Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 30/5/2016 ore 14:12

    Le iniziative Rai per la 70^ Festa della Repubblica

    Commenti 0

    2 giugno - Festa della Repubblica ItalianaIn occasione del 70° anniversario della Repubblica Italiana (2 giugno 1946 – 2 giugno 2016), la Rai dedica all’evento una settimana di programmazione sulle reti radiotelevisive e sul web.

    Tutte le Testate garantiranno alla ricorrenza un’ampia copertura informativa. In particolare, RaiNews24 aprirà delle finestre di approfondimento sugli eventi istituzionali previsti.

    – Guarda lo spot istituzionale >>


    Rai1

    Mercoledì 1 giugno
    Concerto per il 70° Anniversario della Festa della Repubblica (ore 18:00)
    Dalla Sala dei Corazzieri del Quirinale si celebrerà il 70° Anniversario della Festa della Repubblica con un concerto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, diretta dal Maestro James Conlon, con la partecipazione di solisti straordinari: Beatrice Rana al pianoforte; Salvatore Accardo al violino e Mario Brunello al violoncello. Saranno eseguite musiche di Giuseppe Verdi e di Ludwig Van Beethoven.
    Il concerto si terrà alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e delle più alte autorità istituzionali.

    Giovedì 2 giugno
    Festa della Repubblica – Rivista Militare (09:45 – 11:00)
    a cura di Rai1 – Tg1 in collaborazione con Rai Quirinale, la tradizionale Rivista Militare alla presenza del Capo dello Stato, dei rappresentanti del Parlamento e del Governo, del Corpo Diplomatico e delle massime Autorità civili, religiose e militari.

    Unomattina (ore 08:35) con ospite Paolo Mieli e l’Estate in Diretta (14:05) dedicheranno spazi di approfondimento alla ricorrenza

    “2 Giugno 1946, L’Italia è Repubblica!” (ore 15:40), prodotto da Rai Cultura
    Uno speciale che ripercorre il lungo sentiero della Repubblica dalla fine della II guerra mondiale al Referendum istituzionale del 2 giugno 1946, fino al 22 dicembre 1947, giorno in cui l’Assemblea Costituente approva la Costituzione repubblicana. Un racconto con la voce dei protagonisti di allora e il contributo degli storici Davide Grippa, Paolo Pombeni e Angelo Ventrone.

    La più bella del mondo (21:25)
    Programma ideato e condotto da Roberto Benigni, dedicato ai 12 principi fondamentali della Costituzione Italiana.
    Benigni ricorda brevemente gli eventi storici del XX secolo che hanno interessato l’Italia fino alla scelta referendaria della Repubblica e alla nascita della Costituzione. L’artista legge gli articoli della Carta costituzionale lodandone ed esaltandone la bellezza.

    Porta a Porta (23:25)
    La trasmissione dedicherà uno spazio alla ricorrenza, approfondendo in particolare il tema della partecipazione, il 2 giugno 1946, per la prima volta, delle donne al voto.

    Rai2

    Giovedì 2 giugno
    Tg2 Insieme (9:30) riserverà un ampio spazio di approfondimento all’Anniversario

    “DUEGIUGNO46: il giorno che divenne festa” (10:30), prodotto da Rai Cultura
    di Enrico Salvatori. Memorie, ricordi, celebrazioni della giornata fondativa della Repubblica Italiana, il 2 giugno 1946.

    Rai3

    Venerdì 27 maggio (21:05)
    La Grande Storia: ‘’2 giugno 1946: 70 anni dalla Repubblica’’ – Rivedi la puntata sul web >>

    Da lunedi 30 maggio a venerdi 3 giugno: Le ragazze del ’46 (20:10)
    Protagoniste le donne che, per la prima volta, votarono nel 1946, fungendo da pioniere per le generazioni che sarebbero seguite.

    Giovedi 2 giugno

    “Correva l’anno – 2 giugno 1946” (11:00)
    di Nietta La Scala.
    La puntata di “Correva l’anno” realizzata nel 2006 per l’anniversario dei 60 anni della Repubblica, ripercorre la lunga campagna elettorale della primavera del ’46 per il referendum fra Monarchia e Repubblica, sottolinea l’importanza delle donne per la prima volta al voto, immagini inedite dei festeggiamenti per la vittoria della Repubblica e la conseguente partenza dall’Italia di Umberto. Ripercorre l’elezione di Enrico De Nicola come Capo Provvisorio dello Stato, l’attività dell’Assemblea Costituente e l’entrata in vigore della Costituzione. Paolo Mieli chiuderà la puntata con un editoriale sulla ricorrenza.

