Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 6/5/2016 ore 8:00

    Felicia Impastato, il 10 maggio su Rai1

    Commenti 0

    Felicia-Impastato_01E’ in arrivo su Rai1 il film tv di Giancarlo Albano dedicato a Felicia Impastato, la madre-coraggio di Cinisi che decise di ribellarsi ai dettami della cultura dell’omertà in seguito alla tragica perdita del figlio, Peppino Impastato, il giornalista ucciso dalla mafia nella notte tra l’8 e il 9 maggio del 1978. In prima serata martedì 10 maggio su Rai1.

    – Guarda l’intervista esclusiva alla protagonista Lunetta Savino >>

    – Guarda il promo e la fotogallery >>

    Ad interpretare mamma Felicia, sarà Lunetta Savino. Accanto a lei Carmelo Galati nei panni di Giovanni Impastato e Linda Caridi che interpreta Felicetta Vitale. La sceneggiatura è firmata da Monica Zapelli e Diego Da Silva con la consulenza di Giovanni Impastato.
    Una coproduzione Rai Fiction e “11 Marzo” di Matteo Levi.

    Lunetta Savino, Carmelo Galati e Linda Caridi - Foto di scena

    Lunetta Savino, Carmelo Galati e Linda Caridi – Foto di scena

    Il 9 maggio 1978 Peppino Impastato viene assassinato dalla mafia: è da allora che la madre Felicia decide di gridare al mondo i nomi e i cognomi di chi lo ha ucciso. E negli anni troverà qualcuno disposto ad ascoltarla: si chiama Rocco Chinnici. Il magistrato che riuscirà a ribaltare le conclusioni frettolose dei suoi colleghi sulla morte di Peppino. Ma il 29 luglio del 1983 lo fanno saltare in aria. Felicia ne piange la morte, ma non si arrenderà mai. 25 ottobre del 2000: la Sicilia, grazie al sacrificio di tanti, è cambiata: ventidue anni dopo la morte di Peppino, Felicia Bartolotta, primo teste nel processo a Tano Badalamenti, può dire in faccia al boss “tu hai ucciso mio figlio”.

    Liberamente ispirato ai fatti di cronaca, il film seguirà vita e battaglie di Felicia Impastato,al secolo Bartolotta, a partire dall’omicidio del figlio e fino al processo faticosamente ottenuto contro mandanti e sicari, lungo un arco di ventidue anni.
    E’ la storia di una madre che decide di fare quello che nessuna donna in Sicilia, fino a quel momento, ha fatto mai. Parlare, denunciare, gridare al mondo i nomi e i cognomi di chi ha ucciso suo figlio. Rincorrere lo Stato, che vorrebbe archiviare il delitto prima come atto terroristico, poi come suicidio per compiacere gli interessi dei mafiosi, e costringerlo a darle giustizia.

    Vai al sito di Rai Fiction>>

  • 5/5/2016 ore 15:09

    Rai ricorda i 40 anni del terremoto in Friuli

    Commenti 0

    friuli-336Quarant’anni fa, il 6 maggio 1976, un sisma del nono grado della scala Mercalli, con epicentro tra Gemona ed Artegna devasta un’area di circa 5500 chilometri quadrati tra le province di Udine e Pordenone: il bilancio è di 989 morti. Immediati gli interventi delle autorità e soprattutto della gente: già dopo due ore dall’evento partono le prime colonne di soccorsi e sono costituiti dei centri direzionali per la gestione delle attività. Di quella tragedia oggi si vuole testimoniare l’esempio di coraggio, di tenacia, di laboriosità e di dignità nell’aver saputo ricostruire paesi e intere comunità: il rinomato “Modello Friuli”.

    Ecco il programma completo della Rai:

    Rai Storia
    Venerdi 6 maggio
    Speciali Storia
    6 maggio 1976. Terremoto in Friuli  (ore 19:00)
    di Antonia Pillosio
    Il documentario – firmato da Antonia Pillosio –  è costruito sulla base di spunti inediti suggeriti in momenti diversi dal Commissario Straordinario Giuseppe Zamberletti, che ha condiviso con la comunità friulana quei  tragici momenti e ci aiuta a comprendere meglio  questo terremoto che ha segnato la storia moderna del Friuli. Mille morti, tra maggio e settembre del 1976, un arco di tempo durante il quale le scosse sono state centinaia, centomila i senzatetto, migliaia le case, le chiese, le aziende distrutte in un attimo. >> Guarda il promo

    Radio3
    Speciale Terremoto del Friuli >> Vai al sito

    Rai1
    Venerdi 6 maggio
    Venzone, Udine: 40^ Anniversario del terremoto del Friuli alla presenza del Presidente della Repubblica. Diretta a cura del Tg1 in collaborazione con Rai Quirinale (11:30-12:30)

