Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 24/11/2015 ore 0:18

    Monte Bianco: la scalata continua

    Commenti 0

    blogoLa Sfida Verticale di Monte Bianco, il nuovo adventure-game targato Rai2 è arrivata, questa sera, al terzo capitolo. Guidate da Caterina Balivo e dall’esperto alpinista Simone Moro le cinque cordate rimaste in gara, l’Arancone con Jane Alexander e Roberto Rossi, la Viola di Dayane Mello e Stefano Degiorgis, la Rossa composta da Gianluca Zambrotta e Giovanna Mongilardi, la Nera di Filippo Facci e Andrea Perrod e la Gialla con Stefano Maniscalco e Anna Torretta, hanno continuato a darsi battaglia attraverso gli scenari alpini mozzafiato nel viaggio che le porterà alla conquista della vetta più alta d’Europa.

    La puntata si apre al campo base di Camp Ferret dove ritroviamo le nostre cordate ignare del fatto che, a breve, dovranno attraversare l’orrido più alto d’ Europa. Dopo il risveglio, i nostri alpinisti si dirigono subito verso Pré-Sain-Didier, villaggio d’epoca romana che ha a pochi passi una gola profondissima, l’Orrido del Vernet, dove Caterina Balivo li attende per istruirli sulla prima prova di puntata. La conduttrice rivela alle cordate che dovranno calarsi nella gola attraverso una zipline che li porterà sull’altra parete dell’Orrido sorvolando un crepaccio profondo oltre 200m. Arrivati dall’altra parte, i concorrenti avranno 15 secondi di tempo per scegliere e recuperare, tra alcuni sacchetti, quello che secondo loro è il più pesante. Chi riuscirà a trovare il sacchetto giusto riceverà, in premio, una comoda tenda da 4 posti, mentre chi prenderà il più leggero una penalità che sarà svelata in seguito

    Guarda il video “Monte Bianco sta per iniziare”>>

    Prima cordata a partire è la Rossa di Gianluca Zambrotta che si lancia senza esitazioni nel crepaccio e sceglie il suo sacchetto. Segue Stefano Maniscalco che si lancia urlando, terza un’ansiosa Dayane Mello, per la modella recuperare la lucidità per scegliere il sacchetto dopo la paura del tragitto in sospesa è estremamente difficile; quarto a lanciarsi, non senza strizza, è Filippo Facci che cerca di soppesare con perizia i sacchetti, tocca quindi a Jane Alexander, molto impaurita, che nel muoversi sulla zipline si procura un piccolo infortunio al braccio

    – Guarda il video “La Prova Vertigine ad alta quota – Parte I”>>

    – Guarda il video “La Prova Vertigine ad alta quota – Parte II”>>

    Dopo un’attenta misurazione dei sacchetti ad aggiudicarsi la prova è la Cordata Nera di Filippo Facci che, quindi, si aggiudica la spazionsa tenda e un momento di relax presso le Terme di Pré-Saint-Didier. Essendo stati i migliori, i neri possono assegnare la gavetta che penalizzerà un’altra delle cordate in gara. Ma non ora. I peggiori, invece, si rivelano Dayane e Stefano, ovvero la Cordata Viola che, come punizione, dovranno aiutare un pastore locale a prendersi cura degli animali di una fattoria

    – Guarda il video “Vincitori e vinti della Prova Vertigine”>>

    Gianluca Zambrotta durante la Prova Vertigine

    Gianluca Zambrotta durante la Prova Vertigine

    Tornati al campo base gli alpinisti si riprendono dall’adrenalina della prova: i vincitori vanno a godere del loro bonus, la cordata peggiore si dirige verso la fattoria, gli altri ne approfittano per imparare di più sulle tecniche da utilizzare per le prove successive. Dopo un primo momento di scoramento, Dayane sembra quasi apprezzare la penalità a cui è stata condannata, familiarizza con gli animali della fattoria e impara a mungere le mucche