    Volere votare (12:40), di Rai Cultura
    di Giovanni Paolo Fontana, regia di Fedora Sasso
    1946: le donne votano e vengono votate per la prima volta in Italia. A settant’anni dal ritorno delle votazioni amministrative e dal referendum Monarchia-Repubblica, ripercorriamo quei mesi, attraverso le testimonianze di donne che hanno vissuto in prima persona quel momento storico.

    Lezioni di Costituzione dall’Aula di Montecitorio (15:00-16:35)
    a cura di Rai Parlamento
    La cerimonia Lezioni di Costituzione si svolgerà alla presenza dei Presidenti della Camera, Laura Boldrini, e del Senato, Pietro Grasso. Saranno presenti In aula 240 studenti che hanno partecipato ad un concorso sulla Costituzione organizzato dal Senato della Repubblica in collaborazione con il Ministero dell’ Istruzione, dell’Università e della Ricerca, i giovani che hanno partecipato al Servizio Civile Nazionale e i rappresentanti del movimento Scout.

    Blob (20:00) e Fuori Orario (01:45)
    “1946/2016”: in occasione della ricorrenza del 2 giugno, le trasmissioni Blob e Fuori Orario realizzeranno due puntate speciali a cura di Paolo Luciani.
    Nei due appuntamenti saranno presenti diversi materiali di repertorio delle Teche Rai, tra cui:
    • ampi brani da una puntata speciale della trasmissione Linea Diretta 1985, curata da Enzo Biagi, che vide la partecipazione delle onorevoli Nilde Jotti (tra l’altro non solo elettrice nel primo voto alle donne del 1946 ma anche tra i 75 costituenti che lavorarono alla Costituzione repubblicana) e Tina Anselmi, giovanissima partigiana cattolica, prestigiosa figura della Democrazia Cristiana;
    • una serie di interviste a testimoni e protagonisti di quegli anni tratte della trasmissione La Storia siamo noi;
    • brani tratti da film di registi quali De Sica, Risi, Loy, Rossellini, dove l’evento storico del 2 giugno 1946 trova una particolare collocazione nella struttura narrativa.

    TGR

    Giovedì 2 giugno
    La TGR Toscana ha pianificato sulla ricorrenza un servizio sulla fondazione Giovanni Spadolini, un servizio di archivio sui membri toscani dell’Assemblea Costituente e sull’esito del referendum per la forma di Stato in regione e un servizio di cronaca sulle celebrazioni nella regione Toscana, con interviste ai rappresentanti delle istituzioni e della società civile.
    La TGR Veneto seguirà la manifestazione che si svolgerà in Piazza San Marco a Venezia, con intervista a due persone che hanno vissuto l’evento da giovanissimi e che poi si sono impegnate nelle istituzioni. Nei giorni precedenti e’ previsto un servizio in una scuola per capire cosa sanno i giovanissimi di questa Festa.
    La TGR Abruzzo seguirà le più significative cerimonie nei 4 capoluoghi di provincia.
    La TGR Friuli-Venezia Giulia dedicherà ampio spazio alla Festa, nella trasmissione del mattino Buongiorno Regione e in tutte le edizioni dei telegiornali e dei giornali radio con servizi e interviste.
    La TGR Piemonte realizzerà servizi radiofonici e televisivi specifici per dare notizia delle iniziative principali programmate a Torino e nel resto della Regione. Sarà anche ospite, negli studi del telegiornale regionale, lo storico, sociologo e politologo Marco Revelli per una riflessione sul significato attuale della ricorrenza.
    Le altre redazioni seguiranno l’evento con servizi e dirette, evidenziando le iniziative che si svolgeranno sul territorio.

    Rai Movie

    Giovedì 2 giugno
    I sette fratelli Cervi (14:00)
    Regia di Gianni Puccini con Gian Maria Volonté, Don Backy, Riccardo Cucciolla e Carla Gravina
    La storia dei sette fratelli Cervi, antifascisti e organizzatori della lotta partigiana sotto la guida del padre Alcide, catturati e fucilati dai tedeschi a Reggio Emilia il 28 dicembre 1943.

