di musica, con la variabile dello Steal. Queste sono le Battle, seconda fase della terza edizione di The Voice of Italy

    • Una casa nel cuore, il 6 aprile su Rai1

      Cristiana-CapotondiCristiana Capotondi è Anna, la protagonista di una storia che pone l’accento su uno dei grandi problemi dei nostri tempi: l’emergenza abitativa. Un film tv diretto da Andrea Porporati, in onda lunedì 6 aprile in prima serata su Rai1

    • La Rai per la Giornata Mondiale dell’Autismo

      Giornata mondiale dell'Autismo - "Pulce non c'è"Il 2 aprile si celebra in tutto il mondo l’VIII Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull’Autismo. La Rai dedica ampi spazi all’argomento, in particolare con la trasmissione-evento “Ci siamo. Serata per l’autismo”, in onda dalle 21:10 su Rai3

    • Su Rai1: “Pietro Mennea. La Freccia del Sud”

      Mennea_04Le imprese leggendarie del velocista pugliese, un mito dell’atletica mondiale, in un ritratto epico che ne racconta la straordinarietà. Michele Riondino è Pietro Mennea nella miniserie, per la regia di Ricky Tognazzi, in onda domenica 29 e lunedì 30 marzo in prima serata su Rai1

    • “D-Day. Giorni decisivi”, dal 27 marzo su Rai3

      D-DayA 70 anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, Rai3 ricorda questo importante evento della storia del ‘900 con quattro puntate condotte dal giornalista Tommaso Cerno, in onda dal 27 marzo ogni venerdì alle 21:05

  • 1/4/2015 ore 14:33

    Una casa nel cuore, il 6 aprile su Rai1

    Commenti 0

    Cristiana-Capotondi

    Una storia dei nostri tempi. Una di quelle che raccontano la tragedia di chi all’improvviso perde tutto e, senza nessun sentore o preavviso, si vede sfumare affetti, sparire amici, soldi e soprattutto si ritrova senza un tetto sulla testa. È “Una casa nel cuore“, film tv diretto da Andrea Porporati con protagonista Cristiana Capotondi.

    In onda su Rai1  lunedì 6 aprile in prima serata.
    Guarda il promo>>

    Una produzione Rai Fiction – Red Film; prodotta da Mario Rossini per Red Film.

    Nel cast accanto a Cristiana Capotondi:  Giorgio Colangeli, Simone Montedoro , Michela Andreozzi, Aurora Giovinazzo, Nadia Kibout, Denis Campitelli , Chiara Gensini, Matteo Cremon, Marco Conidi, Fabio Brunetti, Ludovico Vitrano, Maria Rosaria Carli, Silvana De Santis, Ninetto Davoli.

    "Una casa nel cuore" - Cristiana Capotondi

    “Una casa nel cuore” – Cristiana Capotondi

    Guarda la fotogallery dei protagonisti>>

    Liberamente ispirato al romanzo “Condominio Occidentale” di Paola Musa, “Una casa nel cuore” racconta la storia di Anna, interpretata Cristiana Capotondi.
    « Una donna – racconta il regista – apparentemente fragile e rinchiusa in una vita piuttosto soffocante, ma tranquilla. Una mattina si sveglia e scopre che tutte le sue certezze sono svanite. Il marito, un po’ stalker, che l’ha pian piano costretta col ricatto dell’amore a un’esistenza di completa dipendenza da lui, è sparito. Ha dei debiti con degli usurai, la sua attività è fallita, ma soprattutto è fuggito senza una spiegazione per Anna e sua figlia Aurora. Lasciandole letteralmente in mezzo a una strada».

    "Una casa nel cuore" - Giorgio Colangeli

    “Una casa nel cuore” – Giorgio Colangeli

    Per madre e figlia si prospettano tempi davvero duri, ma insieme li affrontano a testa alta maturando una nuova consapevolezza che le porterà a riprendere in mano la loro vita.
    «Scoprono mondi – aggiunge Porporatiche non avrebbero mai immaginato di conoscere. Si avventurano per un’altra città, una Roma che rivela aspetti minacciosi e duri, ma anche sorprese di bellezza e umanità imprevedibili. E alla fine Anna sarà una donna diversa, più forte, più libera. E l’amore che la lega a sua figlia è cambiato, è diventato un legame più profondo per entrambe. Qualcosa per cui valga la pena di vivere».

