Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • La Rai per la 59^ edizione del Festival dei 2Mondi di SpoletoDal 24 giugno al 10 luglio si terrà a Spoleto la 59^ edizione del Festival dei 2Mondi, con la direzione artistica di Giorgio Ferrara.
    17 giorni di grande spettacolo, con oltre 50 titoli e più di 150 aperture di sipario: opera, musica, danza, teatro, eventi speciali e mostre d’arte. La Rai rinnova l’accordo di mediapartnership, riservando alla manifestazione una specifica programmazione radiotelevisiva e web su RaiNews24, Rai Cultura RaiRadio3 con dirette, interviste, servizi e documentari.
    La Rai per il Festival dei 2Mondi di Spoleto 2016. Guarda lo spot >>

    Gli appuntamenti:


    RAI CULTURA

    In occasione del Festival, Rai Cultura vi offre la possibilità di seguire in diretta streaming all’indirizzo www.cultura.rai.it/live “Gli incontri di Paolo Mieli”, una rassegna di conversazioni condotte da una delle voci più influenti del giornalismo italiano, che vedrà tra gli ospiti Lilli Gruber, Cesare Cremonini, Edoardo Albinati e la neo direttrice di Rai2 Ilaria Dallatana. Sempre sul web, un’intervista a tutto tondo alla neuroscienziata Maryanne Wolf, cognitivista e studiosa della lettura. – Scopri il programma completo degli incontri >>

    Al Festival sarà inoltre dedicata da Rai Cultura una ricca programmazione televisiva su Rai5, con la messa in onda di dirette, spettacoli teatrali e documentari.
    Segnaliamo in particolare la diretta della serata inaugurale del 59° Festival dei 2Mondi di Spoleto, con l’opera lirica “Le nozze di Figaro” di W. A. Mozart, venerdì 24 giugno dalle 19:30. L’opera, composta fra l’ottobre del 1785 e l’aprile del 1786, è la prima delle tre opere scritte dal compositore salisburghese su libretto di Lorenzo da Ponte. Nel nuovo allestimento prodotto per Spoleto59, l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, fondata da Riccardo Muti, è condotta da James Conlon, con la regia di Giorgio Ferrara e le scene dei premi Oscar Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo. – Leggi i dettagli >>
    Il 10 luglio, in esclusiva su Rai5 in prima serata (alle 21:15), Rai Cultura “riavvolgerà” il nastro del Festival dei Due Mondi per ripercorrerne, in un documentario dal titolo “Appunti di regia”, i momenti salienti e conoscerne i protagonisti. Obiettivo, in particolare, sui registi italiani presenti a Spoleto, da Emma Dante a Mario Martone a Liliana Cavani.
    – La programmazione completa di Rai5 >>


    RAINEWS24

    Spoleto si aprirà quest’anno ancor di più al mondo contemporaneo e all’attualità. Rainews24 seguirà il festival per tutta la sua durata, dal 24 giugno al 10 luglio, con dirette e servizi per il canale ma anche con contenuti specifici e originali per il sito web rainews.it


    RADIO3

    Il progetto di Radio3 per Spoleto prevede uno spazio continuo di informazione e collegamento con gli eventi musicali e teatrali all’interno del programma serale “Radio3 Suite” e con il programma “Fahrenheit”, che si occuperà del ciclo di Lezioni Magistrali, di Prediche e di Incontri. Nel secondo week end di luglio, nell’imminenza della chiusura del Festival, due collegamenti speciali sono previsti nel corso del programma “Pantagruel” con interviste agli organizzatori e ai protagonisti degli eventi, anticipazioni e, dove disponibili, la trasmissione di frammenti degli spettacoli. E’ inoltre prevista la ripresa e trasmissione (diretta o differita) dello spettacolo di apertura “Le Nozze di Figaro” e del concerto di chiusura.
    Dal 4 all’8 luglio il programma “Suona l’una” (in onda in estate, dal lunedì al venerdì, dalle 13:00 alle 13:45) sarà dedicato a rievocare con il maestro Roberto De Simone (e i componenti della Nuova Compagnia di Canto Popolare) i quaranta anni della prima rappresentazione al Festival di Spoleto de “La Gatta Cenerentola” e la sua straordinaria fortuna internazionale. Il progetto prevede di presentare altre memorie/ricostruzioni degli spettacoli epocali offerti negli anni scorsi dal Festival dei Due Mondi.