    La Vita in diretta (ore 16:40)
    dedicherà un approfondimento all’anniversario, a cura  di Sergio Tocci

    Rai2
    Venerdi 6 maggio
    I Fatti Vostri (11:00)
    rievocherà la ricorrenza con uno spazio dedicato

    Tg2
    Giovedi 5 maggio
    Il Tg2 dedicherà all’anniversario l’approfondimento “Dentro La Notizia” del Tg delle 20:30 con un ampio reportage

    Rai3
    Giovedi 5 maggio
    Geo (16:40)
    ricorderà l’anniversario con uno spazio di approfondimento

    Venerdi 6 maggio
    Fuori Orario (01:50-06:00)
    dedicherà alla ricorrenza l’intera programmazione della notte a partire da materiali di repertorio rari tratti dalla Teche Rai e da archivi privati che verranno mostrati integralmente.
    Nel corso della notte, sarà trasmesso il film documentario di Mario Martone e Jacopo Quadri “Alfabeto italiano – la terra trema“, per raccontare l’Italia dei terremoti. Dalla disperazione al ritorno alla speranza.

    Sabato 7 maggio
    Blob (20:00)
    andrà in onda con una puntata speciale realizzata a partire da materiali di repertorio rari e in alcuni casi inediti.

    Tutte le Testate Rai daranno ampio risalto alla ricorrenza. In particolare, Rainews dedicherà spazi di approfondimento ad hoc, con affacci in diretta sulla visita del Presidente della Repubblica in Friuli

    Tgr
    La redazione di Trieste in lingua italiana sta trasmettendo una serie di servizi speciali nell’edizione del Telegiornale delle 19:35, dal 24 aprile al 5 maggio.

    Venerdi 6 maggio
    sarà dato ampio spazio, nelle edizioni del Tg, alla visita del presidente Mattarella a Gemona, Venzone e Udine, dove si terrà una seduta straordinaria del Consiglio regionale. Alla seduta straordinaria sarà dedicato uno spazio dalle ore 16:00 alle ore 17:00 su Rai3 bis, la rete dedicata alle minoranze linguistiche.

    Sabato 7 maggio
    Il Settimanale (12:25) andrà in onda integralmente da Gemona, la località simbolo della tragedia. Sempre da Gemona sarà trasmesso su Rai3 bis alle ore 21:00, in diretta dal Duomo, il concerto dell’Orchestra dell’Accademia di Berlino dedicato a tutti coloro che si prodigarono nell’opera di soccorso e di ricostruzione del Friuli.
    Oltre a questi appuntamenti, si parlerà ampiamente dell’anniversario in tutte le edizioni radiofoniche e televisive e in Buongiorno Regione (7:00) il 6 e 7 maggio e nei giorni precedenti la ricorrenza.
    La Redazione in lingua slovena predisporrà una serie di servizi commemorativi e di attualità nelle edizioni dei Telegiornali e dei Giornali Radio.

     

  • 29/4/2016 ore 14:00

    Il Primo Maggio sulle reti Rai

    Commenti 0

    1maggio_blogLa Rai conferma il suo impegno nel seguire le manifestazioni organizzate per la Festa dei Lavoratori e nel porre attenzione alle tematiche, sempre più cruciali, dell’occupazione – particolarmente di quella giovanile. Ecco, nel dettaglio, gli appuntamenti proposti

     

    Rai1

    La prima rete Rai dedica all’evento l’intera puntata di Uno Mattina in Famiglia, in onda dalle 06:30 alle 10:30. In seconda serata, invece, sarà Speciale Tg1 a cura della Testata Giornalistica del Tg1 ad occuparsi delle tematiche legate al mondo del lavoro

     

    Rai2

    Sul secondo canale, a cura del Tg2 e in collaborazione con Rai Quirinale, dalle 10:55 andrà in onda la diretta della Celebrazione della Festa del Lavoro con la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

     

    Rai3

    Come tradizione la terza rete dedicherà gran parte del suo palinsesto all’evento, cominciando dalle notti di venerdì 29 e sabato 30 dove Fuori Orario andrà in onda con due puntate speciali. Nella prima intitolata A morte, a singhiozzi, a fatica: la vita strappata saranno trasmessi Lo specchio rovesciato: storia di un’autogestione operaia e Le mani svelte. Giovani, donne, fabbrica, due produzioni Rai firmate da un cineasta importante come Gianni Amico; nella seconda saranno proposti, insieme al lavoro di Stefano SavonaIl Palazzo delle aquile  film e materiali di Anna Lajolo e Guido Lombardi.

    Domenica 1 maggio, a cura del Tg3 e a partire dalle 12:10, andrà in onda la diretta della manifestazione sindacale organizzata a Genova da CgilCislUil.