    Guarda la fotogallery con gli scatti di scena >>

    "Una casa nel cuore! - Simone Montedoro

    “Una casa nel cuore! – Simone Montedoro

    Nel film si racconta un volto della capitale spesso dimenticato, quello ai margini, dove il fascino dei luoghi si mischia inevitabilmente alla disperazione e alla speranza di chi li vive come casa propria: «Dal punto di vista della regia, seguire il viaggio di Anna e Aurora nell’altra Roma mi ha permesso di filmare e mostrare quella parte di splendore che tutti i giorni abbiamo accanto, ma su cui raramente posiamo lo sguardo. Splendore che non è solo meraviglia dei luoghi, ma anche delle persone e degli incontri imprevisti che si fanno. Madre e figlia incontrano brutte e belle persone nella loro avventura. Ma saranno queste ultime a costituire una nuova famiglia per loro. Un piccolo gruppo di senza casa, che viene ospitato “provvisoriamente”

    "Una casa nel cuore" - foto di scena

    “Una casa nel cuore” – foto di scena

    come loro in una casa galleggiante sul fiume, in attesa di un alloggio popolare. Quell’intermezzo nelle loro vite, la casa sul fiume e i compagni che la abitano, diventerà un ricordo indelebile e caro. E’ qui che incontrano i nuovi amici che le aiuteranno a rifarsi un’esistenza»

    Primo tra tutti una specie di angelo custode, interpretato da un Ninetto Davoli, un uomo misterioso, che ha deciso di non parlare, solo lui sa perché, ma che si affeziona ad Anna ed Aurora e si prende cura di loro a suo modo, con poesia e leggerezza. E alla fine decide di rompere il suo silenzio per loro, anche se solo per dire tre parole, ma così importanti che non poteva tacerle.

    E poi c’è Augusto, interpretato da  Giorgio Colangeli, che è il capo del piccolo gruppo di “condomini” della casa sul fiume, preoccupato di difendere la loro normalità di esseri umani, di aiutarli a restare persone degne di questo nome.

    E accanto a loro un gruppo di personaggi, segnati dall’avventura che è capitata, ma solidali e disposti a mettere insieme i loro talenti cui hanno prestato volto e anima Chiara Gensini, Nadia Kibout, Marco Conidi, Matteo Cremon, Fabio Brunetti, Denis Campitelli.

    E poi Simone Montedoro, che interpreta Francesco, l’uomo che forse riuscirà a convincere Anna a dare una nuova chance ai sentimenti e all’amore. Infine Ludovico Vitrano, che ha saputo portare con pazienza i panni difficili del marito inadeguato, non all’altezza della donna che aveva a fianco e Michela Andreozzi che interpreta con sensibilità e delicatezza il ruolo di un’amica di Anna che deve fare una scelta difficile…

    Vai al sito di RaiFiction>>

    Vai allo Speciale “Interviste esclusive ai protagonisti delle fiction” >>

  • Mennea_04A due anni dalla scomparsa (21 marzo 2013), Rai celebra il grande velocista pugliese nella miniserie, “Pietro Mennea – La Freccia del Sud”, per la regia di Ricky Tognazzi, in onda domenica 29 e lunedì 30 marzo, in prima serata su Rai1.

    A dare volto e anima al mito dell’atletica leggera, Michele Riondino, uno degli interpreti più amati del piccolo e grande schermo, come Mennea uomo del Sud.

    Guarda l’intervista a Michele Riondino>>

     

     

    Una coproduzione Rai Fiction e Casanova Multimedia, prodotta da Luca Barbareschi, lui stesso protagonista nella miniserie nei panni del grande Carlo Vittori, uno dei migliori tecnici federali che l’Italia abbia mai avuto, l’allenatore che più di ogni altro fu vicino al campione.

    "Pietro Mennea. La freccia del sud" - Foto dal set

    “Pietro Mennea. La freccia del sud” – Foto dal set

    Nel cast, Elena Radonicich è la moglie Manuela, la donna della sua vita, mentre Gian Marco Tognazzi veste i panni di Masi, il funzionario FIDAL spesso in conflitto con l’atleta. E, ancora, Jerry Mastrodomenico (Lojacono), Nicola Rignanese (il padre, sarto, che non smise mai di credere nella genialità agonistica del figlio) e la partecipazione di Lunetta Savino, nel ruolo della paziente ma severa (e amatissima) madre del velocista.