  • 16/6/2016 ore 10:22

    La nuova stagione dell’Orchestra Rai

    Commenti 0

    conlonOSN336Ventiquattro concerti all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, da ottobre a maggio, Rai Cultura li proporrà con una programmazione dedicata, in diretta su Rai5, mentre tutti saranno trasmessi – sempre in diretta – su Radio3, oltre che nel circuito Euroradio, in Eurovisione e in live streaming sul sito www.osn.rai.it.

    Presentato così dal Direttore dice il Direttore Generale della Rai, Antonio Campo Dall’Orto: “La musica si fa cultura, per tutti, nel segno della grande qualità dell’offerta, e della nostra missione di Servizio Pubblico. Lo dimostra la nuova stagione dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai nel segno di grandi firme della musica classica a partire da quella del nuovo Direttore Principale, il Maestro James Conlon, Rai.tv saluta il nuovo direttore con un concerto eseguito all’Auditorium Parco della Musica di Roma dall’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia accompagnata da un pianista d’eccezione: Stefano Bollani. Musiche di Schulhoff (Jazz Suite) e Gershwin (Rhapsody in Blue)

    >> Rivedi il concerto diretto da James Conlon su Rai.tv

    L’inaugurazione, giovedì 20 e venerdì 21 ottobre 2016, affidata al nuovo Direttore, affianca due celebri “quinte sinfonie” composte a poco meno di un secolo di distanza: la Sinfonia n. 5 in si bemolle maggiore D 485 di Franz Schubert, del 1816, e la Sinfonia n. 5 in do diesis minore di Gustav Mahler, composta tra il 1901 e il 1902.

    >> Tutti i dettagli e le date dell’Orchestra Sinfonica della Rai

    “La musica classica dell’Orchestra Sinfonica Nazionale Rai – ha proseguito il Direttore Generale – sarà sempre più protagonista in tv, alla radio, sul web, ma anche in Italia e nel mondo con importanti tournée, come quella in Cina. È la dimostrazione della qualità e del prestigio riconosciuti all’Orchestra, ambasciatrice ideale della nuova Rai e della sua attenzione verso tutti i linguaggi e verso una cultura davvero universale”.

    Oltre a Conlon, sul podio si alterneranno altri grandi direttori di fama internazionale. Graditissimo è il ritorno di Kirill Petrenko, recentemente nominato a capo dei Berliner Philharmoniker, anche Juraj Val cuha, Direttore principale dell’Orchestra Rai dal 2009 al 2016, tornerà per due concerti dedicati al grande sinfonismo del Novecento.

  • Stanotte a Firenze - Foto di Barbara Ledda

    Stanotte a Firenze – Foto di Barbara Ledda

    Firenze, come non l’avete mai vista. Di notte, senza le folle dei turisti, avrete il privilegio di scoprire una delle città più visitate e ammirate del mondo, restando a tu per tu con i suoi capolavori. Un anno dopo “Stanotte al Museo Egizio di Torino Alberto Angela accompagna il pubblico di Rai1 in un nuovo, affascinante viaggio notturno nel suo programma Stanotte a Firenze” in onda giovedì 9 giugno in prima serata.

    Guarda il promo>>

    Guarda tutti i backstage >>

    Un programma girato per la prima volta in 4K HDR, una tecnologia che consente di mostrare allo spettatore le opere d’arte con un’altissima qualità di immagine. Inoltre: effetti speciali, mini-fiction, droni… tutto al servizio di una grande operazione culturale arricchita da ospiti d’eccezione come Andrea Bocelli, Giusi Buscemi, Giancarlo Giannini, Oliviero Toscani.

    Stanotte a Firenze - Making of

    Stanotte a Firenze – Making of

    Ad anticipare il programma il Making of “Stanotte a Firenze” in onda lunedì 6 giugno alle 23:55 su Rai1. Un lungo lavoro accurato, seguendo Alberto Angela, l’allestimento dei vari set, le fasi delle riprese, la preparazione degli ospiti, il lavoro di tutti i tecnici. Uffizi, Galleria dell’Accademia, Basilica di San Lorenzo, il Duomo, Piazza della Signoria, sono solo alcuni dei luoghi dove la squadra della RAI di Napoli ha affrontato la complessità delle riprese, muovendosi in punta di piedi nei templi della Bellezza.