    – Guarda il video “La punizione di Dayane nella stalla di Alessio”>>

    Passa la notte e comincia un nuovo giorno, quello della Prova Classifica, e il risveglio è molto “dolce”: gli uomini del gruppo infatti trovano la bella Dayane al bagno in un ruscello atta a lavare i vestiti di Maniscalco. Dopo essersi preparati e vestiti i nostri lasciano il campo base per raggiungere la funivia che li porterà a oltre 3300m dove procederanno verso il Colle del Toula dove svolgeranno la prova. La prima in alta quota

    – Guarda il video “Dolce risveglio al Campo Base”>>

    La Prova Classifica di oggi è divisa in due parti: prima i nostri alpinisti affronteranno un percorso sul ghiaccio e dopo dovranno calarsi in un crepaccio. La somma del tempo impiegato a completare due parti determinerà il tempo totale che farà la posizione in classifica della cordata. Ma prima di cominciare la gara i nostri dovranno scavare nel ghiaccio e trovare dei ramponi che sono stati nascosti. Ogni rampone ha il colore della cordata a cui appartiene: chi prima trova il suo, prima parte. E’ arrivato anche il momento di assegnare, da parte della Cordata Nera, la penalità per la prova precedente. Filippo prende una decisione che lascia di stucco tutto il gruppo perché, per sottolineare lo spirito di squadra, decide di auto-assegnarsi la gavetta di penalità. Aperta la gavetta, i Neri scoprono che non potranno usare la pala per scavare nella neve alla ricerca dei ramponi ma una debole paletta da giardino

    – Guarda il video “La coraggiosa scelta della Cordata Nera”>>

    A pochi secondi dalla prova gli alpinisti fanno un accordo tra loro: aspettare di trovare tutti i ramponi e poi partire insieme. La prima a recuperare il rampone è Dayane, anche se a scavare e a trovare l’oggetto è stato Zambrotta. Alla fine lo spirito di gruppo sembra soccombere sotto l’ansia di svolgere la gara per cui i patti iniziali tra cordate si sgretolano pian piano e la Cordata Viola decide di partire per prima, nonostante gli altri stiano ancora scavando. Seguono su questa traccia i Gialli di Stefano Maniscalco, e poi i Neri di Filippo Facci. Ultimi a partire i Rossi di Zambrotta anche se gli Arancioni di Jane, cavallerescamente, attendono che i “nemici” abbiano trovato il loro rampone

    – Guarda il video “Guerra senza esclusione di colpi tra cordate”>>

    Filippo Facci apre la gavetta

    Filippo Facci apre la gavetta

    La partenza di Dayane genera grossi dissapori nel gruppo, specie in Gianluca che si sente deluso e tradito dalla modella. Ma niente è perso, anche se la Cordata Viola è stata la prima a completare la prima parte della prova, le distanze possono essere recuperate nella seconda parte della prova. Caterina ricorda ai concorrenti che, si, è importante aiutarsi, ma che si tratta di una gara per cui bisogna prima di tutto pensare a sé stessi

    – Guarda il video “La prima Prova Classifica ad alta quota”>>

    Comincia la seconda parte della Prova Classifica. I primi a calarsi nel crepaccio sono Dayane e Stefano che devono cercare di completare il percorso nel minor tempo possibile per confermarsi primi. Tocca quindi alla Cordata Gialla di Stefano e Anna, il problema per loro è rappresentato dal peso dell’atleta, superiore ai 100kg che, infatti, porta alla coppia grossi problemi nella risalita della parete del crepaccio. Segue la Cordata Nera di Filippo Facci con una partenza piuttosto traumatica che ha visto il giornalista scivolare sul costone per la troppa foga procurandosi una frattura al polso, la squadra ha problemi anche a risalire a causa di una corda non agganciata benissimo. Quarta la Cordata Rossa di Gianluca Zambrotta e Giovanna che parte in maniera molto diretta e determinata e, infine la Cordata Arancione con Jane Alexander

    – Guarda il video “La pericolosa discesa nel crepaccio”>>

    Dopo i conteggi delle due parti della prova scopriamo che prima è la Cordata Viola di Dayane e Stefano, seconda, a sorpresa, la Cordata Nera di Filippo e Andrea, terza la Cordata Gialla di Stefano e Anna, quarta la Cordata Arancione  di Jane e Roberto. Ultima, la Cordata Rossa paga forse il troppo fair-play e, quindi, viene condannata al Duello Verticale.