    Intervista al regista e al cast. Guarda il Backstage>>

    "Pietro Mennea. La freccia del sud" - Foto dal set

    “Pietro Mennea. La freccia del sud” – Foto dal set

    La leggenda vuole che già nell’assolata Barletta degli anni Cinquanta, il piccolo Mennea si fosse guadagnato la fama sfidando in corsa i “macchinoni” dei ragazzi più ricchi: non c’erano Alfa Romeo o Ferrari che tenessero, Pietro in velocità le bruciava tutte. Inizia così la storia del più grande velocista della storia dell’atletica italiana, primatista mondiale dei 200 metri piani dal 1979 al 1996 con il tempo di 19”72, tutt’ora record europeo, e Medaglia d’oro alle Olimpiadi di Mosca del 1980.

    Gli scatti dal set. Guarda la fotogallery>>

    "Pietro Mennea. La freccia del sud" - Foto dal set

    “Pietro Mennea. La freccia del sud” – Foto dal set

    Un atleta, Mennea, che ha fatto dei valori e dei principi etici legati allo sport la sua bandiera. «Contro il nemico si combatte, con l’avversario si compete. E la competizione implica lealtà e rispetto»: questo l’insegnamento tratto da una gioventù vissuta all’aperto e da esperienze che forgiano una personalità solida. Ma quella della “Freccia del Sud” è soprattutto la storia di un atleta determinato e ostinatamente tenace che con impegno, sacrificio e forza di volontà, è riuscito a spingersi oltre i limiti fisici senza fermarsi mai nel suo percorso, nemmeno quando l’ostacolo sembrava intramontabile. Un uomo di talento, animato dalla spinta a vincere e a lanciarsi dopo ogni traguardo nella sfida successiva, considerando ognisuccesso, piccolo o grande, un semplice punto di partenza per una nuova avventura anziché un approdo. Un racconto vibrante e dal valore universale scritto per regalare emozioni e celebrare un campione divenuto uno dei miti dell’immaginario sportivo internazionale.

    "Pietro Mennea. La freccia del sud" - Foto dal set

    “Pietro Mennea. La freccia del sud” – Foto dal set

    Guarda in anteprima i primi minuti della miniserie>>

    Prima parte
    Olimpiadi di Mosca, 1980. Pietro Mennea è ai blocchi di partenza per la conquista della medaglia olimpica. In un attimo, tutta la sua vita gli scorre davanti. Barletta. Molti anni prima. Pietro va a scuola, aiuta il padre Salvatore, umile sarto e soprattutto corre già più veloce di tutti. È una corsa che esprime l’energia di vivere e la solarità meridionale tarpata in un carattere timido. Almeno finché non è notato dai dirigenti di una Polisportiva locale, la Avis Barletta. Qui il talento di Pietro trova finalmente una strada e la sua esplosività un metodo. È in occasione di una trasferta dell’Avis che Pietro vede correre e vincere alle Olimpiadi di Città del Messico ‘68 l’atleta nero Tommie Smith. Dallo schermo della tv lo vede alzare al cielo il suo pugno chiuso. Il destino di Pietro è segnato. E il giorno dopo, fatale coincidenza, Pietro corre sotto lo sguardo di Carlo Vittori, il miglior tecnico federale italiano. Pietro vince. E di lì a pochi giorni Vittori lo richiama per proporgli di allenarsi con lui a Formia nella Scuola Nazionale di Atletica “Bruno Zauli”, un centro di eccellenza dove si formano i futuri campioni. La madre Vincenzina si oppone alla decisione di Pietro di intraprendere un futuro incerto nello Sport e, in un diverbio acceso, scaglia contro il figlio un bicchiere che resiste all’urto ma si scheggia; Pietro le intima di conservarlo per brindarci quando le porterà una medaglia d’oro olimpica…

    Il racconto di Mosca 1980. Guarda il video>>

    Messico 1979: intervista originale. Guarda il video>>

     

  • 13/3/2015 ore 10:28

    “La dama velata”, dal 17 marzo su Rai1

    Commenti 6

    La Dama Velata Una donna che ritorna. Un amore da riconquistare. Un mistero da svelare. Un grande melodramma con venature mistery per la prima serata di Rai1.

