Rai.tv

su Rai.Tv
  • su Rai.Tv
  • nei siti Rai

Rai.tv

Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • connessione_blogNel nostro paese, ancora oggi, sono in molti a non conoscere esattamente il significato di parole come Internet, App, Gps, oppure eBook. Con “Complimenti per la connessione” la Rai lancia la sua sfida culturale al digital divide, che ha lasciato fino ad oggi un terzo degli italiani fuori dalla Rete e dai suoi benefici. La serie si presenta come il primo spin-off ufficiale della popolare serie Don Matteo, ma è anche il primo progetto di inclusione digitale all’interno di uno show di prima serata.

    Attraverso questa serie si vuole invogliare quella grande fetta di popolazione (il target over 55) che ha poca dimestichezza con il mondo del web a prendere familiarità con alcuni termini di base entrati ormai a far parte del nostro lessico quotidiano, pensiamo ad esempio a parole come Hashtag, Streaming, oppure On demand.

    – Guarda i Promo di “Complimenti per la connessione”>>

    Ti sei perso le puntate? Rivedi le lezioni >>

    Allo stesso tempo, lo scopo di questo progetto è “l’inclusione”, ossia incoraggiare tutti coloro che hanno ancora difficoltà a mettere le mani su un tablet, oppure su uno smartphone, (perché ritenuti strumenti troppo “complicati”), a trovare stimoli per utilizzare questi “device” e incominciare con operazioni semplici che gradualmente possono entrare a far parte della vita di tutti i giorni.

    Esattamente come accade, nella fiction, al Maresciallo Cecchini, ovvero Nino Frassica, che, come sempre, è in cerca della famosa promozione. Il Capitano Tommasi, interpretato da Simone Montedoro, ha deciso di dargliela a patto, però, che finalmente impari ad usare Internet. La caserma dei carabinieri di “Don Matteo”, un luogo familiare per i milioni di telespettatori che seguono da anni le vicende del prete-investigatore, si trasforma così, per pochi minuti al giorno, in un’aula magica che, attraverso un linguaggio fiabesco e ricco d’interventi visivi, vuole unire bambini e anziani davanti al televisore per imparare insieme il significato di alcune parole “difficili” legati al mondo digitale molto utili, però, nella vita di tutti i giorni.

    La serie si articolerà in 20 episodi in onda su Rai1 a partire da lunedì 11 luglio alle 20:30 subito dopo il TG1 (in replica il giorno seguente su Rai3 alle 10:00 e nuovamente su Rai1 alle 16:20). Tutte le puntate saranno disponibili on demand su Rai.tv e sul sito di “Don Matteo

    – Vai al sito di “Don Matteo”>>

  • "Boris Giuliano" - Adriano Giannini

    “Boris Giuliano” – Adriano Giannini

    In occasione della “Settimana della Legalità” arriva su Rai1 “Boris Giuliano“, la nuova fiction in due puntate ispirata alla vita del vice questore capo della  squadra Mobile di Palermo, Giorgio Boris Giuliano, medaglia d’oro al  valore civile, assassinato a Palermo dalla mafia il 21 luglio del  1979. In prima serata lunedì 23 e martedì 24 maggio su Rai1.

    Guarda il promo>>

    A vestire i panni dell’eroico poliziotto originario di Piazza  Armerina, sarà Adriano Giannini. Ettore Bassi, in  quella di un collega del protagonista. Nel ruolo della moglie e  troviamo Nicole Grimaudo. Bruno Contrada è interpretato da Antonio  Gerardi. Tony Sperandeo nel ruolo di Tano Badalamenti, Francesco Benigno interpreta Leoluca Bagarella. Alfonso Lo Bianco è invece  Totò Riina.
    Nel cast ci sono ancora Enrico Lo Verso, Nicola Rignanese, Francesco Montanari, Fabrizio Bracconeri,

    Adriano Giannini e Nicole Grimaudo in una foto di scena

    Adriano Giannini e Nicole Grimaudo in una foto di scena

    Manlio Dovì, Pietro Delle  Piane e Dino Giarrusso. La regia è di Ricky Tognazzi che ha  partecipato anche alla sceneggiatura. Produce la Oceans Production per  Rai Fiction.

