Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 1/12/2015 ore 0:26

    Monte Bianco: a un passo dalla vetta

    Commenti 0

    blogSi è appena conclusa, su Rai2, la quarta puntata di Monte Bianco: Sfida Verticale, l’adventure-game della seconda rete Rai che segue l’ascesa di sette coppie formate da un vip e da una esperta guida alpina verso i 4810m della vetta più alta d’Europa. A sfidarsi per ottenere l’accesso alla finale della prossima puntata troviamo le quattro cordate superstiti: la Arancione formata da Roberto Rossi e Jane Alexander, la Viola di Stefano Degiorgis con la modella Dayane Mello, la rossa composta dalla leggenda della Juventus Gianluca Zambrotta e da Giovanna Mongilardi e la Nera che vede il giornalista Filippo Facci con Andrea Perrod. Ad accompagnare i nostri alpinisti, come sempre, Caterina Balivo e l’esperto Simone Moro. Vediamo cosa è successo stasera.

    La finale è sempre più vicina, le quattro cordate rimaste in gara, consce del fatto che in questa puntata si deciderà chi partirà per la conquista della vetta del Monte Bianco, si muovono per arrivare al rifugio dove partirà la Prova Vertigine di questa puntata: la Val di Rhemes. Arrivati al punto di incontro, subito Filippo Facci esordisce comunicando al gruppo che vuole denunciare delle scorrettezze che Dayane Mello sta commettendo nei confronti degli altri concorrenti, tra cui quella di non dormire nella tenda comune insieme al resto del gruppo e quindi di non patire le stesse sofferenze che stanno vivendo gli altri concorrenti in gara. A fine della sua sfuriata, il giornalista chiede che la modella sia punita severamente, pena il suo ritiro dal gioco. Dayane ammette di dormire in disparte dal gruppo ma che questo è legato al fatto che lei ha un sonno molto particolare e che, per questo, gradisce non essere disturbata

    – Guarda il video “La denuncia di Filippo Facci”>>

    Per la Prova Vertigine di questa semifinale gli alpinisti dovranno confrontarsi con la Ferrata di Casimiro, una ferrata che attraversa un dislivello di 350 m divisa in due parti collegate da due ponti tibetani sospesi nel vuoto. Le coppie partono sfalsate seguendo l’ordine di arrivo dell’ultima classifica e, durante il percorso dovranno raccogliere ben dieci moschettoni sospesi lungo la ferrata: ogni moschettone farà risparmiare alla cordata ben minuti sul tempo di arrivo finale. Prima a partire è Dayane, segue Filippo poi Jane e infine Gianluca. Il percorso è estremamente adrenalinico con i due ponti tibetani e con le complesse manovre di recupero dei moschettoni.

    – Guarda la clip: “La Prova Vertigine sulla Ferrata di Casimiro” parte I>>

    – Guarda la clip: “La Prova Vertigine sulla Ferrata di Casimiro” parte II>>

    Jane Alexander nella Prova Vertigine

    Jane Alexander nella Prova Vertigine

    La Cordata Viola di Stefano e Dayane completa il percorso in 54’30”, un tempo ben minore rispetto a quello degli altri alpinisti. Per lei c’è un premio: una cena in un ristorante stellato in un bellissimo hotel a Courmayeur. Ma non sono rose e fiori: la produzione, preso atto delle scorrettezze attuate dalla modella brasiliana decide di punirla severamente: la Cordata Viola viene retrocessa in ultima posizione e quindi condannata a portare la gavetta di peggiore cordata subendo la penalità contenuta in essa e, inoltre, viene costretta a passare la notte successiva in una portaledge, una tenda verticale sospesa su un costone di roccia. A beneficiare di questa dura penalizzazione è Jane che, classificatasi ultima, si vede avanzare di una posizione

    – Guarda la clip: “Invito a cena e punizione per Dayane”>>

    Filippo ritiene che la punizione non sia stata sufficiente e minaccia di uscire e mentre la Dayane e Stefano si preparano per la cena stellata nel cuore di Courmayeur, in tenda gli altri alpinisti non fanno che commentare quanto accaduto. Ma Dopo il piacere, arriva il momento del dovere: la bella brasiliana con la sua guida attraversa il rigore della notte e si reca nel portaledge dove dormirà sospesa a 40 metri di altezza

    – Guarda la clip: “Cena stellata e cena sotto le stelle”>>

    – Guarda la clip: “Una fresca notte in portaledge!”>>

    Passa la notte, dopo il risveglio tutte le cordate si dirigono verso la Parete del Toula, nel cuore del ghiacciaio del Monte Bianco, dove si svolge la Prova Classifica di questa puntata. Qui le cordate, oltre a scalare la parete, devono dimostrare di aver imparato al meglio le tecniche dell’alpinismo dando prova di eseguire correttamente la bambola, un tipo di nodo utilizzato per salire sui costoni più complessi. Prima di cominciare la prova, però, bisogna aprire la “gavetta” della penalità assegna a a Dayane. Scopriamo così che la Cordata Viola dovrà scalare per altri due metri in più rispetto alle altre

    Guarda la clip: “La Prova Classifica sul ghiacciaio del Monte Bianco”>>

    Tra tutti gli alpinisti, Filippo sembra quello con più problemi nel realizzare la bambola perfetta e questo ritarda molto la sua partenza. Il primo a terminare il lavoro con la corda invece è Zambrotta che quindi affronta per primo la parete, segue Jane. Chi, invece non riesce proprio a creare la bambola è Dayane che è ancora alle prese con le corde mentre i Rossi, arrivano in cima, seguiti a poca distanza dagli Arancioni e, in coda dai Neri

