Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 17/11/2015 ore 0:23

    Monte Bianco: continua la sfida verticale

    Commenti 0

    Monte_Bianco_Gallery_pt_02-21_classifica_zambrotta_mongilardiContinua, su Rai2, l’appassionante sfida di Monte Bianco, l’adventure-game con protagoniste sette cordate composte da un vip e da una esperta guida alpina che si danno battaglia per arrivare primi alla conquista della vetta più alta d’Europa. Dopo la prima puntata della scorsa settimana, che ha visto l’eliminazione di Arisa e della sua guida Matteo, l’ascesa verso la cima continua con un balzo a quota 3256 metri, nel tempio dell’alpinismo, dove si trovano alcune delle salite più ripide e difficili del massiccio del Monte Bianco. In questa puntata i nostri alpinisti hanno percorso oltre 14 km in orizzontale, 22 metri in verticale e 4,6 km in obliquo affrontando anche una movimentata prova di Torrentismo. Ma veniamo alla cronaca della serata.

    Ritroviamo i nostri alpinisti al campo base di Val Ferret dove Simone Moro, leggenda vivente dell’alpinismo, raccomanda a tutti di preparare lo zaino mettendoci dentro un costume da bagno, generando grande curiosità tra i concorrenti che sono ancora ignari di ciò che li attende. Il teatro della Prova Vertigine della serata è infatti il parco naturale del Mont Avic, posto pieno di meraviglie ma anche di insidie: solo chi saprà resistervi supererà la prova. Arrivati al posto, Caterina Balivo rivela ai concorrenti, infatti, che saranno impegnati in una prova di torrentismo: gli alpinisti dovranno calarsi lungo un torrente alla ricerca di dieci moschettoni dispersi nelle acque gelide del rivolo

    – Guarda il video “Il risveglio al campo e la partenza per il Mont Avic”>>

    Per superare la prova c’è bisogno di abilità e velocità e vincerla è fondamentale per non finire al Duello Verticale. Ma attenzione, non basta essere solo i più veloci: ognuno dei moschettoni recuperati si traduce in un vantaggio temporale di cinque minuti sul totale impiegato  dalla cordata per completare il percorso. Non conta la velocità, quindi, ma anche la quantità di moschettoni recuperati. Il percorso è variegato: i nostri alpinisti devono scendere dalla parete, tuffarsi e passare attraverso una serie di taboga, ovvero degli scivoli naturali dove si può raggiunge la velocità di 30 km/h. Primi a partire sono Stefano e Dayane, la Cordata Viola, con l’unica alpinista che non sa nuotare e che per arrivare in fondo è riuscita a vincere la paura dell’acqua. La modella, però, nonostante l’impegno perde la busta con i moschettoni quasi arrivata a traguardo. Busta che viene trovata e restituita da Gianluca Zambrotta della Cordata Rossa che, è la seconda a partire.

    – Guarda il video “La cordata Viola e la Cordata Rossa danno il via alla prova di torrentismo”>>

    Jane Alexander alle prese col torrentismo

    Jane Alexander alle prese col torrentismo

    Terza cordata a partire è quella Nera di Filippo Facci seguita dalla gialla di Stefano e Anna. Quarta la cordata Blu di Enzo Salvi e infine la cordata Arancione di Jane Alexander. Tra tutti, il concorrente ad avere maggiore difficoltà, causa crampi, è il comico romano che, però, punta sul fatto di poter recuperare tanti moschettoni in modo da abbassare il gap con le altre squadre. La cordata Gialla sembra essere la più veloce ed abile, con Stefano che sembra veramente infaticabile. Jane, invece, sembra molto impaurita dall’acqua il che comporta un grosso lavoro per la sua guida che deve cercare di metterla nelle migliori condizioni possibili

    – Guarda il video “La prova di torrentismo continua”>>

    Come previsto, la cordata più veloce è stata la Cordata Gialla, i più lenti sono stati gli Arancioni. Ma questo non basta, sulla base dei calcoli dati dagli sconti ottenuti dai moschettoni raccolti, ben nove, la cordata migliore è stata la Rossa, quella di Gianluca Zambrotta, che vince la possibilità di fare ben due docce calde presso un albergo del luogo. In più la coppia ottiene la gavetta di Monte Bianco, una gavetta che contiene una penalità che la coppia può dare a chi vuole. Paradossalmente, la Cordata Gialla di Stefano e Anna si rivela essere la peggiore avendo raccolto solo tre moschettoni. Per questo i due sono condannati a passare la notte su una Portaledge, un’amaca sospesa a strapiombo su una parete