    Una serie in sei puntate, per la regia di Carmine Elia, in onda da martedì 17 marzo.
    Miriam Leone è la dama con la veletta, protagonista di una fiction in costume, ambientata nel Trentino di fine Ottocento. Al suo fianco Lino Guanciale nel ruolo del marito Guido, uomo ricco e affascinante, pieno di segreti…

    Guarda l’intervista esclusiva a Miriam Leone >>

    Guarda l’intervista esclusiva a Lino Guanciale >>

    Guarda il promo >>

    Guarda la fotogallery con gli scatti di scena >>

    "La dama velata" - Clara (Miriam Leone) e Guido (Lino Guanciale)

    “La dama velata” – Clara (Miriam Leone) e Guido (Lino Guanciale)

    Un melodramma alle pendici delle Dolomiti. Ma anche un thriller in una città dell’impero Austro-Ungarico… Il viaggio di formazione e affermazione di una donna. Ma anche la storia di un uomo a cui la vita offre una seconda occasione…

    Questo, nelle parole degli autori, il senso de “La dama velata”, una storia ambientata alla fine dell’Ottocento, che unisce melò, mistery e racconto giallo in una nuova serie tv.
    Un grande affresco storico che racconta la trasformazione della famiglia da patriarcale a moderna.

    "La dama velata" - zia Adelaide (Lucrezia Lante Della Rovere)

    “La dama velata” – zia Adelaide (Lucrezia Lante Della Rovere)

    In una società in cui i matrimoni erano decisi secondo convenienza, il patrimonio destinato al figlio maschio primogenito, le mogli sempre e comunque subalterne ai mariti.

    Guarda la fotogallery dei protagonisti >>

    Ma chi è, e quale mistero nasconde la dama velata?

    E’ una donna separata da una parte di sé al momento della nascita, che il padre ha allontanato, che la famiglia ha costretto a un matrimonio combinato, e che qualcuno vuole, infine, cancellare.

    Ma Clara, così si chiama la protagonista di questa storia, non è morta affogata nelle acque dell’Adige, non si è suicidata come tutti credono.
    Tornerà, con il volto nascosto da una veletta nera, per far sì che i colpevoli abbiano ciò che meritano.

    "La dama velata" - foto di scena

    “La dama velata” – foto di scena

    Il ruolo di Clara Grandi Fossà, la “dama” intorno alla quale tutto ruota, è interpretata dall’ex miss Italia Miriam Leone, bellissima nei costumi d’epoca disegnati da Enrica BiscossiLino Guanciale è suo marito Guido, uomo ricco e affascinante, pieno di segreti, il cui passato ritorna minaccioso.

    Lucrezia Lante Della Rovere è la perfida zia Adelaide, artefice di infiniti intrighi per assicurare la cospicua eredità familiare al figlio Cornelio, cugino di Clara, un avvocato senza scrupoli interpretato da Andrea Bosca.

    Guarda l’intervista esclusiva ad Andrea Bosca >>

    Guarda l’intervista esclusiva a Lucrezia Lante Della Rovere >>

    Del cast italiano fanno parte, tra gli altri, Luciano VirgilioTeresa SaponangeloFrancesco SalviAnna MelatoIlaria Spada.

    "La dama velata" - Foto di scena

    “La dama velata” – foto di scena

    “La dama velata”, è una coproduzione Rai Fiction, LuxVide, Telecinco Cinema, in collaborazione con la Trentino Film Commission, prodotta da Matilde e Luca Bernabei. Alla regia Carmine Elia che ha realizzato la serie su un soggetto scritto da Lucia Zei, con la supervisione alle sceneggiature di Francesco Arlanch.

    Guarda in web streaming dal 17 marzo il martedì alle 21:15 >>

    LA TRAMA

    "La dama velata" - foto di scena

    “La dama velata” – foto di scena

    Fine Ottocento. Clara è una bambina aristocratica rifiutata dal padre e allevata da contadini. Diventata un’adolescente ribelle, la giovane donna è costretta dal padre a un matrimonio combinato con il conte Guido Fossà. Ma tra Clara e suo marito nasce inaspettatamente un amore, tanto profondo quanto fragile, che la contessa cerca di difendere dagli intrighi del cugino e della zia, decisi a distruggere il suo matrimonio e a impadronirsi della sua eredità. Anche Guido, però, nasconde dei misteri che potrebbero distruggerli entrambi. A poco a poco Clara precipita in una spirale di dubbi e incertezze che sfiora la follia. Non sa più di chi fidarsi, nemmeno dell’uomo che ama. Improvvisamente Clara scompare nelle acque dell’Adige, ma il suo corpo non viene trovato. Non si è suicidata come tutti credono: qualcuno ha cercato di ucciderla. Sotto mentite spoglie, con il volto nascosto da un velo nero, Clara torna in seno alla sua famiglia per scoprire la verità.