    Guarda la fotogallery>>

    Davvero il Davide di Michelangelo, la Primavera di Botticelli e molti altri antichi capolavori prendono vita sotto gli occhi degli spettatori!
    Muovendosi in una Firenze notturna, e quindi ancora più suggestiva, Alberto Angela porta lo spettatore dentro gli Uffizi, gli fa scoprire monumenti famosi come la cupola del Brunelleschi, il campanile di Giotto, i capolavori del nostro Rinascimento, ma anche le tracce dei piccoli orfani cresciuti nello Spedale degli Innocenti, le antiche armi e le corazze, i sontuosi vestiti e i gioielli di corte. Ricorrendo perfino alle tecniche della polizia scientifica – quasi in un moderno CSI – Alberto Angela riuscirà a far rivivere la Firenze dei Medici in una luce nuova.

    Stando “dietro le quinte” si avrà la possibilità di vedere quanto lavoro e quale professionalità ci siano dietro questo tipo di lavorazione.
    Il making of, di Maria Francesca Marcelli e Cristina Scardovi, con il montaggio di Ivo Semeraro, racconterà anche gli imprevisti e le avventure occorse sui set durante l’utilizzo di droni, e farà conoscere gli aspetti più inediti di ogni figura professionale coinvolta.

    È insomma un diario puntuale e curioso di questa nuova avventura di Alberto Angela per Rai1, redatto da due filmakers della Rai, con una telecamera e un taccuino.

  • 2 giugno - Festa della Repubblica ItalianaIn occasione del 70° anniversario della Repubblica Italiana (2 giugno 1946 – 2 giugno 2016), la Rai dedica all’evento una settimana di programmazione sulle reti radiotelevisive e sul web.

    Tutte le Testate garantiranno alla ricorrenza un’ampia copertura informativa. In particolare, RaiNews24 aprirà delle finestre di approfondimento sugli eventi istituzionali previsti.

    – Guarda lo spot istituzionale >>


    Rai1

    Mercoledì 1 giugno
    Concerto per il 70° Anniversario della Festa della Repubblica (ore 18:00)
    Dalla Sala dei Corazzieri del Quirinale si celebrerà il 70° Anniversario della Festa della Repubblica con un concerto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, diretta dal Maestro James Conlon, con la partecipazione di solisti straordinari: Beatrice Rana al pianoforte; Salvatore Accardo al violino e Mario Brunello al violoncello. Saranno eseguite musiche di Giuseppe Verdi e di Ludwig Van Beethoven.
    Il concerto si terrà alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e delle più alte autorità istituzionali.

    Giovedì 2 giugno
    Festa della Repubblica – Rivista Militare (09:45 – 11:00)
    a cura di Rai1 – Tg1 in collaborazione con Rai Quirinale, la tradizionale Rivista Militare alla presenza del Capo dello Stato, dei rappresentanti del Parlamento e del Governo, del Corpo Diplomatico e delle massime Autorità civili, religiose e militari.

    Unomattina (ore 08:35) con ospite Paolo Mieli e l’Estate in Diretta (14:05) dedicheranno spazi di approfondimento alla ricorrenza

    “2 Giugno 1946, L’Italia è Repubblica!” (ore 15:40), prodotto da Rai Cultura
    Uno speciale che ripercorre il lungo sentiero della Repubblica dalla fine della II guerra mondiale al Referendum istituzionale del 2 giugno 1946, fino al 22 dicembre 1947, giorno in cui l’Assemblea Costituente approva la Costituzione repubblicana. Un racconto con la voce dei protagonisti di allora e il contributo degli storici Davide Grippa, Paolo Pombeni e Angelo Ventrone.

    La più bella del mondo (21:25)
    Programma ideato e condotto da Roberto Benigni, dedicato ai 12 principi fondamentali della Costituzione Italiana.
    Benigni ricorda brevemente gli eventi storici del XX secolo che hanno interessato l’Italia fino alla scelta referendaria della Repubblica e alla nascita della Costituzione. L’artista legge gli articoli della Carta costituzionale lodandone ed esaltandone la bellezza.

