Rai.tv

su Rai.Tv
  • su Rai.Tv
  • nei siti Rai

Rai.tv

Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Su Rai2 “Zio Gianni”, la nuova serie dei The Pills

      zio-gianni-00Arriva su Rai2, da lunedì 22 dicembre, “Zio Gianni”, la nuova serie scritta dal gruppo creativo “The Pills”, con protagonista Paolo Calabresi. 25 appuntamenti, più due episodi speciali di Natale, in onda dal lunedì al venerdì alle 21:00

    • La Rai ricorda Virna Lisi: gli appuntamenti

      Virna LisiPer ricordare la grande attrice Virna Lisi, scomparsa stamattina a Roma all’età di 78 anni, la Rai trasmette da questa sera e nei prossimi giorni alcuni tra i lavori più significativi della sua lunga carriera

    • Il Natale di RaiYoYo!

      lostandfound-large336Tutti davanti al piccolo schermo, mamme e papà, insieme ai vostri piccoli, a divertirvi con la ricca programmazione di Natale!

    • “Il ragazzo invisibile” nelle sale dal 18 dicembre

      Il ragazzo invisibileL’attesissimo nuovo film di Gabriele Salvatores, “Il ragazzo invisibile”, primo fantasy italiano con protagonista un supereroe adolescente, arriverà nelle sale cinematografiche il prossimo 18 dicembre con 01 Distribution. Video e dettagli in anteprima

    • I Dieci Comandamenti secondo Benigni

      benigni_post02 Lunedì 15 e martedì 16 dicembre, Roberto Benigni sarà in prima serata su Rai1 con un nuovo spettacolo evento dedicato al decalogo che Dio dettò a Mosè sul Monte Sinai

  • zio-gianni-00Arriva su Rai2, da lunedì 22 dicembre, ”Zio Gianni“, una nuova serie, scanzonata e originale, che racconta l’incontro-scontro tra il cinquantenne Gianni Coletti e i suoi nuovi compagni di vita: tre allegri e spiantati studenti poco più che ventenni.

    Guarda il promo>>

    25 appuntamenti, più due episodi speciali di Natale, in onda dal lunedì al venerdì alle 21:00 su Rai2

    Scritta dal gruppo creativo “The Pills”, uno tra i più amati e seguiti sul web, formato da Luigi Di Capua, Luca Vecchi e Matteo Corradini, insieme agli sceneggiatori Luca Ravenna, Matteo Rovere e a Sydney Sibilia e Daniele Grassetti che firmano anche la regia. Con Paolo CalabresiCristel CheccaLuca Di Capua e Francesco Russo.

    La serie racconta, con un’ironia a tratti surreale, una storia molto vicina alla realtà di questi tempi. Al centro dell’intreccio, appunto, lo ‘Zio Gianni’, un cinquantenne che si ritrova senza lavoro e senza più moglie ed è costretto ad andare a convivere con tre ragazzi poco più che ventenni.

    zio-gianni-01

    Zio Gianni Zio Gianni – Paolo Calabresi, Cristel Checca, Luca Di Capua e Francesco Russo

    I “The Pills” presentano “Zio Gianni” >>

    Paolo Calabresi è “Zio Gianni” >>


    I coinquilini di “Zio Gianni” >>

    I registi di “Zio Gianni” >>

    In un mondo in continua evoluzione, chi si ferma è perduto. Il ragionier Gianni Coletti (Paolo Calabresi), classe 1964, più che fermarsi, ha proprio inchiodato
    di brutto. Ma prima o poi, la vita, ci regala sempre una seconda possibilità. Beh, forse nel suo caso, più che di seconda possibilità, parliamo di una valanga di sfighe che la metà basterebbero per lanciarsi a volo d’angelo dal ponte di Ariccia, ma questi sono dettagli. Nel bel mezzo della sua mediocre esistenza, ancorata a un mondo che ormai non esiste più, Gianni viene cacciato di casa dalla moglie e, come se non bastasse, perde anche il lavoro. Dopo l’estenuante ricerca di una nuova casa, il cinquantenne trova una sistemazione provvisoria in una stanza in subaffitto con tre studenti: Fulvio (Luca Di Capua), Chiara (Cristel Checca) e Rodolfo (Francesco Russo). La convivenza con questi tre “pischelli”, in quella casa caotica e fatiscente, “piena di cose ma dove non ci sono le cose”, si rivela per Gianni un’opportunità per mettersi in discussione, scrollarsi di dosso principi e certezze appartenenti ormai al secolo scorso ed imparare a fare i conti con questa valle di lacrime chiamata realtà. Una realtà fatta di precarietà, approssimazione, hipster, radical, urban, vintage, street, metal, il tutto condito da un bassissimo livello di attenzione… di che stavamo parlando? Ah sì, Gianni! Beh, definirlo un pesce fuor d’acqua sarebbe riduttivo. Per descrivere l’inadeguatezza di Zio Gianni in questo nuovo mondo, si dovrebbe immaginare un tonno che passeggia in un sentiero di montagna, con i mocassini, la tuta di flanella e una bottiglia di vodka lemon in una pinna.
    Ma, nonostante tutto, Zio Gianni, detto anche “Gianni lo sfigato”, affronta questa crisi con determinazione e, giorno dopo giorno, sconfitta dopo sconfitta, umiliazione dopo umiliazione, si rialza sempre e continua a crederci. Alla fine non ci riesce mai, ma anche questi sono dettagli, anzi, meglio così no?! Ma sì! Perché, in fondo, ti fa sentire bene svegliarti la mattina e sapere che c’è qualcuno che sta messo peggio di te! In questo caso molto peggio! Ma proprio male male…