    Per riuscirci, la donna dovrà riconquistare l’amore di Guido, ma soprattutto, portare alla luce un oscuro segreto che risale al giorno della propria nascita…

    Vai al sito di RaiFiction>>

    Vai allo Speciale “Interviste esclusive ai protagonisti delle fiction” >>

     

  • Velvet2_00Con 13 nuovi episodi, più uno speciale, torna dall’11 marzo in prima serata su Rai1 Velvet, la serie spagnola record di ascolti ambientata in un grande magazzino di moda nella Madrid degli Anni Cinquanta.

    Guarda il promo>>

    Anni d’oro della Haute Couture, in un paradiso dello shopping, un emporio di lusso chiamato Galerias Velvet, palazzo Art Déco, posto magico nel quale si dispensa lusso e glamour. E’ lì che vivono la loro storia d’amore Ana (Paula Echevarrìa) e Alberto (Miguel Ángel Silvestre), lei umile sarta, lui ricco rampollo di famiglia, erede delle Gallerie Velvet.
    Vai al sito >>

    Velvet 2 Ana e Carlos

    “Velvet 2″ – Ana (Paula Echevarrìa) e Carlos (Peter Vives)

    La fiction che ci ha fatto sognare e commuovere con le sue passioni e i suoi intrighi offrirà nella seconda stagione grandissimi colpi di scena carichi di forti emozioni. Ovviamente Alberto ed Anna saranno i protagonisti principali di queste novità. I due giovani innamorati hanno dovuto rinunciare alla loro romantica relazione dapprima a causa del volere del padre di Alberto;  in seguito al suo tragico suicidio, il ragazzo ha dovuto far fronte ad una terribile crisi finanziaria che ha investito la Galleria Velvet, di cui era appena divenuto proprietario.
    Per salvare l’azienda di famiglia, Alberto è dovuto ricorrere a patti e sposare Cristina (Manuela Velasco), figlia di colui che gli ha prestato il denaro per rimettere in sesto la Galleria. L’ultima puntata di Velvet si è così conclusa con il matrimonio tra Alberto e Cristina, dal quale la giovane Ana fugge disperata, finendo tra le braccia di Carlos, un avvenente pilota…

    Guarda la fotogallery>>

    In questa seconda stagione a movimentare la Galleria oltre alla storia di Alberto e Anna, arrivano nuovi personaggi che complicheranno non poco la vita di tutti.

    "Velvet 2" - Dona Isabel (Angela Molina)

    “Velvet 2″ – Dona Isabel (Angela Molina)

    Tra questi Dona Isabel, interpretata Angela Molina, la vera  madre di Alberto. Sarà lei a svelare il mistero della lettera che Don Rafael ha scritto al figlio prima di morire. Carlos (Peter Vives), pilota d’aerei, in apparenza l’uomo perfetto, invece aiuterà Ana ad affrontare la vita con allegria, incoraggiandola a realizzare i suoi sogni sopiti. Tra i nuovi personaggi troviamo anche lo scaltro Jonas (Llorenç Gonzale), cugino di Pedro, solare e affascinante ragazzo di campagna sempre pronto a sedurre. E Sara (Juana Acosta), la scaltra e algida imprenditrice…

    Ma ad aspettarci ci sono anche le ambizioni di Patricia (Miriam Giovanelli)e la sua storia clandestina con Enrique (Diego Martin), la segreta passione tra Dona Blanca (Aitana Sánchez-Gijón) e Max (Maxi Iglesias), la movimentata relazione tra Clara (Marta Hazas) e Mateo (Javier Rey), le guerra tra Enrique (Diego Martin) e Alberto per il controllo dell’azienda, le losche insinuazioni di Barbara (Amaia Salamanca), la genialità di Raul (Asier Etxeandia), l’apparente ingenuità di Cristina, gli spassosi equivoci tra Rita (Cecilia Freire) e Pedro (Adrián Lastra)… insomma tutto il variegato mondo della casa di moda più importante di Madrid governata dal solido e saggio Don Emilio.

    UNA NUOVA VITA
    Primo Episodio  - Seconda stagione

    Velvet2_05

    “Velvet 2″ – Alberto (Miguel Ángel Silvestre) e Cristina (Manuela Velasco)

    Al rientro dal viaggio di nozze, Alberto apprende che Raul De la Riva è sparito e che Enrique è in trattativa con una compagnia aerea per la realizzazione delle nuove uniformi delle sue assistenti di volo. Cristina sorprende Mateo baciarsi con Clara e indignata chiede spiegazioni del suo comportamento disonesto ma Anna, con grande sorpresa di tutti, annuncia di averlo lasciato e di frequentarsi con un altro ragazzo. Intanto Donna Blanca è turbata dal corteggiamento di Max, Rita cede alle lusinghe di Adolfo, mentre Pedro è sul treno ansioso di raggiungere Madrid…

    Guarda l’anteprima del 1° episodio>>

    Segui in web streaming il mercoledì alle 21.15>>

  • 01Torna su Rai1 la Narcotici con “Sfida al cielo”, il secondo capitolo della fiction d’azione diretta da Michele Soavi.