    Evento-clou della giornata resta però il “Concertone” di Piazza San Giovanni in LateranoRoma che Rai3 coprirà interamente dalle 15:00 alle 24:00 condotto da Luca Barbarossa e che vedrà, quest’anno, sul palco nomi del calibro di Skunk AnansieTiromancinoMarlene KuntzDuboiza KoletivNadaEnzo Avitabile e tanti altri. Il concerto sarà trasmesso in diretta streaming anche su www.primomaggio.rai.it

    La diretta radiofonica del concertone sarà trasmessa in esclusiva sulle frequenze di Radio 2 a partire dalle 17:00 fino a conclusione. Al microfono si alterneranno le voci più amate dagli ascoltatori

    I momenti salienti del concerto di Piazza San Giovanni saranno riproposti nella puntata di Blob in onda lunedì 2 maggio

     

    Rai Storia

    In occasione della Festa del Lavoro, Rai Storia dedica l’intera programmazione del 1° maggio al racconto dell’evoluzione del lavoro in Italia e nel mondo, alle celebrazioni di questa ricorrenza e a quanti hanno dedicato la loro vita alla difesa dei lavoratori. Nel ricco palinsesto proposto dal canale tematico spiccano due puntate de Il Tempo e la Storia, la prima intitolata Operai anni ’70 in onda alle 14:20 ci porta, con Andrea Sangiovanni, nel cuore degli anni ’70 tra fabbriche e cortei; la seconda, intitolata Le donne, il boom, il lavoro in onda dalle 20:50 racconterà con Silvia Salvatici l’evoluzione del lavoro femminile. La prima serata è invece dedicata al grande cinema col film I Compagni diretto da Mario Monicelli

  • 28/4/2016 ore 14:47

    Italian Internet Day sulle reti RAI

    Commenti 0
    Programmazione RAI

    Programmazione RAI

    Sono passati 30 anni da quando, il 30 aprile del 1986, è partito il segnale dal Centro universitario per il calcolo elettronico (CNUCE) di Pisa ed è arrivato alla stazione di Roaring Creek, in Pennsylvania. Per celebrare il trentennale dalla prima connessione, il Governo promuove l’Italian Internet Day, l’evento che il 29 e il 30 aprile vedrà svolgersi su tutto il territorio nazionale incontri e momenti di studio per approfondire le potenzialità e il ruolo di internet nella società e per lanciare i nuovi servizi digitali della pubblica amministrazione.
    La RAI seguirà l’evento con una programmazione speciale dedicata ai temi della rete, della digitalizzazione e del loro impatto sul presente ed il futuro delle nuove generazioni. Una programmazione trasversale sulle reti radiofoniche e sui canali RAI che avrà il momento clou venerdì 29 aprile con la diretta dellItalian Internet Day dal Cnr di Pisa.
    Segui la diretta streaming venerdì 29 aprile dalle 11:00>>

     

    RAI CULTURA

    Rai Cultura da sempre attore protagonista del contesto digitale, darà il proprio contributo all’iniziativa proponendo su Rai5 un documentario inedito di Riccardo Luna,“Login. Il giorno in cui l’Italia scoprì Internet”. E’ la storia della prima connessione, partita il 30 aprile del 1986 da un centro del Cnr a Pisa per arrivare a una stazione satellitare degli Stati Uniti, passando per le antenne del Fucino. Era un messaggio di quattro lettere e impiegò meno di un secondo per andare e tornare. Da quel momento nulla sarebbe più stato come prima.
    Per le scuole italiane verrà realizzata una versione ridotta (10 minuti invece di 52) che verrà messa a disposizione sul portale di Rai Scuola dal giorno precedente. Il MIUR segnalerà, in una circolare destinata a tutti gli Animatori Digitali delle 8mila scuole italiane, questa versione del Documentario come materiale da far vedere nelle classi la mattina del 29 aprile.

    WEB e SOCIAL

    Sui portali di Rai Cultura verrà realizzato uno speciale ad hoc che ripercorrerà i 30 anni della storia di internet in Italia: dal primo collegamento al CNUCE di Pisa (1986) ai primi provider italiani (1990), dalla prima pagina web (1991) al primo sito della Rai (1994), dai primi motori di ricerca (1995) all’esplosione di Google, e infine il racconto degli ultimi anni con il successo di YouTube, Facebook, WhatsApp e Netflix.
    In particolare, verrà ricordata la trasmissione Mediamente, primo programma della Rai per l’alfabetizzazione informatica ed anche il primo ad avere un sito internet. Inoltre, a partire dal 24 aprile verrà realizzata una campagna su tutti gli account dei social network di Rai Cultura (che ormai raggiungono oltre 1,1milioni di utenti) realizzata con clip informative, post grafici, timeline e il lancio della programmazione televisiva.