    Guarda il backstage>>

    Guarda la conferenza stampa di presentazione>>

  • "Francesco" - Mateusz Kosciukiewicz in una foto di scena

    “Francesco” – Mateusz Kosciukiewicz in una foto di scena

    E’ attesa in prima serata su Rai1, lunedì 8 e martedì 9 dicembre, la miniserie evento che rilegge la figura di San Francesco in tutta la sua laica attualità.

    “Francesco”: Liliana Cavani e Mateusz Kosciukiewicz >>

    Vinicio Marchioni è Elia in “Francesco” >>

    Sara Serraiocco è Chiara in “Francesco” >>

    La firma Liliana Cavani, che si confronta per la terza volta, dopo il film Tv del 1966 (con Lou Castel) e il lungometraggio del 1989 (con Mickey Rourke), con l’intensa vicenda del Santo di Assisi interpretato questa volta dall’attore polacco Mateusz Kosciukiewicz  (nominato Shooting Star 2014 al Festival di Berlino).

    Nel cast internazionale ci saranno anche Sara Serraiocco nei panni di Chiara, mentre Giselda Vololdi sarà la madre del protagonista, Vinicio Marchioni sarà Elia, amico di Francesco, Benjamin Sadler sarà il Cardinale Ugolino e Ludwig Blochberger sarà Innocenzo III.

    "Francesco" - Vinicio-Marchioni (Elia), Mateusz-Kosciukiewicz(Francesco), Sara-Serraiocco (Chiara)

    “Francesco” – Vinicio Marchioni (Elia), Mateusz-Kosciukiewicz (Francesco), Sara Serraiocco (Chiara)

    Guarda la fotogallery dei protagonisti>>

    Guarda la fotogallery con gli scatti di scena>>

    La miniserie ripercorre i tre periodi fondamentali della vicenda umana di Francesco, in un arco narrativo unificato non solo dallo sviluppo del protagonista, ma anche dall’esperienza dei suoi due amici fraterni: Chiara (Sara Serraiocco) ed Elia (Vinicio Marchioni). La forza e la modernità di Chiara sono unanimemente riconosciute, mentre Elia, una delle figure chiave per la storia del movimento francescano, è tutta da scoprire e si presenta ricca di sfumature e con un percorso umano tortuoso e tormentato. Grazie anche alla loro fedeltà il futuro patrono d’Italia potrà divulgare il suo messaggio di fede, fondato su una nuova e rivoluzionaria interpretazione del Vangelo e ispirato a tre concetti cardine che oggi più che mai sono la base di una indispensabile riflessione per tutti: pace, condivisione, fratellanza e solidarietà.

    Guarda il promo >>

    Francesco, dopo aver provato in gioventù la strada della guerra e dell’avventura, viene chiamato da Dio ad assolvere un incarico inaspettato ma esaltante, fatto di prove difficili ma di una straordinaria bellezza umana. Le sue scelte iniziali spesso contraddittorie e confuse, lo mettono fin da subito in rotta di collisione con il padre, un ricco commerciante di stoffe e un “prestasoldi” che ha nei confronti del figlio progetti grandiosi che restano delusi. Francesco desidera un altro padre, quello di tutte le creature.

    "Francesco"- Foto di scena

    “Francesco” – Foto di scena

    Francesco, abbandonata traumaticamente la sua ricca famiglia, conduce una vita  di povertà guadagnandosi da vivere col lavoro delle proprie mani. Nel primo periodo viene considerato un eccentrico e un esaltato. Ma presto alcuni amici e altri giovani lo ammirano e cominciano a imitarlo, spogliandosi di ogni ricchezza, attratti  da quella nuova avventura di vita libera e lontana dalle convenzioni e dagli obblighi di una società rigida e di fatto fondata su egoismo e violenza.