    Porta a Porta (23:25)
    La trasmissione dedicherà uno spazio alla ricorrenza, approfondendo in particolare il tema della partecipazione, il 2 giugno 1946, per la prima volta, delle donne al voto.

    Rai2

    Giovedì 2 giugno
    Tg2 Insieme (9:30) riserverà un ampio spazio di approfondimento all’Anniversario

    “DUEGIUGNO46: il giorno che divenne festa” (10:30), prodotto da Rai Cultura
    di Enrico Salvatori. Memorie, ricordi, celebrazioni della giornata fondativa della Repubblica Italiana, il 2 giugno 1946.

    Rai3

    Venerdì 27 maggio (21:05)
    La Grande Storia: ‘’2 giugno 1946: 70 anni dalla Repubblica’’ – Rivedi la puntata sul web >>

    Da lunedi 30 maggio a venerdi 3 giugno: Le ragazze del ’46 (20:10)
    Protagoniste le donne che, per la prima volta, votarono nel 1946, fungendo da pioniere per le generazioni che sarebbero seguite.

    Giovedi 2 giugno

    “Correva l’anno – 2 giugno 1946” (11:00)
    di Nietta La Scala.
    La puntata di “Correva l’anno” realizzata nel 2006 per l’anniversario dei 60 anni della Repubblica, ripercorre la lunga campagna elettorale della primavera del ’46 per il referendum fra Monarchia e Repubblica, sottolinea l’importanza delle donne per la prima volta al voto, immagini inedite dei festeggiamenti per la vittoria della Repubblica e la conseguente partenza dall’Italia di Umberto. Ripercorre l’elezione di Enrico De Nicola come Capo Provvisorio dello Stato, l’attività dell’Assemblea Costituente e l’entrata in vigore della Costituzione. Paolo Mieli chiuderà la puntata con un editoriale sulla ricorrenza.

    Volere votare (12:40), di Rai Cultura
    di Giovanni Paolo Fontana, regia di Fedora Sasso
    1946: le donne votano e vengono votate per la prima volta in Italia. A settant’anni dal ritorno delle votazioni amministrative e dal referendum Monarchia-Repubblica, ripercorriamo quei mesi, attraverso le testimonianze di donne che hanno vissuto in prima persona quel momento storico.

    Lezioni di Costituzione dall’Aula di Montecitorio (15:00-16:35)
    a cura di Rai Parlamento
    La cerimonia Lezioni di Costituzione si svolgerà alla presenza dei Presidenti della Camera, Laura Boldrini, e del Senato, Pietro Grasso. Saranno presenti In aula 240 studenti che hanno partecipato ad un concorso sulla Costituzione organizzato dal Senato della Repubblica in collaborazione con il Ministero dell’ Istruzione, dell’Università e della Ricerca, i giovani che hanno partecipato al Servizio Civile Nazionale e i rappresentanti del movimento Scout.

    Blob (20:00) e Fuori Orario (01:45)
    “1946/2016”: in occasione della ricorrenza del 2 giugno, le trasmissioni Blob e Fuori Orario realizzeranno due puntate speciali a cura di Paolo Luciani.
    Nei due appuntamenti saranno presenti diversi materiali di repertorio delle Teche Rai, tra cui:
    • ampi brani da una puntata speciale della trasmissione Linea Diretta 1985, curata da Enzo Biagi, che vide la partecipazione delle onorevoli Nilde Jotti (tra l’altro non solo elettrice nel primo voto alle donne del 1946 ma anche tra i 75 costituenti che lavorarono alla Costituzione repubblicana) e Tina Anselmi, giovanissima partigiana cattolica, prestigiosa figura della Democrazia Cristiana;
    • una serie di interviste a testimoni e protagonisti di quegli anni tratte della trasmissione La Storia siamo noi;
    • brani tratti da film di registi quali De Sica, Risi, Loy, Rossellini, dove l’evento storico del 2 giugno 1946 trova una particolare collocazione nella struttura narrativa.