    – Guarda il video “L’inatteso risultato della Prova Vertigine”>>

    Pioggia e incubo Portaledge si abbattono sul campo base mentre i vincitori si godono il meritato premio. Le avverse condizioni climatiche spaventano molto Stefano che arriva a discutere anche animatamente con la sua guida Anna sulle modalità con cui scontare la penalità. Ad un certo punto la pioggia diventa molto insistente e il karateka rinuncia

    – Guarda il video “Coccole e punizioni”>>

    – Guarda il video “Dissapori nella Cordata Gialla”>>

    Alle quattro del mattino suona la campana del risveglio, le condizioni climatiche impongono ai nostri alpinisti di mettersi subito in marcia verso l’area della Prova Classifica. Le cordate si dirigono verso La Visaille, la mecca dell’alpinismo. Prima della partenza della prova, però, la cordata Rossa deve assegnare la gavetta della penalità che viene data a i Blu di Enzo Salvi che sono visti come i più deboli. Questo comporta che l’attore romano dovrà percorrere la scalata trasportando, come zavorra, 2 litri e mezzo d’acqua. La prova consiste nel raggiungere il mitico Rifugio Monzino attraversando una via ferrata, un percorso attrezzato che aiuta le cordate nelle parti più impegnative, con un dislivello di oltre 1000 metri. Anche in questo caso le coppie partiranno sfalsate.

    Guarda il video “Brusco risveglio al campo base”>>

    – Guarda il video “L’arrivo alla Mecca dell’alpinismo”>>

    Dayane e la sua guida lungo la via ferrata

    Dayane e la sua guida lungo la via ferrata

    Primi a partire Gianluca e Giovanna ovvero la Cordata Rossa che saggia da subito le difficoltà del percorso, a seguire Dayane e Stefano, la Cordata Viola, con la bella modella che oggi non sembra avere lo spirito combattivo che l’ha contraddistinta finora. Insolita partenza lenta per la Cordata Gialla di Stefano che decide di dosare meglio le energie. La Cordata Nera di Filippo Facci, partita terza, sembra la più combattiva mentre la Cordata Blu di Enzo Salvi è molto rallentata dal peso della gavetta e dalle difficoltà dell’attore.

    – Guarda il video “La difficile partenza della Prova Classifica”>>

    A oltre 2000 m di altitudine la camminata sembra quasi più difficile della scalata sulla ferrata e Facci sembra risentire molto del poco ossigeno presente. Allo stesso modo, chi patisce molto la fatica è Jane Alexander che non riuscendo a respirare in maniera corretta entra in una sorta di crisi di panico che rallenta molto la sua salita.

    – Guarda il video “La paura di Jane”>>

    Nel frattempo, gli altri continuano la loro marcia rendendo al massimo delle loro forze e cercando di superarsi. La Cordata Rossa, partita per prima, si avvicina alla fine della ferrata dove, però, l’attende una sorpresa: in cima trova dei sassi, ad ogni sasso corrisponde un premio che potrà riscuotere se riesce a portare il sasso fino in cima. Ma attenzione! Caricarsi di un sasso troppo pesante può pregiudiziare il tempo della marcia, anche se Gianluca sembra non aver valutato questa possibilità e lusingato dalla possibilità di mangiare del sushi prende un sasso bello pesante. Dayane sceglie come premio uno stereo per rallegrarsi con la musica e il vantaggio è che il masso è molto leggero. Nonostante il peso del premio, la Cordata Rossa è la prima a segnare il traguardo, seguita da quella Viola. La Cordata Nera di Filippo e Andrea commette l’errore di scegliere un sasso enorme che premia i due con una bottiglia di champagne ma che li rallenta tanto da essere superati dalla Cordata Gialla di Stefano e AnnaLa Cordata Arancione di Jane e Roberto continua la salita a fatica ottenendo un masso piuttosto leggero e arrivando, infine, a completare il percorso mentre ultima resta sempre la Cordata Blu di Enzo Salvi che aggiunge il peso del masso alla penalità cui era stata precedentemente condannata