    Il quel periodo è in corso la V crociata che vede il papato impegnato in una guerra devastante tra musulmani e cristiani per il possesso della Terra Santa. Francesco ci va per tentare un’azione di pace, che non trova comprensione presso i cristiani. Il suo incontro con il sultano Al Malik-Al Kamil è famoso. È un incontro leggendario tra due culture, due religioni diverse ma che si richiamano a un unico Dio. Francesco non chiede privilegi per i suoi fratelli né cerca di convertirlo: vuole soltanto condividere con lui l’esperienza della pace. L’incontro dà buoni frutti.

    Rientrato ad Assisi Francesco scopre che in sua assenza il movimento da lui creato sta cambiando pelle (anche per espresso desiderio della Chiesa), dotandosi di strutture e organizzazione interna ma perdendo così la vitalità e la bellezza dell’originaria spontaneità.Si pretende da

    "Francesco" - Foto di scena

    “Francesco” – Foto di scena

    Francesco una “regola” di comportamento e ci si oppone al vivere senza rendite. Viene chiesto a Francesco di scriverla, ma lui si ostina a rispondere che la “regola” esiste già ed è il Vangelo stesso. Il dibattito e lo strazio che ne segue è di una sconcertante attualità e fa di Francesco “ l’uomo nuovo” che è sempre stato.

    Guarda in web streaming lunedì e martedì alle 21:15 >>

    Vai allo Speciale “Interviste esclusive ai protagonisti delle fiction” >>

  • 28/11/2014 ore 9:11

    Su Rai1 Giorgio Ambrosoli, una storia vera

    Commenti 0
    Qualunque-cosa-succeda

    “Qualunque cosa succeda” – Pierfrancesco Favino è Giorgio Ambrosoli

    Una vicenda diventata un pezzo della Storia italiana: quella dell’avvocato Giorgio Ambrosoli e della sua ricerca di giustizia dopo il crack finanziario della Banca Privata Italiana di Michele Sindona. Un impegno civile e morale che gli costerà la vita.

    Una fiction in due puntate dirette da Alberto Negrin, con Pierfrancesco Favino.

    Lunedì 1 e martedì 2 dicembre in prima serata su Rai1.

    Guarda il promo >>

    A dare voce e volto a Giorgio Ambrosoli è Pierfrancesco Favino, la moglie Annalori è interpretata da Anita Caprioli. Nel cast, tra gli altri, Massimo Popolizio nel ruolo di Michele Sindona, Giovanni Esposito in quello di Andreotti, Andrea Gherpelli nel ruolo del maresciallo Silvio Novembre, braccio destro dell’avvocato. Il direttore generale Sarcinelli ha il volto di Ettore Belmondo, Adriano Chiaramida interpreta il governatore Baffi.

    Guarda l’intervista esclusiva a Pierfrancesco Favino >>

    Guarda l’intervista esclusiva ad Anita Caprioli >>

    Guarda l’intervista esclusiva al regista Alberto Negrin >>

    Anna Maria Tarantola, Presidente Rai: “Ambrosoli, messaggio positivo per i giovani di oggi” >>

    La fiction prende il titolo dalla lettera-testamento scritta dallo stesso Ambrosoli a sua moglie Anna nel 1975, quattro anni prima di morire quando, mentre lavorava per lo Stato, incaricato dalla Banca d’Italia di gestire la liquidazione della fallita Banca privata di Michele Sindona, sentiva di essere in pericolo di vita.

    “… È indubbio che pagherò a caro prezzo l’incarico: lo sapevo prima di accettarlo e quindi non mi lamento affatto perché per me è stata un’occasione unica di fare qualcosa per il Paese. [...] Qualunque cosa succeda, comunque, tu sai cosa devi fare e sono certo saprai fare benissimo. Dovrai tu allevare i ragazzi e crescerli nel rispetto di quei valori nei quali noi abbiamo creduto [... ]“.

    Andrea Gherpelli

    Foto di scena – Giorgio Ambrosoli (Pierfrancesco Favino) e Andrea Gherpelli

    Nella notte tra l’undici ed il dodici luglio del 1979 Giorgio Ambrosoli viene infatti ucciso da un killer della mafia italoamericana, assoldato da Michele Sindona, sotto casa sua. Prima di sparare, il killer chiede quasi perdono alla sua vittima: “Scusi, avvocato”. Qualche anno dopo anche Michele Sindona muore, ingerendo del veleno nel carcere dove è rinchiuso per l’omicidio di Giorgio Ambrosoli.