    TGR

    Giovedì 2 giugno
    La TGR Toscana ha pianificato sulla ricorrenza un servizio sulla fondazione Giovanni Spadolini, un servizio di archivio sui membri toscani dell’Assemblea Costituente e sull’esito del referendum per la forma di Stato in regione e un servizio di cronaca sulle celebrazioni nella regione Toscana, con interviste ai rappresentanti delle istituzioni e della società civile.
    La TGR Veneto seguirà la manifestazione che si svolgerà in Piazza San Marco a Venezia, con intervista a due persone che hanno vissuto l’evento da giovanissimi e che poi si sono impegnate nelle istituzioni. Nei giorni precedenti e’ previsto un servizio in una scuola per capire cosa sanno i giovanissimi di questa Festa.
    La TGR Abruzzo seguirà le più significative cerimonie nei 4 capoluoghi di provincia.
    La TGR Friuli-Venezia Giulia dedicherà ampio spazio alla Festa, nella trasmissione del mattino Buongiorno Regione e in tutte le edizioni dei telegiornali e dei giornali radio con servizi e interviste.
    La TGR Piemonte realizzerà servizi radiofonici e televisivi specifici per dare notizia delle iniziative principali programmate a Torino e nel resto della Regione. Sarà anche ospite, negli studi del telegiornale regionale, lo storico, sociologo e politologo Marco Revelli per una riflessione sul significato attuale della ricorrenza.
    Le altre redazioni seguiranno l’evento con servizi e dirette, evidenziando le iniziative che si svolgeranno sul territorio.

    Rai Movie

    Giovedì 2 giugno
    I sette fratelli Cervi (14:00)
    Regia di Gianni Puccini con Gian Maria Volonté, Don Backy, Riccardo Cucciolla e Carla Gravina
    La storia dei sette fratelli Cervi, antifascisti e organizzatori della lotta partigiana sotto la guida del padre Alcide, catturati e fucilati dai tedeschi a Reggio Emilia il 28 dicembre 1943.

    Rai Storia

    Rai Storia dedica alla ricorrenza l’intero palinsesto della giornata del 2 giugno. Guarda il promo e scopri tutti gli appuntamenti in programma >>

    Questi i programmi previsti nella serata:

    Il Tempo e la Storia – Processo alla monarchia (20:50)
    con il prof. Giovanni De Luna
    Dal 1861, anno dell’unità d’Italia, fino alla nascita della repubblica nel 1946, i Savoia hanno guidato il paese. Per quasi un secolo sono stati protagonisti della nostra storia. Vittorio Emanuele II è entrato nell’immaginario collettivo come il re che ha fatto l’Italia. Dopo di lui sono arrivati altri tre sovrani: Umberto I, Vittorio Emanuele III e Umberto II. Il regno di quest’ultimo è durato un soffio, ma gli altri due hanno vissuto in primo piano circa settant’anni di storia nazionale: dal post risorgimento all’Italia liberale, dalla prima guerra Mondiale al fascismo, per finire con l’esperienza forse più dolorosa: la seconda guerra mondiale. Che ruolo hanno avuto in tutte queste vicende i Savoia? In un lungo viaggio nel tempo cercheremo di rispondere a questa e a molte altre domande, ripercorrendo quasi un secolo del nostro passato.

    Volere votare (21:30)
    di Giovanni Paolo Fontana, regia di Fedora Sasso
    1946: le donne votano e vengono votate per la prima volta in Italia. A settant’anni dal ritorno delle votazioni amministrative e dal referendum Monarchia-Repubblica, ripercorriamo quei mesi, attraverso le testimonianze di donne che hanno vissuto in prima persona quel momento storico.

    Eco della Storia – 70 anni dal 2 giugno (22:00)
    Eco della storia celebra i 70 anni della Repubblica con una puntata, condotta da Gianni Riotta, ospite il Professore Giovanni Sabbatucci.
    La fine della guerra, il re di maggio, il referendum, il re in esilio, la Repubblica, e poi la ricostruzione, gli anni del boom e le donne in politica. Un viaggio nella storia, per raccontare e approfondire.

