Rumors e anticipazioni

Tutte le novità e video sui programmi Rai da non perdere

  • 6/3/2015 ore 11:52

    La Rai per la Giornata Internazionale della donna

    Commenti 0

    Maria Grazia Cucinotta, testimonial della campagna “Le parole non bastano più”

    Documentari, film, spettacoli teatrali, interviste e approfondimenti: la Rai dedica alla Giornata Internazionale della donna, che si celebra l’8 marzo, una programmazione speciale che attraversa i canali televisivi generalisti e specializzati, la radio e il web allo scopo di ricordare tutte le conquiste sociali, politiche ed economiche del mondo femminile, ma anche per non dimenticare le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono ancora oggetto.

    Di seguito gli appuntamenti principali in palinsesto:


    Rai1
    La rete ammiraglia darà ampio spazio alla campagna dell’Associazione WE WORLD “Le parole non bastano più”, finalizzata a sostenere il progetto contro la violenza sulle donne in Italia, avviato nel 2013 con lo scopo di fornire assistenza e supporto psicologico a donne vittime di violenza.
    – Leggi i dettagli sulla campagna e guarda il promo >>
    Per l’occasione la rete sarà impegnata sia nella presentazione dell’iniziativa che nella raccolta fondi per un’intera settimana, dall’8 al 15 marzo: domenica 8 alle 18.50 l’appuntamento è con “L’Eredità” e alle 20.35 con “Affari Tuoi”. Nel pomeriggio della stessa giornata, la puntata di “Domenica In” sarà tutta al femminile e, nel corso della trasmissione, sarà dedicato al tema un monologo. Rai1 continuerà ad affiancarsi alla campagna contro la violenza sulle donne anche nei giorni successivi: il 9 marzo alle 16.00, a “La vita in diretta”, l’iniziativa sarà presentata da Maria Grazia Cucinotta, mentre il 13 marzo sarà ospite dello stesso programma Elisa Di Francesca. Sabato 14 marzo alle 12.00 sfida vip tutta al femminile a “La prova del cuoco”. Ai fornelli Rossella Brescia e Matilde Brandi. Durante la stessa settimana anche la trasmissione “Uno Mattina” dedicherà alcuni dei suoi spazi ai temi al femminile. E nella Giornata , in seconda serata, “Speciale Tg1”, oltre a servizi specifici nelle varie edizioni del telegiornale.

    Rai2
    Venerdì 6 alle 11.00 “I Fatti Vostri” proporrà un approfondimento. Domenica 8 marzo alle 11.30 anche “Mezzogiorno in Famiglia” illustrerà la campagna “Le parole non bastano più”. Alle 15.30 la trasmissione “Quelli che il calcio” si collegherà con il capoluogo piemontese, nell’ambito delle manifestazioni di Torino Capitale Europea dello Sport 2015, in occasione della II edizione della corsa al femminile “Just The Woman I Am”, con partenza da Piazza San Carlo alle 16.30. Servizi dedicati, inoltre, verranno trasmessi nelle principali edizioni del Tg2.

    Rai3
    Sabato 7 marzo alle 11.00 in diretta dal Quirinale, a cura del Tg3, la Celebrazione della Festa della donna.
    L’8 marzo, invece, alle 20.10 Fabio Fazio dedicherà uno spazio di approfondimento in ’Che tempo che fa’”.

    Rai Storia
    Mercoledì 4 marzo alle 21.30, “Diario Civile – Giuliana Saladino. Come scrive una donna”, con un’introduzione del Procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti. Il film documentario ripercorre la storia di Palermo e della Sicilia attraverso la biografia e le opere di Giuliana Saladino, brillante scrittrice e giornalista d’inchiesta. Poi sabato 7 e domenica 8 marzo alle 14.20, e in replica alle 24.30 “Rewind – Anna Karenina”, un film del 1974 per la regia di Sandro Bolchi, con Leo Massari, Pino Colizzi, Giancarlo Sbragia e Sergio Fantoni.
    Sempre l’8 marzo andrà in onda dalle 15.30 alle 20.30 “Una giornata particolare – La giornata internazionale della donna”. Si tratta di una serie di estratti dal programma “Sapere”: la questione femminile (1975) accompagna la programmazione pomeridiana.
    Accanto a questa serie di inchieste, saranno trasmessi altri significativi documenti: “Marisa della Magliana” (1976), un film-intervista su Marisa Canavesi, ragazza madre di origini contadine, priva di istruzione che partecipa in prima fila alle lotte per la conquista di una casa; un estratto del famigerato film-inchiesta “Comizi d’amore” (1965) di Pier Paolo Pasolini e “L’aggiustamariti”, un TV7 del 1964 sul culto di Santa Rita a Palermo.
    Faranno da contrappunto a questi documenti d’epoca, nell’arco del pomeriggio, una serie di ritratti: Maria Callas, l’antropologa Margaret Mead, la scrittrice-traduttrice Fernanda Pivano, la stilista Mary Quant, la filosofa Simone Weil, la critica e storica d’arte Palma Bucarelli, la giornalista e scrittrice Oriana Fallaci, la documentarista e fotografa Cecilia Mangini. Al Tg2 Dossier “Donne Italiane” (2011) con altre figure femminili di rilievo: Margherita Hack, Claudia Cardinale, Sara Simeoni, Emma Bonino, Rita Levi Montalcini, Mariangela Melato e Federica Pellegrini.
    Dalle 19.30 alle 20.30 Rai Storia proporrà un collage di servizi giornalistici che dimostra, con un efficace excursus attraverso tutto il pianeta, come l’emancipazione femminile abbia portato le donne a conquistare posizioni di vertice in politica. Da Sonia Gandhi a Michelle Obama, da Aung San Suu Kyi a Margaret Thatcher, Angela Merkel, Hillary Clinton e molte altre ancora. Una vivace carrellata di ritratti femminili che hanno raggiunto posizioni politiche di prestigio nei rispettivi Paesi.
    Per la serie “Il tempo e la storia” Rai Cultura alle 20.30 presenterà “Le donne della Resistenza”, con la professoressa Silvia Salvatici.
    Alle 21.30 per Binario Cinema andrà in onda “Rosenstrasse” di Margarethe von Trotta, in pieno antisemitismo nella Germania nazista.