    Grazie ai durissimi cinque anni di lavoro dell’avvocato milanese ed al sostegno della Banca d’Italia, la Banca Privata Italiana è stata liquidata. I suoi debiti sono stati pagati ed i tanti piccoli risparmiatori che avevano visto sparire i loro risparmi nel crack sindoniano hanno avuto un risarcimento.

    Guarda la fotogallery con gli scatti di scena >>

    Guarda la fotogallery dei protagonisti >>

    Anita-Caprioli-e-Pierfrancesco-Favino

    Foto di scena – Giorgio Ambrosoli (Pierfrancesco Favino) e Annalori (Anita Caprioli)

    La fiction ripercorre quei cinque anni che vanno dalla nomina di Ambrosoli a commissario liquidatore della Banca Privata italiana travolta dal crack di Michele Sindona al suo omicidio. Si racconta la storia di un uomo, lasciato solo dalla politica e della istituzioni, che ha fatto fino in fondo il suo dovere, ricostruendo l’intreccio (ancora attuale) tra finanza, potere politico e mafia. La storia del duello tra l’oscuro e onesto avvocato e il celebre e criminale banchiere. Un duello durato cinque anni e vinto, anche se ad un prezzo gravissimo, da Ambrosoli. La testimonianza di un impegno civile condotto fino in fondo, un ritratto di un “civil servant” con un altissimo senso dello Stato, ma anche di un uomo affettuoso, un padre ed un marito gentile, che senza chiasso e senza enfasi ha tenuto la schiena diritta contro poteri enormi e occulti, facendo infine chiarezza su uno dei più grossi affari politico-bancari del secolo appena scorso. La storia di un italiano onesto.

    Le due puntate della serie sono basate sull’omonimo libro di Umberto Ambrosoli (Sironi Editore) il figlio dell’avvocato e sceneggiate da Andrea Porporati. Prodotto da Matteo Levi per 11 Marzo Film.

    Guarda in web streaming lunedì e martedì alle 21:15 >>

    Vai allo Speciale “Interviste esclusive ai protagonisti delle fiction” >>

  • "Il ritorno di Ulisse" - Foto di scena

    “Il ritorno di Ulisse” – Foto di scena (Alessio Boni)

    Arriva su Rai1 la nuova serie tv  “Il ritorno di Ulisse” con Alessio Boni nelle vesti del leggendario re di Itaca e Caterina Murino in quello di Penelope.

    Quattro puntate in onda dal 30 novembre, la domenica in prima serata su Rai1.

    Guarda il promo >>

    Guarda la fotogallery dei protagonisti >>

    Guarda la fotogallery con gli scatti di scena >>

    Quasi mezzo secolo dopo l’Odissea diretta da Franco Rosi, impressa nella memoria collettiva dei telespettatori per la qualità e il successo ottenuto, “Ulisse” torna in tv con una coproduzione internazionale affidata alla regia di Stéphane Giusti.

    Due stili e due epoche a confronto in cui talentuosi attori si scambiano il testimone: da Bekim Fehmiu ad Alessio Boni nel ruolo di Ulisse; da Irene Papas a Caterina Murino in quello di Penelope.

    “Il ritorno di Ulisse” – Ulisse (Alessio Boni), Penelope (Caterina Murino) e Telemaco (Niels Schneider)


    Alessio Boni presenta “Il ritorno di Ulisse” >>

    Caterina Murino è Penelope ne “Il ritorno di Ulisse”>>

    Insieme a loro, tra i tanti attori che compongono il nutrito cast: Niels Schneider (Telemaco), Karina Testa (Clea), Bruno Todeschini (Leocrate), Augustin Legrand (Antinoo) e Joseph Malerba (Mentore).

    “Il ritorno di Ulisse” è una lettura originale dell’epilogo dell’Odissea. La storia segue il ritorno dell’eroe omerico a Itaca e la tensione che scaturisce dopo la sua apparizione.

    Dieci anni dopo la fine della guerra di Troia, Ulisse (Alessio Boni), Re di Itaca, non ha fatto ancora ritorno alla sua isola. Sua moglie Penelope (Caterina Murino) e suo figlio Telemaco (Niels Schneider) sono i soli a crederlo ancora in vita, e si battono disperatamente tra intrighi e lotte intestine per mantenere l’ordine sull’isola, cercando di tenere lontani i pretendenti, sempre più violenti e minacciosi. Questi, desiderosi di impadronirsi dell’isola e del regno, cercano in tutti i modi di costringere Penelope a sposare uno di loro. Penelope resiste con forza e con astuzia, ritardando le nozze con la scusa di dover finire la tela che sta tessendo per Laerte (Carlo Brandt), il padre di Ulisse. Tela che disfa ogni notte per guadagnare tempo.