    L’Italia della Repubblica p.8 – Un popolo di emigranti (23:00)
    di Marta La Licata
    Torino la bella città, si mangia si beve e bene si sta! La filastrocca recitata dai bambini pugliesi e calabresi alla fine degli anni ’50 dà la misura del potere di attrazione della città industriale per eccellenza. Il fenomeno delle migrazioni interne rappresenta, infatti, una delle conseguenze più rilevanti della crescita industriale. Dal 1951 al 1960 oltre due milioni di persone abbandonano il Mezzogiorno per trasferirsi nelle città del nord o all’estero. Si viaggia a bordo del treno del sole, il simbolo di quei viaggi che hanno unito il nord al sud dell’Italia…
    La puntata, introdotta da Paolo Mieli, si avvale inoltre del contributo degli storici Piero Bevilacqua ed Emilio Franzina, del demografo Antonio Golini e del giornalista e scrittore Goffredo Fofi.

    “DUEGIUGNO46: il giorno che divenne festa” (24:00)
    di Enrico Salvatori
    Memorie, ricordi, celebrazioni della giornata fondativa della Repubblica Italiana, il 2 giugno 1946.

    Rai5

    Giovedì 2 giugno
    In prima serata, alle 21:15, Concerto per il 70° Anniversario della Festa della Repubblica (replica della diretta di Rai1 del 1 giugno). Guarda il promo e leggi i dettagli >>

    Rai Cultura WEB e SOCIAL
    In occasione dell’Anniversario del 2 giugno 1946, Rai Storia ha realizzato un webdoc sulla Festa della Repubblica. con preziosi video dell’archivio Rai e altri contenuti esclusivi, per ripercorrere attraverso le nuove tecnologie la storica giornata del referendum istituzionale e dell’elezione dell’Assemblea Costituente. Il webdoc illustra anche i punti salienti del contesto storico di quegli anni che del 2 giugno 1946 costituirono le premesse e videro poi le conseguenze.

    Radio3
    Anche Rai Radio3 celebra e racconta, grazie al contributo di tutte le trasmissioni, il 70° compleanno della Repubblica italiana. Mercoledì 1 giugno un anticipo delle celebrazioni con la diretta del concerto dal Quirinale e subito dopo, alle 21:00, “La notte prima”, pièce teatrale di Marco Baliani, Lella Costa, Paolo Di Paolo con le Sorelle Marinetti, in diretta dall’ Auditorium Parco della Musica di Roma.  Il racconto della lunga notte del 1° giugno 1946 attraverso la voce di due personaggi indecisi sulla scelta referendaria. Un affittacamere a Roma, un salotto di Milano, una radio: le emozioni e le attese di un momento fatale. Scopri tutti gli appuntamenti di Radio3 >>

  • 19/5/2016 ore 16:08

    La Rai per la XXIV Giornata della Legalità

    Commenti 0

    Giornata della Legalità - Falcone e BorsellinoLunedì 23 maggio, a 24 anni di distanza dall’attentato di Capaci in cui nel 1992 trovarono  la morte il magistrato antimafia Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta Rocco Dicillo, Antonio Montinaro e Vito Schifani, un tragico evento che cambiò per sempre la storia del nostro paese, si celebrerà in tutta Italia la “Giornata della Legalità”.
    57 giorni dopo, il 19 luglio, la stessa sorte annunciata toccò in Via D’Amelio al giudice Paolo Borsellino e ai cinque agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.

    La Rai dedica come ogni anno una speciale programmazione alla ricorrenza, che partirà nel weekend e culminerà nella giornata di lunedì: fiction, inchieste, documentari, approfondimenti per rafforzare la nostra memoria e ribadire il rifiuto verso tutte le forme di criminalità organizzata, un tema purtroppo quanto mai attuale.

    “Gli uomini passano, le idee restano, restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini” (Giovanni Falcone)

    – Guarda la speciale videogallery di Rai.tv dedicata all’anniversario >>

    – Rivedi una selezione di fiction Rai dedicate al tema delle mafie >>


    Di seguito i principali appuntamenti in palinsesto
    :

    Tutte le Testate della Rai garantiranno ampia copertura informativa alla ricorrenza.
    In particolare, RaiNews24 aprirà numerose finestre in collegamento da Palermo e la TGR collaborerà alla realizzazione dello speciale Tg1-Rai1 “Palermo chiama Italia”, in onda lunedì 23 dalle 09:40 su Rai1, con contributi e collegamenti in diretta da diverse piazze italiane. Nei notiziari di tutta la TGR, ma in particolare nei TG e nei GR della Sicilia, sarà dato grande risalto all’Anniversario ed alle iniziative correlate, con servizi dedicati alle numerose iniziative previste a livello locale.