    Guarda la fotogallery>>

    La miniserie racconta la lotta contro la mafia di Boris Giuliano, nato a Piazza Armerina nel 1930 e ucciso a Palermo nel 1979. Funzionario di polizia di straordinaria capacità, ha rinnovato negli anni Sessanta e Settanta il sistema di indagine della Mobile di Palermo e, attraverso inchieste di fondamentale importanza, ha ricostruito la struttura segreta e l’attività criminale di Cosa Nostra, elementi fondamentali per la successiva istruttoria di Falcone e Borsellino che ha portato al maxiprocesso del 1986.

    Guarda il backstage>>

  • 6/5/2016 ore 8:00

    Felicia Impastato, il 10 maggio su Rai1

    Commenti 0

    Felicia-Impastato_01E’ in arrivo su Rai1 il film tv di Giancarlo Albano dedicato a Felicia Impastato, la madre-coraggio di Cinisi che decise di ribellarsi ai dettami della cultura dell’omertà in seguito alla tragica perdita del figlio, Peppino Impastato, il giornalista ucciso dalla mafia nella notte tra l’8 e il 9 maggio del 1978. In prima serata martedì 10 maggio su Rai1.

    – Guarda l’intervista esclusiva alla protagonista Lunetta Savino >>

    – Guarda il promo e la fotogallery >>

    Ad interpretare mamma Felicia, sarà Lunetta Savino. Accanto a lei Carmelo Galati nei panni di Giovanni Impastato e Linda Caridi che interpreta Felicetta Vitale. La sceneggiatura è firmata da Monica Zapelli e Diego Da Silva con la consulenza di Giovanni Impastato.
    Una coproduzione Rai Fiction e “11 Marzo” di Matteo Levi.

    Lunetta Savino, Carmelo Galati e Linda Caridi - Foto di scena

    Lunetta Savino, Carmelo Galati e Linda Caridi – Foto di scena

    Il 9 maggio 1978 Peppino Impastato viene assassinato dalla mafia: è da allora che la madre Felicia decide di gridare al mondo i nomi e i cognomi di chi lo ha ucciso. E negli anni troverà qualcuno disposto ad ascoltarla: si chiama Rocco Chinnici. Il magistrato che riuscirà a ribaltare le conclusioni frettolose dei suoi colleghi sulla morte di Peppino. Ma il 29 luglio del 1983 lo fanno saltare in aria. Felicia ne piange la morte, ma non si arrenderà mai. 25 ottobre del 2000: la Sicilia, grazie al sacrificio di tanti, è cambiata: ventidue anni dopo la morte di Peppino, Felicia Bartolotta, primo teste nel processo a Tano Badalamenti, può dire in faccia al boss “tu hai ucciso mio figlio”.

    Liberamente ispirato ai fatti di cronaca, il film seguirà vita e battaglie di Felicia Impastato,al secolo Bartolotta, a partire dall’omicidio del figlio e fino al processo faticosamente ottenuto contro mandanti e sicari, lungo un arco di ventidue anni.
    E’ la storia di una madre che decide di fare quello che nessuna donna in Sicilia, fino a quel momento, ha fatto mai. Parlare, denunciare, gridare al mondo i nomi e i cognomi di chi ha ucciso suo figlio. Rincorrere lo Stato, che vorrebbe archiviare il delitto prima come atto terroristico, poi come suicidio per compiacere gli interessi dei mafiosi, e costringerlo a darle giustizia.

    Vai al sito di Rai Fiction>>

  • 2/5/2016 ore 14:46

    Due nuove storie su Ray

    Commenti 0

    0631_blogDue nuove storie sbarcano su Ray, il portale di Rai Fiction dedicato alle webserie e alle serie tv che guardano ai giovani: L’amore al tempo del precariato 063139

    Scopri tutte le storie di Ray>>

    L’amore al tempo del precariato, online con i primi due episodi a partire dalle 14:00 di martedì 3 maggio, racconta la storia dell’improbabile matrimonio tra Giulia, dottoranda e barista, e Michele, bamboccione che si barcamena tra un rinnovo contrattuale e l’altro. I due vivono un momento di passione dopo una giornata difficile e, inaspettatamente, si trovano a dover affrontare la gravidanza, i licenziamenti, le scadenze, una casa da condividere e tutte le mille altre peripezie che un giovane alla soglia dei trent’anni deve vivere per tirare a campare.