    "Il ritorno di Ulisse" - Foto di scena

    “Il ritorno di Ulisse” – Foto di scena

    Spera sempre nel ritorno di Ulisse e prega gli Dei di farle rivedere lo sposo a cui è rimasta fedele in tutti quegli anni. Ma anche quando Ulisse facesse ritorno a casa e riprendesse il trono di Itaca, come si confronterebbe con un figlio mai conosciuto? Quali sarebbero i suoi sentimenti verso una donna che non ha visto per così tanti anni? Sarebbe ancora in grado di governare l’isola con saggezza? Quanto le ferite della guerra e del viaggio avranno segnato la sua anima?

    Il suo ritorno, atteso con tanto amore e tanta speranza, si rivelerà molto difficile per Penelope e Telemaco, che dovranno confrontarsi con un uomo violento e sospettoso, incapace di comprendere i sentimenti del figlio che costringerà a sposare una donna che non ama. Un uomo ancora prigioniero nei ricordi del suo doloroso passato. Non è l’Ulisse che Penelope sperava di riabbracciare, ma un uomo che dubita di lei, degli amici, del figlio. Ma pur sempre un eroe che nel momento decisivo saprà combattere con coraggio per salvare il suo regno.

    Stephane Giusti rivisita l’Odissea con gli occhi moderni di un uomo che non considera la guerra un luogo in cui avvengono imprese eroiche, ma solo una fonte di orrori. Non è più un eroe classico ma un uomo moderno, per il quale la guerra e gli orrori che essa rappresenta non sono una parentesi epica, ma si porta dietro dei ricordi con cui fare i conti anche nella vita civile.

    Foto di scena - Penelope (Caterina Murino)

    “Il ritorno di Ulisse” – Penelope (Caterina Murino)

    “Il ritorno di Ulisse”è il frutto di un’importante collaborazione a livello europeo di diverse case di produzione, tra cui spicca il coinvolgimento di ARTE France, il canale culturale franco-tedesco, insieme a  Raifiction, RTP, TV5, Monde.

     

    Guarda in web streaming da domenica 30 novembre alle 21:30 >>

    Rivedi le puntate on demand >>

  • 21/11/2014 ore 15:04

    #QNA70: Partecipa all’evento Social Live!

    Commenti 0

    Questo nostro amore evento cocial liveLunedì 24 novembre non perdere il grande evento Social Live di “Questo nostro amore 70“!
    Gli attori Neri Marcorè, Anna Valle, Nicola Rignanese, Dario Aita, Manuela Ventura, Dario Foschi, Diane Fleri, saranno in diretta streaming sul sito Questo nostro amore 70.

    Partecipare è facile, basta andare sul sito www.questonostroamore.rai.it, comparirà un second screen Live a cui potrai accedere con un semplice click!

    A partire dalle 21:00 e durante tutta la messa in onda della puntata potrai guardare, ascoltare, chattare e interagire in tempo reale con i protagonisti della serie!

    Nel corso dell’evento Social Live gli attori a turno e insieme ai social media chatteranno online in diretta con i follower, commenteranno le scene in onda, i tweet più carini e racconteranno aneddoti accaduti durante le riprese.

    Gli attori “entreranno” attraverso il second screen livenel salotto di casa di ognuno, come veri e propri ospiti inviati per vedere un film!

    Vai al promo dell’ evento Social Live >>

     

    Anticipazioni della 5^ puntata
    in onda lunedì 24 novembre alle 21:15

    In casa Costa-Ferraris e in casa Strano, nella stessa serata si organizzano due cene: per presentare a Luca la famiglia di Benedetta e per incontrare la ragazza che ha conquistato il figlio di Teresa. Salvatore, dimentico del suo passato di lotta contro i soprusi dei padroni, impone il cottimo agli operai. Ma sarà Vittorio, realizzato un prototipo della nuova marmitta, a risolvere i problemi economici della Sider associando nella produzione una grossa ditta. Teresa aspetta un bambino e non sa quando dirlo a Salvatore il quale, quando scopre che il figlio Domenico è l’unico ragazzo in una scuola di danza, ne fa una tragedia. E ancora non sa quel che si sta preparando…

    Guarda l’anteprima della puntata in esclusiva web>>