    Rai1
    Sabato 21 maggio
    Diario Civile – Boris Giuliano, un commissario a Palermo (ore 23:45)
    Documentario di Alessandro Chiappetta, regia di Agostino Pozzi
    Il ricordo del capo della squadra mobile di Palermo, ucciso il 21 luglio 1979 da Leoluca Bagarella. Giuliano fu tra i primi a capire le trasformazioni criminali di Palermo negli anni 70 e a cogliere i rapporti tra Cosa Nostra e la politica, il primo a indagare su Totò Riina, negli anni in cui prendeva il potere e preparava la mattanza che avrebbe insanguinato Palermo dal 1978 al 1983.

    Lunedì 23 maggio
    Uno Mattina, in onda dalle 6:30 fino alla diretta delle ore 09:40, si collegherà con Franco Di Mare dall’Aula Bunker di Palermo con vari ospiti, tra cui il Presidente del Senato Pietro Grasso.
    All’interno della trasmissione verrà promosso il film “Era d’estate” di Fiorella Infascelli con Beppe Fiorello, Massimo Popolizio e Valeria Solarino, prodotto da Rai Cinema. L’Asinara, 1985. In una notte come tante sbarcano sull’isola Giovanni Falcone e Paolo Borsellino con le proprie famiglie..

    Palermo chiama Italia (09:40-12:00)
    Diretta a cura del Tg1, in collaborazione con Uno Mattina, dall’Aula Bunker di Palermo. Saranno presenti la professoressa Maria Falcone, Presidente della Fondazione Giovanni e Francesca Falcone, Andrea Orlando, Ministro della Giustizia, Franco Roberti, Procuratore Nazionale Antimafia, Rosy Bindi, Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, Angelino Alfano, Ministro degli Interni, Pier Camillo Davigo, Presidente Associazione Nazionale Magistrati, e Stefania Giannini, Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca
    La TGR collaborerà alla realizzazione dello speciale con contributi e collegamenti in diretta da diverse piazze italiane.

    La Vita in Diretta (16:40–18:40) si collegherà con Palermo per le altre iniziative della Giornata con una diretta dall’albero della legalità, un’intervista al Presidente del Senato Pietro Grasso e ai familiari delle vittime.

    In prima serata, alle ore 21:20, sarà trasmessa la fiction “Boris Giuliano” (miniserie  in 2 puntate, previste il 23 e 24 maggio), dedicata al racconto della figura del capo della Squadra Mobile di Palermo, promotore di un’intensa e innovativa attività investigativa su Cosa Nostra che ne ha ordinato e completato l’esecuzione. La regia è di Ricky Tognazzi; nel cast, Adriano Giannini nel ruolo di protagonista, e tra gli altri, Nicole Grimaudo, Ettore Bassi, Tony Sperandeo. – Tutti i dettagli sulla fiction >>

    Petrolio (23:20): la puntata sarà dedicata alla Giornata e al tema della legalità
    Sottovoce (01:15): l’Anniversario sarà celebrato con un intervista a Franco Roberti, procuratore Antimafia.

    Rai2

    Lunedì 23 maggio
    “I Fatti Vostri” (11:00) ricorderà l’Anniversario durante lo spazio “Edicola”

    Martedi 24 maggio
    2Next (00:15) dedicherà un segmento del programma alla commemorazione del tragico evento

    Rai3

    Giovedi 19 maggio
    ‘’Geo’’ (18:10): in occasione della ricorrenza sarà trasmesso un documentario dal titolo ‘’Nei luoghi di Montalbano’’.

    Sabato 21 maggio
    Blob (20:00) darà risalto alla Giornata con un montaggio che ripercorre il dibattito televisivo intorno ai rapporti tra mafia e politica, culminato nella storica trasmissione “a quattro mani” di Santoro e Costanzo, una collaborazione tra Rai3 e Canale5, trasmessa poco prima della strage.

    Domenica 22 maggio
    Blob (20:00) ricorderà la strage, con una selezione e un montaggio di immagini (in parte inedite) che documentano gli istanti immediatamente successivi all’attentato, i primi soccorsi e le prime reazioni (le immagini provengono dalla Sede Regionale siciliana).

