Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

    • Le novità di RaiYoYo!

      pocoyo336I nuovi appuntamenti estivi per i più piccoli!

    • L’autunno di Rai 2. Serie tv, comedy show e reality

      NCISIn partenza le nuove stagioni di Castle, Elementary, NCIS e Criminal Minds. Tra le produzioni italiane: UNICI – le 4 giornate di Vasco, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, e la serie tv Rocco Schiavone

    • Olimpiadi di Rio 2016: tutte le novità Rai

      rio-4 La Rai è Official Broadcaster delle Olimpiadi di Rio 2016. Dal 5 al 21 agosto, un palinsesto di 5000 ore trasmesse dal servizio pubblico attraverso tv, radio, web e dispositivi mobili. Tra le novità, la realtà virtuale e la nuova app RAI Rio2016, per seguire in ogni momento le imprese dei campioni azzurri e dei 10.500 atleti di tutto il mondo

    • La strage di Bologna: 1980-2016

      Film, documentari e approfondimenti su tutte le reti Rai per ricordare uno degli atti terroristici più gravi del dopoguerra

    • Addio Anna Marchesini, l’omaggio di Rai.tv

      blog-rai.tvRai modifica il palinsesto e dedica una serie di programmi al ricordo di Anna Marchesini, attrice amatissima dal pubblico italiano, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez

  • 21/5/2015 ore 18:15

    La Rai per il Centenario della Grande Guerra

    Commenti 3

    La Grande GuerraIl 24 maggio 1915 l’Italia entrava in guerra.
    A cento anni di distanza, Rai rievoca la Prima Guerra Mondiale con una programmazione speciale che, fino al 25 maggio, attraverserà Reti e Testate con documentari, speciali, film e approfondimenti per raccontare la discesa in campo del nostro Paese nella Grande  Guerra, non per semplice commemorazione ma per farne comprendere lo sviluppo e il significato per l’Europa di oggi.


    Di seguito gli appuntamenti in palinsesto:

     

    Giovedì 21 maggio

    In prima serata su Rai Storia, la Rai e la Orf (la Radiotelevisione nazionale austriaca), rievocano i cento anni dalla Prima Guerra Mondiale con un documentario co-prodotto: “La via della guerra – Come si arriva al conflitto italo-austriaco (1915 – 18)”, in onda alle 21.30 su Rai Storia e il giorno dopo sui teleschermi della Tv austriaca. Il documentario, scritto e diretto da Federico Schiavi, racconta in modo selettivo i quattro anni che precedono l’inizio delle ostilità tra l’Italia e l’impero Austroungarico avvalendosi delle storie parallele di austriaci e italiani. Si conclude con le prime battaglie tra i due Stati, appena dopo la data del 24 Maggio 1915.
    Rileggere il passato e conservarne la memoria per rendere migliore il presente: credo che sia uno dei compiti del servizio pubblico radiotelevisivo” – ha dichiarato in proposito il Direttore Generale della Rai, Luigi Gubitosi. “E questo “La via della guerra”, coprodotta con i colleghi della ORF austriaca, ne è testimonianza concreta”.

    In seconda serata su Rai1, “Porta a porta” dedica la puntata alla ricorrenza, con il ministro della Difesa Roberta Pinotti, storici, giornalisti, servizi filmati, il coro degli Alpini e la fanfara dei Bersaglieri.

     

    Venerdì 22 maggio

    Alle 21:30 Rai Storia trasmette “L’Italia va alla guerra”, uno speciale di 90’ condotto da Paolo Mieli per raccontare l’impatto che la Grande Guerra ha avuto sul popolo italiano, sulle vite di soldati e di civili. L’attenzione è concentrata sulle storie dei protagonisti, sulle principali esperienze vissute dagli italiani durante il conflitto, attraverso le lettere e le testimonianze, cui ridanno voce noti attori.