    Rai5
    Da sabato 7 a sabato 21 marzo alle 21.15 il Teatro di Rai5 celebra la creatività femminile con il ciclo “Care Sorelle”, presentando per la prima volta i lavori di tre artiste italiane di primo piano: la regista Emma Dante, con lo spettacolo “Le sorelle Macaluso” (7 marzo, e in replica l’8 alle 16.00); l’attrice Licia Maglietta con “Delirio amoroso” (14 marzo), tributo teatrale ad Alda Merini, e la drammaturga e interprete Lucia Calamaro con il suo “Diario del tempo” (21 marzo). Ogni spettacolo sarà replicato la domenica pomeriggio alle 16.00 e il giovedì mattina alle 10.00. L’8 marzo il palinsesto dell’intera giornata sarà scandito da appuntamenti con spettacoli e programmi che vedono le donne protagoniste. Si parte alle 7.30 con il film-doc “Alla ricerca di Vivian Maier”. Alle 23.15 il film “Donne senza uomini”, ambientato in Iran nel 1953. Sullo sfondo tumultuoso del colpo di stato, tramato dalla CIA, i destini di quattro donne convergono in un bellissimo giardino di orchidee dove troveranno indipendenza, conforto e amicizia. All’1.30 “Musica Notte dedicherà’ un grande tributo a Amy Winehouse e Macy Gray.

    Rai Movie
    Su Rai Movie domenica 8 marzo alle 21.15 il film “Padrona del suo destino”, per la regia di Marshall Herskovitz e con Catherine McCormack, Rufus Sewell, Naomi Watts. All’1.10 il documentario “Io sono nata viaggiando”, con Dacia Maraini, Maria Callas, Alberto Moravia. Giovedì 12 marzo, alle 23.40, sarà la volta del Cortometraggio “È stata lei” sul tema della violenza contro le donne da un punto di vista inedito, quello dell’uomo violento.

    Rai Premium
    Nella stessa giornata su Rai Premium andrà in onda il tv movie “Una Donna. Tre Vite – Lucia” , in onda alle 10.55 con Sabrina Ferilli e Stefano Dionisi.

    Rainews24
    Lo sguardo delle donne al centro della programmazione di Rainews per l’8 marzo. Sulla scia di #lifeofwomen, che ha visto la Rai impegnata nell’evento di apertura del Pontificio Consiglio della Cultura al teatro Argentina di Roma, continua la riflessione sulle donne. Quindi, non il focus di un giorno, ma un percorso, per raccontare i mille volti dell’universo femminile. L’8 marzo è una tappa di questo percorso, ma non vuole essere il punto di arrivo. Non si può parlare di donne un solo giorno, quasi a trovare un ghetto dove collocarle per poi riporle nel silenzio. Il racconto delle loro storie per far emergere i tanti volti del mondo femminile tra creatività, coraggio e tenerezza. I settori in cui le donne sono impegnate: imprenditoria, artigianato, arte, politica. Settori dove i percorsi non sono scontati, ma rappresentano il frutto di un lungo cammino difficile e articolato.

    Per le celebrazioni della Giornata Internazionale della donna non poteva mancare l’informazione della TGR. Le redazioni regionali daranno ampia copertura informativa all’evento con servizi chiusi e dirette evidenziando le iniziative che si svolgeranno su tutto il territorio.

    RadioRai
    Anche RadioRai destinerà vari spazi alla ricorrenza.
    Sabato 7 alle 11.00 su Radio1, speciale Gr1 con la diretta della Celebrazione della Festa della Donna dal Quirinale. Domenica 8 marzo Radio1 dedicherà inoltre al tema una puntata monotematica di “Mary Pop” alle 10.15 con Maria Teresa Lamberti.
    Radio3 domenica 8 marzo alle 9.30 trametterà il programma “Giornata delle donne: infinite schiavitù e infinite libertà”, in cui interverranno Fariba Hachtroudi, scrittrice di origine iraniana, e Parisa Nazari, operatrice culturale che vive nel nostro paese.
    Inoltre, servizi dedicati saranno previsti in tutte le edizioni dei GR.

    Rai.tv junior
    Una selezione di divertenti cartoon per celebrare, insieme alle ragazze e ai ragazzi, la festa della donna. A cominciare da due clip molto istruttive dedicate a due donne che si sono distinte per il loro talento: Dorothea Lange e Berthe MorisotSi tratta di due ritratti che fanno parte della serie “L’arte con Matì e Dadà”, che in questi video ci fanno scoprire i trucchi per fare una bella inquadratura ed entrare nel vivo della pittura impressionista. E poi tanta poesia, grazie ai cartoni dello Zecchino d’Oro: “Le note son bambine” è un videoclip animato, che ci porta a sorridere a suon di musica, con una buona dose di fantasia. Dalla serie “Il magico mondo di Richard Scarry” vi proponiamo una “Mamma da prima pagina” . In questa selezione sono presenti diversi altri cartoni, tutti da scoprire. Chiude “La danza delle ore”, che ci accompagna con simpatia verso la notte….

  • Commenti

    Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.