    – Guarda il video: “Pesanti tentazioni ad alta quota”>>

    – Guarda il video: “L’arrivo in vetta”>>

    Terminata la scalata è il momento di svelare la classifica. La cordata arrivata prima è la Rossa di Gianluca e Giovanna, seconda la Cordata Gialla di Stefano e Anna, terza la Cordata Viola di Dayane e Stefano, quarta la Cordata Nera di Filippo e Andrea, ultimi, per soli sei minuti di distanza, i Blu di Enzo e Alberto mentre quinta è la Cordata Arancione di Jane e RobertoGianluca e Giovanna, in qualità di cordata vincitrice decidono di mandare alla Sfida Verticale, contro la Cordata Blu, la Cordata Gialla ritenuta la più forte. La ragione è quella di provare ad eliminare i Blu dalla gara perché ritenuti troppo deboli. Le due cordate nominate dormiranno fuori rifugio, in tenda, per preparare la prova mentre tutti gli altri si dirigono al campo base per gustarsi le sorprese conquistate trasportando i massi nell’ultima parte della prova

    – Guarda il video: “Il risultato della Prova Classifica”>>

    – Guarda il video: “Vita di campo”>>

    Relax al rifugio

    Relax al rifugio

    Passata la nottata arriva il momento del Duello Verticale. La prova di questa puntata è particolarmente dura e prevede che le due cordate nominate i Gialli e i Blu scalino uno dei santuari dell’alpinismo, l’Aiguille Croux la cui vetta è a oltre 3200 metri di altezza. Prima a partire è la Cordata Gialla che si inerpica seguendo gli ometti verso la prima parte della via, la meno impegnativa. Dopo un po’ è il momento della Cordata Blu che parte in maniera determinata e decisa e quindi con uno spirito decisamente migliore rispetto alla sfida precedente anche se, poco dopo i 2600 metri di altezza cominciano a farsi sentire.

    – Guarda il video: “La partenza per il Duello Verticale”>>

    Stefano sembra mal sopportare i rimproveri di Anna e dopo un attimo di criticità riprendono la salita con buona lena. Dall’altra parte, invece, Enzo è letteralmente piegato dai crampi: prima di raggiungere il ghiacciaio cade e sembra non riuscire più a continuare la scalata ma l’attore decide, ancora una volta, di provare a superare i propri limiti e si rimette in piedi per continuare la prova.

    – Guarda il video: “Enzo e il ritorno dei crampi”>>

    La Cordata Gialla, nel frattempo, dopo essere arrivata al primo punto di sosta si muove verso il nevaio che caratterizza l’ingresso alla parete più complessa del percorso e questo cementifica ancora di più la relazione tra Stefano e la sua guida Anna.

    – Guarda il video: “L’attacco alla parete più difficile”>>

    Arrivata alla bocca del nevaio, invece, la Cordata Blu, su decisione di Alberto, la guida, considerate le condizioni sia fisiche che psicologiche di Enzo, decide di fermarsi e farsi recuperare da un elicottero

    – Guarda il video: “La scelta della Cordata Blu”>>

    Stefano e Anna durante la scalata del Duello Verticale

    Stefano e Anna durante la scalata del Duello Verticale

    Siamo nella parte finale del percorso, Anna Stefano, rimasti soli in gara e appesi a oltre 3000 metri di altezza sono parecchio distanziati e hanno grosse difficoltà di comunicazione, ma l’atleta riesce a fare tesoro dei consigli della sua guida anche in queste condizioni e riesce ad arrivare in vetta all’Aiguille Croux con enorme soddisfazione. Anche questa sfida è vinta

    – Guarda il video: “La vetta dell’Aiguille Croux”>>

    Tornati tutti al campo-base, ritroviamo i nostri alpinisti con Caterina Balivo che rivela i gravi problemi patiti da Enzo Salvi durante la scalata consegnando, logicamente, la vittoria alla Cordata Gialla di Stefano e Anna. La Cordata Blu lascia così la gara ma tra gli applausi perché ha saputo rinunciare al momento giusto e vincendo, comunque, tante sfide

    – Guarda il video: “La Cordata Blu lascia Monte Bianco”>>

    La puntata di Monte Bianco – Sfida Verticale si conclude qui, ma la lotta per conquistare la vetta della cima più alta d’Europa continua lunedì prossimo su Rai 2 alle 21:15 con nuove prove che si annunciano ancora più complesse e ancora più adrenaliniche

    – Guarda il video: “Nella prossima puntata di Monte Bianco…”>>

  • Commenti

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.