     

    Sabato 23 maggio

    Rai Storia propone alle 19:00 e alle 23:00 “Viaggio nell’Italia del giro – Marostica – Madonna di Campiglio”.
    Cent’anni fa l’Italia entrava nella Grande Guerra. Dall’altipiano di Asiago, ricordando Rigoni Stern, su fino alle vette trentine dove, per oltre tre anni, migliaia di uomini che avevano lasciato per la prima volta le loro terre scrivevano a casa raccontando, a modo loro, quella guerra. Dal Museo della Guerra di Rovereto, alle trincee e ai forti austriaci accompagnati dalle crude testimonianze che annunciavano una nuova letteratura, quella dell’uomo definitivamente andato in frantumi.

    Rai1 trasmette alle 23:40 il documentario “Animali nella Grande Guerra” di Folco Quilici, che ricostruirà ricordi, storie, episodi di vita vissuta del rapporto, dentro e fuori la trincea, tra uomini e animali.

     

    Domenica 24 maggio

    Nel giorno dell’anniversario, un minuto di silenzio: alle 15.00 sarà trasmesso su tutte le Reti Rai uno spot istituzionale della durata di 60 secondi realizzato in occasione della commemorazione del centenario della ricorrenza del 24 maggio (1915 -2015).

     

    RaiNews24 dedicherà all’anniversario del 24 maggio vari spazi di approfondimento sin dai giorni precedenti la ricorrenza. Tra gli ospiti ci sarà Folco Quilici che racconterà un episodio legato alla Prima Guerra Mondiale. Grazie alla presenza in studio di esperti e giornalisti, verranno analizzati documenti d’epoca. Inoltre, gli inviati di RaiNews24 torneranno nella zona del Piave per ricostruire i giorni che precedettero il primo conflitto mondiale.

     

    Su Rai1 ci saranno diversi appuntamenti dedicati alla Grande Guerra lungo l’arco della giornata:
    A “UnoMattina in famiglia” (ore 6:30 -10:00) si parlerà del film di prima serata “Fango e Gloria”, ricordando l’anniversario.
    Alle 16.35 andrà in onda “Speciale – L’Italia va alla guerra”,  e a seguire il documentario “La Grande Guerra”, entrambi a a cura di Rai Cultura.
    Alle 21:30 Rai1 trasmetterà il film “Fango e Gloria”. Realizzato in occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale e dei 90 anni dell’Archivio Storico Luce, narra le vicende dei milioni di giovani coinvolti in quel tragico evento, utilizzando come simbolo proprio colui che sarà prescelto per rappresentare l’enorme schiera dei caduti anonimi: il Milite Ignoto.
    Il Tg1,  oltre ai servizi all’interno delle varie edizioni dei suoi notiziari, trasmetterà alle 23:15 una puntata di “Speciale Tg1” di Roberto Olla dedicata al centenario.

     

    Su Rai2 alle 01:20 andrà in onda una puntata di “Protestantesimo” dal titolo “L’Italia entra in guerra – le chiese di fronte alla Guerra”.

    Anche Tg2 e Tg3 ricorderanno l’anniversario nel corso delle diverse edizioni dei rispettivi notiziari. Le redazioni regionali dei TgR seguiranno l’evento con servizi chiusi e dirette, evidenziando le iniziative che si svolgeranno sul territorio.

     

    Rai Premium trasmetterà alle 13:40 la miniserie “Eroi per Caso”, per la regia di A. Sironi con F. Insinna, N. Marcorè, A. Angiolini, M. Alhaique. Nel 1918, durante l’ultimo periodo della prima guerra mondiale, un fotografo romano viene chiamato alle armi e, insieme a Don Silvano, scorta Vanin, un soldato traditore, fino alla Trincea Torre. Durante il cammino accadono cose che cambieranno la vita dei protagonisti…

