Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • Io-non-mi-arrendo01

    Beppe Fiorello in “Io non mi arrendo”

    Una storia vera ambientata nella Terra dei Fuochi. Giuseppe Fiorello è il protagonista della fiction “Io non mi arrendo” dedicata alla figura di Roberto Mancini, il poliziotto che per primo portò alla luce il dramma dello sversamento illegale di rifiuti tossici in Campania. Un film, per la regia di Enzo Monteleone, liberamente ispirato alla vicenda di un uomo straordinario e di una terra martoriata in cerca di riscatto.
    Lunedì 15 e martedì 16 febbraio in prima serata su Rai1

    Guarda il promo>>

    Guarda la fotogallery>>

    Giuseppe Fiorello, a un anno di distanza da “L’Angelo di Sarajevo” – record di ascolto della scorsa stagione –, torna protagonista di una nuova fiction di valore civile  nei panni del poliziotto Marco Giordano (liberamente ispirato a Roberto Mancini). Una vicenda drammatica e di grande impatto emotivo per ricordare un uomo animato da un forte senso dello Stato determinato a scoprire la verità sull’enorme traffico di rifiuti tossici sversati in Campania e gestito dalla criminalità organizzata. Quella di Mancini è la storia di un poliziotto che non si è mai arreso nelle indagini, nonostante le mille difficoltà e gli altrettanti tentativi di insabbiamento, ma che ha pagato con la vita le sue fondamentali scoperte su quel’’ingente traffico di rifiuti tossici. E sono stati quegli stessi veleni, sprigionati da una terra martoriata, a ucciderlo nell’aprile del 2014, quando Roberto si è arreso, suo malgrado, a un tumore.

    “Io non mi arrendo”, una coproduzione Rai Fiction Picomedia, prodotta da Roberto Sessa. Una miniserie che vede Giuseppe Fiorello, a un anno di distanza da “L’Angelo di Sarajevo” – record di ascolto della scorsa stagione –, in una nuova fiction di valore civile protagonista nei panni del poliziotto Marco Giordano (liberamente ispirato a Roberto Mancini) e collaboratore alla scrittura e alla produzione. Un film in due puntate, per la regia di Enzo Monteleone, con Massimo Popolizio, Elena Tchepeleva, Paolo Briguglia e con Maddalena Crippa

    Vai al sito Rai Fiction>>

  • Commenti

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.