    Rai Storia

    Rai Storia dedica alla ricorrenza l’intero palinsesto della giornata del 2 giugno. Guarda il promo e scopri tutti gli appuntamenti in programma >>

    Questi i programmi previsti nella serata:

    Il Tempo e la Storia – Processo alla monarchia (20:50)
    con il prof. Giovanni De Luna
    Dal 1861, anno dell’unità d’Italia, fino alla nascita della repubblica nel 1946, i Savoia hanno guidato il paese. Per quasi un secolo sono stati protagonisti della nostra storia. Vittorio Emanuele II è entrato nell’immaginario collettivo come il re che ha fatto l’Italia. Dopo di lui sono arrivati altri tre sovrani: Umberto I, Vittorio Emanuele III e Umberto II. Il regno di quest’ultimo è durato un soffio, ma gli altri due hanno vissuto in primo piano circa settant’anni di storia nazionale: dal post risorgimento all’Italia liberale, dalla prima guerra Mondiale al fascismo, per finire con l’esperienza forse più dolorosa: la seconda guerra mondiale. Che ruolo hanno avuto in tutte queste vicende i Savoia? In un lungo viaggio nel tempo cercheremo di rispondere a questa e a molte altre domande, ripercorrendo quasi un secolo del nostro passato.

    Volere votare (21:30)
    di Giovanni Paolo Fontana, regia di Fedora Sasso
    1946: le donne votano e vengono votate per la prima volta in Italia. A settant’anni dal ritorno delle votazioni amministrative e dal referendum Monarchia-Repubblica, ripercorriamo quei mesi, attraverso le testimonianze di donne che hanno vissuto in prima persona quel momento storico.

    Eco della Storia – 70 anni dal 2 giugno (22:00)
    Eco della storia celebra i 70 anni della Repubblica con una puntata, condotta da Gianni Riotta, ospite il Professore Giovanni Sabbatucci.
    La fine della guerra, il re di maggio, il referendum, il re in esilio, la Repubblica, e poi la ricostruzione, gli anni del boom e le donne in politica. Un viaggio nella storia, per raccontare e approfondire.

    L’Italia della Repubblica p.8 – Un popolo di emigranti (23:00)
    di Marta La Licata
    Torino la bella città, si mangia si beve e bene si sta! La filastrocca recitata dai bambini pugliesi e calabresi alla fine degli anni ’50 dà la misura del potere di attrazione della città industriale per eccellenza. Il fenomeno delle migrazioni interne rappresenta, infatti, una delle conseguenze più rilevanti della crescita industriale. Dal 1951 al 1960 oltre due milioni di persone abbandonano il Mezzogiorno per trasferirsi nelle città del nord o all’estero. Si viaggia a bordo del treno del sole, il simbolo di quei viaggi che hanno unito il nord al sud dell’Italia…
    La puntata, introdotta da Paolo Mieli, si avvale inoltre del contributo degli storici Piero Bevilacqua ed Emilio Franzina, del demografo Antonio Golini e del giornalista e scrittore Goffredo Fofi.

    “DUEGIUGNO46: il giorno che divenne festa” (24:00)
    di Enrico Salvatori
    Memorie, ricordi, celebrazioni della giornata fondativa della Repubblica Italiana, il 2 giugno 1946.

    Rai5

    Giovedì 2 giugno
    In prima serata, alle 21:15, Concerto per il 70° Anniversario della Festa della Repubblica (replica della diretta di Rai1 del 1 giugno). Guarda il promo e leggi i dettagli >>

    Rai Cultura WEB e SOCIAL
    In occasione dell’Anniversario del 2 giugno 1946, Rai Storia ha realizzato un webdoc sulla Festa della Repubblica. con preziosi video dell’archivio Rai e altri contenuti esclusivi, per ripercorrere attraverso le nuove tecnologie la storica giornata del referendum istituzionale e dell’elezione dell’Assemblea Costituente. Il webdoc illustra anche i punti salienti del contesto storico di quegli anni che del 2 giugno 1946 costituirono le premesse e videro poi le conseguenze.

    Radio3
    Anche Rai Radio3 celebra e racconta, grazie al contributo di tutte le trasmissioni, il 70° compleanno della Repubblica italiana. Mercoledì 1 giugno un anticipo delle celebrazioni con la diretta del concerto dal Quirinale e subito dopo, alle 21:00, “La notte prima”, pièce teatrale di Marco Baliani, Lella Costa, Paolo Di Paolo con le Sorelle Marinetti, in diretta dall’ Auditorium Parco della Musica di Roma.  Il racconto della lunga notte del 1° giugno 1946 attraverso la voce di due personaggi indecisi sulla scelta referendaria. Un affittacamere a Roma, un salotto di Milano, una radio: le emozioni e le attese di un momento fatale. Scopri tutti gli appuntamenti di Radio3 >>

  • Commenti

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.