    Sei serate di adrenalina pura per le nuove indagini della squadra di poliziotti impegnati a combattere il traffico di droga nella Capitale.
    Al via, con un doppio appuntamento, lunedì 23 e martedì 24 febbraio alle 21:15 su Rai1

    Guarda il promo>>

    Guarda l’intervista a Stefano Dionisi e Raffaella Rea>>

     

     

    "La Narcotici 2 - Stefano Dionisi e Raffaella Rea"

    “La Narcotici 2 – Stefano Dionisi e Raffaella Rea”

    A capo della sezione narcotici troviamo nella nuova serie Daria Lucente, interpretata da Raffaella Rea.
    Il vicequestore Daniele Piazza (Gedeon Burkhard) resta infatti coinvolto in un agguato e le redini del gruppo di poliziotti “specializzati” nella caccia ai trafficanti di droga vengono affidate alla grintosa poliziotta. “Le donne saranno la sorpresa del sequel. Raramente ho visto il copione di una fiction d’azione così attento a valorizzare l’universo femminile” dichiara l’attrice Raffaella Rea, al suo debutto come protagonista.

    Guarda la fotogallery >>

    Ritroveremo il boss Ivano Consanti detto ‘l’ottavo re di Roma’, interpretato da Stefano Dionisi, incarcerato durante la prima serie, ma sempre determinato a gestire il traffico di droga da dietro le sbarre. I rapporti tra gli antagonisti porteranno a sviluppi interessanti e sorprendenti.
    Il boss Ivano Consanti e la poliziotta Daria Lucente avranno infatti un interesse comune nella nuova stagione: fermare gli spacciatori della nuova droga che spopola tra gli adolescenti. Un patto per incastrare i criminali più spietati, interpretati dai nuovi arrivati Massimo Poggio e Thomas Trabacchi, che si muovono con dimestichezza nella buona società.

    "La Narcotici 2 - La suadra"

    “La Narcotici 2 – La suadra”

    Guarda tutti i contenuti extra>>

    Dopo quattro anni la guerra tra le bande criminali per ottenere il controllo della Capitale prosegue senza tregua. La malavita romana ha alzato il tiro.
    Stavolta i narcotrafficanti vogliono allargare il loro mercato facendo sempre più soldi sulla pelle dei ragazzini. Se nella prima serie il tema era la lotta tra le gang per il dominio sullo spaccio di droga a Roma, in questa nuova stagione i criminali sono ancora più inseriti nella buona società e non si riconoscono al primo sguardo.

    I “cattivi” stavolta sono personaggi eruditi e consapevoli, che rappresentano un alto livello di corruzione dell’apparato sociale.
    Il lavoro della squadra antidroga de La Narcotici sarà difficile. Non sarà assolutamente facile scovare i criminali e arrestarli, anche per questo il boss Ivano Consanti potrebbe giocare un ruolo chiave nelle indagini…

    Rivedi la prima serie “La Narcotici – Caccia al re”>>

    "La Narcotici 2 - Il regista Michele Soavi

    “La Narcotici 2 – Il regista Michele Soavi

    Fra i volti nuovi segnaliamo anche Eleonora Sergio, l’avversaria più pericolosa della compagine di poliziotti chiamata ad affrontare i criminali; Alessandro Sperduti, nel ruolo di un ragazzo problematico alle prese con il mondo della droga.
    Al debutto anche Manuele Labate (ovvero Alberto di “Un medico in famiglia”) che interpreta il fratello di Jacopo Troiani, nel cast anche della precedente produzione.
    Nel cast anche: Gedeon BurkhardLibero De RienzoAlina NedeleaSergio FrisciaLaura Glavan, Caterina Shulha.

    “Sfida al cielo – La Narcotici” è una coproduzione Rai Fiction – Good Time con la regia di Michele Soavi.

    Vai al sito de “La Narcotici – Sfida al cielo” >>

    Guarda in web streaming  lunedì 23 febbraio alle 21:15 >>