Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • Festival di Dogliani 2015Torna a Dogliani, nelle Langhe, da giovedì 7 a domenica 10 maggio il Festival della Tv e dei nuovi media, giunto quest’anno alla sua 4^ edizione, di cui Rai è ancora una volta media partner.
    Quattro giorni di appuntamenti ed incontri per capire quale sarà il futuro del piccolo schermo e dei nuovi media con l’aiuto di più di 70 grandi ospiti: si parte giovedì sera con lo spettacolo teatrale di Federico Rampini “ALL YOU NEED IS LOVE – l’economia spiegata con i Beatles”, e si chiude in grande domenica pomeriggio con Fiorello, ospite per la prima volta del Festival. Tra gli ospiti previsti anche il Direttore Generale della Rai Luigi Gubitosi.


    Le grandi trasmissioni di successo e i nuovi esperimenti di comunicazione, i media tradizionali e quelli più innovativi, i volti che hanno segnato la storia della televisione italiana e i giovani che aprono nuovi scenari nel panorama della comunicazione: per quattro giorni, Dogliani si trasformerà in un laboratorio nazionale in cui pensare e discutere la televisione di oggi e quella del futuro. Il palcoscenico del Festival vedrà alternarsi protagonisti affermati e autori, editori tradizionali e professionisti dell’universo multimediale, produttori sconosciuti al grande pubblico e star del piccolo schermo.

    Il racconto dei backstage delle più importanti carriere televisive s’intreccerà con altre storie del mondo dei media: dal percorso che porta un’idea a diventare una trasmissione, fino ai più piccoli esperimenti che si misurano con i social media, gli smartphone, i tablet, le Web Tv e lo stile comunicativo in una società connessa 24 ore su 24.

    Il titolo dell’edizione 2015 del Festival, accessibile e completamente gratuito, sarà “Dialoghi per il Futuro”, perché “solo attraverso la volontà di dialogare e di comprendere le ragioni del prossimo si può immaginare un progresso per il futuro”.
    Una serie d’incontri sarà dedicata all’importanza della memoria e della storia con la speranza che lo stesso spirito di “Liberazione” e “Ricostruzione” che 70 anni fa riuscì a farci riemergere dalla barbarie della II guerra mondiale possa essere da stimolo ai giovani che soffrono la mancanza delle promesse delle generazioni che li hanno preceduti.
    Riteniamo che credere in un Futuro migliore sia la base per le giovani generazioni per poter elaborare, pensare e costruire una società diversa, e per questa ragione la riflessione sui contenuti dei media rimane sempre il nostro fondamento”, spiegano gli organizzatori.

    Fiorello

    Tra gli ospiti più significativi di questa edizione (tutti partecipanti a titolo gratuito) ci sarà sabato 9 maggio il fondatore di Slow food Carlo Petrini. Quest’anno, inoltre, il Festival prevederà, oltre oltre alla consueta Piazza Umberto I, una seconda piazza (Piazza Carlo Alberto) dove verranno affrontati sia temi legati all’argomento cibo come tema di successo dei media sia argomenti legati all’innovazione.
    Racconteranno inoltre il loro rapporto con la tv e con i media numerosi chef di fama internazionale, da Gualtiero Marchesi ad Antonino Cannavacciuolo, Davide Oldani e Massimo Bottura, mentre Benedetta Parodi ci parlerà del suo personale rapporto con la cucina.

    Porteranno le loro esperienze i direttori dei principali quotidiani italiani – Mario Calabresi, Claudio Cerasa, Ezio Mauro, Roberto Napoletano –, il Dg della Rai, Luigi Gubitosi, protagonista domenica 10 maggio alle 12:00 dell’incontro “SCUOLA, INFORMAZIONE, INNOVAZIONE, PAESE” con Napoletano, e alcuni Direttori di rete, come il Direttore di Rai3 Andrea Vianello.

    Un focus sarà dedicato, sabato 9 maggio, alle Serie Tv: a parlarne per Sky Andrea Scrosati, responsabile dei contenuti non sportivi della rete, Eleonora Andreatta, Direttore di Rai Fiction, insieme ai principali produttori italiani, Pietro Valsecchi, Matilde Bernabei e Riccardo Tozzi.

    Gran finale domenica 10 maggio alle 16:30 con  “FIORELLO STORY“, intervista-spettacolo di Aldo Grasso al numero uno dell’intrattenimento televisivo (e non solo) italiano, Rosario Fiorello, che racconterà la sua carriera, i suoi successi e i suoi progetti futuri. 

  • Commenti

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.