    Rai Storia manda in onda alle 11:30, 15:20, 18:00 e 20:50 “Il silenzio”. Il 27 Luglio 2014, anniversario dell’ultimo giorno di pace in Europa prima dello scoppio della Grande Guerra, su proposta dell’Italia, trombettisti delle nazioni coinvolte nel conflitto hanno intonato il “Silenzio”, in ricordo di tutti i caduti.  Il progetto internazionale, coordinato dalla Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con il Ministero degli Esteri e con la direzione artistica del trombettista e compositore Paolo Fresu – che ha suonato sull’altopiano di Folgaria, in Trentino, tra i resti ancora visibili delle trincee e dei bombardamenti – ha visto così eseguire l’ultimo saluto a tutti i caduti della guerra nel Regno Unito, negli Stati Uniti, in Grecia, Portogallo, Bulgaria, Ungheria, Romania, Montenegro, Russia, Serbia, Albania, FYROM-Macedonia, Australia, Brasile, Polonia, Costa Rica. Rai Storia ha raccolto tutti i filmati e ha creato un unico grande “Silenzio”: per non dimenticare.
    In prima serata, alle 21:30, per il ciclo “Binario Cinema”, RaiStoria proporràn inoltre  il film “La Sciantosa”, girato da Alfredo Giannetti nel 1971, con la Magnani e un giovanissimo Massimo Ranieri. Il film racconta la storia di Flora Bertuccelli, cantante del café-chantant a fine carriera, che accetta di esibirsi davanti ai soldati al fronte, durante la prima guerra mondiale.
    Nel periodo estivo (dal 15 maggio al 24 luglio) la prima serata del venerdì di Rai Storia sarà interamente dedicata alla riproposizione di documentari e serie inerenti la prima guerra mondiale con il ciclo “Speciali 14-18”,  11 puntate con la conduzione di Carlo Lucarelli.

    Infine, Rai Scuola trasmetterà alle 10:30 “GAP – Poesie di guerra”. Il documentario si divide fra musica, poesia e immagini, partendo dalla Grande Guerra e arrivando alla seconda guerra mondiale, proprio per significare quanto dagli orrori della guerra possa derivare un sentimento poetico eterno, cioè condiviso sia nello spazio che nel tempo. All’interno del documentario ci sono immagini spettacolari dei conflitti insieme alle musiche che li identificano e alle poesie più famose ad essi dedicate e lette da Paolo Bonacelli.

     

    Lunedì 25 maggio

    Rai5 dedica al Centenario della Prima Guerra Mondiale la serata di lunedì con tre appuntamenti:
    Alle 21:15, “Quando il tiro si alza” (in replica mercoledì 27 maggio alle 9:40 e sabato 30 maggio alle 15:40), una recente produzione teatrale registrata al Piccolo Teatro di Milano in cui Guido Ceronetti propone la sua tragica visione del massacro che fu la Guerra mediante la dichiarazione delle ostilità all’Austria.
    A seguire, alle 22:30, “La Grande Guerra secondo Ceronetti – Poeti ed eroi sul fronte della memoria” (in replica mercoledì 27 maggio alle 11:00 e sabato 30 maggio ore 16:55), il backstage realizzato durante le riprese dello spettacolo “Quando il tiro si alza”.
    Infine, alle 23:00,  lo spettacolo teatrale  “L’ingegner Gadda va alla guerra”. In una commistione testuale che giustappone “Eros e Priapo” e “Il giornale di guerra” di Gadda e l’ Amleto” di Shakespeare, Fabrizio Gifuni, diretto da Giuseppe Bertolucci, rievoca lo sfacelo della prima guerra mondiale e il successivo flagello della dittatura fascista in Italia. Lo spettacolo vinse due Premi Ubu nel 2010 (miglior spettacolo, miglior attore).

     

    Radio Rai
    Anche Radio Rai partecipa alle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra.
    Radio1: sabato 23 maggio, dopo una prima parte in cui  si ricorderà un altro drammatico anniversario, quello della Strage di Capaci, la seconda parte della trasmissione “Inviato Speciale”, in onda dalle 8:30 alle 9:30, sarà dedicata alla ricorrenza.
    Radio3: domenica 24 maggio alle 20:30 il Teatro di Radio3 presenta “Milite Ignoto – quindicidiciotto”, uno spettacolo di e con Mario Perrotta. Leggi i dettagli >>
    Servizi e approfondimenti caratterizzeranno inoltre, nella giornata di domenica 24 maggio, le edizioni del Gr1, del Gr2 e del Gr3.

     

    – La Grande Guerra – Scopri il sito di Rai Cultura >>