    – Guarda la clip: “Gli arrivi della Prova Classifica e la rabbia di Dayane”>>

    Gianluca Zambrotta è primo in classifica

    Gianluca Zambrotta è primo in classifica

    Dopo svariati tentativi, Dayane rinuncia alla prova delusa dal fatto di non riuscire nemmeno a partire. Ora tocca a Gianluca Zambrotta scegliere chi spedire, tra Neri e Arancioni al Duello Verticale contro la Cordata Viola, ed è una decisione importante perché si tratta di sceglere, in sostanza, chi accederà alla finale e chi no. Per l’ex-calciatore la scelta è molto difficile perché ha stretto amicizia con entrambe le cordate, ma alla fine la scelta ricade sulla Cordata Nera di Filippo Facci e Andrea Perrod. Questo perché i due sono ritenuti capaci di sfidare la temibile Dayane per metterla fuori dai giochi

    – Guarda la clip: “La difficile scelta di Gianluca Zambrotta”>>

    Per affrontare il temibile Duello Verticale, che prevede l’attacco all’Aiguille Marbrées ghiacciaio situato a oltre 3300 metri di altezza, gli alpinisti soggiorneranno in un campo base avanzato lì tra i ghiacci in una zona molto famosa tra gli amanti della montagna chiamata Rifugio Torino. Arrivati al posto, le coppie si danno da fare per sistemare le tende ma Filippo sembra essere molto turbato dalla prova che lo attende. Gli alpinisti decidono così di costruire insieme un igloo in cui ritrovarsi prima di andare a dormire e proprio durante i lavori di costruzione l’insofferenza di Facci sembra salire sempre di più. Completato il lavoro, tutti, tranne il giornalista, godono del tepore della costruzione di neve e ghiaccio

    Guarda la clip: “I primi lavori al Campo Base Avanzato”>>

    – Guarda la clip: “La costruzione dell’igloo e l’isolamento di Filippo”>>

    Passata la notte arriva il giorno del Duello Verticale. Gli alpinisti si svegliano infreddoliti dopo una notte non semplice nel clima rigido del ghiacciaio. Le cordate partiranno dal campo base per raggiugnere il punto più alto della Cresta Marbrées a 3508 metri di altezza e, dopo, discenderanno dall’altro lato del costone per ritornare al campo base avanzato dove li attendono Caterina Simone. Prima a partire la Cordata Nera di Filippo e Andrea, la loro partenza è molto difficile con il giornalista che è provato dai classici sintomi del mal di montagna

    – Guarda la clip: “La durissima partenza dal ghiacciaio”>>

    – Guarda la clip: “L’attacco all’Aiguille Marbrées”>>

    Filippo Facci nella dura scalata

    Filippo Facci nella dura scalata

    La fatica per Filippo continua ad aumentare, il giornalista arriva al momento di cominciare a scalare in forte carenza d’ossigeno mentre Dayane ha un inizio più morbido e tranquillo che la mette d’umore positivo. Nonostante tutto, i Neri riescono a raggiungere la vetta dell’Aiguille Marbrées e con enorme fatica iniziano la discesa del costone per completare la seconda metà del duello. Dall’altra parte Dayane comincia ad accusare la stanchezza, dovuta anche alla notte difficile che ha passato ma anche lei, con la sua guida, riesce a raggiungere la vetta e anche con una buona andatura

    – Guarda la clip: “L’arrivo in vetta all’Aiguille Marbrées”>>

    La discesa del picco non è per niente facile dato che il sentiero è fatto di pietre accatastate una sull’altra e prevede, nel passo successivo, il lanciarsi attraverso un piccoli crepacci e per questo è necessario che gli alpinisti siano ben legati alle loro guide. Fatto che, in parte, indispettisce Dayane che vorrebbe che Stefano le desse corda maggiore per avere maggior libertà di movimento. Problema simile esperito da Filippo con Andrea che nell’attraversare il ghiacciaio verso il campo base. Il giornalista giunge, infine, al traguardo stremato e in debito di ossigeno. Anche la bella modella brasiliana, dimostratasi finora una vera e propria donna d’acciaio, accusa una grande stanchezza nello scendere attraverso la parete del ghiacciaio a causa della durezza della neve e quando arriva al traguardo scoppia in un pianto liberatorio. Finisce così l’ultimo Duello Verticale di Monte Bianco

    – Guarda la clip: “L’originale traguardo della Cordata Nera”>>

    – Guarda la clip: “La cordata viola raggiunge il traguardo”>>

    Tornati al Campo Base, scopriamo che nonostante la fatica fatta da Filippo la Cordata Nera è stata la più veloce e si qualifica per la finale, mentre la Cordata Viola di Dayane deve abbandonare il sogno dell’ascesa al Monte Bianco ad un passo dalla finale. Il pepato commento del giornalista è “è giusto così“, pesa ancora sulla modella brasiliana il risentimento per quanto fatto nella puntata precedente

    Guarda la clip: “La Cordata Viola lascia il Campo Base”>>

    Si conclude così la semifinale di Monte Bianco – Sfida Verticale, dopo una lotta pazzesca sul ghiacciaio nel ventre della vetta più alta d’Europa ad aggiudicarsi l’accesso alla finale restano la Cordata Arancione di Jane Alexander Roberto Rossi, la Cordata Rossa di Gianluca Zambrotta e Giovanna Mongilardi e la Cordata Nera di Filippo FacciAndrea Perrod. Chi arriverà per primo in cima? Lo scopriremo lunedì alle 21:10 su Rai2. Ma se non resistete… ecco un ‘anteprima

    – Guarda la clip: “Nella finale di Monte Bianco…”>>

  • Commenti

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.