    – Guarda il video “Il verdetto della Prova Classifica”>>

    Dayane deve così decidere chi mandare alla sfida contro Gianluca Zambrotta e, dopo molte lacrime, prende una decisione molto cinica: quella di nominare la Cordata Gialla di Stefano e Anna, una delle coppie più forti del gruppo. La decisione, ovviamente, è materia di discussione e commenti da parte degli altri concorrenti: Dayane è una stratega oppure lo ha fatto semplicemente per amicizia verso Jane e compassione verso Filippo e il suo braccio rotto? L’equilibrio e la solidarietà del gruppo sembrano essere così definitivamente compromessi

    – Guarda il video “Le lacrime di Dayane”>>

    – Guarda il video “Aria di sfida al Campo Base”>>

    Sorge il terzo giorno, quello del Duello Verticale tra Cordata Gialla Cordata Rossa. Teatro della sfida sarà il Col Des Flambeux3244 metri di altezza. Le due cordate partiranno sfalsate su due linee diverse: quella che raggiungerà la vetta de La Vierge in minor tempo sarà salva. Prima a partire è la Cordata Gialla, ovvero Stefano e Anna, il procedere su un ghiacciaio e l’alta quota rendono il loro tragitto estremamente difficile e, in più, la zona è piena di crepacci

    Guarda il video “La Cordata Gialla parte per il Duello Verticale”>>

    Stefano e Anna scalano La Vierge

    Stefano e Anna scalano La Vierge

    Dopo un po’ tocca anche a Gianluca e Giovanna, ovvero la Cordata Rossa, che si lancia attraverso il ghiacciaio a tutta velocità mostrando una grande forza e un’altrettanto grande determinazione. Nel frattempo la Cordata Gialla arriva alla prima zona di sosta, iniziando la scalata della guglia rocciosa dimenticandosi, nella foga, di contattare via radio Simone Moro

    – Guarda il video “La Cordata Rossa parte per il Duello Verticale”>>

    Da questo momento Stefano e Gianluca iniziano una corsa serratissima verso la vetta: i due campioni non vogliono perdere neanche un secondo durante l’ascesa e spingono al limite la competizione

    – Guarda il video “La corsa contro il tempo delle due cordate”>>

    Entrambe le cordate riescono a raggiungere, al termine di una scalata a ritmi forsennati, la cima situata a più di 3000 metri di altezza. In cima i nostri alpinisti possono riposarsi dopo la prova e gioire del paesaggio

    – Guarda il video “La Cordata Gialla conquista La Vierge”>>

    – Guarda il video “La Cordata Rossa arriva in cima”>>

    Arriva l’elicottero che riporta i nostri al campo base. Una delle due cordate dovrà adesso lasciare la gara nonostante la prova sia stata molto serrata e i due sfidanti abbiano dato il massimo, tant’è che il distacco tra le due cordate è stato di soli 7 minuti. Dopo un attimo di suspance Caterina Balivo annuncia che la cordata a lasciare il programma è la Cordata Gialla di Stefano e Anna con grande disappunto da parte di Maniscalco che, da atleta vero, avrebbe desiderato arrivare fino in fondo. Ma Stefano si dice anche fiero di aver perso contro uno dei suoi idoli calcistici: Gianluca ZambrottaSimone Moro si complimenta, inoltre, con la guida dei Gialli: Anna, che è stata in grado di supportare e addestrare l’irruente Stefano

    – Guarda il video “La Cordata Gialla lascia il Campo Base”>>

    Gianluca Zambrotta e la guida

    Gianluca Zambrotta e la guida Giovanna Mongilardi

    Con l’uscita della Cordata Gialla e le lacrime di Dayane che per la sua strategia ha perso uno dei concorrenti a cui era più affezionata l’armonia nel gruppo degli alpinisti sembra essersi definitivamente spezzata. Cosa succederà adesso? Per saperlo basta attendere lunedì 30 novembre alle 21:10 quando su Rai2 andrà in onda la semifinale di Monte Bianco. Intanto vi lasciamo con un’anteprima:

    – Guarda il video “Nella prossima puntata di Monte Bianco”>>

  • Commenti

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.