    Lunedì 23 maggio
    Agorà (08:00) dedicherà uno spazio di approfondimento alla Giornata e promuoverà il film “Era d’estate” di Fiorella Infascelli con Beppe Fiorello, Massimo Popolizio e Valeria Solarino, prodotto da Rai Cinema.
    Anche Mi manda Raitre (10:00) ricorderà l’Anniversario.

    Gli Archivi del ‘900: ‘’Falcone e Riina: caccia mortale’’ (ore 15:10)
    Il giudice coraggioso e il criminale mafioso. La storia di uno dei latitanti più ricercati d’Italia e di un magistrato che gli darà la caccia nonostante tutto.

    Blob (20:00): ulteriori immagini e testimonianze legate alla strage di Capaci

    Rai Movie

    Lunedì 23 maggio
    Il Giudice Ragazzino (ore 14:00)
    Un film di Alessandro di Robilant con Giulio Scarpati, Sabrina Ferilli, Leopoldo Trieste.
    Tratto da un romanzo di Nando Dalla Chiesa, narra le drammatiche vicende del giudice Rosario Livatino, impegnato nella lotta alla mafia nella zona di Agrigento, tra connivenze politiche e omertà.

    Rai Premium

    Lunedì 23 maggio
    Tv Movie: Giovanni Falcone, l’uomo che sfidò Cosa Nostra (ore 19:00)
    Regia di Andrea e Antonio Frazzi con Massimo Dapporto, Elena Sofia Ricci, Emilio Solfrizzi. Storia umana e civile di Giovanni Falcone. Questa fiction ricostruisce a partire dagli anni ’80 la vicenda del magistrato simbolo della lotta alla mafia. Sullo sfondo la criminalità organizzata, la sanguinosa lotta tra clan.

    Rai 5

    Lunedì 23 maggio
    Il giorno della civetta (ore 21:15)
    Spettacolo teatrale tratto dal celebre romanzo di Leonardo Sciascia, che racconta la storia dell’inchiesta condotta, a partire da un omicidio avvenuto in piccolo paese siciliano, da un capitano dei carabinieri appena arrivato sull’isola dalla lontana Parma, all’inizio degli anni ’60. – Tutti i dettagli >>

    Rai Storia

    Lunedi 23 maggio Rai Storia propone una giornata di approfondimento e ricordo, nella quale commemorare gli uomini che hanno dato la vita per la lotta alla criminalità organizzata e comprendere meglio questo fenomeno.
    La lista completa degli appuntamenti da seguire in Tv >>

    In prima serata andrà in onda “Diario Civile – CAPONNETTO” (21:30) di Simona Fasulo, regia di Leonardo Sicurello, con un’introduzione del Procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti. Un racconto inedito della figura di Antonino Caponnetto, l’uomo che, a capo dell’Ufficio Istruzione del Tribunale di Palermo, seppe raccogliere il testimone da Rocco Chinnici, assassinato nel 1983, e coordinare il pool del quale fecero parte anche Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

    Rai Storia ha inoltre realizzato uno speciale per il web raccogliendo alcuni video e articoli riguardanti l’argomento.
    – Vai allo speciale >>

    Rai Scuola

    Lunedi 23 maggio
    Le idee restano (20:45)
    Le ultime testimonianze di Falcone e Borsellino nelle indagini contro le infiltrazioni mafiose si intrecciano con il ricordo dei giorni dei due terribili attentati. I due giudici ci lasciano una fortissima eredità spirituale che consiste nella consapevolezza che, per combattere la mafia, serve l’impegno di tutti; un impegno civile che è un patrimonio comune, che va insegnato nelle scuole e che va vissuto dai giovani. Perché è sulle loro gambe che ancora camminano le idee di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

    Martedi 7 giugno
    Speciale Rai Scuola – “Le loro idee camminano sulle nostre gambe…” (19:00)
    In occasione dell’annuale appuntamento a Palermo, il 23 maggio, in ricordo della strage di Capaci e a commemorazione dei giudici Falcone e Borsellino, Rai Scuola seguirà la giornata raccontando l’esperienza degli studenti del Cine tv Rossellini, che documenteranno l’evento con video realizzati a Palermo e diffusi su un blog creato ad hoc per l’occasione.

    – Lo Spot Istituzionale Rai per celebrare la Giornata >>