    L’amore al tempo del precariato è una webserie scritta da Michele Bertini MalgariniOlga Nerina LateanoEva Milella selezionata tra i progetti presentati alla Bottega delle Webserie organizzata da Rai Fiction e dal Premio Solinas. La regia è di Michele Bertini Malgarini

    Il tono è diverso, invece, per 063139 online da venerdì 6 maggio. 063139 è il numero che compariva in sovrimpressione per telefonare a una nota trasmissione Rai cult degli anni ‘80: “Pronto Raffaella” con Raffaella Carrà. Dietro questo numero si nasconde anche il mistero che vede coinvolti Simone, Piero, Luigi, Michela e Carla, un gruppo di amici che, mettendo in ordine delle vecchie VHS, si imbatte nella registrazione di una puntata del fortunato show della Carrà e, per scherzo, decide di telefonare al numero del celebre gioco delle lenticchie. Ma quella telefonata sarà l’inizio di un vortice di paura e terrore

    063139 è una webserie scritta da Daniele CartaCristian Liotine, Olimpia Sales e Vincenzo Sansone che si è aggiudicata il contest Rainventarai promosso da Rai Fiction che ha offerto a giovani registi e filmaker la possibilità di esprimere il loro talento attraverso l’uso di materiali messi a disposizione da Rai Teche

  • non-dirlo-al-mio-capo-lamcio-postDopo il grande successo di “Un’altra vita” Vanessa Incontrada torna protagonista della fiction Rai con “Non dirlo al mio capo, la storia di una mamma giovane e single pronta a fare qualsiasi cosa pur di rimettersi in pista.
    In prima serata su Rai1 da giovedì 28 Aprile per 6 puntate da 2 episodi ciascuna

    Guarda il promo>>

    L’intervista esclusiva a Vanessa Incontrada >>

    Lisa Marcelli, interpretata da Vanessa Incontrada, è una giovane mamma di due bambini, Mia e Giuseppe. Rimasta vedova da pochi mesi, è alla disperata ricerca di un lavoro che permetta alla sua famiglia di trovare la serenità perduta dopo la morte del marito. Ben presto si ritroverà a fare i conti con un mondo del lavoro ostile, in cui è costretta a nascondere la sua maternità per ottenere un posto come segretaria presso lo studio legale del giovane e affascinante Lino Guanciale nei panni dell’Avvocato Enrico Vinci.

    “Don Matteo, Non dirlo al mio capo!”. Guarda la clip>>

    I figli di Lisa. Guarda la clip>>

    La casa di Lisa. Guarda la clip>>

    La nostra protagonista Lisa si guarda allo specchio e si vede sdoppiata: da una parte attacca Lisa-single, dall’altra si difende Lisa-mamma. Due anime difficili da far convivere! Mamma sotto copertura di giorno e falsa single incallita di notte, riuscirà Lisa a mantenere il suo segreto e condurre la sua doppia vita senza dimenticare davvero chi è?

    Non dirlo al mio capo è una commedia brillante e divertente, popolata da una fauna di personaggi esilaranti e universali. Uomini e donne, giovani e anziani, professionisti in carriera e casalinghe indaffarate: le grandi contraddizioni di sempre, le persone che incontriamo nella vita di tutti i giorni, la personificazione di quella strada alternativa che non abbiamo percorso. I personaggi che incontreremo in questa serie sono lo specchio di ognuno di noi, la proiezione di quello che in fondo siamo tutti: esseri umani imperfetti, spesso sdoppiati e comunque sempre in evoluzione.

    Nel cast, diretto da Giulio Manfredonia, oltre a Incontrada e Guanciale sono presenti anche Chiara Francini (Perla), Andrea Bosca (Fabrizio), Giorgia Surina (Marta), Ludovica Coscione (Mia), Davide Pugliese (Giuseppe), Federico Rossi (Jacopo) e Giorgia Radulescu (Claudia).

    Scatti di scena. Guarda la fotogallery>>

    Il backstage>>

    Vai al sito di Rai Fiction>>