    RAI1

    Il palinsesto appositamente dedicato si apre venerdì 29 aprile con “Uno Mattina” (06:45-10:00) che ha riservato uno ampio spazio di approfondimento all’interno della rubrica di Umberto Broccoli. A seguire, “Storie Vere” (10:00) con ospiti e storie sul “come eravamo e sul come siamo con Internet”.
    Alle 11:00 il Tg1 seguirà la diretta dell’evento Italian Internet Day con focus sugli interventi del Presidente del Consiglio Matteo Renzi e del Direttore Generale Rai Antonio Campo Dall’Orto. Per l’occasione saranno presenti ricercatori e scienziati del momento storico della prima connessione ad Internet che collegò l’Italia alla Rete Arpanet. E con loro i protagonisti di oggi, delle nuove strade della Rete e dell’Internet del futuro.
    Nel pomeriggio “La Vita in Diretta(14:05), riserverà un approfondimento con due servizi, realizzati in una casa in cui quattro anziani, due uomini e due donne tra i 70 e gli 80 anni, racconteranno come è cambiata la loro vita con internet. In studio saranno presenti Stefano Zecchi e Candida Morvillo.
    Sabato 30 aprile, “Uno Mattina in Famiglia” (08:25) celebrerà l’anniversario dei 30 anni di Internet in Italia con  la rubrica Pronto Soccorso Digitale

    RAI2

    Rai2 darà ampio risalto all’ “Italian Internet Day” con numerose iniziative editoriali. Tra queste si segnala, in particolare, venerdì 29 aprile “Tg2 Insieme” (09:30). La rubrica sarà interamente dedicata all’evento con ospiti in studio Umberto Rapetto, esperto di Internet e Mario Morcellini, preside di Scienze della Comunicazione dell’Università’ La Sapienza; inoltre, è previsto un collegamento con il CNR di Pisa.  Si racconterà, attraverso dei servizi dedicati, come è cambiata la vita agli italiani, negli ultimi trenta anni, grazie ad Internet.

    RAI3

    Su Rai3 venerdì 29 aprile Agorà (8:00) aprirà una finestra, con un collegamento in diretta, con l’evento di Pisa. E’ prevista la partecipazione di Elio Catania presidente di Confindustria digitale. A seguire Mi manda Raitre  (10:00) si occuperà di e-commerce e acquisti on line, con un occhio attento alla prevenzione delle truffe telematiche, mentre Elisir (11:00) ricorderà l’”Italian Internet Day” nella fase del programma che interagisce con i social (“Elisir risponde”). Nel pomeriggio Geo (16:40) tratterà il fenomeno Internet e la ricorrenza dei 30 anni con il prof. Alfonso Molino di “Mondo Digitale”.

     

  • il-sistema_lancio-postSi intitola “Il Sistema”, la nuova serie tv ispirata alla cronaca e alle complesse indagini di un team della Guardia di Finanza determinato a sgominare “il sistema” malavitoso che controlla la Capitale.
    Sei prime serate per la regia di Carmine Elia,  in prima visione tv su Rai1 da lunedì 18 aprile.
    Con Claudio Gioè nei panni di Alessandro Luce, audace e determinato maggiore della Gdf e Gabriella Pession in quelli della fredda e affascinante contabile della malavita .

    Guarda il trailer>>

    Guarda la fotogallery con gli scatti di scena>>

    "Il sistema" - foto di scena

    “Il sistema” – foto di scena

    Partendo dall’indagine sulla morte del fratello – che all’apparenza sembra di facile soluzione – il maggiore Alessandro Luce (Claudio Gioè), protagonista della serie, scoprirà un intero sistema di criminalità organizzata che soffoca la città di Roma e si spinge oltreconfine.

    Quello che il Maggiore scoprirà durante la sua indagine andrà al di là di quanto si aspettava, ma soprattutto lo porterà a conoscere Daria (Gabriella Pession), la contabile della banda, una mente raffinata, capace di “lavare” il denaro sporco investendolo in fondi esteri e in imprese perfettamente legali. Alessandro finge con lei di essere quello che non è, finché una drammatica serie di avvenimenti non lo costringerà a gettare la maschera e a giocare con Daria a carte scoperte. Una storia d’amore che corre sull’orlo di un precipizio, in bilico tra la passione che li travolge e la ragione che invece li inchioda al proprio ruolo di antagonisti. Fino a un sorprendente finale.

    Nel cast – fra gli altri – anche Valeria Bilello, Lino Guanciale, Massimo Venturiello, Ninni Bruschetta, Massimo Bonetti.
    La serie è una coproduzione Rai Fiction – Italian International Film.

    Guarda il Backstage>>